[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Allarme cibo nel mondo: poco e sempre più caro



E' emergenza cibo nel mondo. L'allarme è stato lanciato da uno studio
pubblicato dal Guardian, in base al quale la fame rischia di diventare il
primo problema. Sempre meno prodotti alimentari disponibili, sempre più
cari e contesi da una popolazione in crescita. Oltre a risorse idriche
scarse e riscaldamento globale. Questo anche perché i campi vengono
destinati alla coltivazione di biocarburi come l'etanolo e altri
carburanti puliti.

Nel mirino della ricerca ci sono soprattutto gli Stati Uniti, dove George
W. Bush ha chiesto di produrre entro dieci anni un quarto dei carburanti
non fossili di cui necessita il Paese. L'anno scorso già il 20% del
raccolto di granoturco Usa è stato usato per la produzione di etanolo. E
le Nazioni Unite calcolano che la richiesta di biocarburi aumenterà del
170% solo nei prossimi tre anni. La stessa strada la stanno intraprendendo
ovunque, dall'Europa, all'India, dal Sud Africa al Brasile. Così il prezzo
del frumento è aumentato del 100% dal 2006, con conseguente aumento dei
prezzi dei generi di prima necessità come pane, pollo, uova, latte, carne.
Senza contare il boom demografico ed economico di Cina e India, dove anche
la dieta alimentare è cambiata, passando da quella ricca di verdure a
favore di una che contiene più carne e latticini.

Fonte: http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo377201.shtml