[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Comunicato stampa: l'Associazione PeaceLink aderisce al digiuno a staffetta contro l'acquisto di 131 F35 da parte dello Stato Italiano. Quanti precari occorre licenziare per acquistarli?



Comunicato stampa del 16 marzo 2010 dell'Associazione PeaceLink

“Quanti precari occorre licenziare per acquistare 131 cacciabombardieri F35?”

PeaceLink aderisce al digiuno a staffetta contro l'acquisto degli aerei militari da parte 
del Governo Italiano


L'Associazione PeaceLink aderisce al digiuno a staffetta per una settimana, dal 22 al 28 
marzo, proposto nei giorni scorsi dalla testata online GrilloNews.it e dalla “Campagna di 
indignazione nazionale” contro l'acquisto di 131 cacciabombardieri F35 da parte del 
Governo Italiano.

Parteciperanno alla staffetta gli attivisti Alessandro Marescotti (22 marzo), Luca Kocci 
(23 marzo), Alessio Di Florio (24 marzo) e Giacomo Alessandroni (25 marzo).

In un momento di gravissima crisi economica, dove moltissime famiglie vengono colpite 
dalla mancanza di qualsiasi protezione sociale sufficiente e si decide di tagliare le 
spese sociali più preziose e indispensabili (scuola, sanità, pensioni, ammortizzatori 
sociali), è inconcepibile e assurdo spendere oltre 14 miliardi di euro in armamenti. Nei 
mesi scorsi la scuola è stata vittima del più grande licenziamento di massa che sia mai 
avvenuto in Italia.

“Quanti precari occorre licenziare per acquistare 131 cacciabombardieri F35? - domanda il 
segretario dell'associazione Giacomo Alessandroni – Quanti tagli sociali potremmo evitare 
se si rinunciasse a questi inutili strumenti di morte”.

“Rinunciando ad un solo cacciabombardiere si potrebbero acquistare e attivare 200 
laboratori antidiossina in tutta Italia – aggiunge il presidente dell'associazione 
Alessandro Marescotti – A Taranto da diversi anni siamo in prima linea nel denunciare 
l'inquinamento da diossina e i terribili rischi per la salute umana. Non possiamo che 
riconoscere l'evidente connessione tra l'aumento delle spese militari e quanto potrebbe 
servire per la tutela di un bene pubblico preziosissimo”

PeaceLink sin dall'inizio ha sostenuto la campagna, nello spirito pacifista e nonviolento 
che anima da sempre l'associazione, dando grandissimo rilievo sul proprio sito internet 
alla petizione lanciata oltre un anno fa da Sbilianciamoci e dalla Rete Disarmo (alla 
quale l'associazione aderisce). Un impegno che continuerà nei prossimi mesi, continuando 
a seguire la campagna dal nostro sito internet e appoggiando le iniziative che verranno 
realizzate.

Alessandro Marescotti – presidente
3290980335
Giacomo Alessandroni – segretario
3488836608
Alessio Di Florio – coordinatore informativo
3494254406

 

 
Note:

Informazioni e dettagli:

info at peacelink.it

Per aderire al digiuno:

http://indignazionenazionale.splinder.com/tag/tu+sprechi+io+digiuno