[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 78



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 78 del 22 gennaio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. Peppe Sini: Amarcord
2. Qui e adesso
3. Il 24 gennaio a Viterbo
4. Imbroglioni ed imbrogliati
5. "Azione nonviolenta"
6. Segnalazioni librarie
7. Indice dei numeri 305-328 (dicembre 2001) de "La nonviolenza e' in cammino"
8. La "Carta" del Movimento Nonviolento
9. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. PEPPE SINI: AMARCORD
 
Non parlo volentieri degli anni Settanta e Ottanta e Novanta del secolo scorso. Ne ho un brutto ricordo. Sono stato in quei decenni a Viterbo il principale dirigente politico della nuova sinistra e il punto di riferimento dei movimenti che si sono battuti contro il regime della corruzione e contro la penetrazione mafiosa nell'Alto Lazio. E di quegli eventi sono ormai pressoche' l'unica vigile memoria storica. Non pochi che erano con noi sono ormai defunti, e tanti si sono arresi. Non parlo volentieri di quegli anni.
Ma trovo ripugnanti i reiterati tentativi di far di tutte le erbe un fascio, di confondere il bene col male, di rappresentare quei tempi come un'unica grande follia. Non e' andata cosi'.
Non e' affatto vero che tutta la nuova sinistra fu violenta nelle prassi o nelle idee: a Viterbo ad esempio in quei decenni fummo egemoni noi che ci battemmo per la scelta della nonviolenza.
Non e' affatto vero che tutta la politica era ladra: era certo cosi' per i partiti di governo, e massime per Dc e Psi, ma c'eravamo anche noi che ci battevamo contro quei governi e quei partiti, contro il regime della corruzione.
Non e' affatto vero che le ruberie dei governanti restassero senza effetti sulla vita quotidiana delle persone: non vi fosse stato il regime delle tangenti e delle clientele, non avrebbe trionfato l'economia criminale predatoria e devastatrice, avremmo invece avuto opere pubbliche e servizi pubblici adeguati ai bisogni della popolazione, vivremmo tutti una vita di gran lunga migliore. Molti sono morti, come diretta conseguenza di quel saccheggio, di quel malaffare. Io so con certezza assoluta che quei governanti con l'agire loro sono direttamente responsabili di tante sofferenze, di tante morti. Non lo dimentico mai. Mai.
Non erano statisti gli Andreotti e i Craxi, ma corruttori e complici dei poteri criminali. Cosi' i vassalli loro. Io sono di quelli che a viso aperto li hanno combattuti quand'erano all'apice del loro potere, e ancor ne meno vanto.
Tanti apparsi poi sul proscenio della politica politicante e della societa' dello spettacolo erano di quei messeri i manutengoli, o erano dei pavidi rassegnati, o erano distratti dai loro meschini calcoli e casi privati e individuali carriere.
Il colpo berlusconiano e' svolgimento di quel regime.
Capisco che i giovani (e quanti non piu' giovani erano allora latitanti dai civili e morali doveri - o peggio che latitanti) di tutto cio' non hanno o non vogliono avere contezza o memoria. Non pretendo di raddrizzar le cianche ai cani. Solo questo dico, e ne testimonio con la mia vita intera, integra: che chi oggi celebra i peggiori malfattori di allora, per questo stesso fatto da se stesso si denuncia come malfattore. Che un'altra lotta politica era possibile allora ed e' possibile oggi. E' quella che persone come me non hanno cessato di condurre.
Una e la stessa e' la lotta contro il regime della corruzione, contro i poteri mafiosi, contro il colpo di stato razzista, contro la guerra assassina, contro il dominio maschilista e patriarcale, contro il modo di produzione che sfrutta ed aliena e distrugge mondo e civilta' e vite umane spezza. Una e la stessa e' la lotta di Diderot e di Leopardi, e della prima Internazionale, e dei martiri della Resistenza. Quella lotta e' ancora la nostra.
Questo penso, questo dico.
Ed anche oggi ci siamo fatti qualche amico.
 
2. RIFLESSIONE. QUI E ADESSO
 
Gli atti efferati in cui si concretizza il colpo di stato razzista: la schiavitu', i pestaggi, le aggressioni a mano armata, le devastazioni, gli sgomberi, gli arresti di innocenti, le sevizie ad innocenti, le reclusioni in campi di concentramento, le deportazioni nelle grinfie degli aguzzini.
