[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Follia di guerra: il 48% dei veterani ha problemi psichici



PRIGIONIERI DEL FLASHBACK. I soldati che ne soffrono più gravemente rivivono attraverso 
flashback i momenti più duri del conflitto, hanno incubi, cadono in depressione, provano 
rabbia e vergogna, hanno slanci autodistruttivi e, spesso, soffrono di allucinazioni. Già 
nel 2010 gli affetti da Ptsd erano l'11% dei reduci di Baghdad e il 21% di quelli di 
Kabul.
IL 20% FA RICORSO A OPPIACEI. Uno studio pubblicato a marzo 2012 dall'Associazione 
americana per la salute mentale ha inoltre rilevato che quasi il 20% dei veterani affetti 
dal disturbo post traumatico fa ricorso a terapie mediche a base di oppiacei.
La sindrome è stata chiamata con nomi diversi a seconda della guerra in questione: cuore 
del soldato, la fatica della battaglia, sindrome del Vietnam o, ancora, sindrome della 
guerra del Golfo. Ora, forse, meriterebbe di essere aggiornata in mal di Afghanistan.

Fonte: http://www.lettera43.it/attualita/43117/afghanistan-follia-di-guerra.htm
www.peacelink.it