[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: PRO BUSCQUEDA A MILANO - APPROFONDIRE CONOSCENZA CON ASSOCIAZIONI INTERESSATE ALLA QUESTIONE DEI BIMBI DESAPARECIDO IN SALVADOR



 
----- Original Message -----
Sent: Monday, April 21, 2008 9:05 PM
Subject: PRO BUSCQUEDA A MILANO - APPROFONDIRE CONOSCENZA CON ASSOCIAZIONI INTERESSATE ALLA QUESTIONE DEI BIMBI DESAPARECIDO IN SALVADOR

Cerchiamo Ong interessate alla questione dei bimbi desaparecidos in Salvador:
PRO BUSQUEDA  E' A MILANO

Tre rappresentanti di Pro Busqueda, associazione del Salvador che aiuta i famigliari a  ricercare i bambini desaparecidos durante il
conflitto degli anni ottanta in Salvador, stanno compiendo un tour in Europa.
Tra gli obbiettivi:  dare inizio a nuovi rapporti con organizzazioni, fondazioni o  gruppi interessati, con esperienza in processi di giustizia internazionale su crimini contro, l’umanità, e approfondire i contatti già esistenti.

Il tour passa anche a Milano.
dove tra l'altro è previsto un incontro pubblico con Mario Sanchez, direttore di Pro-Búsqueda, il 5 maggio alle ore 18 presso la Fondazione Culturale San Fedele, Piazza San Fedele 4, Milano. Presto daremo maggiori informazioni.

Il presidente, e gli altri attivisti di Pro Busqueda sono disponibili
il 3 maggio, pomeriggio o sera, ad incontrare a Milano
associazioni interessate alla questione.
Chi fosse interessato contatti  m.mazzoleni at amnesty.it.



Un breve approfondimento.

In  Salvador la guerra civile seguita al colpo di stato militare del 1979 fu segnata da gravissime violazioni dei diritti umani.

Migliaia di ragazze e ragazzi furono vittime incolpevoli del conflitto. Centinaia vennero  assassinati nei massacri commessi dalle forze armate e dalle squadre della morte;  altri furono sequestrati dopo l’assassinio dei loro genitori o dopo essere stati separati da questi ultimi durante gli attacchi dell’esercito ai loro villaggi.  Alcuni furono portati in orfanotrofi, altri dati in adozione all’interno del paese o all’estero.

Secondo i dati forniti alla Commissione per la verità (l’organo istituito nel 1987 nel contesto degli accordi di pace) dal gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulle sparizioni, il  numero totale degli “scomparsi” ammonta ad almeno 2598.  Tuttavia, è pressoché certo che il dato effettivo sia più grande.

A partire dal 1987, alcune famiglie iniziarono a cercare notizie dei loro figli. In seguito, le famiglie riunirono i loro sforzi e diedero vita nel 1994 a Pro-Busqueda, associazione per la ricerca dei bambini scomparsi.

Questo gruppo ha compiuto infiniti sforzi per indurre le autorità salvadoregne a prendersi carico del fenomeno degli scomparsi, nonostante la mancanza di volontà dei governi fin qui succedutisi di adempiere ai loro obblighi legali e morali di tutelare i diritti umani e garantire la punizione dei responsabili delle violazioni.

Pro-Buseuda chiede che le denunce delle famiglie dei minori scomparsi siano prese in debito conto dalle autorità, che venga istituita una Commissione parlamentare d’indagine sulle sparizioni dotata di effettivi poteri, così come previsto nel progetto di Pro-Busqueda, e che a tutte le vittime delle violazioni dei diritti umani siano garantiti supporto materiale e risarcimenti adeguati. I governi finora succedutisi in Salvador, cui spetta la responsabilità di tale ricerca, non hanno finora rispettato i loro obblighi.