E tu opponiti al colpo di stato razzista. Tu opponiti al nazismo in atto.
Occorre una insurrezione nonviolenta del popolo italiano tutto in difesa della legalita' costituzionale, della democrazia, della civilta', dei diritti umani di tutti gli esseri umani.
Occorre una insurrezione nonviolenta del popolo italiano tutto per l'abolizione delle misure razziste, schiaviste e squadriste contenute nella legge 94/2009 e nelle altre analoghe disposizioni politiche ed amministrative che hanno imposto in Italia uno scellerato regime di apartheid.
Occorre una insurrezione nonviolenta contro il colpo di stato razzista.
 
3. INCONTRI. IL 24 GENNAIO A VITERBO
 
Domenica 24 gennaio 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgera' il nono incontro di studio del percorso di formazione/informazione nonviolenta iniziato da alcune settimane.
Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo.
L'iniziativa e' ovviamente aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate.
 
4. RIFLESSIONE. IMBROGLIONI ED IMBROGLIATI
 
Certi pubblici amministratori sono proprio senza vergogna.
Sanno benissimo che la realizzazione di un mega-aeroporto a Viterbo nell'area termale del Bulicame e' impossibile e fuorilegge. Ma continuano a sostenere che si debbano sperperare cumuli di soldi pubblici per un'opera illegale e impossibile, nociva e distruttiva.
Come vogliamo chiamarli simili personaggi? Imbroglioni o imbrogliati?
*
Certi dirigenti di organizzazioni di massa sono proprio senza criterio.
Sanno benissimo che la realizzazione di un mega-aeroporto a Viterbo nell'area termale del Bulicame e' impossibile e fuorilegge. Ma continuano a sostenere che si debbano sperperare cumuli di soldi pubblici per un'opera illegale e impossibile, nociva e distruttiva.
Come vogliamo chiamarli simili personaggi? Imbroglioni o imbrogliati?
*
Agli uni e agli altri ricordiamo per l'ennesima volta che la realizzazione del mega-aeroporto a Viterbo, come e' ormai universalmente noto, avrebbe come immediate conseguenze:
a) l'irreversibile scempio della preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame - gia' ricordata da Dante nella Divina Commedia - e dei beni ambientali e culturali che vi si trovano;
b) la devastazione dell'agricoltura della zona circostante;
c) l'impedimento alla valorizzazione terapeutica e sociale delle risorse termali;
d) un pesantissimo inquinamento chimico, acustico ed elettromagnetico di grave nocumento per la salute e la qualita' della vita della popolazione locale (l'area e' peraltro nei pressi di popolosi quartieri della citta');
e) il collasso della rete infrastrutturale dell'Alto Lazio, territorio gia' gravato da pesanti servitu';
f) uno sperpero colossale di soldi pubblici;
g) una flagrante violazione di leggi italiane ed europee e dei vincoli di salvaguardia presenti nel territorio.
*
Quando la smetteranno di farneticare gli insipienti e gli irresponsabili?
Quando sara' a tutti evidente che gli imbrogliati che imbrogliano sono anch'essi imbroglioni?
 
5. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 29 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
6. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Riletture
- Emilia Ferreiro, Ana Teberosky, La costruzione della lingua scritta nel bambino, Giunti, Firenze 1985, 1989, pp. XXII + 350.
