[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Kairos. 3



==============================
KAIROS. L'ORA DI CAMBIARE:
LA RESISTENZA, LA NONVIOLENZA, IL FEMMINISMO AL QUIRINALE
==============================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino" a sostegno della candidatura
di Lidia Menapace alla Presidenza della Repubblica
*
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100
Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it
*
Numero 3 del 28 aprile 2006

In questo numero:
1. Una cosa da fare: scrivere ai parlamentari e ai consiglieri regionali
2. Una breve notizia su Lidia Menapace
3. Sergio Albesano: Per Lidia
4. Stefano Allievi: Per Lidia
5. Tiziana Andreola, Eros Berardelli, Ester Comini, Luciano Comini, Franca
Guana, Massimo Mercuri, Miriam Saleri e La Piccola Editrice di Celleno: Per
Lidia
6. Arciragazzi di Narni: Per Lidia
7. Antonio Bianciardi: Per Lidia
8. Alessandro Bocchero: Per Lidia
9. Antonio Bruno: Per Lidia
10. Paolo Buffoni: Per Lidia
11. Giulio Bufo: Per Lidia
12. Luciano Capitini: Per Lidia
13. Arnaldo Casali e la redazione di "Adesso": Per Lidia
14. Silvio Cinque: Per Lidia
15. Fausto Concer: Per Lidia
16. Andrea Cozzo: Per Lidia
17. Massimo Dalla Giovanna: Per Lidia
18. Francesco de Notaris: Per Lidia
19. Michele de Pasquale: Per Lidia
20. Sergio Di Vita: Per Lidia
21. Ornella D'Orazio: Per Lidia
22. Carla Ermoli e Leo Piacentini: Per Lidia
23. Alfredo Fagni e Fiamma Lolli: Per Lidia
24. Carla Galetto e Beppe Pavan: Per Lidia
25. John Gilbert: Per Lidia
26. Dario Giocondi: Per Lidia
27. Antonio Grassedonio: Per Lidia
28. "La citta' delle dame": Per Lidia
29. Nello Margiotta: Per Lidia
30. Domenico Matarozzo: Per Lidia
31. Eugenio Melandri: Per Lidia
32. Carmine Miccoli: Per Lidia
33. Antonella Monastra: Per Lidia
34. Adriano Moratto: Per Lidia
35. "Narni per la pace": Per Lidia
36. Alberto Pacelli: Per Lidia
37. Fiora Pezzoli e Flavio Turolla: Per Lidia
38. Guido Piovano: Per Lidia
39. Rosanna Pirajno: Per Lidia
40. Luigi Pirelli: Per Lidia
41. Michele Poli: Per Lidia
42. Fabio Ragaini: Per Lidia
43. Claudio Riolo: Per Lidia
44. Nora Rodriguez: Per Lidia
45. Carlo Ruta: Per Lidia
46. Paolo Sales: Per Lidia
47. Luca Salvi: Per Lidia
48. Mauro Socini: Per Lidia
49. Tiziano Tissino: Per Lidia
50. Amedeo Tosi: Per Lidia
51. Gennaro Varriale: Per Lidia
52. Fabio Visentin: Per Lidia
53. La solita postilla

