[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Cuba: Amnesty chiede alla nuova dirigenza cubana di introdurre riforme nel campo dei diritti umani



#  Questa lista per la distribuzione delle informazioni
#  e' gestita dalla Sezione Italiana di Amnesty International.
#  Questo messaggio viene elaborato e inviato automaticamente. Si
#  prega di non rispondere a questo messaggio di e-mail in quanto non
#  vengono controllate eventuali risposte inviate al relativo indirizzo

COMUNICATO STAMPA
CS22-2008

AMNESTY INTERNATIONAL CHIEDE ALLA NUOVA DIRIGENZA CUBANA DI INTRODURRE
RIFORME NEL CAMPO DEI DIRITTI UMANI

Commentando l'annuncio di Fidel Castro che non ritornera' alla presidenza
di Cuba, Amnesty International ha dichiarato: 'La nuova dirigenza cubana
deve cogliere l'occasione di questo cambiamento per introdurre le riforme
necessarie per garantire la protezione dei diritti umani. Le riforme
devono iniziare con il rilascio incondizionato di tutti i prigionieri di
coscienza, la revisione delle sentenze emesse dopo processi iniqui,
l'abolizione della pena di morte e l'introduzione di misure che
garantiscano il rispetto delle liberta' fondamentali e l'indipendenza
della magistratura'.

Amnesty International chiede alla nuova dirigenza cubana di consentire
l'ingresso nel paese ai comitati delle Nazioni Unite e agli organismi
indipendenti per i diritti umani. L'organizzazione infine sollecita la
comunita' internazionale, e in particolare gli Usa, ad abolire politiche e
prassi che si ripercuotono sui diritti umani della popolazione cubana,
come l'embargo statunitense.

FINE DEL COMUNICATO
Roma, 19 febbraio 2008

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia - Ufficio stampa
Tel. 06 4490224 - cell. 348-6974361, e-mail: press at amnesty.it






#  Le comunicazioni effettuate per mezzo di Internet non sono affidabili e
#  pertanto Amnesty International non si assume responsabilita' legale per i
#  contenuti di questa mail e di eventuali allegati. L'attuale infrastruttura
#  tecnologica non puo' garantire l'autenticita' del mittente ne' dei
#  contenuti di questa mail. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, e'
#  pregato di non utilizzare le informazioni in essa riportate e di non
#  portarle a conoscenza di alcuno. Opinioni, conclusioni e altre
#  informazioni contenute in questa mail rappresentano punti di vista
#  personali  e non, salvo quando espressamente indicato, quelli di Amnesty
#  International.