[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Locandina con il programma e alcune informazioni pratiche sul SEMINARIO NEL X ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI IVAN ILLICH



 Locandina con il programma:


IVAN ILLICH 10 ANNI DOPO


a cura de Il Granchio di Kuchenbuch

in collaborazione con la Scuola per la Pace della Provincia di Lucca


Lucca, 1-2 dicembre 2012

Casermetta S.Pietro (Porta San Jacopo)


Sabato 1 Dicembre


Ore 9,30 Saluti e presentazione - Aldo Zanchetta - Il Granchio di Kuchenbuch


Ore 10,00 

Ivan Illich: 

il pensatore e l’uomo. Una breve biografia - Maria Ansaldi e Doriano

Beneforti - Il Granchio di Kuchenbuch


Ore 11,00 Pausa caffè


Ore 11,15 La cassetta degli attrezzi: il pensiero di Illich 10 anni dopo

Introduzione e coordinamento di Giovanna Morelli - Il Granchio di Kuchenbuch


Ore 12,15 Interventi del pubblico e discussione


Ore 13,00 Pausa pranzo


Ore 15,00

La crisi come opportunità di cambiamentoAchille Rossi - L’Arapagina

con 30’ di dibattito


Ore 16,15 Pausa caffè


Ore 16,30 La decisione personale in un mondo dominato dalla comunica

zioneGoffredo

Fofi - Edizioni dell’Asino con 30’ di dibattito


Ore 17,45 Strumenti musicali per la convivialità - Salvatore Panu - Rete Ivan Il

Illich di Bologna


Ore 20,00 Cena conviviale seguita da animazione musicale con Salvatore Panu


Domenica 2 dicembre


Ore 9,30

L’Università della Terra di Oaxaca (Mex): Una esperienza ispirata a Ivan

Illich -

Claudio Orrù


Ore 10,00


“Celebrazione del Risvegliarsi – Il Manifesto politico dei ribelli” - Lettura

e discussione

in gruppi del manifesto di Cuernavaca (2007)


Ore 11,15 Pausa caffè


Ore 11,30 Rapporto dei gruppi e dibattito finale


Ore 12,45 Conclusioni, progetti e saluti


Per informazioni: Aldo – aldozanchetta at gmail.com

- Amelia – ameliadefrancesco at gmail.com




Il perché di un incontro


Il 2 ottobre 2002 Ivan Illich inaugurò l’anno sociale della Scuola per la Pace della Provincia di Lucca con una lezione dal titolo, da lui scelto, “La decisione personale in un mondo dominato dalla comunicazione”. Era un tema sul quale avrebbe voluto lavorare nei successivi tre anni. Fu il suo ultimo incontro pubblico; Illich morì improvvisamente a Brema il 2 dicembre.

Con il presente incontro vogliamo ricordare la sua venuta a Lucca e riflettere su questo tema ogni giorno più attuale. E’ ciò che faremo nel pomeriggio di sabato 1 dicembre con le relazioni di Achille Rossi e di Goffredo Fofi e il successivo dibattito.



L’attualità del pensiero di Illich


In questo momento di gravi crisi sistemiche fra loro concatenate –crisi economico-finanziaria, crisi politica, crisi ecologica… - rimanendo l’orizzonte della loro soluzione tuttora nebuloso, il pensiero radicale di Illich torna ad essere di piena attualità.


Il lemma dell’incontro, “La Cassetta degli attrezzi – Ivan Illich 10 anni dopo” si ricollega al tema della relazione di apertura di Robert e Sicilia al convegno tenuto da amici e discepoli di Illich nel 2007 a Cuernavaca. Ora come allora si tratta di


costituire <<una cassetta di attrezzi intellettuali per i grandi dibattiti maturi di fine secolo>>. Questi grandi dibattiti maturi hanno tardato, però non sono divenuti meno necessari; per questo dobbiamo fare tesoro dello strumento critico elaborato allora. Ogni uomo moderno dovrebbe mettere in dubbio nel suo foro interiore le certezze moderne.” (Relazione Robert-Sicilia, Cuernavaca, 2007).


La mattinata di sabato 1 dicembre sarà dedicata a ripercorrere le tappe salienti della vita di Illich e del suo pensiero, due dimensioni fra loro strettamente collegate, per rendere più familiare il personaggio a quanti non lo conoscono e per farlo rivivere nel ricordo di quanti lo conobbero.


La mattinata di domenica 2 sarà invece incentrata su una discussione aperta sul tema: cosa dice Ivan Illich agli uomini e alle donne di oggi, partendo dal documento elaborato nell’incontro mondiale dei circoli di lettura di Ivan Illich a Cuernavaca nel 2007 dal titolo Celebrazione del risvegliarsi. Manifesto politico dei ribelli.


I territori tematici che Illich ha esplorato sono vastissimi ed arduo è il compito di provare a ripercorrerli, seppur sommariamente, in due giorni. L’Illich sul quale ci soffermeremo sarà soprattutto quello della ricostruzione conviviale:

Se vogliamo poter dire qualcosa sul mondo futuro, disegnare i contorni di una società a venire che non sia iperindustriale, dobbiamo riconoscere l'esistenza di scale e limiti naturali. L'equilibrio della vita si dispiega in varie dimensioni; fragile e complesso, non oltrepassa certi limiti. Esistono delle soglie che non si possono superare.(...). Occorre individuare esattamente dove si trova, per ogni componente dell'equilibrio globale, questo limite critico.(…) Chiamo società conviviale una società in cui lo strumento moderno sia utilizzabile dalla persona integrata con la collettività, e non riservato a un corpo di specialisti che lo tiene sotto il proprio controllo. Conviviale è la società in cui prevale la possibilità per ciascuno di usare lo strumento per realizzare le proprie intenzioni. (Ivan Illich – La Convivialità)

Alcune informazioni sul seminario:

1 - il seminario è per promuovere la conoscenza di Illich a chi lo conosce poco o nulla

2 - l'iscrizione è solo 10 E e comprende solo la cena del sabato + materiali cartacei
 
3 - ciascuno paga il pernottamento e il pranzo del sabato (panini volendo)
 
4 - i costi minimi a Lucca sono 40 E a notte ma dobbiamo consultare ancora l'ostello