[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: LATINOAMERICA - Aggiornamenti sito



 
----- Original Message -----
Sent: Monday, December 08, 2008 5:28 PM
Subject: I: LATINOAMERICA - Aggiornamenti sito

Aggiornamenti sito

 

 

A SUD:

RITRATTO DI MULTINAZIONALE

di Roberto Bugliani


(08 dicembre 2008)

Quando John Perkins fu contrattato dalla Main (agenzia di copertura della Cia) perché intervenisse sulla politica economica di paesi in via di sviluppo, gli dissero che, utilizzando le cifre degli indicatori macroeconomici, doveva gonfiare la crescita economica di quei paesi portandola, come ad esempio per l'Indonesia, dal 6% al 19%. Perkins fu consigliere economico in Indonesia, Ecuador e Panama.
Nel caso dell'Ecuador, Perkins decise che il paese dovesse crescere a livelli tali da potersi sufficientemente indebitare per venire in seguito intrappolato nella spirale vertiginosa del debito estero. Il materiale su cui lavorava erano le statistiche nazionali, le proiezioni economiche e la manipolazione delle informazioni. La Cia riuscì a manipolare l'informazione macroeconomica ecuadoriana fino al punto che, 20 anni dopo, il paese si trovò allo sfascio, e fu costretto a sfruttare intensivamente le sue risorse e licitare tutti i suoi beni per sostenere il debito estero, che, partendo da zero nel 1970, arrivò a 16.876 milioni di dollari nel 2006. (...)  http://www.giannimina-latinoamerica.it/visualizzaSilvia.php?idsilvia=27

 

IL TACCUINO DI LATINOAMERICA:

LA COLOMBIA E IL TRIBUNALE PERMANENTE DEI POPOLI

di Alessandra Riccio
(06 dicembre 2008)



Simonetta Fraudatario, ricercatrice della Fondazione Basso-Sezione internazionale, mi ha fatto pervenire le conclusioni a cui è arrivato il Tribunale Permanente dei Popoli, (istituito nel 1979 su iniziativa di Lelio Basso e di cui è segretario generale Gianni Tognoni) riguardo alle multinazionali operanti in Colombia. Il Tribunale ha tenuto sette udienze tematiche prima della sessione deliberante che si è tenuta a Bogotà nel luglio 2008. Trecento organizzazioni hanno sottoscritto la sentenza che sancisce la responsabilità del Governo colombiano per aver favorito gli interessi delle compagnie multinazionali calpestando i diritti umani del suo popolo. La sentenza si può leggere sul sito della Fondazione tuttavia mi sembra utile riproporre qui le parti più significative dei resoconti con cui Tognoni e Fraudatario hanno divulgato questo importante -.se pur simbolico- processo che si è reso necessario sia per il moltiplicarsi delle violazioni dei diritti umani che per l’esclusione dei crimini di natura economica dalle competenze della Corte Penale Internazionale e della Corte Internazionale di Giustizia. (...)

http://www.giannimina-latinoamerica.it/visualizzaTaccuino.php?idtaccuino=41


 

Allegato Rimosso