[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

La Tavola della Pace e la sindrome di Susac



Siamo nel 2012.

E' appena finita la guerra di Libia.

E non ricordiamo più nulla.

Non ricordiamo di come ci hanno imbrogliati.

FRATTINI dichiarava il 21 marzo 2011: "In Libia non ci deve essere una
guerra, ma la piena implementazione della risoluzione 1973 Onu. L'Italia
ha accettato di fare parte della coalizione internazionale proprio per
fare rispettare il cessate il fuoco, fare fermare le violenze e proteggere
la popolazione. Non vogliamo in alcun modo andare oltre la stretta
applicazione della risoluzione Onu".

BERSANI diceva la stessa cosa al Tg1 sempre il 21 marzo: "Il Pd e' per il
sostegno all'Italia strettamente nei limiti della risoluzione, che non
prevede la guerra, che non prevede l'abbattimento del regime di Gheddafi".

E oggi vogliono fare la stessa cosa. Una risoluzione dell'Onu, non per
fare una guerra ma per... farla quando ci saremo abituati all'idea che non
si può tornare indietro.

E la Tavola della Pace che fa?

Sembra Jess Lydon, la ragazza che si ricorda pochissimo dell’anno scorso.
“A malapena ricordo qualsiasi cosa sia accaduta l’anno scorso, nemmeno il
Natale, o il mio compleanno. Guardo le foto e sono confusa. La cosa
peggiore è il non ricordare il funerale di mia nonna, l’anno scorso”.

Questo dice Jess Lydon.

Si chiama sindrome di Susac.

Ci si sveglia senza ricordare niente.

E ogni esperienza non insegna nulla.

Alessandro Marescotti
http://www.peacelink.it
Sostieni la telematica per la pace, versa un contributo sul c.c.p.
13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
(TA)