[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Speciale Diario-G8, la verità



Carissimi,

ecco un breve comunicato sullo speciale di Diario "G8, la verità", in
edicola da domani. Vi chiedo, se lo ritenete opportuno, di farlo circolare
sulle vostre mailing list e nei vostri siti.

Vi ringrazio per l'attenzione, a presto

Mario Portanova-Diario

GENOVA CINQUE ANNI DOPO:
CENTO PAGINE DI INCHIESTE
SUL NUMERO SPECIALE  DI DIARIO

Un piano mai attuato per fermare i violenti. Gli ultras del calcio in
piazza. Il caos di governo e polizia nella linea di comando dell¹ordine
pubblico. Sono solo alcune delle storie che Diario propone nel numero
speciale ³Genova, la verità², in edicola da venerdì 21 luglio, cinque anni
esatti dopo quel tragico G8.
Non una semplice rievocazione, ma oltre cento pagine di inchieste sui fatti
più importanti di quelle giornate, ricostruiti attraverso atti giudiziari,
interviste, nuove testimonianze.
Diario propone tra l¹altro:
- La cronaca minuto per minuto dell¹attacco al corteo dei Disobbedienti in
via Tolemaide, attraverso le registrazioni della sala operativa della
questura e le testimonianze in aula dei funzionari presenti.
- Piazza Alimonda, il punto sulle controinchieste.
- Il dirigente di polizia Giovanni Aliquò racconta il suo G8 in piazza e
accusa i vertici della polizia di ³fallimento².
- Il precedente: a che punto è il processo per i fatti di Napoli.
- Promossi e rimossi: che cosa fanno oggi i protagonisti di quelle giornate.
- I pestaggi e gli insulti di Bolzaneto: dagli atti giudiziari, i racconti
integrali di oltre 190 parti lese al processo in corso a Genova, riassunti
dai pm titolari dell¹inchiesta.
- E in più: che cosa sappiamo, cinque anni dopo, dei black bloc,
dell¹estrema destra in piazza, delle false molotov alla Diaz, del medico di
Bolzaneto Giacomo Toccafondi, delle carriere dei protagonisti di quei giorni
e molto altro ancora

Il numero è illustrato dalle foto inedite di Enzo Baldoni, il collaboratore
di Diario ucciso in Iraq nell¹agosto 2004, che attraversò le giornate di
Genova a modo suo, in sella a uno scooter, armato di computer portatile e
fotocamera digitale.