[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Pm10 in Lombardia, vincono i genitori antismog



Riceviamo e volentieri diffondiamo.

---

I GENITORI ANTISMOG HANNO VINTO IL RICORSO AL TAR:
ASSESSORE PERCHE’ HA PAURA DELLA VERITA’?
Per l’assessore regionale all’ambiente il TAR delude i Genitori Antismog…. (!?!)
I cittadini non devono più subire un così basso livello di intervento 
dell’amministrazione nell’ambito di un leale confronto giudiziario su un tema delicato e 
carico di risvolti dannosi per l’intera popolazione lombarda.  Il comunicato della 
Regione stravolge la realtà, attribuisce al Tribunale Amministrativo significati a 
sostegno dell’attività regionale completamente inesistenti nella sentenza e  riduce un 
tema grave a sterile oggetto di polemica.
I FATTI: Nell’agosto 2011 Genitori Antismog chiede a Regione Lombardia di verificare lo 
strumento di pianificazione regionale volto a far rientrare la Regione nei limiti di 
legge per gli inquinanti dell’aria.
La risposta è un groviglio di delibere non aggiornate né coordinate: tutto fuorché un 
piano dell’aria, ovvero uno strumento organico di pianificazione, da aggiornare in caso 
di sua insufficienza, “mirato alla prevenzione  dell’inquinamento atmosferico e alla 
riduzione delle emissioni a tutela della salute e dell’ambiente”.
Così a fine 2011, Genitori Antismog propone ricorso al TAR per ottenere l’accertamento 
dell’inadempimento della Regione agli obblighi di pianificazione e la condanna 
all’adozione in tempi brevi del piano per l’aria.
Con sentenza 2220/2012 in data 4 settembre 2012 il TAR, superato un intrico processuale 
di non poco conto, ha in sostanza accolto la domanda della nostra associazione e 
rigettato in toto le eccezioni proposte da Regione Lombardia a propria difesa.
In particolare, nella sentenza, il TAR:
·         Riconosce che Genitori Antismog - nonostante Regione Lombardia abbia dato 
avvio, durante il corso del giudizio, al procedimento di programmazione del cd. PRIA 
(Piano Regionale degli Interventi per la Qualità dell’Aria) -  “ha interesse ad ottenere 
una pronuncia che sancisca l’obbligo di concludere detto procedimento entro determinati 
termini mediante un provvedimento espresso” (p. 17).
·         Riconosce che Regione Lombardia ha mancato di adottare il Piano dell’Aria nel 
termine previsto dalle norme regionali adottate sin dal 2006 (p. 22).
·         Rigetta tutte le eccezioni proposte dalla Regione (p. 23).
·         Riconosce che se “il contenuto concreto del Piano è connotato da elementi di 
discrezionalità, ciò non può precludere al giudice di accertare la sua attuale mancanza e 
l’obbligatorietà della sua adozione”(p.23).
·         Sottolinea la mancanza e “la necessità di concludere in tempi brevissimi 
l’approvazione del detto PRIA, disciplinato da una legge del 2006 ..i cui contenuti sono 
stati già fissati in un documento del 2009, applicandosi in mancanza misure transitorie 
elaborate per il quinquennio 2005-2010, ormai scaduto da tempo”(p. 25). Come dire che il 
TAR, incidentalmente, sottolinea un inadempimento ed un ritardo dell’azione 
amministrativa, che  risale nel tempo in modo inaccettabile.
·         Ricorda che l’obbligo di tempestiva adozione dei piani dell’aria è confermato 
dalla giurisprudenza comunitaria e ..in conclusione..
“Accoglie il ricorso e ordina a Regione Lombardia di provvedere entro il termine di 60 
giorni all’elaborazione della proposta di PRIA e del Rapporto Ambientale e Sintesi 
tecnica”.
Un ultimo rilievo. Pur essendo i piani giudiziari penale e amministrativo del tutto 
difformi e certamente non comparabili, si deve sottolineare l’anomalia, a fronte 
dell’implicito accertamento di un risalente e corposo inadempimento e ritardo regionale 
in materia di pianificazione, della richiesta di archiviazione del procedimento penale 
intentato avverso il governatore della Lombardia con la motivazione che “non sarebbe dato 
ravvisare quali e quanti efficaci provvedimenti avrebbe potuto adottare …il Presidente 
della Regione per ridurre il fenomeno del PM10”…
….FORSE IL PIANO DELL’ARIA CHE MANCA DA ANNI ?

             
Aiutaci a continuare il nostro lavoro!
Sei già socio dei Genitori Antismog e non hai ancora rinnovato la tessera?
Non sei ancora socio?
Rinnova o iscriviti subito attraverso il nostro sito: 
http://www.genitoriantismog.it/content/diventa-un-gas

Hai voglia di darci una mano? Scrivici a info at genitoriantismog.it
 
 
www.peacelink.it