[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[News] "Premio Honoris Causa" per il Giornalismo d'Inchiesta



Comunicato stampa

Domenica 22 giugno saro' a Ravenna per ritirare un "Premio Honoris Causa" per Giornalismo 
d'Inchiesta. 

La premiazione avverra' alle ore 18 nella piazza Unita' d'Italia, vicina al Municipio.

Dedico questo riconoscimento ai peacelinkers, ossia a tutti i redattori disseminati per 
l'Italia che hanno fatto di PeaceLink un sito di oltre quarantamila pagine web. Senza 
questo vasto e continuativo lavoro di squadra, PeaceLink non avrebbe mai inciso nel 
panorama informativo italiano come voce libera, indipendente e fuori dal coro.

Ad oggi sono esattamente 40.281 gli articoli scritti dalla redazione di PeaceLink, mentre 
un numero ancora superiore e' stato generato come pagine web dagli utenti delle varie 
mailing list che, sulle varie tematiche, segnalano quotidianamente informazioni sulle 
questioni piu' svariate: le loro email generano in automatico pagine su Internet dotate 
di un loro indirizzo web.

PeaceLink, rete telematica nata nel 1991 sui temi della pace e della cittadinanza attiva, 
e' oggi impegnata in un difficile e complesso lavoro di denuncia e di inchiesta sulle 
questioni piu' scottanti, che vanno dagli armamenti all'inquinamento industriale, dalla 
solidarieta' internazionale con le popolazioni colpite dalla poverta' e lo sfruttamento 
all'educazione alla pace, dai conflitti dei 'senza voce' alla manipolazione 
dell'informazione di guerra. Recentemente ci stiamo specializzando nell'interlocuzione 
con la Commissione Europea per segnalare "dal basso" la violazione delle direttive 
comunitarie, ponendo attenzione alla ricerca delle migliori pratiche per la riconversione 
etica, ecologica e solidale del modello di sviluppo.
 
PeaceLink e' diventata il centro di raccolta e valutazione di molte segnalazioni 
"scomode" ed e' assistita da esperti che volontariamente prestano la loro consulenza per 
rendere l'informazione di PeaceLink attendibile, scientificamente solida e giuridicamente 
inattaccabile.

Nella redazione di PeaceLink vi sono traduttori, giornalisti, fotografi, mediattivisti, 
autori di libri. Con una web-tv online seguiamo eventi e organizziamo convegni che 
possono essere visti in tutt'Italia tramite smartphone, tablet o computer.

Pertanto il premio che ritirero' a Ravenna e' un riconoscimento a tutta la rete di 
volontari che quotidianamente, con dedizione e nello spirito del volontariato, 
intersecano competenze tecniche e culturali per rendere efficace la "comunicazione dei 
cittadini". 

Mi piace percio' dedicare il premio al lavoro di questa rete di cyber-cittadinanza 
attiva. Con questa rete vogliano costruire la speranza pur denunciandondo l'ingiustizia.
 
Tale Premio “Honoris Causa” e' riservato - si legge nel bando - a "chi, nel corso degli 
anni, abbia dimostrato impegno e dedizione alla realizzazione e/o diffusione 
dell’attività giornalistica d’inchiesta in Italia". 

La Giuria è presieduta dal giornalista Loris Mazzetti. 

I membri della giuria sono:

Loris Mazzetti (Capostruttura Rai3)

Giorgio Santelli (Giornalista Rainews e Articolo21)

Carla Baroncelli (Giornalista Tg2)

Norma Ferrara (giornalista Libera Informazione)

Gaetano Alessi (fondatore AdEst e vincitore premio Fava 2011)

Salvo Ognibene (redattore 10e25 e I Siciliani Giovani)

Pietro Raitano (Direttore AltrEconomia)

Il premio, organizzato dal “Gruppo dello Zuccherificio” per il giornalismo di inchiesta, 
e' gia' alla sua terza edizione.

I vincitori di quest'anno sono:

- Categoria Giovani
1º Ester Castano
2º Michela Mancini

- Categoria Nazionale
1º Maurizio Torrealta/Emmanuele Lentini
2º Enrico Casale

- Menzione Speciale
Giuseppe Pipitone

Premio Honoris Causa ex aequo a Alessandro Marescotti e Amalia De Simone

Durante la premiazione saranno rese note le motivazioni.

Per altre informazioni:

http://gruppodellozuccherificio.org/2014/06/13/tempo-di-premio-per-il-giornalismo-dinchiesta-2014/


www.peacelink.it