[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

replica a Sansonetti e iniziative in corso



Questa replica alla risposta di Piero Sansonetti alla lettera inviata
dai firmatari a Liberazione sulla questione di Cuba e del Venezuela
non è stata pubblicata sul giornale. La inviamo a tutti per
completezza della discussione. Se di discussione si può parlare.
Quando, a un preteso attacco alla libertà di stampa, si risponde con
le infamanti accuse di stalinismo e di contiguità con il fascismo.
Prima si sparano parole come fossero proiettili (e si usa un potere
enorme, come disporre di un giornale, bene comune di una libera
comunità aggregata e organizzata, come dovrebbe essere un partito).
Alla sacrosanta reazione, per legittima difesa, ci si trincera nel
vittimismo e nella "sacrosanta" e "vilipesa" libertà di stampa (che
nessuno mette in dubbio, se non che
dovrebbe fare riferimento alle posizioni di quella libera comunità
aggregata e organizzata).

Controrisposta al compagno Sansonetti

Nello stile del liberalismo giornalistico del tempo, il compagno
Sansonetti evita con cura di rispondere al merito delle critiche da
noi rivolte a Liberazione sui suoi recenti articoli su Cuba e sul modo
di fare giornalismo di sinistra di alternativa. Sempre in questo stile
egli pone in testa alle nostre critiche un titolo manipolatorio, ciò
che gli consente di parlare della pretesa da parte nostra di un
giornalismo di sinistra che
obbedisce a veline, di un nostro stalinismo e addirittura di una
nostra adiacenza culturale al Minculpop, cioè al fascismo. Sempre in
questo stile egli poi reagisce alla nostra critica di essersi
abusivamente impadronito, con quegli articoli su Cuba, di un giornale
che non è suo, ma che è tra i "beni comuni" di una collettività
politica, di usarlo per propagandare, apparentemente a nome di
Rifondazione, posizioni alternative a quelle di questo partito e di
comprometterne importanti relazioni internazionali. D'altra parte
siamo in un tempo, più che di liberalismo, di liberismo, cioè di
esproprio generalizzato da parte di chiunque abbia un po? di potere di
ciò che appartenga a collettività. Assurdo, in ultimo, è il tentativo
di Sansonetti di trincerarsi dietro a
Togliatti: ce lo vedete Togliatti che avrebbe accettato che l'Unità di
sua iniziativa attaccasse forze di sinistra alle quali il PCI aveva
relazioni, benché magari controverse? E sareste disposti a dichiarare
che, se Togliatti avesse reagito a tentativi dalla redazione
dell'Unità di espropriare questo giornale al PCI, avrebbe sbagliato,
perché culturalmente in linea con il Minculpop anziché con il
liberalismo?

La questione che noi critici abbiamo posto a Liberazione, tutt'altra
rispetto al Minculpop e alle veline, è che dev'esserci un principio di
responsabilità a regolare il comportamento di chi disponga di ruoli
fondamentali in un partito che pretenda di essere una collettività
democraticamente regolata. Dev?esserci quindi questo principio a
regolare, oltre che il comportamento di figure istituzionali o di
quadri dirigenti o di apparati, anche le redazioni del giornale di
partito e chi lo diriga. L'autonomia di un giornale appartenente a un
partito di sinistra di alternativa non può essere la libertà di
impadronirsi del giornale da parte del direttore o della redazione e
di farci quello che vogliono: è invece un dialogo paritario con il
partito e al tempo stesso il rispetto
e il tener conto delle attese del partito nei confronti del giornale e
il rispetto e la propagazione delle posizioni del partito. Se non si è
d'accordo su una qualche questione con il partito, questo non può
significare usare il giornale in contrapposizione al partito. Se si ha
una posizione differente su una qualche questione e si ritiene di
doverla esprimere sul giornale, lo si deve fare in forme tali che
questa posizione non possa essere confusa con quella del partito e che
non ne possa derivare un eventuale danno al partito.

Samir Amin
François Houtart
Josè Luiz Del Roio
Roberto Mapelli
Giorgio Riolo
Raffaele Salinari
Josè Luis Tagliaferro
Luigi Vinci
--------------------------------------------------------------------
DUE INCONTRI AL CSA VITTORIA COME INTRODUZIONE A MARX
(a cura di Giorgio Riolo)

Milano, Via Muratori 43 (angolo Via Friuli)

giovedì 21 giugno 2007 - ore 21
MARX: LA CONCEZIONE DELLA STORIA E DELL'ESSERE SOCIALE

mercoledì 27 giugno 2007 - ore 21
MARX: IL SOCIALISMO NELLA STORIA. ALCUNE CONSIDERAZIONI OGGI SULLE
TRASFORMAZIONI
STORICO-SOCIALI

