[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 82



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 82 del 26 gennaio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. Il 31 gennaio 2010 il comitato contro il mega-aeroporto festeggia gli ottanta anni del professor Osvaldo Ercoli al centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo
2. Maria G. Di Rienzo: Donne migranti invisibili
3. Si e' svolta al centro sociale autogestito "Valle Faul" di Viterbo una lettura di opere di Primo Levi in preparazione della Giornata della memoria
4. A Soriano nel Cimino il 27 e il 29 gennaio
5. "Azione nonviolenta"
6. Segnalazioni librarie
7. Indice dei numeri 402-431 (novembre 2002) de "La nonviolenza e' in cammino"
8. La "Carta" del Movimento Nonviolento
9. Per saperne di piu'
 
1. INCONTRI. IL 31 GENNAIO 2010 IL COMITATO CONTRO IL MEGA-AEROPORTO FESTEGGIA GLI OTTANTA ANNI DEL PROFESSOR OSVALDO ERCOLI AL CENTRO SOCIALE AUTOGESTITO "VALLE FAUL" A VITERBO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Domenica 31 gennaio 2010 il comitato contro il mega-aeroporto festeggia gli ottanta anni del professor Osvaldo Ercoli.
L'incontro in onore del professore si terra' presso il centro sociale autogestito "Valle Faul", in strada Castel d'Asso snc a Viterbo, con inizio alle ore 18.
Nel corso dell'incontro, che avra' anche carattere conviviale, sono previste alcune testimonianze di gratitudine per il festeggiato, per il suo impegno educativo, per il suo magistero morale e civile.
Nei prossimi giorni verra' diffuso il programma dettagliato.
Tutte le persone interessate sono invitate.
*
Il Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti
Viterbo, 25 gennaio 2010
Per informazioni e contatti: e-mail: info at coipiediperterra.org, sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it
*
Breve notizia sul professor Osvaldo Ercoli
Osvaldo Ercoli e' nato a Vallerano (Vt) il 30 gennaio 1930, gia' professore amatissimo da generazioni di allievi, gia' consigliere comunale e provinciale, impegnato nel volontariato, nella difesa dell'ambiente, per la pace e i diritti di tutti, e' per unanime consenso nel viterbese una delle piu' prestigiose autorita' morali. Il suo rigore etico e la sua limpida generosita' a Viterbo sono proverbiali. E' tra gli animatori del comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo. Nel 2007 ha promosso un appello per salvare l'area archeologica, naturalistica e termale del Bulicame dalla devastazione.
 
2. EDITORIALE. MARIA G. DI RIENZO: DONNE MIGRANTI INVISIBILI
[Ringraziamo Maria G. Di Rienzo (per contatti: sheela59 at libero.it) per questo intervento]
 
