[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Kimbau e Chiara Castellani oggi su "Panorama"



Messaggio a tutti gli amici di Kimbau (Congo)
http://www.kimbau.org


Ciao a tutti,
ho pensato di riportare alcuni brevi stralci di un ampio servizio giornalistico di Giovanni Porzio che appare a p. 108 del numero di Panorama che è uscito oggi (è il n.34 del 25/8/05, nel senso che sarà in edicola fino a quella data). E' il Panorama con l'immagine del Papa in copertina. Il servizio giornalistico è eccellente e vi sono delle bellissime foto (fra cui quella del computer che, alimentato con il gruppo elettrogeno, scambia via radio le email con il resto del mondo). Per chi non sapesse dove è Kimbau, il piccolo paese del Congo dove opera la dottoressa Chiara Castellani e dove è ubicato il suo ospedale, sul giornale c'è un'essenziale cartina geografica che presto scannerizzeremo e riporteremo sul sito http://www.kimbau.org

Ecco alcuni stralci del servizio...

---

Partiamo per Kimbau e non incrociamo neppure una bicicletta: siamo alla fine del mondo.

Chiara ha ricevuto minacce. Un suo autista è stato arrestato. Un amico medico è stato assassinato. Lei non ha mai ceduto.

Chiara è furibonda: "Niente! Qui non c'è niente. E' tutto come ai tempi della dittatura. Nepotismo, violenza, corruzione. Non ci sono strade, scuole, medicine. Sa qual è la principale risorsa economica? Tsiata, bruchi di farfalle. Ce ne sono a milioni nella boscaglia: la gente li raccoglie per nutrirsi o per venderli a Kinshasa. Eppure, questo è uno dei paesi più ricchi del mondo: oro, diamanti, uranio, cobalto, minerali strategici. Le multinazionali saccheggiano il Congo e i bambini muoiono di fame".

---

Il servizio va da p. 108 a p. 112 ed è molto dettagliato, frutto di un viaggio veramente avventuroso che fa onore, sia professionalmente sia umanamente, ad un giornalista come Giovanni Porzio.

Dopo questa buona notizia, eccone un'altra: domani parte per il Congo Mario Caniatti, un nostro amico che ha deciso di fare un viaggio come volontario. Andrà a Kimbau ad aiutare Chiara Castellani. E' un esperto di centrali elettriche. Lo raggiungerà poi Paolo Moro, un altro volontario che sostiene da anni Chiara con una dedizione rara.

Mario dovera partire già da tempo ma, mentre stava ultimando di caricare il container per Kimbau, è caduto e si è rotto una spalla. Quel giorno eravato tutti depressi. Non lo abbiamo scritto per non rattristarvi ancora di più, dato che la fortuna sembra non giocare dalla nostra parte. Mi ha colpito uno scambio di email private fra Mario e Chiara. Chiara, che non ha il braccio destro (perso in un grave incidente in Congo), cercava di incoraggiare Mario che anche lui non poteva usare il destro perché ingessato. Il 4 luglio scorso Chiara gli ha scritto questo...

---

Carissimo Mario,
certo che la tastiera è una bellissima invenzione, perché per chi HA SOLO LA MANO SINISTRA (per te è momentaneo, per me è definitivo) al punto che, vista la facilità che già avevo a "digitare", per sei mesi dopo la perdita del braccio destro mi sono PROIBITA di usare il computer: era TROPPO FACILE. Ma fra un mese il tuo braccio destro sarà di nuovo in piena funzione e quella tua frase "scrivere delle mail con la mano sinistra" mi ha fatto riflettere sulla storia della mia vita in cui anch'io ho dovuto imparare a scrivere con la sinistra: una frattura è molto meno grave di un'amputazione, ma chi è determinato nel suo cammino deve considerare entrambi come piccoli incidenti di percorso, che non possono comunque intralciare il raggiungimento della meta. Anch'io non avrei mai potuto permettere che una banale mutilazione potesse in nessuna maniera tarpare le ali dei miei sogni. E con un'ala sola, sono andata avanti egualmente. Il povero Pietro Martini, che si è fatto 3 infarti ma è venuto qui lo stesso, è una prova in più che NIENTE PUO' FERMARCI. Questo progetto è cominciato nel 1994, si è scontrato con tutto, ma si è concretizzato egualmente. E sono sempre più convinta che "malembe-malembe" riusciremo a portare a termine l'acquedotto e la centrale e a realizzare i nostri sogni.
Un caro saluto
Chiara

---

Avete letto? Provavo una tristezza immensa a leggere Chiara che rincuorava Mario. Ma oggi finalmente il sogno di Mario si avvera: mi ha telefonato contentissimo. Sta salutando gli amici e preparando le sue cose per il viaggio in Congo. Lo aspetta un dettagliatissimo programma di lavoro a Kimbau. Prenderà l'aereo domani.

Vi ricordate che qualche giorno fa avevamo chiesto per lui un computer portatile? Sarabbe stato utile per fare tante cose.
Hanno risposto all'appello? L'ho chiesto a Mario poco fa.
Mario mi ha detto che all'appello, lanciato qualche giorno fa da questa mailing list, hanno risposto tante persone. Una gara di solidarietà che non ci aspettavamo in pieno agosto. E invece è stato così. Il computer è stato trovato. Mario ha ricevuto dall'Aifo un portatile che sono riusciti a procurargli. Portentose mailing list di PeaceLink! Hanno telefonato a Mario non solo persone che volevano prestargli il computer portatile ma anche alcune che non lo possedevano ma che desideravano incoraggiarlo e augurargli buon viaggio.

Poichè questo messaggio giunge anche a Chiara, la avviso che molto probabilmente le arriveranno molte email tramite l'iterfaccia del nostro sito http://www.kimbau.org dove abbiamo collocato l'opzione "Scrivi a Chiara Castellani"; Panorama ha pubblicato anche l'indirizzo del nostro sito di Kimbau e quindi c'è da aspettarsi un'impennata di consultazioni e di email.

Un saluto a tutti

Alessandro


---
Alessandro Marescotti
responsabile del sito
http://www.kimbau.org

NB: le mailing list kimbau e news di PeaceLink sono in sola lettura e chi vi è iscritto non può farvi circolare i propri messaggi. Chi avesse messaggi da far circolare li invii a me (a.marescotti at peacelink.it) specificando nell'oggetto "per Kimbau".
Chi vuole agganciarsi o sganciarsi dalle mailing list di PeaceLink clicchi su:
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html