[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Honduras - La situazione di attivisti, giornalisti in crescente pericolo.



HONDURAS: L’esercito spara contro manifestanti uccidendo Tomás García e ferendo gravemente suo figlio.

Aiutaci a chiedere giustizia: firma l'appello su:
http://org.salsalabs.com/o/2486/p/dia/action3/common/public/?action_KEY=13935

Il 15 luglio 2013, verso mezzogiorno, un centinaio di manifestanti pacifici marciva verso i cancelli del cantiere di una centrale idroelettrica seguiti da polizia ed esercito.
Quando i manifestanti si sono avvicinato al sito, l’esercito ha aperto il fuoco contro di loro, uccidendo Tomás García e ferendo gravemente suo figlio Allan García Domínguez di soli 17 anni. Negli ultimi mesi le minacce contro gli attivisti si sono fatte più intense, e le vittime sono in aumento, i colpevoli rimangono impuniti.

Qui alcuni link ad articoli pubblicati da Emilia Giorgetti, che è stata volontaria in questi mesi per una ong in Honduras per monitorare la situazione dei diritti umani.
La situazione degli attivisti in Honduras è veramente critica ed è in continuo peggioramento.

http://www.manifestosardo.org/honduras-dal-golpe-alle-prossime-elezioni/
http://www.manifestosardo.org/honduras-il-cielo-aperto-dalle-miniere/



Amnesty International
Coordinamento America Latina
Coord.americalatina at amnesty.it

Seguici e attivati su
Facebook: Americalatina Amnesty
Twitter: @AmericalatinaAI