Il titolo dice tutto, giusto? Pertanto cominciamo dall'invisibile. Si tratta di una categoria che il genere femminile conosce approfonditamente. Fathia Fikri, 43 anni, e' stata invisibile per tutta la sua vita. Innanzitutto era un'immigrata dal Marocco, e si sa che in Italia meno gli immigrati si fanno vedere e meglio e' (Rosarno docet). Poi, colmo dei colmi, Fathia non e' andata al “Grande Fratello”, non e' stata coinvolta in scontri pseudo cultural-etnici con la Santanche' di turno, non e' stata ripresa da telecamere durante una retata antiprostituzione o lo sgombero di una baraccopoli. Cosi', chi poteva accorgersi che Fathia esisteva? Adesso (10 gennaio 2010) ha smesso di esistere e si e' guadagnata un trafiletto sui giornali, ma solo per il giorno del ritrovamento del cadavere, ed e' ritornata nel limbo prescritto alle donne reali entro pochissime ore. Fathia stava male, ma non ha voluto andare dal medico per paura di perdere il lavoro. L'hanno trovata distesa accanto al letto, il viso insanguinato, la figlioletta di cinque anni al suo fianco, a vegliarla. Probabilmente e' svenuta e caduta, ed ha battuto il volto sul pavimento procurandosi la ferita. La bimba pensava che la mamma stesse dormendo.
Fathia Fikri lavorava in una cooperativa, pulizie: uno di quei lavori che, cosi' mi dicono da circa dieci anni, “gli italiani non vogliono piu' fare”. Come la raccolta stagionale di ortaggi e frutta, come il laboratorio (tessili, scarpe, ecc.) con orari e tipi di produzione da paleolitico pre-sindacale, come l'assistenza a malati, anziani, disabili, bimbi, eccetera eccetera. Viziati, 'sti italiani. Fermo restando che io conosco di persona italianissimi individui coinvolti in tutte le attivita' summenzionate, fermo restando che, ahime' e guarda te il caso, il 99% di questi individui sono di sesso femminile, continuo a non aver risposte alle domande di una decade fa: “Ma perche' qualcuno deve accettare di lavorare in condizioni vergognose, per quattro palanche, senza garanzie, senza diritti, senza uno straccio di soddisfazione? Chi l'ha detto che questi lavori devono avere per forza le caratteristiche della schiavitu'? Perche' non mettiamo questo, in discussione?”.
Un'altra invisibile e' la madre di Ashlin. Originaria del Salvador, e' emigrata in Italia per poter dar da mangiare a questa bimba di tre anni, lasciata a vivere con i nonni. “Ci vogliono circa 60 euro al mese per comprare il latte ad Ashlin”, spiega sua madre. Anche costei svolge i lavori che gli italiani eccetera, naturalmente non in regola, naturalmente senza che nessuno veda la sua fatica e il suo tormento, e prende il classico calcio nel didietro ad insindacabile decisione del “datore di lavoro” (chi impiega schiavi oggi si chiama cosi', ai miei tempi si diceva “delinquente” o qualcosa del genere). “Permettimi di essere onesta con te. Per le donne, e specialmente per le giovani, e' difficile avere un lavoro da 'clandestine' senza dover sottostare a qualche forma di ricatto sessuale. E' il motivo per cui ho perso due volte il posto”.
Adesso la madre di Ashlin e' infatti per strada, lavoro senza sesso con il capo per il momento non ce n'e' e non ci sono neanche i 60 euro. Il padre della bambina e' nel frattempo emigrato negli Usa. “Grazie a quello che manda a casa lui, Ashlin e i nonni riescono ancora a mangiare”. Finche' dura perche', come sua moglie, e' un immigrato “illegale”.
Non riesco a capire quando la societa' che mi circonda ha deciso, accettato, che tutto questo e' normale, parte della vita quotidiana, neppure da discutere. Ma so perche' queste donne non si vedono. Devono restare invisibili perche' resti invisibile l'ammontare di violenze che subiscono di routine, nelle strade e nei posti di lavoro, deve restare invisibile la brutale violazione dei loro fondamentali diritti umani sancita ormai a livello di legge. Chi ha emanato le nuove leggi razziali in Italia teme che, se queste donne reali le si vede e le si ascolta, sorgano dubbi nell'elettorato meno imbevuto di balle rai-mediaset e cio' non deve assolutamente accadere. Pertanto ministri e deputati ci forniscono ogni giorno i “due minuti d'odio” orwelliani: Troppa tolleranza! Basta con il buonismo! Padroni a casa nostra! Fermiamo gli sbarchi, spariamo sui barconi!
E le donne che ci fanno vedere nei loro programmi televisivi, griffate o seminude, non parlano mai e ridono sempre. Chissa' di cosa, con i tempi che corrono.
 
3. INCONTRI. SI E' SVOLTA AL CENTRO SOCIALE AUTOGESTITO "VALLE FAUL" DI VITERBO UNA LETTURA DI OPERE DI PRIMO LEVI IN PREPARAZIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA
 
Si e' svolto domenica 24 gennaio 2010 presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, in preparazione della Giornata della memoria della Shoah, un incontro di lettura e commento di opere di Primo Levi.
Nel corso dell'incontro si e' riflettuto sull'importanza della memoria della Shoah per contrastare oggi la violenza razzista ed ogni negazione della dignita' e dei diritti di ogni essere umano.
Una particolare attenzione e' stata dedicata anche alla ricostruzione della riflessione dei piu' importanti pensatori e delle piu' importanti pensatrici del Novecento che hanno scritto opere fondamentali di testimonianza e di interpretazione della Shoah. E' stata altresi' ricostruita la vicenda storica della feroce persecuzione antiebraica e della criminale ideologia antisemita.
La lezione di Primo Levi illumina l'impegno antirazzista ed antinazista, un impegno oggi ancora assolutamente necessario.
Dinanzi alla scellerata persecuzione dei migranti attuata dal governo italiano, la memoria della Shoah e la testimonianza ed il magistero morale e civile di Primo Levi convocano ogni persona di volonta' buona ed ogni istituzione democratica ad un impegno nitido ed intransigente in difesa dell'umanita', contro ogni violenza.
 
