[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Voci e volti della nonviolenza. 169



==============================
VOCI E VOLTI DELLA NONVIOLENZA
==============================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Numero 169 del 18 aprile 2008

In questo numero:
1. Mao Valpiana: Un sabato e una domenica, a Bologna e Rimini
2. Il 19 aprile a Bologna
3. Il 20 aprile a Rimini
4. Et coetera

1. MAO VALPIANA: UN SABATO E UNA DOMENICA, A BOLOGNA E RIMINI
[Ringraziamo Mao Valpiana (per contatti: mao at nonviolenti.org) per questo
intervento]

Un sabato e una domenica.
Due giorni di incontri per la nonviolenza organizzata.
Due temi decisivi: la politica e l'informazione.
Due belle citta': Bologna e Rimini.
*
Sabato 19, a Bologna.
Per proseguire il lavoro di costruzione di una rete fra associazioni,
gruppi, comitati, movimenti e singole persone, che sappia rafforzare la
nonviolenza politica.
La crisi della democrazia e della politica nel nostro paese e' grave ed
evidente.
Come dice la mozione dell'ultimo Congresso del Movimento Nonviolento, le
amiche e gli amici della nonviolenza sono chiamati alla "costante apertura,
proposta e pratica di collaborazione con i movimenti o realta' diffuse che
alla nonviolenza si ispirano"; questa e' "la condizione necessaria perche'
l'aggiunta della nonviolenza per la politica buona sia credibile e
possibile".
Il percorso avviato a Bologna puo' essere anche un contributo per ridare
fiducia ai tanti disorientati, ai troppi delusi, ai rassegnati, e puo'
aiutare i giovani ad appassionarsi alla nonviolenza, che e' un'idea e una
pratica di vita per salvare noi stessi e il mondo nel quale viviamo.
La guerra e' la fine della civilta' e della politica. La nonviolenza e' la
politica per il potere di tutti.
*
Domenica 20, a Rimini.
Per affrontare il tema dell'informazione che e' sempre stato al centro
dell'attenzione di chi ha dato corpo alla politica della nonviolenza: da
Gandhi (giornalista e direttore di riviste) a Capitini (fondatore di "Azione
nonviolenta" e de "Il potere di tutti"), da Danilo Dolci (Dal trasmettere al
comunicare) ad Alexander Langer (promotore di una miriade di fogli
d'informazione, da "Offenes Wort", fino a "Verdeuropa").
Oggi in Italia esistono mezzi di informazione sommersi da denaro pubblico, o
derivante dalla pubblicita', che vivono anche se non vendono, garantiti
dalla legge dell'editoria; e poi ci sono riviste serie, che svolgono un
reale servizio di cultura e di informazione, che faticano a sopravvivere,
strangolate da difficolta' burocratiche, ma che si sostentano grazie solo ai
lettori che pagano per l'informazione libera che ricevono.
La nonviolenza organizzata e' attenta sia alla crescita culturale, che alla
dimensione politica. La ricerca della verita' oggi non puo' non fare i conti
con l'informazione.

2. IL 19 APRILE A BOLOGNA

Sabato 19 aprile, dalle ore 10 alle 17, a Bologna, nella sala sindacale
della stazione ferroviaria, si terra' l'assemblea "per una rete di donne e
uomini per l'ecologia, il femminismo e la nonviolenza" promossa dai
partecipanti al precedente incontro del 2 marzo realizzato a seguito
dell'appello diffuso lo scorso febbraio da Michele Boato, Maria G. Di Rienzo
e Mao Valpiana.
*
Per informazioni e contatti coi promotori dell'iniziativa: Michele Boato:
micheleboato at tin.it, Maria G. Di Rienzo: sheela59 at libero.it, Mao Valpiana:
mao at nonviolenti.org