1. UNA COSA DA FARE: SCRIVERE AI PARLAMENTARI E AI CONSIGLIERI REGIONALI

Come e' noto, la persona che ricoprira' la carica di Presidente della
Repubblica e' eletta col voto dei senatori, dei deputati, e di tre delegati
per ogni Regione (cosi' recita l'art. 58 della Costituzione: "Il Presidente
della Repubblica e' eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri.
All'elezione partecipano tre delegati per ogni Regione, eletti dal Consiglio
regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La
Valle d'Aosta ha un solo delegato. L'elezione del Presidente della
Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi della
assemblea. Dopo il terzo scrutinio e' sufficiente la maggioranza assoluta").
E' opportuno che, finalmente insediato il nuovo Parlamento con la convalida
dell'elezione dei Deputati e dei Senatori e l'inizio dei lavori,
l'iniziativa a sostegno della proposta di eleggere Lidia Menapace Presidente
della Repubblica assuma anche le seguenti forme specifiche:
a) scrivere lettere alle persone che compongono la Camera dei Deputati e il
Senato della Repubblica affinche' conoscano la proposta (e le sue
motivazioni, e le adesioni gia' pervenute ad essa), la valutino e
considerino l'opportunita' di accoglierla e di farsene a loro volta
portatrici;
b) scrivere lettere alle consigliere e ai consiglieri regionali affinche'
nel designare tre delegati di ogni Regione che parteciperanno all'elezione
del Presidente della Repubblica, esprimano un sostegno alla proposta di
eleggere Lidia Menapace capo dello Stato;
c) scrivere lettere alle strutture dirigenti locali e nazionali delle forze
politiche affinche' si esprimano anch'esse in tal senso e in tal senso diano
mandato ai loro rappresentanti nelle Regioni e in Parlamento;
d) scrivere ai mezzi d'informazione: che e' cosa sempre utile;
e) continuare a diffondere la notizia di questa iniziativa, far conoscere le
adesioni che ad essa continuano a pervenire, promuovere adesioni ulteriori.
*
Naturalmente ogni persona o associazione che vorra' impegnarsi a sostegno
della proposta di eleggere Lidia Menapace Presidente della Repubblica lo
fara' con il proprio linguaggio, il proprio stile, le proprie convinzioni,
con le iniziative che - nel rispetto delle opinioni di ciascuno - riterra'
piu' opportune e coerenti: a ciascuna e ciascuno di inventare le mille forme
in cui esprimere, con orgoglio e con gioia, la proposta di portare una donna
al Quirinale, una donna rappresentativa della Resistenza, della nonviolenza,
del femminismo, delle grandi esperienze di liberazione e di solidarieta'
umana, delle grandi tradizioni giuriscostituenti, per un'umanita' di persone
libere, eguali in diritti, solidali.
*
E saremo grati a chiunque ci segnalera' (al nostro indirizzo di posta
elettronica: nbawac at tin.it) adesioni e iniziative, e ci inviera'
riflessioni, testimonianze e proposte: questo foglio vuole essere una delle
tante tribune da cui si esprima corale l'impegno e la speranza che al
Quirinale sia eletta una persona in cui ogni donna e ogni uomo di volonta'
buona possano riconoscere un sicuro punto di riferimento per difendere e
promuovere la legalita', la democrazia, la solidarieta', la civile
convivenza, il rispetto delle persone e della natura, la cura per gli altri
e le altre, la pace, il riconoscimento e l'inveramento di tutti i diritti
umani per tutti gli esseri umani.

2. UNA BREVE NOTIZIA SU LIDIA MENAPACE

Lidia Menapace (per contatti: lidiamenapace at aliceposta.it) e' nata a Novara
nel 1924, partecipa alla Resistenza, e' poi impegnata nel movimento
cattolico, pubblica amministratrice, docente universitaria, fondatrice del
"Manifesto"; e' tra le voci piu' alte e significative della cultura delle
donne, dei movimenti della societa' civile, della nonviolenza in cammino.
Nelle elezioni politiche del 9-10 aprile 2006 e' stata eletta senatrice.
La maggior parte degli scritti e degli interventi di Lidia Menapace e'
dispersa in quotidiani e riviste, atti di convegni, volumi di autori vari;
tra i suoi libri cfr. Il futurismo. Ideologia e linguaggio, Celuc, Milano
1968; L'ermetismo. Ideologia e linguaggio, Celuc, Milano 1968; (a cura di),
Per un movimento politico di liberazione della donna, Bertani, Verona 1973;
La Democrazia Cristiana, Mazzotta, Milano 1974; Economia politica della
differenza sessuale, Felina, Roma 1987; (a cura di, ed in collaborazione con
Chiara Ingrao), Ne' indifesa ne' in divisa, Sinistra indipendente, Roma
1988; Il papa chiede perdono: le donne glielo accorderanno?, Il dito e la
luna, Milano 2000; Resiste', Il dito e la luna, Milano 2001; (con Fausto
Bertinotti e Marco Revelli), Nonviolenza, Fazi, Roma 2004.

3. SERGIO ALBESANO: PER LIDIA
[Ringraziamo Sergio Albesano (per contatti: sergioalbesano at tiscali.it) per
questo intervento]

Lidia Menapace presidente della repubblica italiana.
Mi sembra una proposta interessante...

4. STEFANO ALLIEVI: PER LIDIA
[Ringraziamo Stefano Allievi (per contatti: stefano.allievi at unipd.it) per
questo intervento che estraiamo da una piu' ampia lettera]

Apprezzo l'intento, e condivido la stima per la persona...

5. TIZIANA ANDREOLA, EROS BERARDELLI, ESTER COMINI, LUCIANO COMINI, FRANCA
GUANA, MASSIMO MERCURI, MIRIAM SALERI E LA PICCOLA EDITRICE DI CELLENO: PER
LIDIA
[Ringraziamo Tiziana Andreola, Eros Berardelli, Ester Comini, Luciano
Comini, Franca Guana, Massimo Mercuri, Miriam Saleri, La Piccola Editrice di
Celleno e salutiamo tutti gli amici del Centro comunitario di Celleno (per
contatti: convento.cel at tin.it) per questo intervento]

Sottoscriviamo l'appello per Lidia Menapace Presidente della Repubblica.