4. INCONTRI. A SORIANO NEL CIMINO IL 27 E IL 29 GENNAIO
 
Il circolo dei lettori della biblioteca comunale di Soriano nel Cimino in occasione della Giornata della memoria promuove due iniziative.
Mercoledi' 27 gennaio alle ore 17 un incontro sul tema "'E' avvenuto, quindi puo' accadere di nuovo' (Primo Levi) - La Shoah e noi".
Venerdi' 29 gennaio alle ore 17 riflessioni e letture sul tema "Le voci e i volti della Shoah".
Gli incontri si svolgono presso la biblioteca comunale, in via Roma 12, a Soriano nel Cimino (Vt).
Per ulteriori informazioni: www.bibliotecasorianonelcimino.it
 
5. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 29 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
6. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Riletture
- Primo Levi, Opere, Einaudi, Torino 1997, 2 voll. rispettivamente di pp. CXXVI + 1474 e di pp. XVI + 1606.
 
7. MATERIALI. INDICE DEI NUMERI 402-431 (NOVEMBRE 2002) DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO"

* Numero 402 del primo novembre 2002: 1. Pasquale Pugliese, i movimenti e la guerra; 2. Cornelia Dell'Eva intervista Rosemary Lynch; 3. Judith Malina ricorda Dorothy Day; 4. Norberto Bobbio commemora Erasmo da Rotterdam; 5. Strumenti: Amnesty International, Rapporto annuale 2002; 6. Strumenti: Nessuno tocchi Caino, La pena di morte nel mondo. Rapporto 2002; 7. Strumenti: Norberto Bobbio, Nicola Matteucci, Gianfranco Pasquino (a cura di), Dizionario di politica; 8. Strumenti: Luciano Gallino, Dizionario di sociologia; 9. Strumenti. Franco Volpi (a cura di), Dizionario delle opere filosofiche; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 403 del 2 novembre 2002: 1. Lidia Menapace, azione nonviolenta e movimento delle donne; 2. Francesco Comina, la nonviolenza dall'annuncio alla progettazione; 3. Norma Bertullacelli, "l'Italia ripudia la guerra"; 4. Patrizia Pasini, Anton De Roeper, a Firenze per la giustizia, la pace, l'integrita' del creato; 5. Enzo Mazzi, programma del seminario su "la nonviolenza come rivoluzione?"; 6. Olivia Guaraldo, la memoria del presente; 7. I premi di laurea "Aldo Capitini"; 8. Indice dei numeri 371-401 (ottobre 2002) de "La nonviolenza e' in cammino"; 9. Riletture: Laura Forti (a cura di), L'altra pazzia; 10. Riletture: Paola Malanga, Tutto il cinema di Truffaut; 11. Riletture: Massimo Mila, Breve storia della musica; 12. Riletture: Anita Seppilli, Poesia e magia; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 404 del 3 novembre 2002: 1. Benito D'Ippolito, la Firenze di Giorgio La Pira; 2. Seminario delle donne contro le guerre il 7 novembre a Firenze; 3. Lidia Menapace, ristrettissimo riassunto sulla storia del movimento delle donne; 4. Peppe Sini, ai promotori del presidio antifascista del 2 novembre a Roma; 5. Jane Campion, le differenze; 6. Luisa Muraro, la cui cancellazione; 7. Benedetto Vecchi recensisce "Il mondo sotto brevetto" di Vandana Shiva; 8. Melania Mazzucco presenta Margaret Atwood; 9. Brunetto Salvarani, verso la giornata del dialogo cristianoislamico del 29 novembre; 10. Un appello di Psichiatria Democratica contro la proposta di legge Burani-Procaccini; 11. Un appello urgente per il Congo; 12. Tracce di un'altra Firenze; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 405 del 4 novembre 2002: 1. Benito D'Ippolito: ballata in memoria di Dorothy Day, approssimandosi il CV anniversario della nascita e il XXII anniversario della scomparsa; 2. Ogni vittima ha il volto di Abele: oggi a Viterbo ed ovunque; 3. Mao Valpiana: amiamo Firenze, perche'... 