 
7. MATERIALI. INDICE DEI NUMERI 305-328 (DICEMBRE 2001) DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO"

* Numero 305 del primo dicembre 2001: 1. Peppe Sini, il Ministro degli Affari Esteri ha detto; 2. Daniela Padoan, un incontro con le madri di Plaza de Mayo; 3. Giulietto Chiesa, una crisi interna alla globalizzazione; 4. Una lettera di Gerard Lutte dal Guatemala; 5. Oggi a Oristano per il commercio equo e solidale; 6. Mario Di Marco, la banca etica a Viterbo; 7. Mao Valpiana, per George Harrison; 8. Alcune iniziative di pace di oggi e domani; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 306 del 2 dicembre 2001: 1. Pasquale Pugliese, e se; 2. Peppe Sini: fermare la guerra, e tutto il resto viene dopo; 3. Silvana Silvestri, "Kabul Kabul" di Sedika Mojadidi; 4. Francesco Comina, gioire per la carneficina; 5. Verso una legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; 6. Alcune iniziative di pace di oggi; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* Numero 307 del 3 dicembre 2001: 1. Peppe Sini, l'unico modo per fermare le stragi; 2. Alessandro Marescotti, l'Annuario della pace; 3. Benito D'Ippolito, cerco di non pensarci; 4. Giovanna Romualdi, la testimonianza e la riflessione di Cherifa Bouatta; 5. "Palermo chiama": un appello contro la mafia; 6. Il periscopio di Fulminone: arrestate Giorgio il giovine; 7. "Il paese delle donne" di questa settimana; 8. Indice dei numeri  275-304 (novembre 2001) de "La nonviolenza e' in cammino"; 9. Alcune iniziative di pace di oggi; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 308 del 4 dicembre 2001: 1. Enrico Peyretti, il peso del sangue; 2. Luisa Morgantini, un incontro della societa' civile afghana; 3. Giulio Vittorangeli, il terrorismo dei disperati; 4. Amelia Alberti, la guerra infinita; 5. Giovanni Benzoni, Venezia per la ricerca sulla pace; 6. Giordano Segneri (a cura di), sintesi degli interventi del seminario su "Il ruolo delle organizzazioni non governative (ong) nella prevenzione e gestione delle crisi internazionali" (parte prima); 7. Marco Siino, alcuni riferimenti dopo il convegno palermitano su Danilo Dolci; 8. Numerosi parlamentari a favore della proposta di legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; 9. Letture: I quaderni speciali di "Limes", Le spade dell'islam; 10. Letture: Giacomo Scotti, Storie di profughi e massacri; 11. Letture: Isabelle Stengers, Scienze e poteri; 12. Riletture: Norberto Bobbio, Profilo ideologico del '900; 13. Riletture: Italo Mancini, Novecento teologico; 14. Riletture: Gianni Rodari, Grammatica della fantasia; 15. Alcune iniziative di pace di oggi e domani; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* Numero 309 del 5 dicembre 2001: 1. Peppe Sini, la pietra torni carne; 2. Nadia Cervoni, oggi a Roma con Jihan Anastas e Debbie Lermann; 3. La cultura della pace si presenta; 4. Simone de Beauvoir, a mani vuote e da solo; 5. Ruth Benedict, delle piu' errate e ingannevoli; 6. Margaret Mead, il bambino mundugumor; 7. Letture: Zygmunt Bauman, Voglia di comunita'; 8. Letture: Giovanni Mantellassi, Panama, un canale diventato paese; 9. Letture: Fawzi Mellah, Clandestino nel Mediterraneo; 10. Alcune iniziative di pace di oggi; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* Numero 310 del 6 dicembre 2001: 1. Giovanni Scotto, le alternative alla guerra esistono; 2. Giuliana Sgrena, vita minata in Afghanistan; 3. Farshid Nourai: solidali con tutte le vittime, contro tutti i terrorismi; 4. Conferenza mondiale delle religioni per la pace: invito al digiuno e alla preghiera venerdi 14 dicembre; 5. Peppe Sini, tre