[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 23



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 23 del 28 novembre 2009
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
1. Peppe Sini: Le dimissioni del sindaco e dell'intera giunta e nuove elezioni sono l'unica cosa ragionevole da fare al Comune di Viterbo
2. Il colpo di stato. La nonviolenza
3. Il 29 novembre a Viterbo
4. "Giorni nonviolenti" 2010
5. Alcune segnalazioni librarie
6. La "Carta" del Movimento Nonviolento
7. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. PEPPE SINI: LE DIMISSIONI DEL SINDACO E DELL'INTERA GIUNTA E NUOVE ELEZIONI SONO L'UNICA COSA RAGIONEVOLE DA FARE AL COMUNE DI VITERBO
 
L'amministrazione comunale di Viterbo e' sommersa dagli scandali su cui finalmente sono in corso piu' inchieste della magistratura; l'unica cosa ragionevole da fare al Comune di Viterbo e' che il sindaco e la giunta si dimettano e si vada a nuove elezioni.
Ed e' finalmente chiaro a tutti anche che la realizzazione del mega-aeroporto a Viterbo e', ed e' sempre stata, un'operazione scellerata, insensata e criminale.
Con la forza della  verita' e della democrazia, con il vigore della civilta' giuridica e il rigore delle leggi, si faccia finalmente chiarezza e pulizia al Comune e nelle altre istituzioni in cui lobbies speculative, corruttive e criminali hanno posto in essere condotte illecite.
 
2. RIFLESSIONE. IL COLPO DI STATO. LA NONVIOLENZA
 
Cos'altro e' se non un colpo di stato un regime che pretende per il suo capo l'impunita' assoluta?
Cos'altro e' se non un colpo di stato il regime dell'apartheid imposto con le misure naziste della legge 94/2009?
Cos'altro e' se non un colpo di stato la persistente flagrante violazione della Costituzione e del diritto internazionale perpetrata con la partecipazione alla guerra terrorista e stragista, razzista e mafiosa in Afghanistan?
*
E quando al colpo di stato berlusconiano, totalitario, mafioso e razzista, tutte le rappresentanze politiche fondate su profonde ambiguita' e compromissioni hanno ceduto lasciandosi colonizzare dalla sua violenza e dalle sue menzogne, cos'altro resta se non quell'unica risorsa che sempre resta all'umanita' quando tutto sembra corrotto e tutto sembra perduto?
La risorsa della nonviolenza, l'insurrezione nonviolenta delle intelligenze e delle coscienze, l'affermazione nonviolenta della moralita' e del diritto, la rivendicazione nitida e intransigente della dignita' di ogni essere umano, la difesa nonviolenta della casa comune dell'umanita' intera.
Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.
La nonviolenza e' in cammino.
 
3. INCONTRI. IL 29 NOVEMBRE A VITERBO
 
Si svolgera' domenica 29 novembre 2009, con inizio alle ore 16, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, il terzo incontro di studio di un percorso di formazione/informazione nonviolenta.
Partecipa Peppe Sini, responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
L'iniziativa e' aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate.
Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo.
Per ulteriori informazioni: tel. 3315063980, e-mail: csavallefaul at autistici.org
 
4. STRUMENTI. "GIORNI NONVIOLENTI" 2010
 
E' disponibile l'agenda "Giorni nonviolenti" 2010, uno strumento di lavoro utile a tutte le persone amiche della nonviolenza.
Una copia: 11 euro, sconti progressivi per ordinazioni di piu' copie.
Per richieste: Edizioni Qualevita, tel. 0864460006 o 3495843946, e-mail: info at qualevita.it, sito: www.qualevita.it
 
5. ALCUNE SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
a) Letture
- Viola Spolin, Esercizi e improvvisazioni per il teatro, Dino Audino Editore, Roma 2005, 2009, pp. 240, euro 20.
- Viola Spolin, Giochi di teatro per le scuole. Manuale teorico-pratico ad uso di insegnanti e trainer, Dino Audino Editore, Roma 2005, pp. 176, euro 18.
*
b) Riletture
- Dario Fo, Mistero buffo. Manuale minimo dell'attore, Einaudi, Torino 1987-2003, Rcs, Milano 2007 (edizione in unico volume, in supplemento al "Corriere della sera), pp. 704.
- Tristan Remy, Arrivano i clowns, Il Formichiere, Milano 1974, Emme Edizioni, Milano 1981, pp. 296.
- Gianni Rodari, Grammatica della fantasia, Einaudi, Torino 1973, 1981, pp. VIII + 216.
 
6. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
7. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 23 del 28 novembre 2009