[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

da Ya Basta! Napoli per la Palestina



Ricordiamo a tutt@ l'incontro con Adnan Ateyah Salem Ramadan - sociologo e attivista palestinese. Appuntamento per mercoledì 21 gennaio alle 17 nell'aula M.Ripa dell'Università Orientale di Napoli - Palazzo Giusso

L’ASSOCIAZIONE YA BASTA! LANCIA UNA RACCCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE CIVILE DI GAZA

Serve dire qualcosa? Le nostre grida fermano le bombe? La nostra parola, salva la vita di qualche bambino palestinese?

Noi pensiamo che sì, serve, che forse non fermeremo una bomba né la nostra parola si trasformerà in uno scudo blindato che impedisca che quella pallottola calibro 5.56 mm o 9 mm , con la sigla "IMI", "Industria Militare Israeliana" stampata alla base della cartuccia, arrivi nel petto di una bambina o un bambino, perché forse la nostra parola riesca ad unirsi ad altre in Messico e nel mondo e forse prima si trasformi in mormorio, poi a voce alta, e quindi in un grido che si senta a Gaza.

Non sappiamo voi, ma noi zapatiste e zapatisti dell’EZLN sappiamo quanto sia importante che, in mezzo alla distruzione e alla morte, sentire parole di incoraggiamento.

Non so come spiegarlo, ma sembra che le parole da lontano forse non riescono a fermare una bomba, ma sono come se si aprisse una crepa nella nera stanza della morte e si accendesse una piccola luce.

Dal discorso del SubComandante Marcos Sette Venti nei calendari e le geografie dal basso

Sosteniamo il Palestinian Medical Relief.

Le immagini della tragedia umanitaria causata dall’Operazione Piombo Fuso lanciata da Israele contro la popolazione civile di Gaza non possono lasciarci indifferenti.

Più di mille morti, migliaia di feriti, vite devastate nell’assordante complicità internazionale che gode il governo israeliano.

Mentre ci impegniamo per fermare il massacro pensiamo sia importante esprimere il nostro sostegno materiale alle strutture sanitarie palestinesi, come il Palestine Medical Relief, che cercano di far fronte alla situazione drammatica in cui versa la popolazione civile, prigioniera a Gaza.

I fondi possono essere inviati presso il Conto Corrente 102651

Banca Popolare Etica CIN M ABI 05018 - CAB 12101

EU IBAN: IT41 M050 1812 1010 0000 0102 651 

Intestato ad Associazione Ya Basta! con la causale “Napoli per Gaza”

Gaza - Appello del Palestinian Medical Relief Society

Il nuovo anno nella Striscia di Gaza

Il barbaro attacco israeliano alla Striscia di Gaza ha causato centinaia di vittime innocenti, il numero di morti e dei feriti si va sempre più aggravando mentre l’aggressione sembra non aver fine, le dichiarazione dei responsabili politici e militari israeliani fanno supporre che le operazioni militari contro la popolazione della Striscia di Gaza siano solo all’inizio.

Fin dai primi giorni dell’offensiva molti impianti civili sono stati bombardati, senza prestare attenzione alla vita e alla sicurezza dei civili palestinesi. Il numero delle vittime ha superato le 420 persone, più di duemila i feriti. Mancano cibo e medicine, sono state distrutte abitazioni e colpiti medici e mezzi di soccorso mentre le famiglie hanno trovato riparo nelle scuole e nei centri delle organizzazioni umanitarie internazionali.

Questa crisi rende il Palestinian Medical Relief ancora più responsabile verso il popolo palestinese, nonostante debba far fronte alla mancanza di forniture mediche, ai bisogni alimentari e di combustibile. Le squadre di soccorso del Palestinian Medical Relief svolgono il loro lavoro evacuando le persone ferite dalle zone colpite e offrono loro le prime cure in attesa di raggiungere l’ospedale più vicino.

Contemporaneamente il PMRS è riuscito, con l’aiuto del governo giordano, a trasportare i feriti gravi negli ospedali della Giordania e si sta preparando a ricevere, sempre dalla Giordania, un ospedale da campo per rispondere all’emergenza sanitaria di Gaza.

Va rilevato che la sede principale di PMRS e la clinica "Dr Heidar Abedal Shafie" di Jabalia, a nord di Gaza sono state entrambe danneggiate. Questi attacchi contro i civili palestinesi innocenti sono un esempio delle violazioni delle leggi internazionali da parte di Israele; la condanna da parte della comunità internazionale dovrebbe essere proporzionale alla gravità delle atrocità israeliane.

Alla luce delle azioni di Israele, che sono veri crimini di guerra per la legislazione internazionale, il Palestinian Medical Relief invita la società civile internazionale a continuare le manifestazioni pubbliche in tutto il mondo per chiedere a Israele di fermare immediatamente il suo sanguinoso attacco alla Striscia di Gaza.

Vi invitiamo a condannare tali barbarie e a far pressione sul governo israeliano al fine di permettere l’invio di aiuti umanitari alla popolazione impoverita di Gaza e proteggere le équipe mediche al fine di consentire loro l’evacuazione dei feriti.

03.01.2009

Palestinian Medical Relief Society
www.pmrs.ps

Ass. Ya Basta
Cooperazione Rebelde Napoli
Vico Santa Maria dell'Aiuto 5
tel.3357888115
 
www.yabastanapoli.blogspot.com
 
Sostieni i progetti di solidarietà dell'Ass. Ya Basta
donando il tuo 5 x mille:
nel riquadro "sostegno al volontariato"
firma e scrivi il C.F. di YA BASTA 92128610281
 

Allegato Rimosso