banali osservazioni; 6. Giordano Segneri (a cura di): sintesi degli interventi del seminario su "Il ruolo delle organizzazioni non governative (ong) nella prevenzione e gestione delle crisi internazionali" (parte seconda); 7. Oggi in Senato la presentazione pubblica della proposta di legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; 8. Alcune iniziative di pace di oggi e domani; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 311 del 7 dicembre 2001: 1. Peppe Sini, un passo avanti; 2. Giobbe Santabarbara, e due indietro; 3. Alessandro Zanotelli, Pietro Ingrao ed altri: dalla guerra non nasce giustizia; 4. Luigi Ciotti: solidarieta' all'Associazione Nazionale Magistrati e mobilitazione delle coscienze; 5. Nadia Cervoni, un incontro con Jihan Anastas e Debbie Lermann; 6. Alessandro Marescotti e Loredana Fiore: ci ha lasciato Angelica Sansone; 7. Resoconto della conferenza stampa di presentazione della proposta di legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; 8. Assemblea nazionale del MIR a Roma il 7-9 dicembre; 9. Un appello dell'associazione "Aiutiamoli a vivere" per la solidarieta' con i bambini iracheni; 10. Alcune iniziative di pace da oggi a domenica; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* Numero 312 dell'8 dicembre 2001: 1. Peppe Sini, una richiesta di aiuto e consiglio ai miei amici israeliani; 2. Ali Rashid, il terrorismo va combattuto in tutte le sue forme; 3. Fulvio Vassallo Paleologo, emergenza profughi al Centro Santa Chiara a Palermo; 4. Oggi e domani a Venezia l'editoria di pace; 5. Giordano Segneri (a cura di): sintesi degli interventi del seminario su "Il ruolo delle organizzazioni non governative (ong) nella prevenzione e gestione delle crisi internazionali" (parte terza); 6. Un epitaffio apocrifo attribuito a Misone; 7. I quesiti di Sarchiapone: il golpe della P2, oggi; 8. Bianca Guidetti Serra, l'affermazione e la dimostrazione; 9. Mary Wollstonecraft: per esempio; 10. Adriana Zarri, al di fuori; 11. Letture: Giulietto Chiesa, Vauro, Afghanistan anno zero; 12. Letture: John K. Cooley, Una guerra empia; 13. Letture: Ahmed Rashid, Talebani; 14. Riletture: Guenther Anders, L'uomo e' antiquato (I e II volume); 15. Enrique Dussel, L'occultamento dell'"altro"; 16. Umberto Santino, Giovanni La Fiura, L'impresa mafiosa; 17. Alcune iniziative di pace di oggi e di domani; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* Numero 313 del 14 dicembre 2001: 1. Farid Adly, per Safya; 2. Peppe Sini, L'esercizio del silenzio e la botola della complicita'; 3. Alessandro Marescotti, un digiuno per la pace; 4. Hildegard Goss-Mayr, perche' si digiuna; 5. Amelia Alberti, tra petrolio e oppio; 6. Bruno Giaccone, una preghiera; 7. Giulio Vittorangeli, gente di legno; 8. Antonio Rivolta, alcuni improvvisati ottonari; 9. Giancarla Codrignani, una legge per la formazione alla nonviolenza delle forze dell'ordine; 10. Antonio Mazzei, polizia nonviolenta; 11. Giobbe Santabarbara: una legge per la legalita', per la sicurezza pubblica, per la difesa dei diritti di tutti; 12. Elena Gianini Belotti, nessuno mai; 13. Anna Kuliscioff, il carattere; 14. Sheila Rowbotham, le conclusioni; 15. Letture: Noam Chomsky, 11 settembre; 16. Letture: Luigi Pintor, Politicamente scorretto; 17. Letture: Antonietta Potente, Un tessuto di mille colori; 18. Riletture: AA. VV., La vita come noi l'abbiamo conosciuta; 19. Riletture: Shulamith Firestone, La dialettica dei sessi; 20. Riletture: Bianca Guidetti Serra, Storie di giustizia, ingiustizia e galera; 21. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 22. Per saperne di piu'.
