[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Daniele Lugli e Giuliana Martirani per Rita Borsellino



Gentili signore e signori,

sperando di non essere importuni, vi inviamo come anticipazione gli
editoriali di Daniele Lugli e di Giuliana Martirani che apriranno il
notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino" di domani.

Cordiali saluti,

Il Centro di ricerca per la pace di Viterbo

Mittente: Centro di ricerca per la pace
strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo
e-mail: nbawac at tin.it

Viterbo, 22 maggio 2006

* * *

EDITORIALE. DANIELE LUGLI: CON RITA BORSELLINO
[Ringraziamo Daniele Lugli (per contatti: daniele.lugli at libero.it) per
questo intervento. Daniele Lugli e' il segretario nazionale del Movimento
Nonviolento, figura storica della nonviolenza, unisce a una lunga e limpida
esperienza di impegno sociale e politico anche una profonda e sottile
competenza in ambito giuridico ed amministrativo, ed e' persona di squisita
gentilezza e saggezza grande]

Tutti gli amici della nonviolenza sostengono la candidatura di Rita
Borsellino alla presidenza della Regione siciliana.
Rappresenta la possibilita' di un'apertura rispetto alla costrizione
mafiosa. La mafia e' espressione compiuta della violenza in tutte le sue
forme. E' struttura, prima di tutto, con le sue indispensabili, vitali
connessioni con il potere politico ed economico pienamente "legali". E'
cultura, con la servile ammirazione nei confronti dell'esercizio della
forza, del sopruso, dell'astuzia, del denaro, con la connivenza ed il
disprezzo della democrazia e delle sue istituzioni. E' violenza diretta, di
stragi e uccisioni mirate, pronte a riprendere appena se ne intravveda
l'utilita', mentre incessante e' la quotidiana oppressione.
Molti hanno combattuto, in condizioni difficilissime, contro il potere
mafioso. Tra questi ho conosciuto, in anni molto lontani, Danilo Dolci e
Michele Pantaleone e condiviso, modestissimamente e come ho potuto, la loro
azione. Mi sono trovato nel medesimo impegno politico di Peppino Impastato e
poi di  Pina, vedova di Libero Grassi.
Sento profondamente che la civile battaglia di Rita e' per tutti noi. A lei
il ringraziamento e l'augurio.

EDITORIALE. GIULIANA MARTIRANI: CON RITA BORSELLINO
[Ringraziamo di cuore Giuliana Martirani (per contatti: giuliana at unina.it)
per questo intervento. Giuliana Martirani e' nata a Napoli nel 1945,
meridionalista, docente universitaria di geografia politica ed economica e
di politica dell'ambiente, fa parte del direttivo dell'International Peace
Research Association (Ipra), e' membro di Pax Christi, del Mir, e collabora
con numerose altre esperienze pacifiste, ecologiste, della solidarieta',
nonviolente. Tra le opere di Giuliana Martirani: La geografia come
educazione allo sviluppo e alla pace, Dehoniane; Sviluppo, ambiente, pace,
Emi; Progetto Terra, Emi; A scuola dai poveri, Cittadella; La geografia
della pace, Edizioni Gruppo Abele; Gea, un pianeta da amare, Edizioni Gruppo
Abele; Facciamo politica!, Edizioni Qualevita; La civilta' della tenerezza,
Paoline]

Un tempo (ai miei tempi) si diceva: "La fantasia al potere". Poi abbiamo
visto che, sia i nuovi partitini su cui avevamo messo le nostre speranze sia
l'Italia della seconda Repubblica, al potere ne han messa fin troppo di
fantasia senza regole. E ci siamo pentiti di aver ambito a tanto.
Poi abbiamo puntato sulla nonviolenza tutte le nostre inesauribili speranze
(ma chi l'ha detto che questa e' una generazione senza speranza?).
Ed anche qui abbiamo dovuto assistere a molti rampanti yuppies all'assalto
che hanno cavalcato pace, nonviolenza, mediazione dei conflitti,
peacekeeping e via dicendo non appena su questi temi si son visti soldi e
soldi assai.
Ora vogliamo mettere le nostre inesauribili speranze solo su obiettivi
mirati e ben selezionati, su obiettivi che ci garantiscano nuove primavere e
regole certe, capacita' di pagare di persona e determinazione caparbia di
metterla sul serio la nonviolenza al potere.
Rita Borsellino e' l'obiettivo mirato della nostra inesauribile speranza.
Da vecchi nonviolenti, a volte stanchi di tanto sperare purtroppo spesso
ingannato, facciamo un appello a voi giovani di Sicilia e di tutta Italia:
"Mobilitatevi con tutte le vostre forze per Rita Borsellino e la splendida
terra di Sicilia. Vi preghiamo: puntate dritto al cambio in Sicilia, un
cambio che garantira' futuro alla meravigliosa gioventu' siciliana perche'
con lei al potere ci sara' la Maesta' della nonviolenza e della legalita'".
Da credenti impegnati nell'organizzare la speranza in tutta Italia e nel
nostro dilaniato Mezzogiorno facciamo un appello a tutte le suore, gli
istituti religiosi, i movimenti, le associazioni, le parrocchie, per i quali
abbiamo tanto camminato in questi anni, condividendo le gioie e le speranze,
vi preghiamo: "Puntate con fiducia grata ad una donna che della Maesta'
della nonviolenza e della legalita' ha fatto la sua ragione di vita. Vi
garantisco di persona: non solo non resterete delusi ma ritroverete la gioia
della partecipazione democratica, del senso delle Istituzioni e la Maesta'
del servizio che si sostituisce al potere.
Come potrebbe dire don Tonino Bello: "Il grembiule e la toga", ovvero il
servizio e la legalita'. Grazie anche a tutti i martiri della Sicilia,
testimoni per noi del servizio e della legalita'.

* * *

"La nonviolenza e' in cammino"
Foglio quotidiano di approfondimento proposto dal Centro di ricerca per la
pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100
Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it

Per ricevere "La nonviolenza e' in cammino" e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

Per non riceverlo piu':
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su
"subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing
list che diffonde il notiziario e' disponibile nella rete telematica alla
pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004
possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web:
http://lists.peacelink.it/nonviolenza/maillist.html

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la
redazione e': nbawac at tin.it

* * *