[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [latina] Comunicazione importante



Sto frequentando  il Messico ultimamente e in questo caso mi sento di dar ragione a Fulvio, non sto criticando il merito della lotta e la giustizia delle rivendicazioni degli zapatisti e di Marcos, che apprezzo e che considero di esempio per tutti noi e per tutta l'America latina, quanto piuttosto il fatto di essere più escludenti che includenti.
Sono partita per il Messico la prima volta con l'intenzione di avvicinarmi alla loro realtà, non ci sono riuscita ma ho scoperto veramente altro, un'altra realtà che qui in Italia purtroppo da quanti si occupano di America latina continuamente,  è spesso  ignorata: piccole e coraggiose associazioni per la difesa dei diritti umani che abbracciano la  causa di un intero paese, sparizioni forzate di persone attivisti dei diritti umani, scomparse non negli anni settanta ma appena un anno fa, studenti ammirevoli che nella UNAM oltre a studiare tengono corsi per la difesa dei diritti umani, contro la violenza di genere e quant'altro, comunità indigene non zapatiste in lotta permanente, i maestri resistenti, un intero paese insomma che confrontandosi con il notorio settarismo della sinistra messicana, trova spesso anche spazi di aggregazione e partecipazione, almeno nelle iniziative nelle quali devono fronteggiare le istituzioni. In tutto questo l'EZLN è assente.
Ha ragione Fulvio, in Messico si fa presto a sparire, a morire, e ad essere incarcerati e questo anche gli zapatisti e i contadini del Chiapas lo sanno bene, ma la loro risposta a chi gli ha chiesto poi solidarietà è stata quasi inesistente, a differenza dell'appoggio che hanno ricevuto, quando lo hanno chiesto, in tutto il paese e non solo.
E questo lo ripeto, pur solidarizzando con loro e pur avendo grande rispetto per la loro causa.
Con amicizia.
 
 
Grimaldi Fulvio <bassottovic at libero.it> ha scritto:

Conosco anche Olivera, l'ho intervistato due volte, ho frequentato Cochabamba parecchie volte, come ho frequentato il Chiapas, Nel mio documentario "L'asse del bene", c'è un capitolo e un'intervista su Olivera e la Guerra dell'acqua. Non ne condivido tutte le posizioni, ma non ci metto niente a gridare "Viva Olivera". Il viva vale per l'alto e per il basso, a seconda dei meriti. Diveramente da voi grido Viva Lenin e viva i Dalmolin. Non grido Viva Marcos perchè se c'è uno che, al di là delle chiacchiere, fa da 14 anni il capo non eletto e, come tale, boicotta e schizza tutti imovimenti di emancipazione del suo paese e dell'intera America Latina, è questo neoZorro nonviolento. Lasciamolo sulla sua motocicletta, sui suoi cavalli, sotto il suo passamontagna di clandestino che gira indisturbato per tutto il Messico, mentre basta una protesta di chiunque per finire in carcere e ammazzati. Lasciamolo lì, dove, col suo indigenismo, non da fastidio a nessuno.  A proposito, ha abolire l'ideologia ci stanno tutti i capitalisti, così che rimanga solo la loro. Senza ideologia vuol dire senza idee. Ma forse bisogna intendersi sulle parole.
Oggi nel Movimento Nazionale di Liberazione del Messico ci stanno tutte le organizzazioni antagoniste, armate e non, del Chiapas e di tutto il paese, i sindacati di base, le forze radicali di sinistra. Ma, ovviamente, non c'è il divo Marcos. A proposito di "alto"... 
----- Original Message -----
From: Ya Basta! Napoli
To: latina at peacelink.it
Sent: Wednesday, October 15, 2008 2:15 PM
Subject: Re: [latina] Comunicazione importante

Non capiamo il tenore della mail ma giusto per dare sostanza ai vari evviva consigliamo di  leggere l'intervista a Oscar Olivera, che molti conoscono sempre se sono attenti ai movimenti sociali se invece conoscono solo i leader - più o meno maximo - continueranno a urlare solo evviva.
E' evidente che si continua a vedere quello che accade in latina america con lo sguardo rivolto in alto e dall'alto e non in basso a sinistra.
E' questi sono fatti e non chiacchiere.
Buona lettura a chi non ha le lenti deformate dall'ideologia. 
 
