[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Uccisione di Gheddafi. "Sfregio alla legalita' internazionale"



(AGENPARL) - Roma, 20 ott - "La morte di Gheddafi poteva e doveva essere evitata per 
rispettare il mandato delle Nazioni unite che era quello di proteggere la popolazione 
civile e non del perseguire il "wanted dead or alive" come invece ritiene il Ministro 
Frattini che esulta per l'uccisione dell'ex-partner strategico dell'Italia. Adesso per 
evitare ulteriori sfregi alla legalita' internazionale occorre che il capo dei servizi 
segrete Sanoussi venga immediatamente trasferito all'Aia perche' possa essere interrogato 
dal Procuratore della Corte Penale Internazionale. Colla morte di Gheddafi, in possibile 
violazione del mandato del Consiglio di sicurezza, si apre una fase in cui i membri della 
coalizione devono avviare un'indagine trasparente sull'accaduto e impegnarsi appieno 
perche' la nuova Libia della tanto sbandierata "riconciliazione" si fondi sulla ricerca 
della verita' della natura e delle alleanza del regime che con oggi non esiste piu'". 
Così in una nota il Senatore radicale Marco Perduca.
www.peacelink.it