[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 24



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 24 del 29 novembre 2009
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
1. Associazione "Respirare": Dopo gli avvisi di garanzia e le dimissioni di un assessore comunale una luce inquietante sul "pasticciaccio brutto" del mega-aeroporto a Viterbo
2. Il primo dicembre a Sovicille (Siena)
3. La "Carta" del Movimento Nonviolento
4. Per saperne di piu'
 
1. RIFLESSIONE. ASSOCIAZIONE "RESPIRARE": DOPO GLI AVVISI DI GARANZIA E LE DIMISSIONI DI UN ASSESSORE COMUNALE UNA LUCE INQUIETANTE SUL "PASTICCIACCIO BRUTTO" DEL MEGA-AEROPORTO A VITERBO
 
La notizia che un assessore (che ieri si e' dimesso) e tre dirigenti del Comune di Viterbo sono indagati per corruzione in relazione alla modifica del piano regolatore per realizzare a Viterbo un mega-aeroporto nocivo e distruttivo, conferma una volta di piu' la gravita' di quell'opera insensata ed illegale, speculativa e corruttiva, e come intorno ad essa operino interessi e condotte criminali.
Alla luce di questo episodio anche certi roboanti proclami e certe sordide complicita' della e con la vasta lobby del mega-aeroporto emergono nella loro squallida nudita' di fiancheggiamento di intrecci affaristici, manovre speculative, imbroglio e saccheggio, subdole mistificazioni e crimine sfacciato.
Tutte cose che il movimento che si oppone al mega-aeroporto aveva denunciato gia' anni fa, tutte cose che erano evidenti fin dall'inizio di questa scellerata vicenda di aggressione al territorio, alla legalita', ai diritti dei cittadini.
Come fin dall'inizio e' sempre stato evidente che la realizzazione del mega-aeroporto e' del tutto fuorilegge ed avrebbe effetti catastrofici per Viterbo, per la salute e la sicurezza dei cittadini, per l'economia locale (termalismo, agricoltura, turismo sociale ne sarebbero massacrati), per i preziosissimi beni ambientali e culturali che l'opera devasterebbe irreversibilmente.
E fin dall'inizio e' sempre stato evidente anche che il mega-aeroporto sarebbe stato uno sperpero colossale di soldi pubblici a vantaggio di una ristretta camarilla di speculatori senza scrupoli e a danno del pubblico erario, a danno del bene comune, in flagrante violazione delle norme vigenti e dell'etica pubblica.
L'occasione e' propizia perche' tutti i pubblici amministratori delle istituzioni locali aprano finalmente gli occhi e prendano atto della verita', e tutti quelli fin qui mistificati e prostituiti ma non del tutto disonesti dismettano una infame complicita' con la corruzione e col crimine, e si decidano ad impegnarsi contro la realizzazione del mega-aeroporto nocivo e distruttivo, folle e criminale; e si impegnino a favore della mobilita' sostenibile e adeguata centrata sulla ferrovia, per la difesa e la valorizzazione dei beni ambientali e culturali e delle autentiche vocazioni produttive del territorio - in primis l'agricoltura di qualita', il termalismo, il turismo sociale -, per la difesa intransigente dell'area termale del Bulicame di immenso valore storico e naturalistico che il mega-aeroporto devasterebbe per sempre; e si impegnino altresi' - last, but not last - per un uso corretto delle risorse pubbliche a vantaggio della popolazione e per il rispetto rigoroso delle leggi e delle normative vigenti.
L'Alto Lazio subisce gia' troppe pesanti servitu' e troppe aggressioni criminali. Si impedisca un crimine e un disastro in piu'.
L'associazione "Respirare"
Viterbo, 28 novembre 2009
L'associazione "Respirare" e' stata promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente. Per informazioni e contatti: www.coipiediperterra.org e anche http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
2. INCONTRI. IL PRIMO DICEMBRE A SOVICILLE (SIENA)
 
Si svolgera' martedi' primo dicembre 2009 a Sovicille (Siena), con inizio alle ore 21 presso la Sala Rosa del Municipio, un incontro promosso dal comitato che si oppone all'ampliamento dell'aeroporto di Ampugnano.
Partecipa all'incontro Wiz Baines, una attivista del movimento "Plane stupid" che in Gran Bretagna si oppone all'incremento del trasporto aereo e alla realizzazione di nuove strutture aeroportuali.
Per ulteriori informazioni: ampugnano at gmail.com
 
3. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
4. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 24 del 29 novembre 2009
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it