[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Esecuzioni sommarie a Sirte avvenute nel silenzio. Sirte è la Srebrenica di Amnesty International



Agli amici che dirigono Amnesty International vorrei chiedere alcune cose
perché se no mi rimbombano dentro e mi fanno male.

Perché questa storia delle ultime esecuzioni sommarie a Sirte la dobbiamo
leggere sul Corriere della Sera e non sul sito di Amnesty? "Il centro di
Sirte è devastato. Molto peggio di Misurata durante l' assedio della
primavera", scrive Cremonesi ieri.

Ma se è vero che - come scrive Cremonesi andando sui luoghi nel suo
reportage - Sirte è peggio di Misurata, perché Amnesty ha manifestato
davanti a Montecitorio per Misurata e per Sirte no?

Avevo sollecitato una presa di posizione di Amnesty durante l'assedio si
Sirte. Le prove erano evidenti.

La risposta del 18 ottobre è stata: "Stiamo seguendo la situazione".

Quelli stavano crepando e Amnesty "stava seguendo la situazione".
La documentazione delle esecuzioni sommarie a Sirte è ora purtroppo
raccontata qui, alla fine di questo articolo
http://archiviostorico.corriere.it/2011/ottobre/26/Esecuzioni_sommarie_Sirte_Per_Gheddafi_co_8_111026041.shtml

E' vero che Amnesty a settembre aveva diffuso questo rapporto
http://www.articolotre.com/2011/09/libia-per-amnesty-le-milizie-ribelli-sono-colpevoli-di-atroci-crimini-di-guerra/33165

ma si riferisce a settembre e su Sirte non c'è stata la tempestività e la
pressione che c'è stata invece a Misurata.
Si potrebbe scrivere un dossier per verificare la non imparzialità di
Amnesty nel caso della guerra in Libia, anche perché Amnesty scrive: "Il
Cnt sta affrontando un difficile compito nel dominare i combattenti
dell’opposizione". Ma se i vertici del Cnt sono i primi responsabili di
quanto è accaduto, esattamente come è stato Gheddafi per i suoi crimini!
Non è possibile fare questa dissociazione fra un Cnt buono e i suoi
miliziani cattivi, o sarebbe possibile farlo solo se il Cnt avesse
dimostrato di porre rapidamente rimedio, cosa che non ha fatto, anzi ha
alzato la voce contro la comunità internazionale quando è stata chiesta
un'indagine sugli ultimi raccapriccianti fatti di sangue.

Amnesty scriveva questo per Misurata
http://www.amnesty.it/libia-occorre-un-aumento-urgente-di-aiuti-umanitari-a-misurata

e non si legge altrettanto per Sirte. L'epilogo di Sirte porta la
responsabilità solo dei carnefici o anche di chi non ha fatto tutto il
necessario per denunciare gli abusi?

Lo dico con tanto imbarazzo e tanta rabbia, perché io sono un sostenitore
di Amnesty e lo sa particolarmente il gruppo di Taranto per le iniziative
didattiche che facciamo assieme nella mia scuola.


Questa storia di Sirte mi fa pensare a Srebrenica.
L'inazione dei caschi blu olandesi in quel caso mi sembra che abbia le
stesse radici nell'attendismo, nell'INSPIEGABILE attendismo di Amnesty su
Sirte.

Si poteva e si doveva fare molto di più e Amnesty non l'ha fatto. Così mi
sembra.


Alessandro Marescotti
www.peacelink.it