* Numero 314 del 15 dicembre 2001: 1. Il Parlamento europeo solidale con Aung San Suu Kyi e Leyla Zana; 2. Umberto Santino, modello mafioso e globalizzazione (parte prima); 3. Ynestra King, per la vita; 4. Peppe Sini, la scelta di Gobetti; 5. Datteri iracheni per rompere l'embargo che uccide 4.500 bambini al mese; 6. Le chincaglierie del dottor Bucefalo; 7. Letture: AA. VV., Don Primo Mazzolari; 8. Letture: Eduardo Galeano, A testa in giu'; 9. Letture: Paolo Rumiz, Maschere per un massacro; 10. Riletture: Ernesto Balducci, Giorgio La Pira; 11. Riletture: Krzysztof Kieslowski, Krzysztof Piesiewicz, Decalogo; 12. Riletture: Adriana Zarri, Il figlio perduto; 13. Da tradurre: Bartolome' de Las Casas, Obra indigenista; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 315 del 16 dicembre 2001: 1. Marianella Sclavi, dal 27 dicembre al 3 gennaio a Gerusalemme a fare interposizione nonviolenta; 2. Umberto Santino, modello mafioso e globalizzazione (parte seconda); 3. Anna Picciolini, la terza assemblea della Convenzione permanente di donne contro la guerra; 4. Il documento finale della terza assemblea della Convenzione permanente di donne contro la guerra; 5. Marina Forti, la scuola delle bambine a Kandahar; 6. Amelia Alberti, quell'immagine mostruosa; 7. Yukari Saito, una lettera a Babbo Natale; 8. Norma Bertullacelli, cosa succede nella scuola elementare; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 316 del 17 dicembre 2001: 1. Giobbe Santabarbara, il genocidio in corso; 2. Umberto Santino, modello mafioso e globalizzazione (parte terza e conclusiva); 3. Convenzione permanente di donne contro la guerra, campagna per un'Europa di pace; 4. Severino Vardacampi, alcune note per un incontro sull'immigrazione e il razzismo in Italia; 5. Laura Boella, l'amicizia; 6. Agnes Heller, perche' non dobbiamo tentare? 7. Dorothee Soelle, nessuno; 8. Domenico Manaresi, nell'anniversario della scomparsa di Giuseppe Dossetti; 9. Luigi Bettazzi, ricordo di Giuseppe Dossetti; 10. La Fondazione internazionale Lelio Basso per il diritto e la liberazione dei popoli; 11. Peppe Sini, piccoli sillogismi senza importanza; 12. Salvare la vita di Safya; 13. Liberta' per Leyla Zana; 14. Riletture: Enza Biagini, Introduzione a Beccaria; 15. Riletture: Juliet Mitchell, Psicoanalisi e femminismo; 16. Riletture: Giovanna Pezzuoli, Prigioniera in Utopia; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 317 del 18 dicembre 2001: 1. Luisa Morgantini, si parte il 27 dicembre; 2. Giuseppe Fava, i quattro cavalieri dell'apocalisse mafiosa; 3. Convenzione permanente di donne contro le guerre: una proposta per l'otto per mille; 4. Letture: Martin Luther King, "I have a dream"; 5. Letture: Antonietta Potente, Gli amici e le amiche di Dio; 6. Riletture: Luigi Ferrajoli, Diritto e ragione; 7. Riletture: Italo Mancini, Filosofia della prassi; 8. Da tradurre: Didier Eribon, Michel Foucault; 9. Da tradurre: Roger Grenier, Albert Camus, soleil et ombre; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 318 del 20 dicembre 2001: 1. Hannah Arendt, non sono nati per morire; 2. Hannah Arendt, il miracolo; 3. Hannah Arendt, la nascita; 4. Giulio Vittorangeli, il nostro Natale; 5. Enrique Dussel: modernita', globalizzazione ed esclusione (parte prima); 6. Dall'universita' per la difesa dello stato di diritto; 7. Severino Vardacampi, una sottovalutazione; 8. Giobbe Santabarbara, alcuni equivoci; 9. Letture: Ernesto Ferrero (a cura di), Primo Levi: un'antologia della critica; 10. Letture: Sara Ongaro, Le donne e la globalizzazione; 11. Letture: Tzvetan Todorov, Memoria del male, tentazione del bene; 12. Riletture: AA. VV., La cultura del 900; 13. Riletture: Ernst Fraenkel, Il doppio Stato; 14. Riletture: Claudio