4. Monica Lanfranco, relazione al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 5. Daniele Lugli, relazione al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 6. Nanni Salio, sintesi della relazione al seminario della Rete Liliput sulla nonviolenza; 7. Frei Betto, una lettera alla madre di Lula; 8. Lidia Menapace, un'Europa per la pace; 9. Giulio Vittorangeli, "emergenza umanitaria"; 10. La rete Lilliput dona un monumento alla citta' di Firenze; 11. Pace per la pace: incontro ecumenico a Firenze; 12. Simone de Beauvoir, un depliant turistico; 13. Luce Irigaray, la salute delle donne; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 406 del 5 novembre 2002: 1. Ernesto Balducci ricorda Giorgio La Pira; 2. Una commemorazione a Viterbo il 4 novembre contro tutte le guerre; 3. Alberto Castagnola, relazione al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 4. Pasquale Pugliese, relazione al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 5. Seyla Benhabib, La posta in gioco; 6. Dibattiti promossi e segnalati dalla Marcia mondiale delle donne a Firenze; 7. Dario Fo e Franca Rame, appello al Presidente della Repubblica affinche' non firmi la legge Cirami; 8. Lalla Romano, come prigionieri stanchi; 9. Giulio Vittorangeli, sosteniamo la "campagna bananeras"; 10. Aggiornato il sito del "COS in rete"; 11. Letture: Tahar Ben Jelloun: Jenin, un campo palestinese; 12. Riletture: AA. VV., Kinomata. La donna nel cinema; 13. Riletture: Norberto Bobbio, Teoria generale del diritto; 14. Riletture: Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, Le bugie di Isotta. Immagini della mente medievale; 15. Riletture: Paul Ricoeur, Persona, comunita' e istituzioni; 16. Riletture: Maria Zambrano, Verso un sapere dell'anima; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 407 del 6 novembre 2002: 1. Tre religiose pacifiste arrestate in Colorado (Usa); 2. Alberto L'Abate, relazione al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 3. Luciano Dottarelli, abitare un mondo comune. Kant e la critica dell'esaltazione fanatica; 4. Enrico Peyretti ricorda Benedetto Calati ; 5. E' scomparsa Marisa Musu; 6. Wanda Tommasi, la conclusione delle Tre ghinee di Virginia Woolf; 7. Vivian Lamarque, la luna di qualcuno; 8. In uscita il n. 41 di "Giano"; 9. Letture: AA. VV., Islam e occidente; 10. Letture: Giorgio Galli, La guerra globale; 11. Riletture: Annamaria Novello, Tiziana Negri, Donna in Nicaragua; 12. Riletture: Clotilde Pontecorvo (a cura di), La condivisione della conoscenza; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 408 del 7 novembre 2002: 1. Una proposta di legge d'iniziativa popolare: Norme di attuazione del ripudio della guerra sancito dall'articolo 11 della Costituzione; 2. Presentazione di "Quaderni Satyagraha"; 3. Agnes Heller, sui bisogni alienati; 4. Ettore Masina ricorda Oscar Romero; 5. Patrizia Violi, forse pero'; 6. Margot Waddell, qualsiasi stereotipo; 7. Meo Elia presenta "L'angelo della pace" di Massimo Toschi; 8. Tommaso Di Francesco presenta "I padroni del mondo" di John Pilger; 9. Riletture: AA. VV., Ruah; 10. Riletture: Mary Hunt, Rosino Gibellini (a cura di), La sfida del femminismo alla teologia; 11. Riletture: Ida Magli, Sulla dignita' della donna; 12. Riletture: Rosemary Ruether, Per una teologia della liberazione della donna, del corpo, della natura; 13. "Marea": alcuni siti del movimento delle donne; 14. "Femmis": comprate e vendute; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 409 dell'8 novembre 2002: 1. Benito D'Ippolito: ancora per Dorothy Day nel CV anniversario della nascita, un falso sonetto caudato; 2. Giuseppe Barone: la figura, l'azione e il messaggio di Danilo Dolci; 3. Antonietta Potente: non povero, ma impoverito; 4. Mario Vadacchino: il nuovo riarmo. Requiem per due trattati; 5. Hedi Vaccaro, obiettori; 6. Lanfranco Mencaroni, don Abbondio a Firenze; 7. Wendy Rose, epitaffio; 8. Giovanni Sarubbi, una lettera a tutti i musulmani d'Italia; 9. Maria Rosaria Sciglitano presenta Imre Kertesz; 10. Riletture: AA. VV., Differenza che passione; 11. Riletture: AA. VV., Le