[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Lydia Cacho, giornalista e difensora dei diritti umani ancora una volta minacciata di morte.



“[...] se ti metti contro di noi... [...] ti veniamo ad ammazzare in casa [...]”

Il 29 luglio LYDIA CACHO, giornalista e difensora dei diritti umani, ha ricevuto una chiamata dal suo ricevitore per le emergenze ed è stata minacciata di morte

Lydia Cacho ha cominciato a ricevere minacce nel 2005 dopo la pubblicazione del suo libro dove denunciava un traffico di pornografia infantile in Quintana Roo e Puebla (Messico). La giornalista ha ricevuto continue minacce da allora a rappresaglia del suo lavoro di difensora dei diritti umani e di giornalista.

ESIGIAMO LA SUA SICUREZZA E MISURE IMMEDIATE DI PROTEZIONE. Sostieni l'appello di Amnesty International

Attivati ora!   http://alzatuvoz.org/lydia/

Gira questa email ai tuoi contatti, grazie.

2 agosto 2012
coord.americalatina at amnesty.org
Facebook: Amnesty-International-Diritti-Umani-in-Messico