[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Roma: protesta no war davanti all'ambasciata del Qatar



Oggi 31 gennaio 2012 a Roma alle ore 16,45 una delegazione della Rete No War e di 
Peacelink organizzerà una protesta - con cartelli in italiano e in inglese - davanti 
all'ambasciata del Qatar, via Bosio 14.  I due gruppi sono promotori di una petizione 
(Syria no war) con la quale oltre 80 associazioni di diversi paesi si schierano contro 
ogni ingerenza armata diretta e indiretta in Siria, contro la manipolazione mediatica 
della quale al-Jazeera è un esempio, e per una vera e neutrale mediazione di pace.
 
La petromonarchia del Qatar vuole replicare in Siria quanto ha fatto, in prima linea 
insieme alla Nato, in Libia. Ha boicottato insieme all'Arabia Saudita la missione degli 
osservatori della Lega Araba e ogni iniziativa di conciliazione. Oltre a finanziare le 
bande armate dell'opposizione e a veicolare la propaganda mediatica attraverso la sua 
al-Jazeera, il Qatar fomenta le richieste di intervento militare esterno in ambito Onu. 
 
La petizione è stata mandata alle missioni dei membri del Consiglio di Sicurezza dell'Onu 
e a diversi altri governi.
 
La delegazione intende farne prendere visione all'ambasciata in oggetto.
 
Nei giorni successivi sono previste analoghe iniziative di fronte ad altre ambasciate 
implicate.
 
La petizione Syria no war e' su www.peacelink.it e puo' essere firmata sia da singoli sia 
da associazioni.

Rete No War Roma
PeaceLink
www.peacelink.it