[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

PeaceLink, l'Inter e la mosca tze-tze. Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport evidenziano la campagna "Neroazzurro per l'Africa"



Cari amici,
oggi mi hanno telefonato per segnalarmi che sul sito www.gazzetta.it (della Gazzetta dello Sport) è stato pubblicato un articolo che rilancia l'informazione sulle trappole neroazzurre (vedere http://www.kimbau.org). La Gazzetta dello Sport si è imbattuta nella nostra iniziativa dopo aver avuto la notizia della liberazione del giornalista Mastrogiacomo e aver fatto un po' di ricerche sull'intreccio fra sport e sociale. La Gazzetta dello Sport ha "contagiato" anche il Corriere della Sera versione on line.
Riporto qui sotto gli articoli...
Cordiali saluti
Alessandro

PS - Chiara Castellani ha subito saputo la notizia e ha inviato all'Inter un messaggio molto bello. Domani lo metto su http://www.kimbau.org




Realizzate già 213 trappole da inviare in Africa

--- L'Inter è micidiale anche con la mosca tze-tze ---

La scoperta dell'Oms: il famigerato insetto ipnotizzato dai colori
nerazzurri. Da Moratti l'ok al progetto di disinfestazione
        
Insetti, guardatevi dagli interisti. I colori nerazzurri producono
effetti non solo in campionato. La scoperta, ben illustrata su
Gazzetta.it è scientifica. L'Oms ha infatti rilevato che i colori cari a
Moratti e Mancini sono letali nei confronti della mosca tze-tze.
L'insetto, portatore della micidiale malattia del sonno, rimane come
ipnotizzato quando li fissa. Da qui l'iniziativa: un progetto di
disinfestazione sfruttando la nota simpatia del clan Moratti per le
opere umanitarie. La società di via Durini ha infatti finanziato
(coinvolgendo anche l'Atalanta) la realizzazione di 213 trappole simili
a bandiere interiste in grado di mettere fuori combattimento 50 insetti
al giorno ciascuna, salvando di conseguenza molte vite.

«Poco più di un anno fa, quando ci è arrivata la proposta
dall'organizzazione umanitaria Peacelink, abbiamo pensato a uno scherzo
- spiega Susanna Wermelinger, dirigente dell'Inter al sito di Gazzetta
-. Poi Peacelink ci ha messi in contatto con Chiara Castellani, il
medico che sta dedicando una vita ai poveri del Congo con una serie di
progetti, e che ci ha fornito l'inequivocabile documentazione
dell'Organizzazione mondiale della sanità sull'efficacia del sistema e
sulla sua assoluta atossicità, a differenza di tutti gli altri rimedi».

Fonte
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Sport/2007/03_Marzo/20/inter_mosca_tze-Tze.shtml


---


--- L'Inter batte la mosca tze tze ---

L'Oms scopre che i colori nerazzurri ipnotizzano l'insetto portatore
della micidiale malattia del sonno. E Peacelink propone al club di
Moratti di finanziare un progetto di disinfestazione. Che funziona

MILANO, 20 marzo 2007 - E' l'ennesima vittoria degli ultimi dodici mesi
dell'Inter. E stavolta l'avversario non è solo forte, ma terribile: si
tratta della mosca tze-tze, l'insetto che in Africa diffonde la
micidiale malattia del sonno. E che in Congo è stato battuto usando i
colori del club di Massimo Moratti: già, perché di fronte all'evidenza
scientifica che la famigerata mosca rimane ipnotizzata davanti al
nerazzurro, la società ha finanziato (coinvolgendo l'Atalanta) la
realizzazione di 213 trappole simili a bandiere interiste in grado di
mettere fuori combattimento 50 insetti al giorno ciascuna, salvando di
conseguenza molte vite.

"SEMBRAVA UNO SCHERZO" - "Poco più di un anno fa, quando ci è arrivata
la proposta dall'organizzazione umanitaria Peacelink, abbiamo pensato a
uno scherzo - spiega Susanna Wermelinger, dirigente dell'Inter -. Poi
Peacelink ci ha messi in contatto con Chiara Castellani, il medico che
sta dedicando una vita ai poveri del Congo con una serie di progetti, e
che ci ha fornito l'inequivocabile documentazione dell'Organizzazione
mondiale della sanità sull'efficacia del sistema e sulla sua assoluta
atossicità, a differenza di tutti gli altri rimedi".

L'OK DI FACCHETTI - "A quel punto mi sono rivolta direttamente a
Giacinto (Facchetti, ndr) - prosegue Wermelinger - e lui mi ha risposto
'Se sei sicura, facciamolo'". Così sono partiti subito il finanziamento
(due terzi Inter, un terzo Atalanta) e il progetto: sfidando la mosca
tze tze e magari anche il rischio di facili ironie su ciò che attira le
mosche... In realtà questa sorta di "nassa" anti-mosca ha avuto un
successo anche superiore alle aspettative, inserendosi così a pieno
titolo nella tradizione delle iniziative di solidarietà interiste. E, a
conti fatti, ha anche portato fortuna.
Pier Luigi Todisco

Fonte:
http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Inter/Primo_Piano/2007/03_Marzo/19/mosca%20tze%20tze.shtml