6. ARCIRAGAZZI DI NARNI: PER LIDIA
[Ringraziamo l'Arciragazzi di Narni (per contatti: centroalparco at yahoo.it)
per questo intervento]

"Lidia Menapace e' una donna, una persona che ha preso parte alla
Resistenza, una pensatrice e attivista femminista, un'amica della
nonviolenza; ed e' altresi' una persona di profonda cultura, di limpido
impegno civile, di straordinario rigore morale. Tutte caratteristiche per le
quali sarebbe una ottima Presidente della Repubblica.
Prima che il dibattito per l'elezione del capo dello Stato sia ingabbiato
nelle logiche interne al ceto politico, potrebbe essere efficace che dalle
cittadine e dai cittadini, dai movimenti delle donne, dall'associazionismo
democratico, dai movimenti sociali, dalle espressioni civili della societa'
civile, dai luoghi della cultura e dell'impegno per i diritti e la pace,
dalle e dai militanti politici di base, emergesse autorevole e corale,
persuasa e persuasiva, una proposta rivolta all'intero Parlamento affinche'
per la Presidenza della Repubblica si converga su una figura
dell'autorevolezza di Lidia Menapace.
*
"Ci piacerebbe un Presidente della Repubblica che avesse fatto la
Resistenza.
Un Presidente della Repubblica che avesse fatto la scelta della nonviolenza.
Un Presidente della Repubblica femminista.
Una Presidente della Repubblica.
Lidia Menapace.
*
"Saremmo felici se la proposta di Lidia Menapace alla Presidenza della
Repubblica (proposta condivisa gia' da varie persone) venisse fatta
circolare, se molte persone si esprimessero in tal senso, se si riuscisse a
suscitare l'attenzione e l'impegno di tante e tanti a tal fine".
*
Aderiamo e diffondiamo questo appello perche' il Parlamento elegga Lidia
Menapace, attualmente senatrice, come prossima Presidente della Repubblica.

7. ANTONIO BIANCIARDI: PER LIDIA
[Ringraziamo Antonio Bianciardi (per contatti:
Antonio.Bianciardi1 at banca.mps.it) per questo intervento]

Una Presidente della Repubblica: Lidia Menapace, insomma.
Ne sarei entusiasta, ho conosciuto Menapace negli anni '70 e ne ho
un'altissima opinione.

8. ALESSANDRO BOCCHERO: PER LIDIA
[Ringraziamo Alessandro Bocchero (per contatti: a.bocchero at tiscali.it) per
questo intervento]

Aderisco alla proposta di Lidia Menapace come nuovo Presidente della
Repubblica, una donna dal grande spessore morale e civile.
Anche se fosse una utopia il pensare che cio' possa avvenire, tuttavia le
utopie fanno bene e fanno volare alto.

9. ANTONIO BRUNO: PER LIDIA
[Ringraziamo Antonio Bruno (per contatti: brunoa01 at aleph.it) per questo
intervento]

Condivido la proposta di Lidia Menapace presidente della repubblica.
Un soffio di aria nuova per il paese.

10. PAOLO BUFFONI: PER LIDIA
[Ringraziamo Paolo Buffoni Damiani, presidente dell'associazione
interculturale "Todo cambia" di Milano (per contatti: pabuda at hotmail.com,
sito: www.todocambia.org ) per questo intervento]

Appoggio con entusiasmo la proposta di Lidia Menapace Presidente della
Repubblica.

11. GIULIO BUFO: PER LIDIA
[Ringraziamo Giulio Bufo, di "Grandenud project" (per contatti:
grandenud at tin.it) per questo intervento]

Aderisco all'appello per Lidia Menapace alla presidenza della Repubblica.

12. LUCIANO CAPITINI: PER LIDIA
[Ringraziamo Luciano Capitini (per contatti: capitps at libero.it) per questo
intervento]

Ero ieri a casa di un amico, persona che stimo molto, e riferivo circa la
mobilitazione per l'indicazione di Lidia Menapace per la presidenza della
repubblica. Enumeravo le caratteristiche di Lidia che - a mio avviso - la
indicavano come candidato ideale. L'esser una donna, una partigiana, una
femminista, e soprattutto una nonviolenta... ed il mio amico intervenne con
l'amara battuta (scontata): ecco quattro ottimi motivi perche' non venga
votata!
E' vero: ha ragione lui, e tuttavia, perche' dobbiamo sempre arrenderci alle
"superiori esigenze" della politica? ... Perche' non avere un guizzo di
liberta', dentro di noi? Perche' dare per scontato che "la gente non
capirebbe"?
Se ne siamo convinti, e lo siamo, impegniamoci, facciamone una bandiera, una
bella bandiera, giochiamo le poche carte di cui disponiamo.
Sto progettando di andare - domenica mattina - a passeggio per la mia
citta', con un cartello: Lidia presidente della repubblica.

