[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Dall'universita' contro l'aeroporto



DALL'UNIVERSITA' CONTRO L'AEROPORTO
INIZIATIVA DEL COMITATO CONTRO L'AEROPORTO NELLE FACOLTA' DELL'UNIVERSITA'
DI VITERBO

Il comitato che si oppone all'aeroporto di Viterbo il 19 marzo 2008 ha
realizzato un'iniziativa itinerante di informazione in alcune facolta'
dell'Universita' degli studi della Tuscia di Viterbo.
Un grande sostegno all'opposizione al devastante mega-aeroporto e' stato
espresso da pressoche' tutte le persone raggiunte.
Sempre piu' diffusa e' infatti tra insegnanti e studenti, come anche in
generale tra la cittadinanza viterbese, la coscienza che la realizzazione
della nociva e distruttiva opera e' un'operazione sciagurata a vantaggio di
una ristretta lobby politico-affaristica e a danno dell'intera popolazione.
Tutti gli argomenti della menzognera e mistificante propaganda della lobby
politico-affaristica che vorrebbe trarre vantaggi speculativi dal devastante
mega-aeroporto sono ormai stati smascherati e smontati.
*
E' infatti ormai a tutti noto che:
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni alla salute della
popolazione, con il durissimo inquinamento chimico, acustico,
elettromagnetico;
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni all'ambiente
dell'Alto Lazio, gia' pesantemente gravato da servitu' energetiche e
militari, speculazioni edilizie, discariche abusive;
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni a rilevantissimi beni
culturali, sociali e terapeutici: ad esempio devastera' irreversibilmente
l'area termale di Viterbo;
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni all'economia locale
devastandone risorse fondamentali, deprezzando il valore di beni ed
attivita', impedendo uno sviluppo autocentrato e con tecnologie appropriate
che valorizzi le ricchezze del territorio invece di distruggerle;
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni all'occupazione,
poiche' portera' pochissimo lavoro precario e impedira' invece lo sviluppo
del termalismo, la valorizzazione dei beni ambientali e culturali e
l'agricoltura di qualita', che costituiscono le grandi ricchezze del
territorio: ricchezze che il mega-aeroporto danneggera' in modo
irreversibile;
- il devastante mega-aeroporto provochera' gravi danni alla sicurezza dei
cittadini sotto ogni profilo, anche sotto quello del rischio di una
ulteriore penetrazione di affari illeciti e poteri criminali;
- il devastante mega-aeroporto e' privo delle verifiche e quindi dei
requisiti previsti dalla legislazione vigente in materia di Via (Valutazione
d'impatto ambientale), Vas (Valutazione ambientale strategica), Vis
(Valutazione d'impatto sulla salute);
- il devastante mega-aeroporto oltre ad essere privo dei citati fondamentali
requisiti previsti dalla legge ha anche avuto un iter caratterizzato da
gravissimo pressappochismo, inadempienze, irregolarita', disinformazione,
confusione e mistificazione anche sotto il profilo della correttezza delle
procedure amministrative e della trasparenza democratica;
- il devastante mega-aeroporto costituisce una ennesima pesante servitu' e
non reca alcun vantaggio al territorio e alla comunita' altolaziale, poiche'
esso e' finalizzato al turismo "mordi e fuggi" per Roma ed utilizza Viterbo
solo come scalo di fugace transito e luogo da asservire, inquinare e
devastare.
*
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la
riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della
democrazia, dei diritti di tutti, chiama tutti i cittadini ad opporsi alla
realizzazione di un nuovo devastante mega-aeroporto: ne' a Viterbo ne'
altrove deve essere realizzata una nuova struttura cosi' nociva e
distruttiva.
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la
riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della
democrazia, dei diritti di tutti, chiama tutti i cittadini a solidarizzare
con la popolazione di Ciampino, vittima di un'attivita' aeroportuale
insopportabile: occorre che a Ciampino i voli siano immediatamente e
drasticamente ridotti. Ciampino deve tornare a vivere, i voli in eccesso
vanno semplicemente aboliti. Il diritto alla salute e alla sicurezza delle
persone deve prevalere sugli infami interessi speculativi di ristrette
oligarchie politico-affaristiche.
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la
riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della
democrazia, dei diritti di tutti, chiama tutti i cittadini ad opporsi ad un
immenso sperpero e saccheggio di soldi pubblici da parte di combriccole di
speculatori che vogliono usare le pubbliche risorse per provocare danni
enormi alla popolazione. No. I soldi pubblici devono essere utilizzati a
beneficio di tutti cittadini, non contro di essi.
*
Viterbo, e con essa tutto l'Alto Lazio, ha bisogno di potenziare le
ferrovie. Ha bisogno di difendere e valorizzare i beni ambientali e
culturali e lo sviluppo economico e civile con essi coerente. Ha bisogno di
legalita' e di onesta' nella pubblica amministrazione.
Il trasporto aereo, gravemente corresponsabile del surriscaldamento del
clima e dell'inquinamento globale che sta devastando la biosfera, deve
essere ridotto immediatamente e drasticamente.
Nuove iniziative di informazione e sensibilizzazione sono in programma nei
prossimi giorni a Viterbo ed in altri centri dell'Alto Lazio.

Il comitato che si oppone all'aeroporto di Viterbo e s'impegna per la
riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della
democrazia, dei diritti di tutti

Per informazioni e contatti:
e-mail: info at coipiediperterra.org
sito: www.coipiediperterra.org

Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa
Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it

Per ricevere la newsletter "Coi piedi per terra": nbawac at tin.it
Per leggere nel web tutti i numeri della newsletter:
http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

Viterbo, 20 marzo 2008

* * *