Marx è un pensatore e un uomo politico che deve essere sempre
rivisitato e riscoperto, anche è soprattutto a partire dai mutati
contesti storici. Oggi ancor più. Si tratta in questi due incontri di
introdurre due blocchi di pensiero che possano agevolare la
comprensione di una totalità difficilmente scomponibile in parti o
aree specialistiche. Si cercherà di non dare niente per scontato e
quindi di compiere una introduzione chiara e semplice, ma non banale o
semplificante.
------------------------------------------------------------------------
UN PIANETA MINACCIATO IL RISCALDAMENTO GLOBALE, I CAMBIAMENTI
CLIMATICI E GLI EFFETTI AMBIENTALI E SOCIALI
Per la prima volta nella storia dell'umanità si diffonde la
consapevolezza che la continuità della vita, e quindi anche della
specie umana, sul pianeta è minacciata. Il disastro ambientale è
causato dal malsviluppo e i primi a subirne le conseguenze sono i
soggetti deboli delle periferie del mondo. La questione ambientale è
questione sociale e politica. La politica mondiale è interpellata e la
sinistra politica in Italia in primo luogo.

GIOVEDI' 21 GIUGNO 2007 ORE 21.00
RIDOTTO TEATRO ANIMOSI
PIAZZA C. BATTISTI 1 - CARRARA

partecipano

LAURA MARCHETTI - Sottosegretaria Ministero dell'Ambiente

STEFANO CASERINI - Docente Politecnico Milano  Fenomeni dell'inquinamento

organizza
Associazione Culturale Punto Rosso

Info 347-1085533 - e-mail: carrara at puntorosso.it - www.puntorosso.it
-----------------------------------------------------------------------
300.000 firme per l?acqua pubblica
il Comitato Milanese per l?Acqua vi invita a festeggiare!
martedì 26 giugno ORE 18,30 P.zza CADORNA
davanti alla Stazione Nord, incontro con la carovana per Roma e
consegna delle firme dei milanesi.
Partecipano: Moriss e i piccoli clown e la Banda degli Ottoni
Interviene Emilio Molinari
ore 21,15 festa-concerto con:
Nuovi Orizzonti Artificiali, 7 Grani, Ottavo Richter.
Fabrizio De Giovanni, Walter Leonardi e Silvano Piccardi.
Organizza Il Comitato Milanese per l'Acqua.
Con il patrocinio di: Presidenza del Consiglio Comunale, Provincia di Milano.
Con il contributo dell?Assessorato Pace e Cooperazione Internazionale
della Provincia di Milano
In allegato la locandina dell'iniziativa
-- 
L'Associazione Culturale Punto Rosso utilizza software Open Source in ambiente
Linux. Ringraziamo Maurizio Sibaud. Invitiamo tutti a sostenere i gruppi di
programmatori e sviluppatori e le Fondazioni del Software Libero anche con
donazioni.

Per sottoscrizioni all'Associazione Culturale Punto Rosso potete utilizzare il
nostro conto corrente postale n.37398203 oppure per bonifici bancari
le seguenti
coordinate bancarie BPM agenzia 18 di Milano C/C 10438 ABI 05584 CAB
01618 CIN X

Associazione Culturale Punto Rosso pr at puntorosso.it
Via Guglielmo Pepe 14 (angolo Via Carmagnola - MM2 Garibaldi)
20159 Milano - Italy
tel. e fax +39-02-874324 e 875045
www.puntorosso.it
---
Informativa ai sensi del codice della Privacy (D. Lgs. 196 - 30/06/2003).
Le informazioni contenute nella presente email e negli eventuali allegati,
devono essere nella disponibilità del solo destinatario. Se avete ricevuto per
errore questa email siete pregati di informarci (rispedendola al
mittente) e di
provvedere alla sua rimozione. Possono essere presenti informazioni
riservate e
non corrette (parzialmente o totalmente). Le email in partenza e in arrivo
possono essere oggetto di monitoraggio da parte dell'Associazione Culturale
Punto Rosso. Del contenuto è responsabile il mittente della presente. Chiunque
venga in possesso non autorizzato di questa email è vincolato dalla
Legge a non
leggerne il contenuto, a non copiarla, a non diffonderla e a non usarla. La
informiamo che per l'esercizio dei diritti di cui all'art. 7 del d. lgs.
196/2003 può rivolgersi al Titolare del trattamento Associazione
Culturale Punto
Rosso ? Via G. Pepe 14 ? 20159 Milano, per posta o per fax, indicando sulla
busta o sul foglio la dicitura inerente alla Privacy.
---
Informative note regarding Italy's Privacy code (number 196 - 30/06/2003):
The information contained in the present E-mail and in all possible
attachments
must be used by the addressee only. If you have received this E-mail
by mistake,
you are requested to report this to us by sending it back and deleting it from
your computer. This E-mail may contain confidential and (entirely or
partially)
incorrect information. E-mails entering and exiting Associazione
Culturale Punto
Rosso could be monitored. The sender of this E-mail carries the responsibility
for its contents.
Whomever obtains this E-mail in an unauthorized manner is subject to the
application of the law to not read its contents, not copy it, not give it to
anyone else, and not use it. We inform you that you may exercise your rights
pertaining to article 7 of above-mentioned law (196/2003) by contacting
Associazione Culturale Punto Rosso ? Via G. Pepe 14 ? 20159 Milano, by
letter or
fax. Please mark the envelope or paper with the words "Inerente alla Privacy".