13. ARNALDO CASALI E LA REDAZIONE DI "ADESSO": PER LIDIA
[Ringraziamo Arnaldo Casali (per contatti: adesso at reteblu.org) per questo
intervento]

Aderisco pienamente, e con me la redazione di "Adesso", alla proposta al
Parlamento di eleggere Lidia Menapace presidente della Repubblica.
Ho avuto l'opportunita' di conoscere personalmente Lidia in occasione del
convegno "Pace e giustizia nelle nostre mani" organizzato da "Sulla Strada"
e "Pax Christi" nel dicembre del 2004 e ho scoperto che oltre ad essere
profeta di pace e testimone di alcuni momenti migliori dell'ultimo secolo
(dalla Resistenza all'informazione indipendente, fino alle battaglie a
fianco di Alex Langer) e' anche una donna dolcissima di grande pacatezza.
Una vera "nonviolenta attiva".
La sua elezione - "dal basso" e non frutto delle squallide spartizioni tra
partiti, cui stiamo assistendo in questi giorni - a Presidente della
Repubblica sarebbe un grande segnale di speranza e di rinnovamento per
questo nostro malandato paese.

14. SILVIO CINQUE: PER LIDIA
[Ringraziamo Silvio Cinque (per contatti: cinquesilvio at libero.it) per questo
intervento]

Ho aderito subito e con entusiasmo alla proposta di fare Lidia senatrice
della Repubblica, ma da sabato 18 febbraio 2006, quando alla Casa
Internazionale delle donne di Roma si svolgeva un dibattito su "Concepire
l'Infinito" pensavo che Lidia meritasse molto di piu'.
Ricordavo una citazione di Lidia su una poesia di Leopardi (che di infinito
se ne intendono quanto basta). Allora ho cominciato a pensare:
- donna (non ce' dubbio, basta chiedere alla figlia!);
- staffetta partigiana non armata nella Resistenza del Novarese (cfr. il
libro autobiografico Resiste', edito da Il dito e la luna);
- docente universitaria, cattolica ma laica (cfr. il libro Il Papa chiede
perdono..., edito da Il dito e la luna);
- allieva di Ardigo', dal quale ha tratto lo spirito critico e la scuola
della politica (quella vera);
- pacifista da sempre;
- femminista;
- fondatrice insieme ad altre ed altri de "Il manifesto";
- fondatrice insieme ad altre dell'associazione "Rosa Luxemburg" e della
"Convenzione permanente di donne contro le guerre";
- ha circa la stessa eta' di Ciampi (e di mia madre) al quale e' stata
proposta un'altra candidatura:
Allora, per questi motivi riconosco in lei i valori per i quali potrebbe
candidarsi Lidia Brisca Menapace Presidente della Repubblica Italiana nata
dalla Resistenza antifascista.
Io non me ne intendo come si faccia a fare un comitato per eleggere una
donna Presidente di tutti. Non so come si fa, ma sono pronto a farlo.

15. FAUSTO CONCER: PER LIDIA
[Ringraziamo Fausto Concer (per contatti: faustoconcer at libero.it) per questo
intervento]

Aderisco senz'altro, anche per il forte affetto personale che mi unisce a
Lidia.
Senza retorica e con estrema convinzione ritengo che Lidia presidente della
Repubblica sarebbe un tassello importante di quell'altro mondo possibile e
necessario che insieme vogliamo costruire.
Immaginiamoci una donna, e femminista,  nel tempio del patriarcato, una
pacifista e antimilitarista come capo ultimo delle forze armate, una
intellettuale della tradizione marxista e operaia presidente di un paese
dove il neoliberismo e i governi complici stanno portando allo sfascio
sociale, una partigiana sul colle in un periodo di revisionismo e di
rinascita, mascherata, di istinti fascisti.
Una vera e propria svolta culturale e di civilta'.

16. ANDREA COZZO: PER LIDIA
[Ringraziamo Andrea Cozzo (per contatti: acozzo at unipa.it) per questo
intervento]

Se oggi ci fosse una donna al Quirinale, difficilmente l'Italia entrerebbe
in guerra e la Costituzione verrebbe svuotata del suo senso primo,
antimilitarista ed amante della pace.
Credo che se questa donna fosse Lidia Menapace, la partecipazione a guerre
sarebbe addirittura impossibile, e si troverebbe come organizzare anche
istituzionalmente veri interventi nonviolenti.
Sarebbe un giro di boa, un inizio, un desiderio che si fa impegno concreto e
capace.
Sarebbe una speranza di costruzione della pace per il nostro Paese e per il
mondo tutto.

17. MASSIMO DALLA GIOVANNA: PER LIDIA
[Ringraziamo Massimo Dalla Giovanna (per contatti:
Massimo.DallaGiovanna at marconi.com) per questo intervento]

Aderisco alla proposta di Lidia Menapace come Presidente della Repubblica.

18. FRANCESCO DE NOTARIS: PER LIDIA
[Ringraziamo Francesco de Notaris (per contatti:
francesco.denotaris at virgilio.it) per questo intervento]

La personalita' della Menapace e' rappresentativa delle piu' nobili
aspirazioni di un popolo: il desiderio di lavorare e fare la giustizia,
l'aspirazione alla cultura e alla pace, all'eguaglianza e alla legalita', al
rispetto di ogni credo da vivere in armonia e nell'amore.
Sono i valori della Costituzione nostro patrimonio, che la Menapace vive e
della quale potra' essere garante.