3. IL 20 APRILE A RIMINI

A Rimini domenica 20 aprile si terra' il seminario del Movimento Nonviolento
su "Informazione e nonviolenza".
Nell'ambito del Convivio dei Popoli la rivista "Azione nonviolenta" ha
organizzato un importante seminario sul tema cruciale "Informazione e
nonviolenza" per affrontare i seguenti aspetti: Come influire sui mass media
per un'informazione diversa e corretta sui temi pace/guerra? Quale rapporto
tra riviste cartacee e informazione web (blog, mailing lists, giornali web,
ecc.)? Quale futuro per le riviste "storiche" come la nostra? La legge
sull'editoria finanzia gli organi di informazione dei partiti, ma non tutela
la stampa di movimento: come modificare una legge cosi' ingiusta?
Partecipano i giornalisti: Beppe Lopez, autore del libro La casta dei
giornali; Roberto Natale, presidente dell Federazione nazionale della stampa
italiana; Giuseppe Muraro, giornalista Rai. Introduce e modera: Mao
Valpiana, direttore di "Azione nonviolenta".
Il seminario si tiene a Rimini, domenica 20 aprile, dalle ore 10,30 alle
17,30 presso la "Sala degli Archi" che si trova sotto il porticato del
Palazzo Comunale in piazza Cavour.
*
Per ulteriori informazioni: "Azione nonviolenta", via Spagna 9, 37123
Verona, tel. 0458009803, fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito:
www.nonviolenti.org

4. ET COETERA

Mao (Massimo) Valpiana e' una delle figure piu' belle e autorevoli della
nonviolenza in Italia; e' nato nel 1955 a Verona dove vive ed opera come
assistente sociale e giornalista; fin da giovanissimo si e' impegnato nel
Movimento Nonviolento (si e' diplomato con una tesi su "La nonviolenza come
metodo innovativo di intervento nel sociale"), e' membro del comitato di
coordinamento nazionale del Movimento Nonviolento, responsabile della Casa
della nonviolenza di Verona e direttore della rivista mensile "Azione
Nonviolenta", fondata nel 1964 da Aldo Capitini. Obiettore di coscienza al
servizio e alle spese militari ha partecipato tra l'altro nel 1972 alla
campagna per il riconoscimento dell'obiezione di coscienza e alla fondazione
della Lega obiettori di coscienza (Loc), di cui e' stato segretario
nazionale; durante la prima guerra del Golfo ha partecipato ad un'azione
diretta nonviolenta per fermare un treno carico di armi (processato per
"blocco ferroviario", e' stato assolto); e' inoltre membro del consiglio
direttivo della Fondazione Alexander Langer, ha fatto parte del Consiglio
della War Resisters International e del Beoc (Ufficio Europeo dell'Obiezione
di Coscienza); e' stato anche tra i promotori del "Verona Forum" (comitato
di sostegno alle forze ed iniziative di pace nei Balcani) e della marcia per
la pace da Trieste a Belgrado nel 1991; nel giugno 2005 ha promosso il
digiuno di solidarieta' con Clementina Cantoni, la volontaria italiana
rapita in Afghanistan e poi liberata. Con Michele Boato e Maria G. Di Rienzo
ha promosso l'appello "Crisi politica. Cosa possiamo fare come donne e
uomini ecologisti e amici della nonviolenza?" da cui e' scaturita
l'assemblea di Bologna del 2 marzo 2008 e quindi il manifesto "Una rete di
donne e uomini per l'ecologia, il femminismo e la nonviolenza". Un suo
profilo autobiografico, scritto con grande gentilezza e generosita' su
nostra richiesta, e' nel n. 435 del 4 dicembre 2002 de "La nonviolenza e' in
cammino"; una sua ampia intervista e' nelle "Minime" n. 255 del 27 ottobre
2007.

==============================
VOCI E VOLTI DELLA NONVIOLENZA
==============================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100
Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it
Numero 169 del 18 aprile 2008

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

Per non riceverlo piu':
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su
"subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing
list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica
alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004
possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web:
http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la
redazione e': nbawac at tin.it