[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Per l'obiezione alle spese militari



 ----- Original Message -----
From: Francesca Vecera
Subject: per obieziene osm dpn 2005

Obiezione alle Spese Militari per la Difesa Popolare Nonviolenta


Coordinamento di Foggia

 
Vi informo che abbiamo un nuovo indirizzo mail a cui fare riferimento :
osmdpnfoggia at libero.it
 
vi prego di cancellare dalle vostre liste coordpace at iol.it.
 
vi ringraziamo Lina, Francesca, Mario, Fabio, don Mario, Michela, Pino

PROPOSTA DI VERSAMENTO
CC n. 12182317 ;
intestato a : Banca Popolare Etica SCARL;
causale: Versamento su cc 115981 intestato a Solidaunia per progetto contro denutrizione Bigene (Guinea Bissau)-Campagna OSM/DPN 2005.

P.S. : per la trasparenza, La nostra commercialista ci ha detto che pur versando ad una ONG questo  versamento così fatto non è deducibile dalle tasse perché l?intestatario primo del conto corrente postale è la banca e solo nella causale specifichiamo a chi andranno i soldi.

Per chi volesse donare direttamente alla ONG Solidaunia lo può fare con un bonifico bancario, questo deducibile dalle tasse, ed attaccare la cedola del bonifico sulla domanda di obiezione.

I dati bancari sono i seguenti:

Solidaunia ONG

CIN: D

ABI: 05018

CAB: 12100

N. CONTO 115981.

 


Riteniamo, inoltre,  importante  ricordare la procedura:

1. il versamento va fatto presso l'ufficio postale entro il 31 dicembre 2005;
2. la ricevuta va allegata alla dichiarazione di obiezione;
3. le dichiarazioni vanno consegnate al coordinamento OSM/DPN di Foggia tramite Michele, Tonio, Lina, Francesca... o altre/i (tel. 338/5624533 - 349/2639825...); o possono essere portate presso il negozio "L'atro Mercato" -Emmaus in via Pagano 9/a, Foggia.
4. tutte le dichiarazioni di obiezioni verranno spedite (INSIEME) al coordinamento nazionale che a sua volta provvederà ad inviarle al Presidente della Repubblica.

Scheda progetto "contro la denutrizione in Guinea Bissau"
  La nostra ong Solidaunia, ha scelto come mission della propria azione la denutrizione e come Paese la Guinea-Bissau.
E' questo un piccolo paese dell'africa sub-sahariana. Ha un milione e 300 mila abitanti. La denutrizione moderata interessa il 53% dei bambini, quella grave il 7%. Il nostro progetto ha lo scopo di aggredire il problema su più fronti: educazionale, sanitario e agrario. I bambini vengono accolti e seguiti in centri di rieducazione nutrizionale ( presenti nel numero di 25 e gestiti dalla Caritas Nazionale Guineana), nel nostro di Bigene sono presenti le Suore Oblate del Sacro Cuore, sono suore della nostra terra (Deliceto, Faeto e Palagianello) ed assistono mediamente 500-600 bambini al mese. E in più fanno un percorso di accompagnamento delle gravide.
E' questa la nostra proposta: salvare questi bimbi dalla fame, formarli attraverso la scuola ad una leadership comunitaria, liberarli da malattie mortali, seppur perfettamente curabili, ed infine portarli all'autosufficienza alimentare attraverso l'accesso all'acqua e alla autoproduzione alimentare di ortofrutta e piccolo allevamento.
Quindi meno soldi alle armi che uccidono anche senza essere usate e attraverso l'istruzione e la formazione di leader locali prevenire l'instabilità politica e le dittature militari.

a cura di Tonio Scopelliti,
presidente Solidaunia"


----

Per la guida all'obiezione di coscienza consultare
www.disarmo.org/rete/docs/714-10222_volosm marz05.pdf