19. MICHELE DE PASQUALE: PER LIDIA
[Ringraziamo Michele de Pasquale (per contatti: m.depasquale at alice.it) per
questo intervento]

Sostengo con convinzione, e ne parlero' tra i miei studenti, la candidatura
di Lidia Menapace a Presidente della Repubblica: e' anche un modo per
scompaginare una ricerca asfittica (sembra, dal dibattito politico
ufficiale, che non ci siano piu' di due o tre nomi per ricoprire la carica!)
e far salire al colle una persona coerente non solo per la sua storia ma
anche per il suo modello di vita.

20. SERGIO DI VITA: PER LIDIA
[Ringraziamo Sergio Di Vita (per contatti: sdivita at neomedia.it) per questo
intervento]

"Ci piacerebbe un Presidente della Repubblica che avesse fatto la
Resistenza.
Un Presidente della Repubblica che avesse fatto la scelta della nonviolenza.
Un Presidente della Repubblica femminista.
Una Presidente della Repubblica. Lidia Menapace".
*
"Il momento e' adesso.
Per proporre che alla Presidenza della Repubblica finalmente vada una donna,
una donna della Resistenza, una donna della nonviolenza, una donna del
femminismo; una donna della cultura e dell'impegno civile, una donna costrut
trice di pace e di democrazia, di giustizia e di solidarieta', di legalita'
e di misericordia, di riconoscimento di umanita', di affermazione di tutti i
diritti umani per tutti gli esseri umani.
Questa donna, lo abbiamo pensato in molte persone, e' Lidia Menapace.
Perche' questo miracolo sia possibile occorre che ogni persona che condivide
questa proposta faccia la sua parte: che la diffonda, l'argomenti, la faccia
conoscere fra tutte le cittadine e tutti i cittadini, e particolarmente la
faccia conoscere alle persone che fanno parte del Parlamento della
Repubblica Italiana e che nelle prossime settimane dovranno eleggere il
nuovo capo dello Stato".
*
Aggiungo: una donna che voglia adoperarsi, con le sue doti di saggezza e con
i suoi ideali, per aiutarci a ritrasformare i luoghi della politica, da
cortili da combattimento di galli quali sono diventati da troppo tempo, in
luoghi abitati da Donne e Uomini che si comportino in modo degno della loro
natura.

21. ORNELLA D'ORAZIO: PER LIDIA
[Ringraziamo Ornella D'Orazio (per contatti: ornelladorazio at libero.it) per
questo intervento]

Sostengo la candidatura di Lidia Menapace alla Presidenza della
Repubblica... per una serie di buoni motivi...

22. CARLA ERMOLI E LEO PIACENTINI: PER LIDIA
[Ringraziamo Carla Ermoli e Leo Piacentini (per contatti: carleo1 at alice.it)
per questo intervento]

Ci piacerebbe un Presidente della Repubblica che avesse fatto la Resistenza.
Un Presidente della Repubblica che avesse fatto la scelta della nonviolenza.
Un Presidente della Repubblica femminista.
Una Presidente della Repubblica.
Lidia Menapace.
Sottoscriviamo.

23. ALFREDO FAGNI E FIAMMA LOLLI: PER LIDIA
[Ringraziamo Alfredo Fagni e Fiamma Lolli (per contatti:
fiamma.lolli at libero.it) per questo intervento]

Aderiamo senza riserve ne' dubbi di sorta all'appello per l'elezione a
Presidente della Repubblica di Lidia Menapace. Non potremmo pensare a una
persona migliore.

24. CARLA GALETTO E BEPPE PAVAN: PER LIDIA
[Ringraziamo Carla Galetto e Beppe Pavan (per contatti:
carlaebeppe at libero.it) per questo intervento]

Certo che appoggiamo la proposta per avere una presidente della repubblica
della statura morale, culturale e spirituale di Lidia Menapace.
Certo che vorremmo avere come presidente una donna come lei.
Certo.
Certo.
Certo.
Facciamo girare la proposta e facciamo arrivare le nostre lettere a chi di
dovere, sperando che siano disponibili a fare finalmente un buon passo.

25. JOHN GILBERT: PER LIDIA
[Ringraziamo John Gilbert (per contatti: gilbert at fol.it) per questo
intervento]

Aderisco all'appello per Lidia Menapace come presidente della Repubblica.
John Gilbert, Statunitensi contro la guerra (Firenze)

26. DARIO GIOCONDI: PER LIDIA
[Ringraziamo Dario Giocondi (per contatti: Dario.Giocondi at agenziaentrate.it)
per questo intervento]

Aderisco con passione!

27. ANTONIO GRASSEDONIO: PER LIDIA
[Ringraziamo Antonio Grassedonio (per contatti:
antonio.grassedonio at polito.it) per questo intervento]

Aderisco all'appello per Lidia Menapace Presidente della Repubblica.

