[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Sgombero violento di un accampamento sem terra a Limeira - ferito tra gli altri il dirigente Gilmar Mauro



Alcune ore fa (al momento abbiamo tre ore di differenza con il Brasile e
l'azione è cominciata alle 9.30 brasiliane) un reparto antisommossa della
polizia ha  invaso l'accampamento   Elizabeth Teixeira, nel comune di
Limeira (vicino a Campinas), stato di São Paulo, per sgomberare le 250
famiglie accampate. L'azione violenta della polizia ha portato al ferimento
di tre persone tra cui il dirigente del MST Gilmar Mauro, colpito da
pallottole di gomma.
Un numeroso gruppo poliziotti è entrato stamattina nell'accampamento
distruggendo alcune delle baracche. Mostrando un atteggiamento molto
aggressivo, i poliziotti si sono rifiutati di negoziare con i Senza terra e
hanno invece sparato contro le famiglie (compresa una persona in sedia a
rotelle)
A Gilmar Mauro, che è fuori pericolo, è stato ricucito un pezzo di orecchio.
Mauro parla di azioni estremamente violente da parte della polizia e del
fatto che è stato colpito da due proiettili di gomma, uno nella pancia e uno
sull'orecchio.  Anche se ferito è stato  maltrattato e insultato. E così
anche le altre persone ferite. Nonostante l'intervento di rappresentanti
della Pastorale dell'infanzia e la presenza di molti bambini che piangevano,
i poliziotti continuavano a sparare.

Il terreno è in realtà pubblico e l'Incra aveva promesso alle famiglie che
avrebbe negoziato perché lo sgombero non ci fosse.

I senza terra ritengono responsabili dei gravi fatti l'Incra, il comune di
Limeira e il governatore della stato di  São Paulo, José Serra (PSDB).

La segreteria di pubblica sicurezza dello stato ha detto che l'azione è
stata coordinata dai poliziotti militari della regione di Limeira e non dal
corpo speciale antisommossa. Ma secondo il MST è stato quest'ultimo il
responsabile dello sgombero.

L'accampamento risale al 21 aprile scorso. L' Horto Florestal Tatu,
appartiene allo stato federale ma il comune di Limeira che non ha mai
posseduto quest'area utilizza alcuni locali dell'Orto per svolgere attività
dannose per l'ambiente. C'è per esempio una discarica che danneggia il già
inquinato   Ribeirão Tatu, che passa dentro la città di  Limeira e sfocia
nel  Rio Piracicaba.

Di fronte a questa situazione le famiglie hanno organizzato ieri pomeriggio
una manifestazione nell'accampamento per affermare la loro decisione di
resistere e restare nell'area chiedendo che l'area sia immediatamente
destinata alla riforma agraria. Le famiglie accampate avevano già cominciato
a coltivare la terra dell'area in questione.