[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Quei temerari sulle macchine volanti e quei politicanti ignoranti e senza scrupoli



QUEI TEMERARI SULLE MACCHINE VOLANTI
E QUEI POLITICANTI IGNORANTI E SENZA SCRUPOLI

Alcuni rappresentanti istituzionali ed alcuni dirigenti di organizzazioni
imprenditoriali viterbesi continuano a mentire a se stessi e ai cittadini.
Persistono in una propaganda scipita e mistificante invece di affrontare i
veri, gravi problemi che l'insensata proposta di realizzare a Viterbo un
devastante mega-aeroporto per voli low cost del turismo "mordi e fuggi" per
Roma implica.
*
Vi sono nodi che non possono essere elusi, e tra questi i seguenti:
1. Il grave danno per la salute delle persone che la realizzazione del
mega-aeroporto comporterebbe: in termini di inquinamento atmosferico (e
particolarmente con l'emissione delle famigerate polveri sottili - in
un'area come l'Alto Lazio che gia' subisce le emissioni venefiche del polo
energetico Civitavecchia-Montalto), in termini di inquinamento acustico (che
colpirebbe una vasta area ed ampia parte della citta'), in termini di
inquinamento elettromagnetico, e naturalmente in termini di contributo
all'effetto serra (giacche' il trasporto aereo e' responsabile in ingente
misura del surriscaldamento del clima, la principale e piu' drammatica
emergenza ambientale planetaria);
2. la tremenda devastazione dell'ambiente e di rilevantissimi beni
naturalistici, storici, culturali, sociali, terapeutici ed economici: il
mega-aeroporto impatta nell'area termale del Bulicame, e' a due passi da
rilevanti emergenze archeologiche, e' a due passi dall'Orto botanico, e' a
due passi da fondamentali emergenze monumentali e beni sociali della citta'.
3. L'enorme danno economico al territorio che il danno alla salute e la
devastazione dell'ambiente e delle risorse del viterbese comporta: il
mega-aeroporto sara' una pesantissima servitu' che non produrra' benefici
bensi' gravami e sconquassi per la qualita' della vita dei cittadini e per
l'economia locale.
4. Lo scandaloso sperpero di soldi pubblici: il viterbese ha un estremo
bisogno di potenziare le ferrovie, di difendere e valorizzare i suoi beni
ambientali e culturali e le autentiche vocazioni produttive del territorio,
di promuovere un turismo di qualita'; invece il mega-aeroporto serve
pressoche' solo al turismo "mordi e fuggi" per Roma e agli interessi
speculativi di una ristretta cerchia affaristica e politico-affaristica
saccheggiatrice ed irresponsabile, provocando un danno enorme alla comunita'
e al territorio viterbese.
5. Il trasporto aereo va immediatamente e drasticamente ridotto se si vuole
salvare la biosfera dal collasso: dall'Onu alla comunita' scientifica
internazionale agli statisti piu' avvertiti da anni si viene argomentando la
necessita' e l'urgenza di diminuire e non incrementare alcune attivita' la
cui insostenibilita' ambientale e' dimostrata, la necessita' e l'urgenza di
un profondo mutamento di modello di sviluppo in direzione di scelte di
sobrieta' e di responsabilita'. L'incremento del trasporto aereo, cui e'
finalizzata la realizzazione di nuovi mega-aeroporti, e' punta di lancia di
un modello di sviluppo i cui esiti sono nocivi e distruttivi per l'umanita'
intera: e noi stiamo qui a discutere se per gli interessi speculativi di
qualche impresa che viola la legge (come certe compagnie low cost operanti
in Italia che rifiutano di riconoscere le leggi italiane a tutela dei
lavoratori e sfruttano i loro dipendenti in modo ignobile), e per consentire
a pochi soggetti di fare frenetiche vacanze consumistiche e massificate che
abbrutiscono e degradano tanto chi le fa quanto chi le subisce, sia lecito
danneggiare irreversibilmente l'umanita' intera e la biosfera del pianeta
che e' l'unica casa comune che abbiamo?
6. Last, but not least, la proposta del devastante mega-aeroporto di Viterbo
e' del tutto priva - ripetiamo: del tutto priva - delle verifiche e quindi
dei requisiti previsti dalla vigente legislazione in materia di Valutazione
d'impatto ambientale (in sigla: Via), di Valutazione ambientale strategica
(in sigla: Vas), di Valutazione d'impatto sulla salute (in sigla: Vis). Come
si puo' pretendere di realizzare un'opera che oltre ad essere sicuramente
nociva per la salute dei cittadini, oltre a danneggiare il pubblico bene,
oltre a costituire un saccheggio e uno sperpero dei soldi di tutti, e' anche
priva delle verifiche e quindi dei requisiti disposti e previsti dalle leggi
in vigore?
*
Occorre contrastare gli esiti nefasti dei deliri e delle mistificazioni di
personaggi che invitano a chiudere gi occhi di fronte ai disastri ambientali
e alla nocivita' per la salute: e' una storia gia' vista, ed ha provocato
disastri e sofferenze che nessuno puo' dimenticare.
Prima viene la dignita' umana, prima viene la salute e la sicurezza delle
persone, prima viene il diritto alla vita di tutti gli esseri umani.
Amministrare la cosa pubblica in un ordinamento giuridico democratico deve
essere attivita' ordinata all'inveramento e al rispetto dei diritti dei
cittadini, deve essere attivita' intesa al pubblico bene, deve essere
rigoroso rispetto delle leggi vigenti.
Per questo la realizzazione del devastante mega-aeroporto a Viterbo e' uno
scandalo e una follia.
Per questo ogni persona di volonta' buona dovrebbe impegnarsi per impedire
che amministratori e affaristi irresponsabili, ignoranti e senza scrupoli
compiano questo ennesimo scempio ai danni di tutti.

Il "Centro di ricerca per la pace" di Viterbo

Viterbo, 28 gennaio 2008

Mittente: Centro di ricerca per la pace
strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo
tel. 0761353532
e-mail: nbawac at tin.it
sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

* * *

Notizia sul Centro di ricerca per la pace di Viterbo

Il Centro di ricerca per la pace di Viterbo e' una struttura attiva dagli
anni Settanta nel campo dello studio, della formazione, dell'informazione,
delle iniziative concrete di pace, solidarieta', nonviolenza. Dal 2000 cura
la pubblicazione di un notiziario telematico quotidiano: "La nonviolenza e'
in cammino".

* * *