Pavone, Una guerra civile; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 319 del 21 dicembre 2001: 1. La morte di un poeta; 2. Enrique Dussel: modernita', globalizzazione ed esclusione (parte seconda); 3. Aldo Capitini, la porta da aprire; 4. MIR di Padova: un piano d'azione per il decennio della nonviolenza e un modello di delibera da proporre ai consigli comunali; 5. John Pilger, prede di guerra; 6. Anna Achmatova, anche questo diverra' per la gente; 7. Peppe Sini, alla fermata dell'autobus; 8. Siti: "Femmis"; 9. Letture: Stefano Allievi, La tentazione della guerra; 10. Letture: Michele Gambino, Massimo Loche, Ali Rashid, Alberto Ventura, Orgogli e pregiudizi; 11. Letture: Gore Vidal, La fine della liberta'; 12. Riletture: Theodor Ebert, La difesa popolare nonviolenta; 13. Riletture: Neera Fallaci, Vita del prete Lorenzo Milani; 14. Riletture: Primo Mazzolari, Tu non uccidere; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 320 del 23 dicembre 2001: 1. Giobbe Santabarbara, sulla dialettica; 2. Susan Sontag, sul linguaggio totalitario; 3. Davide Melodia, un epigramma; 4. Luca Kocci: riviste, case editrici e siti di pace, a Venezia; 5. Enrique Dussel: modernita', globalizzazione ed esclusione (parte terza e conclusiva: schema e note); 6. Letture: Paola Carlucci, Associazioni di donne a Firenze negli anni '80 e '90; 7. Letture: Gary Minda, Teorie postmoderne del diritto; 8. Letture: Ernesto Oliva, Salvo Palazzolo, L'altra mafia; 9. Letture: Vittorio Parola, Filippo Russo, La globalizzazione e la crisi dell'impero americano; 10. Letture: Maria Teresa Siniscalco, Il telegiornale a scuola; 11. Riletture: Ernesto Balducci, Il cerchio che si chiude; 12. Riletture: Federico Caffe', La solitudine del riformista; 13. Riletture: Danilo Dolci, Esperienze e riflessioni; 14. Riletture: Lanza del Vasto, Vinoba o il nuovo pellegrinaggio; 15. Riletture: Leopold Sedar Senghor, Oeuvre poetique; 16. Peppe Sini, giornalismo; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 321 del 24 dicembre 2001: 1. Buone feste; 2. Amelia Alberti, un compendio di crudelta'; 3. Nanni Salio: sulle orme di Lanza del Vasto, esperienze di vita comunitaria nonviolenta; 4. Coordinamento comasco per la pace: apriamo luoghi di pace; 5. Ettore Masina, una lettera agli amici; 6. Alessandro Marescotti: pubblicato l'Annuario della pace, organizziamo iniziative di presentazione; 7. I volontari dell'Aifo: alcuni dei mille motivi per dire no alla guerra; 8. Letture: Cesare Pavese, Le poesie; 9. Letture: Olivier Todd, Albert Camus, una vita; 10. Riletture: Franco Basaglia, Scritti; 11. Riletture: Bertolt Brecht, L'abici' della guerra; 12. Da tradurre: Nicasio Alvarez de Cienfuegos, Poesias; 13. Da tradurre: Marie-Anne Lescourret, Emmanuel Levinas; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 322 del 25 dicembre 2001: 1. Movimento Internazionale della Riconciliazione e Movimento Nonviolento, campagna di obiezione per il disarmo economico e militare; 2. Lidia Menapace, amica fa rima con parola; 3. Norma Bertullacelli, il 26 dicembre a Genova; 4. Alessandro Marescotti, il sito di "Qualevita" e l'agenda "Giorni nonviolenti"; 5. Riccardo Orioles, tre notizie; 6. Enzo Mazzi, Natale di guerra; 7. Umberto Santino: mafia, mafie, crimine transnazionale; 8. Alcune azioni nonviolente per la pace in Palestina ed Israele (parte prima); 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 323 del 26 dicembre 2001: 1. Mara Selvini Palazzoli, un metodo; 2. Tiziano Terzani, il venditore di patate e la gabbia dei vecchi lupi; 3. Alcune azioni nonviolente per la pace in Palestina ed Israele (parte seconda); 4. Umberto Santino, finanza e crimine; 5. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 6. Per saperne di piu'.