28. "LA CITTA' DELLE DAME": PER LIDIA
[Ringraziamo l'associazione politico-culturale "La Citta' delle dame" (per
contatti: ledame at libero.it) per questo intervento]

Lo ha detto anche Ciampi: la Costituzione e la Resistenza sono ancora i
valori ispiratori dell'Italia democratica, percio', senza altri indugi
cominciamo ad agire: vogliamo Lidia Menapace Presidente della Repubblica.
Proprio per questo proponiamo di far arrivare ai parlamentari tanti messaggi
per sollecitarli.
La nostra associazione i primi di febbraio ha avuto graditissima ospite qui
a Montevarchi Lidia in un convegno organizzato insieme alle Commissioni pari
opportunita' della Provincia di Arezzo, del Comune di Montevarchi e della
Fidapa  Valdarno: la portiamo sempre nel nostro cuore.
Grazie Lidia per tante di noi che in politica sono cresciute grazie anche a
te.

29. NELLO MARGIOTTA: PER LIDIA
[Ringraziamo Nello Margiotta (per contatti: n.margiotta at peacelink.it) per
questo intervento]

Appoggio incondizionatamente la proposta di candidare Lidia Menapace alla
presidenza della Repubblica; sarebbe un segno forte di rinnovamento della
politica italiana portare alla piu' alta carica della repubblica una donna
impegnata nel diffondere la cultura della tolleranza e della nonviolenza.

30. DOMENICO MATAROZZO: PER LIDIA
[Ringraziamo Domenico Matarozzo (per contatti: dommata at tin.it) per questo
intervento]

Sottoscrivo l'appello per l'elezione di Lidia Menapace alla Presidenza della
Repubblica.

31. EUGENIO MELANDRI: PER LIDIA
[Ringraziamo Eugenio Melandri (per contatti: eugyn at tele2.it) per questo
intervento]

Conosco da tanti anni Lidia e sono certo possa essere un'ottima presidente
della repubblica.
Aderisco quindi con gioia a questa campagna per la sua elezione.

32. CARMINE MICCOLI: PER LIDIA
[Ringraziamo Carmine Miccoli (per contatti: nous at lillinet.org) per questa
lettera]

Mi chiamo Carmine Miccoli, sono prete e vivo in un paesino della provincia
di Chieti. Sono impegnato da sempre in Pax Christi e nei vari movimenti di
liberazione e di costruzione di una societa' (e di una Chiesa...) "altra";
per questo vivo la mia fede e la mia esistenza, per questo sto "pagando" in
prima persona incomprensioni e sofferenza, per questo continuo a dedicare la
mia vita in cammino con tutti gli uomini e le donne che costruiscono, anche
nella mia regione, una rete di impegno e di riflessione per la pace e i
diritti di tutti e di tutte.
Ho accolto con gioia la candidatura di Lidia Menapace al senato, in Abruzzo,
e le ho dato il mio voto, ancor piu' convinto e sereno della mia scelta...
perche' una donna, esperta di umanita' e di resistenza nonviolenta, puo'
"segnare" davvero la differenza in questo nostro tempo di smarrimento e di
speranza, in questo nostro Paese in crisi perenne di democrazia e di etica
comunitaria.
Con ancora piu' convinzione appoggio il lavoro di "tessitura" che vuole
creare opinione e consenso perche' Lidia Menapace sia eletta Presidente
della Repubblica italiana.
Confesso: sembra un sogno impossibile... ma e' bello crederci, provarci, e
continuare a costruire insieme.
Auguro un buon lavoro, nei rispettivi ambiti di impegno; ma soprattutto vi
sento vicino nell'abbraccio del "Dio della pace", e vi assicuro amicizia e
condivisione.

33. ANTONELLA MONASTRA: PER LIDIA
[Ringraziamo Antonella Monastra (per contatti:
a.monastra at aqu.comune.palermo.it) per questo intervento]

Esprimo il mio sostegno all'appello per Lidia Menapace Presidente della
Repubblica.

34. ADRIANO MORATTO: PER LIDIA
[Ringraziamo Adriano Moratto (per contatti: mir.brescia at libero.it) per
questo intervento che estraiamo da una piu' ampia lettera]

Credo sia una buona cosa...

35. "NARNI PER LA PACE": PER LIDIA
[Attraverso Gabriele.Aquilina (gabriele.aquilina at tin.it) riceviamo
l'adesione di Narni per la pace"]

Aderiamo come associazione "Narni per la pace" alla proposta di Lidia
Menapace Presidente della Repubblica.

36. ALBERTO PACELLI: PER LIDIA
[Ringraziamo Alberto Pacelli, coordinatore di "Idee di futuro" (per
contatti: sigi2003 at libero.it) per questo intervento]

Aderisco alla proposta di Lidia Menapace Presidente della Repubblica.

