[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 28



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 28 del 3 dicembre 2009
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
1. Le parole e le cose
2. "Azione nonviolenta" di dicembre 2009
3. Una lettera aperta alla Ministra dell'Ambiente
4. La "Carta" del Movimento Nonviolento
5. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. LE PAROLE E LE COSE
 
Dicono di essere pacifisti, ma non si oppongono alla guerra terrorista e stragista cui l'Italia sta illegalmente, criminalmente partecipando in Afghanistan.
Dicono di essere antirazzisti, ma non insorgono contro il colpo di stato nazista sancito dalla legge 94/2009.
Dicono di essere democratici, e consentono al governo di distruggere giorno dopo giorno legalita' e democrazia.
*
Se non e' questa l'ora della piu' nitida ed intransigente lotta nonviolenta contro la guerra e contro il razzismo, quando e' l'ora?
Se non e' questa l'ora della piu' nitida ed intransigente lotta nonviolenta contro il regime della corruzione e dell'anomia, quando e' l'ora?
Se non e' questa l'ora della piu' nitida ed intransigente lotta nonviolenta per il disarmo e per i diritti umani di tutti gli esseri umani, quando e' l'ora?
Se non e' questa l'ora della piu' nitida ed intransigente lotta nonviolenta contro i poteri mafiosi ed i loro complici, quando e' l'ora?
*
Solo la nonviolenza invera la legalita'.
Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.
 
2. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA" DI DICEMBRE 2009
[Riceviamo e volentieri diffondiamo]
 
E' uscito il numero di dicembre 2009 di "Azione nonviolenta", rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
In questo numero: La violenza della barbarie, la forza della nonviolenza, di Mao Valpiana; In memoria di Alda Merini, una nave che parte, finalmente felice, di Marco Campedelli; 27 gennaio, giorno della Memoria. La memoria di parole e silenzi, di Roberto Dall’Olio; Diritto all’acqua potabile: “La proposta di Sezano”, a cura di Antico Monastero di Sezano; Il consumo di suolo: un furto alle generazioni future, di Alessandro Mortarino; Ho fiducia nella voglia di cambiamento del Sud del mondo, con la nonviolenza, intervista a Hildegard Mayr a cura di Sergio Albesano; 9 novembre e 11 settembre, fine e inizio della Storia, di Gabriele Colleoni; Una riflessione di Simone Weil sulla barbarie del nostro tempo, di Fulvio Cesare Manara; Riflessioni sulla barbarie, di Simone Weil; L’avvocato Gandhi, difensore della legittimita' etica delle leggi, di Enzo Varricchio; La lezione che ci viene dal Tribunale di Durban, di Sandro Canestrini.
Le rubriche: Educazione. Lettera a un bambino rom vittima della paura, a cura di Pasquale Pugliese; Musica. Musica, parole, idee e denaro della brava Alessia d’Andrea, a cura di Paolo Predieri; Economia. Una banca africana in Italia, per finanziare microprogetti, a cura di Paolo Macina; Per esempio. Con la giustizia riparatrice il perdono mi ha donato la liberta', a cura di Maria G. Di Rienzo; Cinema. L’indifferenza e' il peggiore dei mali. Meglio vivere da partigiani, a cura di Enrico Pompeo; Movimento. Una scuola a rovescio dove i ragazzi insegnano, a cura della redazione; Il Calice. L’attesa della festa..., di Christoph Baker.
In copertina: Siamo nel tempo della barbarie.
In seconda: L'indice.
In terza di copertina: Materiale disponibile.
In ultima: L’ultima di Biani, Alda Merini.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org , sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 30 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona. E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
3. DOCUMENTAZIONE. UNA LETTERA APERTA ALLA MINISTRA DELL'AMBIENTE
 
Alla Ministra dell'Ambiente
Oggetto: Richiesta di intervento affinche' cessi la minaccia di devastazione della preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame a Viterbo
Gentile Ministra dell'Ambiente,
le scriviamo ancora una volta per reiterare la richiesta di un suo intervento affinche' cessi la minaccia di devastazione della preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame a Viterbo.
Come ricordera', quell'area e' minacciata dalla volonta' di una lobby speculativa che gode di varie e vaste complicita', intesa a realizzarvi un nocivo e distruttivo, insensato ed illegale mega-aeroporto.
Innumerevoli ed illustri personalita' del mondo scientifico, culturale ed istituzionale hanno espresso la propria argomentata opposizione a un tale scellerato scempio, ed in un appello sottoscritto da docenti di molte universita' italiane e' stato definitivamente messo in evidenza che "la realizzazione del mega-aeroporto avrebbe come immediate conseguenze: a) lo scempio dell'area del Bulicame e dei beni ambientali e culturali che vi si trovano; b) la devastazione dell'agricoltura della zona circostante; c) l'impedimento alla valorizzazione terapeutica e sociale delle risorse termali; d) un pesantissimo inquinamento chimico, acustico ed elettromagnetico che sara' di grave nocumento per la salute e la qualita' della vita della popolazione locale (l'area e' peraltro nei pressi di popolosi quartieri della citta'); e) il collasso della rete infrastrutturale dell'Alto Lazio, territorio gia' gravato da pesanti servitu'; f) uno sperpero colossale di soldi pubblici; g) una flagrante violazione di leggi italiane ed europee e dei vincoli di salvaguardia presenti nel territorio".
Come e' stato segnalato anche in varie interrogazioni parlamentari, e' definitivamente dimostrato che quel mega-aeroporto e' del tutto fuorilegge.
E negli ultimi giorni amministratori e dirigenti del Comune di Viterbo sono stati raggiunti da avvisi di garanzia per l'ipotesi di reato di corruzione con riferimento alla modifica del Piano regolatore relativamente ad aree collegate all'operazione del mega-aeroporto.
Una imponente documentazione che conferma sia l'inammissibilita' del mega-aeroporto a Viterbo, sia la necessita' di una drastica e immediata riduzione del trasporto aereo (che contribuisce in ingente misura al surriscaldamento globale del clima), e' disponibile nel sito www.coipiediperterra.org
La invitiamo pertanto ancora una volta sia a voler intervenire per scongiurare il disastro ambientale costituito dal mega-aeroporto a Viterbo, sia ad impegnarsi anche per la necessaria ed urgente riduzione complessiva del trasporto aereo.
Distinti saluti,
Antonella Litta, portavoce del Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti
Peppe Sini, responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo
Viterbo, 2 dicembre 2009
 
4. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
5. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 28 del 3 dicembre 2009
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it