periferie della memoria; 12. Riletture: The Boston women's health book collective, Noi e il nostro corpo. Scritto dalle donne per le donne; 13. Riletture: Daniela Danna, Matrimonio omosessuale; 14. Riletture: Laura Di Nola (a cura di), Poesia femminista italiana; 15. Riletture: Pat Patfoort, Costruire la nonviolenza; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* Numero 410 del 9 novembre 2002: 1. Benito D'Ippolito, nell'anniversario della notte dei cristalli; 2. Peppe Sini, agli amici suoi di Toscana; 3. Alberto L'Abate: l'11 settembre, la guerra, e la giustizia; 4. Lisa Clark, sintesi del gruppo di lavoro su "Gruppi di appoggio ai Corpi civili di pace all'estero" al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 5. Aldo Capitini ricorda Emma Thomas; 6. Linda Bimbi, tradurre il principio in metodo; 7. Maria Luisa Spaziani: Shahrazad; 8. Marcella Bravetti, presentazione dell'agenda "Di marzo in marzo 2003"; 9. Sommario e autori del n. 1 di "Quaderni Satyagraha"; 10. Ristampe: Ernst H. Gombrich, Arte e progresso; 11. Ristampe: David Maria Turoldo, Il dramma e' Dio; 12. Riletture: AA. VV., Rosa Luxemburg e lo sviluppo del pensiero marxista; 13. Riletture: Marguerite Yourcenar, Opere. Romanzi e racconti; 14. Riletture: Marguerite Yourcenar, Opere. Saggi e memorie; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 411 del 10 novembre 2002: 1. Ida Dominijanni: Colleen Kelly a Firenze. Un dialogo; 2. Enrico Peyretti, "disperati, non disperiamo"; 3. Giuliana Martirani, si delinea un nuovo tipi di organizzazioni; 4. Giuseppe Barone ricorda Danilo Dolci; 5. Roberto Tecchio, sintesi del gruppo di lavoro su "i Gruppi di azione nonviolenta come prima rete di difesa popolare nonviolenta delle istituzioni democratiche" al seminario della rete Lilliput sulla nonviolenza; 6. Marina Forti, l'orizzonte di Kyoto sbiadisce; 7. Augusto Cavadi, la protesta in difesa della festa; 8. Solignia Perez, prima di andare a scuola; 9. Sommario e autori del n. 2 di "Quaderni Satyagraha"; 10. Riletture: Aime' Cesaire, Les armes miraculeuses; 11. Riletture: Elsa Joubert, Il lungo viaggio di Poppie Nongena; 12. Riletture: Clarice Lispector, La passione secondo G. H. 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 412 dell'11 novembre 2002: 1. Gli stupori di Rubizzo Barbacane: televisione; 2. Benito D'Ippolito, tra il settembre e il novembre del '38; 3. Daniela Padoan presenta "Una figlia di Iside" di Nawal El Saadawi; 4. Ida Dominijanni intervista Elena Paciotti; 5. Augusto Cavadi, il primato dell'amore; 6. Una bibliografia delle opere di Maria Zambrano; 7. Riletture: Hannah Arendt, Tra passato e futuro; 8. Riletture: Simone de Beauvoir, Le deuxieme sexe; 9. Riletture: Umberto Galimberti, Psiche e techne; 10. Riletture: Hans Kueng, Dio esiste? 11. Riletture: Emmanuel Levinas, Totalita' e infinito; 12. Riletture: Sebastiano Timpanaro, Sul materialismo; 13. Riletture: Sofia Vanni Rovighi, Introduzione a Anselmo d'Aosta; 14. Riletture: Simone Weil, Quaderni, I-IV; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 413 del 12 novembre 2002: 1. Lidia Menapace: note per il futuro, visto che ci sara'; 2. Davide Melodia, speranza da Firenze; 3. Jacqueline Russ, una comunita' senza confini; 4. Giuseppe Barone: nonviolenza, utopia e progetto in Danilo Dolci; 5. Isabella Camera d'Afflitto, le rose purpuree del Cairo; 6. Emanuel Anselmi, un omaggio a Lelio Basso; 7. Una bibliografia delle opere di Vladimir Jankelevitch; 8. Riletture: Augusto Illuminati (a cura di), Averroe' e l'intelletto pubblico; 9. Riletture: Ada Marchesini Gobetti, Educare per emancipare; 10. Riletture: Olive Schreiner, 1899; 11. Riletture: Mariana Yonusg Blanco, Io nasco donna, e basta; 12. L'abbecedario ingenuo di Tricotillo Smaniconi: maschilismo; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 414 del 13 novembre 2002: 1. Lidia Menapace, a Firenze il movimento delle donne... 