37. FIORA PEZZOLI E FLAVIO TUROLLA: PER LIDIA
[Ringraziamo Fiora Pezzoli e Flavio Turolla (per contatti:
pezzoli.fiora at mclink.it) per questo intervento]

"Ci piacerebbe un Presidente della Repubblica che avesse fatto la
Resistenza. Un Presidente della Repubblica che avesse fatto la scelta della
nonviolenza. Un Presidente della Repubblica femminista. Una Presidente della
Repubblica. Lidia Menapace".
Concordo e sottoscrivo. Mi piacerebbe tanto!
Fiora Pezzoli
Anche a me
Flavio Turolla

38. GUIDO PIOVANO: PER LIDIA
[Ringraziamo Guido.Piovano (per contatti: gallo.piovano at tiscalinet.it) per
questo intervento]

Aderisco alla proposta di eleggere Lidia Menapace a Presidente della
Repubblica Italiana.

39. ROSANNA PIRAJNO: PER LIDIA
[Ringraziamo Rosanna Pirajno (per contatti: rosanna.pirajno at tin.it) per
quersto intervento]

Voto Lidia Menapace Presidente della Repubblica Italiana.

40. LUIGI PIRELLI: PER LIDIA
[Ringraziamo Luigi Pirelli (per contatti: l.pirelli at acsys.it) per questo
intervento]

Appoggio la campagna.
A Lidia Menapace devo l'inizio delle mie riflessioni sul bellicismo di un
certo uso della lingua, l'inizio di un percorso sulla lingua come
rappresentazione delle proprie modalita' nel reale e come questo uso
bellicista della lingua sia capace sempre piu' di ingabbiarci verso spazi di
soluzioni coerenti con la guerra.
Non voglio assolutamente limitare la riflessioni di Menapace che si aprono e
mi hanno aperto anche alla questione di genere, volevo solo ricordare
l'importanza che ha avuto incontrarla in un'assemblea e trovarla ferma e
decisa a criticare l'uso delle parole "campagna", "strategia" e altre...
Non sapevo chi fosse, e che storia avesse alle spalle, era una tra le tante
e tanti che si confrontavano. La dolce fermezza delle sue posizioni mi ha
preso e conservo con me questo dono.

41. MICHELE POLI: PER LIDIA
[Ringraziamo Michele Poli (per contati: michele.poli at enpals.it) per questo
intervento]

Sono d'accordo con la proposta di Lidia Menapace Presidente della
Repubblica.

42. FABIO RAGAINI: PER LIDIA
[Ringraziamo Fabio Ragaini, del "Gruppo Solidarieta'" (per contatti:
grusol at grusol.it) per questo intervento]

Aderisco e diffondo. L'appelllo e' anche sul nostro sito.

43. CLAUDIO RIOLO: PER LIDIA
[Ringraziamo Claudio Riolo (per contatti: clriolo at tin.it) per questo
intervento]

Di tutte le proposte in circolazione per la presidenza della repubblica
quella di Lidia e' certamente la piu' bella e la piu' radicale.
A chi dira' che non e' realistica potremo rispondere con il celebre slogan
del maggio francese: siate realisti, chiedete l'impossibile!

44. NORA RODRIGUEZ: PER LIDIA
[Ringraziamo Nora Rodriguez (per contatti: labotar at tin.it) per questo
intervento]

Aderisco alla candidatura di Lidia Menapace, grande donna italiana, come
presidente della Repubblica.
Nora Rodriguez, vicepresidente nazionale di Arciragazzi

45. CARLO RUTA: PER LIDIA
[Ringraziamo Carlo Ruta (per contatti: carlo.ruta at tin.it) per questo
intervento]

Condivido fino in fondo l'iniziativa di proporre Lidia Menapace alla
presidenza della Repubblica, e spero che su tale obiettivo converga
l'interesse della societa' civile in tutte le sue espressioni.
Seguo Lidia da tantissimi anni, dagli albori dell'esperienza del
"Manifesto", conosco la sua tempra morale e umana, il suo impegno sul
versante dei diritti civili, e' noto a tutti il suo passato di combattente
partigiana negli anni della lotta contro il nazifascismo.
Sganciare l'elezione del presidente della Repubblica dalle contese di parte
sarebbe gia' un fatto significativo.
Ma riuscire a fare emergere la candidatura di una donna di tale spessore
alla massima carica dello Stato costituirebbe una vera e propria svolta: un
importante segnale di civilta' e di democrazia, che non potrebbe non
incidere in profondita' nei destini del nostro paese.

46. PAOLO SALES: PER LIDIA
[Ringraziamo Paolo Sales dell'"Associazione Viottoli - Comunita' cristiana
di base di Pinerolo" (per contatti: info at viottoli.it) per questo intervento]

Condivido in pieno questa ottima proposta e ringrazio per questa campagna;
ho gia' provveduto a girare l'appello a tutti i fratelli e le sorelle della
comunita' e mi riprometto di continuarne la diffusione.

