[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Domani i bambini scendono in campo contro l'inquinamento a Taranto



La carica dei bambini contro l’inquinamento

Taranto Sera 20/06/2007

Dedicata a Italo, Massimo e Alessandro. Tre creature che non ci sono più,
portate via da quello che oggi con ipocrisia lessicale si definisce male
incurabile. L’associazione “Bambini contro l’inquinamento” nasce nel loro
nome, nel loro ricordo. Ed è forse la prima iniziativa in Italia nella
quale il mondo dell’infanzia si muove per reclamare una città più pulita,
più sana. A misura di bambino, a misura di chi, domani adulto, vorrà
vivere in un ambiente dove l’inquinamento non sia più il mostro contro il
quale combattere tutti i giorni.

Voluta dal medico pediatra Giuseppe Merico, l’associazione è stata
presentata stamattina, mentre domenica sera (ore 19) alla Cittadella delle
Imprese ci sarà la prima uscita ufficiale. A settembre seguirà il
calendario delle attività.

Il logo dell’associazione è un disegno fatto da Carla, bimba di nove anni.
Ci sono le ciminiere sullo sfondo, ai loro piedi due bambini che si
tengono per mano e in alto il sole che soffia la sua forza vivificante per
spazzare i fumi grigi e restituire al cielo il suo colore azzurro. «Per me
— spiega Merico, che è il presidente dell’associazione — è come riprendere
un discorso interrotto qualche tempo fa, quando ero assessore comunale
all’ambiente. Non cerchiamo forme di protagonismo, ma ci sentiamo parte di
quella cittadinanza attiva che vuole reagire, che vuole essere presente e
che non accetta la rassegnazione e la logica del “ce me ne futte a me”. Ho
sognato questa associazione quattro mesi fa. Poi, parlandone con amici, il
sogno è diventato realtà». Lo strumento col quale l’associazione dei
bambini vuole sensibilizzare la città sul tema dell’inquinamento è quello
del dialogo: «Serve una coscienza diversa — dice ancora Merico. Parlare
non serve, ma servono iniziative concrete. Questo vale soprattutto per la
politica. Sono però persuaso che per ottenere risultati bisogna muoversi
tutti insieme. E noi, con le nostre iniziative, cercheremo di stimolare
l’attenzione su questi problemi». I bambini hanno risposto con grande
entusiasmo. Al concorso per disegnare il logo erano in trecento. Domenica
potrebbero essere anche di più. Molta sensibilità anche da parte dei
genitori, soprattutto dalle mamme. Nel direttivo dell’associazione ce ne
sono diverse. L’incontro di domenica alla Cittadella delle Imprese è
aperto a tutti. Ci sarà anche il sindaco Ippazio Stefàno. E’ la stagione
dei pediatri.



---
Alessandro Marescotti
http://www.peacelink.it
Sostieni PeaceLink, versa un contributo sul c.c.p. 13403746 intestato ad
Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto (TA)

Per saperne di più sull'inquinamento a Taranto
http://www.tarantosociale.org