* Numero 324 del 27 dicembre 2001: 1. Alcune facili e amare considerazioni; 2. bell hooks, un luogo di lotta; 3. Alcune azioni nonviolente per la pace in Palestina ed Israele (parte terza); 4. Tzvetan Todorov, sulla strada dell'inferno; 5. Umberto Santino, ecomafie; 6. Alcune riviste utili; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* Numero 325 del 28 dicembre 2001: 1. Clara Levi Coen, la vera caratteristica; 2. Aldo Capitini, dire no alla guerra; 3. Ettore Masina, nostra sorella Safiya; 4. Dacia Maraini, storia di Safiya; 5. Alcune azioni nonviolente per la pace in Palestina ed Israele (parte quarta); 6. Umberto Santino, l'industria della morte: droghe, armi, organi umani; 7. Bruno Cartosio, Ferruccio Gambino, la scomparsa di Marty Glaberman; 8. Marcello Cini, quel no di Rasetti; 9. Filippo Gentiloni, David Maria Turoldo a dieci anni dalla scomparsa; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 326 del 29 dicembre 2001: 1. Simone de Beauvoir, contro l'infelicita'; 2. Tre raccomandazioni su formazione alla difesa nonviolenta, obiezione alle spese militari ed istituzione dei Caschi Bianchi accolte dalla Camera dei Deputati nel 1998; 3. Jeremy Brecher, la folle corsa alla guerra globale; 4. Stefano Levi Della Torre ed altri: un appello per la ripresa del negoziato per la pace fra israeliani e palestinesi; 5. Una breve storia delle donne in nero; 6. Umberto Santino, Stati-mafia; 7. Un appello di alcuni insegnanti italiani per un dialogo di pace con le scuole dei vicini paesi arabi e islamici; 8. Letture: Tahar Ben Jelloun, L'Islam spiegato ai nostri figli; 9. Riletture: Carmela Baffioni, Storia della filosofia islamica; 10. Riletture: Giulio Basetti Sani, L'Islam nel piano della salvezza; 11. Riletture: Olivier Carre', L'Islam laico; 12. Riletture: Henry Corbin, Storia della filosofia islamica; 13. Riletture: Augusto Illuminati (a cura di), Averroe' e l'intelletto pubblico; 14. Riletture: Khalida Messaoudi, Una donna in piedi; 15. Riletture: Rashid Mimouni, Dentro l'integralismo; 16. Riletture: Taslima Nasreen, Vergogna; 17. Riletture: Biancamaria Scarcia Amoretti, Tolleranza e guerra santa nell'Islam; 18. Riletture: Giuliana Sgrena (a cura di), La schiavitu' del velo; 19. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 20. Per saperne di piu'.
* Numero 327 del 30 dicembre 2001: 1. Primo Levi, agli amici; 2. Dario Fo, Franca Rame ed altri: diritto al futuro. Il 19 gennaio una giornata di civilta'; 3. Daniela Padoan, Federica Sossi, Luisa Muraro ed altri: solidali con le Madri di Plaza de Mayo; 4. Valda Busani, interposizione nonviolenta in Palestina; 5. Letizia Valli: l'azione nonviolenta della societa' civile internazionale per la pace, i diritti umani e la convivenza in Israele e Palestina; 6. Dino Frisullo: la notte di capodanno davanti a Palazzo Chigi per la pace, la solidarieta', la dignita' umana; 7. Pax Christi, marcia per la pace a Locri; 8. Severino Vardacampi, un quarto di fiele e tenga pure il resto; 9. Riletture: Angelo Brelich, Introduzione alla storia delle religioni; 10. Riletture: Ambrogio Donini, Lineamenti di storia delle religioni; 11. Riletture: Mircea Eliade, La prova del labirinto; 12. Riletture: Vittorio Lanternari, Movimenti religiosi di liberta' e di salvezza dei popoli oppressi; 13. Riletture: AA. VV., Le grandi figure dell'induismo; 14. Riletture: Vittore Pisani, Laxman Prasad Mishra, Le letterature dell'India; 15. Riletture: Albert Schweitzer, I grandi pensatori dell'India; 16. Riletture: Giuseppe Tucci, Storia della filosofia indiana; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 328 del 31 dicembre 2001: 1. Mario Luzi, la notte lava la mente; 2. Norma Bertullacelli, sul conflitto tra India e Pakistan; 3. Giulio Girardi, i fondamenti ideologici della guerra mondiale in corso; 4. Valda Busani, da Gerusalemme per la pace; 5. Gianfranco Bettin, apocalisse e nativita' a Korogocho; 6. Riletture: Jose' Carlos Mariategui, Sette saggi sulla realta' peruviana; 7. Riletture: Paul Ricoeur, La critica e la convinzione; 8. Riletture: Marthe Robert, L'antico e il nuovo; 9. Riletture: Seyyed Hossein Nasr, Ideali e realta' dell'Islam; 10. Riletture: Gianfranco Ravasi, Qohelet; 11. Riletture: Gershom Scholem, Le grandi correnti della mistica ebraica; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
 
8. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
9. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 78 del 22 gennaio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it