47. LUCA SALVI: PER LIDIA
[Ringraziamo Luca Salvi (per contatti: lucasalvi at msw.it) per questo
intervento che estraiamo da una piu' ampia lettera]

Faro' girare l'appello per Lidia Menapace fra persone sensibili...
Anche se e' difficile, coi tempi che corrono, che Lidia diventi Presidente
della Repubblica, e' comunque una buona proposta e provocazione.

48. MAURO SOCINI: PER LIDIA
[Ringraziamo Mauro Socini (per contatti: socinimauro at virgilio.it) per questo
intervento]

Concordo con l'opzione di Lidia Menapace a Presidente della Repubblica.
Tra l'altro sarebbe giusto che finalmente una donna ricoprisse la massima
carica dello stato repubblicano e democratico.

49. TIZIANO TISSINO: PER LIDIA
[Ringraziamo Tiziano Tissino (per contatti: t.tissino at itaca.coopsoc.it) per
questo intervento]

Anche a me, nei giorni scorsi, quando mi messo a pensare a quale Presidente
della Repubblica mi piacerebbe avere, il primo nome che e' venuto in mente
e' stato proprio quello di Lidia.
Detto questo, ritengo che Lidia al Quirinale sia un sogno. Con la situazione
politica che ci ritroviamo, non riesco ad immaginare quale miracolo debba
succedere per ottenere un simile risultato. Pero', sognare non e' ancora un
reato, e quindi aderisco ben volentieri alla campagna...

50. AMEDEO TOSI: PER LIDIA
[Ringraziamo Amedeo Tosi, aniamtore di "Grillonews" (per contatti:
newsletter at grillonews.it) per questo intervento]

Il 26 aprile di 17 anni fa iniziavo i venti mesi di servizio civile.
Precettato d'ufficio dal Ministero della Difesa - dicastero allora
presieduto dal sempreverde Valerio Zanone - in un paesello della bassa
veronese, nel luglio dello stesso anno vi fu una sentenza della Corte
Costituzionale che decretava la parificazione della durata del servizio
civile con quella del servizio militare, eliminando gli otto mesi in piu'
previsti dalla legge per gli obiettori di coscienza. E ricordo che in quella
occasione l'allora Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, storse il
naso.
Tutta questa premessa per dire una ovvieta', forse: purtroppo la classe
politica non si e' molto rinnovata in questi anni.
L'elezione di Lidia Menapace alla carica di Presidente della Repubblica
sarebbe, invece, uno straordinario segno di rinnovamento e di speranza,
frutto di una storia coerente con i valori democratici e della pace. Valori
che l'Italia di oggi ha molto bisogno di riscoprire.

51. GENNARO VARRIALE: PER LIDIA
[Ringraziamo Gennaro Varriale (per contatti: gennarovarriale71 at tiscali.it)
per questo intervento]

Aderisco all'appello perche' Lidia Menapace venga eletta alla presidenza
della repubblica.

52. FABIO VISENTIN: PER LIDIA
[Ringraziamo Fabio Visentin (per contatti: fabio.visentin at tin.it) per questo
intervento]

Anch'io sono entusiasta dell'idea di eleggere Lidia Menapace Presidente
della Repubblica.

53. LA SOLITA POSTILLA

Non abbiamo pensato a un appello strutturato e a una campagna centralizzata:
ogni persona ed ogni associazione che vorra' esprimere il proprio impegno a
sostegno della candidatura di Lidia Menapace alla Presidenza della
Repubblica sapra' pensare le forme piu' congeniali al proprio modo d'essere,
di pensare, di agire: a tutte le persone e le associazioni disponibili
chiediamo naturalmente di diffondere l'informazione sulla proposta in modo
adeguato e coerente al fine.
A mero titolo d'esempio riproduciamo qui il testo che abbiamo gia'
pubblicato sul supplemento domenicale del nostro foglio (e piu' volte
riproposto): "Ci piacerebbe un Presidente della Repubblica che avesse fatto
la Resistenza. Un Presidente della Repubblica che avesse fatto la scelta
della nonviolenza. Un Presidente della Repubblica femminista. Una Presidente
della Repubblica. Lidia Menapace".
Saremo grati a tutte le persone che ci invieranno (all'indirizzo di posta
elettronica nbawac at tin.it) interventi e notizie al fine di poterli
pubblicare anche sul nostro notiziario.

==============================
KAIROS. L'ORA DI CAMBIARE:
LA RESISTENZA, LA NONVIOLENZA, IL FEMMINISMO AL QUIRINALE
==============================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino" a sostegno della candidatura
di Lidia Menapace alla Presidenza della Repubblica
*
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100
Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it
*
Numero 3 del 28 aprile 2006

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

Per non riceverlo piu':
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "s
ubscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing
list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica
alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004
possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web:
http://lists.peacelink.it/nonviolenza/maillist.html

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la
redazione e': nbawac at tin.it