"Ciò che non è riuscito a fare la destra , lo fa Evo"

Oscar Olivera è stato uno dei principali referenti delle lotte boliviane degli ultimi anni , ha sostenuto la candidatura di Evo Morales, però considera che la situazione attuale dei movimenti sociali è una delle più difficili che ha visto " perché il governo ha escluso, ignorato e anche disprezzato coloro che vogliono avere una voce autonoma". La sua analisi sulla polarizzazione che sconta il governo con la destra, e i segnali degli embrioni che cominciano a notarsi nella società.

 Qui un approfondimento copiare il link ( in spagnolo):LaVaca http://lavaca. org/seccion/ actualidad/ 1/1746.shtml __._,_.___
  
  
 
Ass. Ya Basta
Cooperazione Rebelde Napoli
tel.3357888115
Sostieni i progetti di solidarietà dell'Ass. Ya Basta
donando il tuo 5 x mille:
nel riquadro "sostegno al volontariato"
firma e scrivi il C.F. di YA BASTA 92128610281
 


--- Mer 15/10/08, Grimaldi Fulvio <bassottovic at libero.it> ha scritto:
Da: Grimaldi Fulvio <bassottovic at libero.it>
Oggetto: Re: [latina] Comunicazione importante
A: latina at peacelink.it
Data: Mercoledì 15 ottobre 2008, 11:13


Viva Hugo Chavez, viva Evo Morales, viva Rafael Correa, viva Fidel. Viva EMILIANO  Zapata. Altro che chiacchiere
----- Original Message -----
Sent: Tuesday, October 14, 2008 5:32 PM
Subject: [latina] Comunicazione importante

In attesa dell’apertura della nuova sede dell’Associazione Ya Basta! Napoli abbiamo messo a punto un altro strumento per far circolare le informazioni su quanto avviene nei territori del conflitto globale, uno strumento agile e “moderno� capace di fornire quante più informazioni possibili su quello che accade nell’epoca della crisi della globalizzazione, in questo “anno zero� per i movimenti globali che sono tenuti a confrontarsi, misurarsi ed attrezzarsi con nuovi strumenti di analisi e pratica del conflitto.
Proveremo a dare conto di quello che avviene nei processi di costruzione di autonomia che attraversano il pianeta con un occhio particolare a quello che avviene nel continente latino americano, continuando a vedere nell’esperienza zapatista uno specchio in cui riflettere e aggiornare l'agire politico sui nostri territori, all'interno delle comunità in lotta contro i molteplici aspetti del neoliberismo e della sua crisi.
Proveremo a tenere aggiornato ed ad arricchire questo spazio anche di tutti quei contributi che possano fornire, oltre ad elementi di conoscenza, anche strumenti di analisi più generale.
Aspettiamo le vostre visite, i vostri commenti e le vostre opinioni su
www.yabastanapoli.blogspot.com
Mentre in tanti ri-cominciamo guardando ad un passato che non c’è più noi cominciamo.

Ass. Ya Basta
Cooperazione Rebelde Napoli
tel.3357888115
Sostieni i progetti di solidarietà dell'Ass. Ya Basta
donando il tuo 5 x mille:
nel riquadro "sostegno al volontariato"
firma e scrivi il C.F. di YA BASTA 92128610281
 


Scopri il Blog di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli.. e scrivi la tua opinione!


Scopri il Blog di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli... e scrivi la tua opinione!



Annalisa Melandri
www.annalisamelandri.it
contra el terrorismo mediático, solidaridad mediática....
 


Scopri il Blog di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli... e scrivi la tua opinione!