[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Inizia un caldo 2010 per il Messico



“Giornalismo partecipativo. Storia critica dell’informazione al tempo di Internet”, il libro

Inizia un caldo 2010 per il Messico

003n1pol-1 CITTÀ DEL MESSICO – L’anno per i messicani, quelli delle classi medie e popolari s’intende, è cominciata con una rabbia ancora sorda e con una preoccupazione diffusa. In un continente dove le tasse dirette sulla ricchezza sono semplicemente risibili, l’aumento dell’IVA al 16% dal primo gennaio suona come una beffa e una nuova ingiustizia. Così il governo di Felipe Calderón, che ha sulla coscienza già 16.000 morti in tre anni nella guerra del narcotraffico nella quale lo stato, la politica, l’esercito sono parte in causa, ha scelto su quali spalle far pesare l’assoluta incapacità del suo governo e del modello neoliberale di risollevare il paese: quegli 80 milioni di messicani che già hanno difficoltà ad arrivare a fine mese. Che però reagiscono: alla chiusura di questo articolo, l’alba di martedì in Messico, decine di blocchi stradali sono segnalati nelle principali strade del paese.

Leggi tutto in esclusiva su Latinoamerica.

Mario Balotelli, il mio eroe italiano del XXI secolo

Il lento declino di Internet Explorer (e di Microsoft)

La vera missione di Álvaro Uribe: far crescere la disuguaglianza in Colombia

È il presidente brasiliano Lula l’uomo dell’anno

Giornalismo partecipativo

G. Carotenuto Giornalismo partecipativo, Storia critica dell'informazione al tempo di Internet, Come i media hanno distrutto l'informazione, stanno sprecando l'occasione di Internet ma il giornalismo rinasce online. Leggi tutto e acquista a 10.20 Euro.

Giornalismo partecipativo