[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Sostegno alla deputata afghana Malalai Joya



Ricevo ed inoltro :    Care/i tutte/i,    di qui a breve avrà inizio il procedimento contro la sospensione della  deputata Malalai Joya dal parlamento afghano. Dall'esito di tale  azione legale dipenderà il reintegro della parlamentare nel suo  incarico o la sua definitiva espulsione. In questo momento più che mai  Malalai ha bisogno di tutto il nostro sostegno e solidarietà. Vi  chiedo pertanto di sottoscrivere l'appello internazionale che trovate  qui - nella traduzione italiana e nella versione originale inglese -  mandando una mail con il vostro nome, cognome, provenienza ed  eventuale incarico istituzionale o associazione di appartenenza al  seguente indirizzo : malalai.joya at yahoo.ca    Grazie per la vostra collaborazione,    CISDA  (Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane)
    Sostieni il reintegro di Malalai Joya nel parlamento dell'Afghanistan    Il caso di Malalai Joya, la ventinovenne parlamentare afghana  ingiustamente sospesa dal parlamento nel maggio del 2007, richiede  l'attenzione urgente della comunità internazionale.    In quanto attivisti e scrittori che vivono in paesi i cui governi,  sotto l'ombrello della Nato, sono in guerra in Afghanistan e  sostengono il regime di Hamid Karzai, vogliamo esprimere il nostro  sostegno a Malalai Joya.    Malalai Joya ha apertamente criticato la pesante presenza di signori  della guerra e di forze non democratiche all'interno del parlamento  afghano e per questa ragione ha conquistato un largo consenso. Nel  2005 è stata eletta in parlamento come rappresentante della provincia  di Farah. La sua popolarità è tale che in seguito alla sua sospensione  dal parlamento, in diverse località afghane hanno avuto luogo  dimostrazioni spontanee per sostenere il suo reintegro.    Diversamente da ciò che
 dicono i governi dei paesi che fanno parte  della Nato, Malalai Joya ha dichiarato che l'occupazione occidentale  ha spinto il suo paese "dalla padella nella brace", rafforzando  signori della guerra, criminali e fondamentalisti. Joya ha anche detto  che sei anni di guerra non hanno portato al miglioramento dei diritti  delle donne.    I governi dei paesi che fanno parte della NATO hanno grosse  responsabilità riguardo alla sicurezza di Malalai Joya dal momento che  hanno creato e sostenuto un governo che ha consentito la sua  espulsione dal parlamento. A causa della sua sincerità nei confronti  del potere è sopravvissuta a quattro tentativi di assassinio e deve  viaggiare in clandestinità e sotto scorta.    Noi confermiamo il nostro sostegno nei confronti di Malalai Joya e  facciamo appello ai governi dei paesi che fanno parte della NATO e  agli altri governi le cui truppe sono sul campo affinché facciano  pressione sul governo afghano per il suo reintegro in parlamento. 
   Il mondo sta osservando il caso di Malalai Joya, che gode di grande  sostegno tra coloro che si battono per una vera democrazia e per i  diritti umani in Afghanistan.    Primi firmatari:    - Medea Benjamin, CODEPINK (United States)  - Noam Chomsky (United States)  - Libby Davies, Deputy Leader, New Democratic Party (Canada)  - Dr. Lynette Dumble, Director, Global Sisterhood Network (Australia)  - Kim Elliott, Publisher, rabble.ca (Canada)  - Mable Elmore, Coordinator, Friends of Malalai Joya – Canada,  Co-chair, StopWar.ca (Canada)  - Joan Felip, activist (Catalonia)  - Susan George, Senior Fellow, Transnational Institute (France)  - Heike Hänsel, Member of Parliament, Left Party (Germany)  - James Ingalls, Co-director, Afghan Women's Mission (United States)  - Christine Jones, Co-chair, Canadian Peace Alliance (Canada)  - Jef Keighley, President, World Peace Forum Society (Canada)  - Naomi Klein, journalist (Canada)  - Sonali Kolhatkar, Co-director, Afghan Women's
 Mission (United States)  - Jack Layton, Leader, New Democratic Party (Canada)  - Collette Lemieux, Co-chair, Canadian Peace Alliance (Canada)  - Heather Mallick, writer (Canada)  - Hakeem Naim, Malalai Joya Defense Committee (United States)  - Derrick O'Keefe, Editor, rabble.ca and Co-chair, StopWar.ca (Canada)  - Hamid Osman, President, York Federation of Students (Canada)  - Laura Quagliuolo, Vice-president, Coordinamento Italiano Sostegno  Donne Afghane (Italy)  - Onnie Wilson, Network Coordinator, RAWA Supporters Melbourne   (Australia)    Per aggiungere la tua firma, manda una email a malalai.joya at yahoo.ca    Saluti  anna spina    Per ulteriori info:  http://malalaijoyaitalia.blogspot.com/2007/10/mj-bologna.html  <http://malalaijoyaitalia.blogspot.com/2007/10/mj-bologna.html>  questo  http://www.malalaijoya.com/index1024.htm  <http://www.malalaijoya.com/index1024.htm>  e questo:  http://www.malalaijoya.com/index1024.htm  <http://www.malalaijoya.com/index1024.htm>  (versione originale dell'appello)  
 



L'email della prossima generazione? Puoi averla con la nuova Yahoo! Mail