2. Patrizia Pasini, il silenzio che disarma e che sorprende; 3. Enrico Euli, Marco Forlani: introduzione a "Guida all'azione diretta nonviolenta"; 4. Giulio Vittorangeli: Salvador, tracce di memoria; 5. Luisa Morgantini intervista Mehmet Abbasoglu; 6. Marina Forti, l'Asia a Firenze; 7. Giuliana Sgrena, israeliani e palestinesi per la pace e la giustizia a Firenze; 8. Guido Ambrosino ricorda Rudolf Augstein; 9. Una bibliografia delle opere di Gilles Deleuze; 10. Riletture: Sheila Rowbotham, Donne, resistenza e rivoluzione; 11. Riletture: Sheila Rowbotham, Esclusa dalla storia; 12. Riletture: "Nuova dwf - donnawomanfemme" n. 14/1980; 13. L'abbecedario ingenuo di Tricotillo Smaniconi: disobbedienti; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 415 del 14 novembre 2002: 1. Angelo Cavagna, al quindicesimo giorno di digiuno per una finanziaria di pace... 2. Benito D'Ippolito, sette commenti a Vinoba nel XX anniversario della scomparsa; 3. Gruppo migranti del Lecce social forum: una riflessione ed alcune proposte; 4. Nella Ginatempo, il nuovo movimento dei movimenti per la pace; 5. Anna Fazi, non c'e' bisogno di un nemico per esistere; 6. Laura Colombo e Sara Gandini: presentazione della Libreria delle donne di Milano; 7. In uscita "Il diritto non cade in prescrizione" di Daniela Binello; 8. Riletture: Marie-Magdeleine Davy, Simone Weil; 9. Riletture: Julia Kristeva, Sole nero; 10. L'abbedecario ingenuo di Tricotillo Smaniconi: vincolo; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* Numero 416 del 15 novembre 2002: 1. Yigal Bronner, caro generale; 2. Vito La Fata: Danilo Dolci educatore e costruttore di societa' civile; 3. Comunicato della delegazione delle Donne in nero in Kurdistan come osservatrici per le elezioni politiche turche del 3 novembre 2002; 4. Giuliana Sgrena, rivolta studentesca a Kabul; 5. Enrico Euli, sintesi del gruppo di lavoro su "Gruppi di azione nonviolenta: quali percorsi di formazione" al seminario della Rete Lilliput sulla nonviolenza; 6. Una bibliografia sulla teologia femminista; 7. Riletture: Etty Hillesum, Diario 1941-1943; 8. Riletture: Etty Hillesum, Lettere 1942-1943; 9. Riletture: AA. VV., La resistenza esistenziale di Etty Hillesum; 10. Riletture: Pascal Dreyer, Etty Hillesum; 11. Riletture: Sylvie Germain, Etty Hillesum; 12. Riletture: Maria Pia Mazziotti, Gerrit Van Oord (a cura di), Etty Hillesum. Diario 1941-1943. Un mondo "altro" e' possibile; 13. Riletture: Nadia Neri, Un'estrema compassione; 14. Le rampogne di Brontolo: contro la tintura dei capelli; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 417 del 16 novembre 2002: 1. Sergio Paronetto, la nonviolenza tenera passione e motore della storia; 2. Lidia Menapace, uno spettacolo deprimente; 3. Benito D'Ippolito, un sonetto improvvisato durante la commemorazione di Vinoba a Viterbo il 15 novembre 2002; 4. Peppe Sini, sugli arresti di alcuni giovani e sull'amore per la verita'; 5. Enrico Peyretti: la critica non e' violenza, la violenza non e' critica; 6. Carlo Gubitosa, Alessandro Marescotti: la posizione di Peacelink sui recenti arresti; 7. Aggiornato il sito de "Il paese delle donne"; 8. Programma provvisorio del secondo Salone dell'editoria di pace, Venezia 6-8 dicembre 2002; 9. Riletture: Renate Zahar, Il pensiero di Frantz Fanon e la teoria dei rapporti tra colonialismo e alienazione; 10. Riletture: Simone de Beauvoir, Esiste la donna? (a cura di Renate Zahar); 11. Riletture: Renate Siebert, Le donne, la mafia; 12. Riletture: Renate Siebert, La mafia, la morte e il ricordo; 13. Riletture: Renate Siebert, Mafia e quotidianita'; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 418 del 17 novembre 2002: 1. Lidia Menapace, "candidi come colombe"; 2. Patrizia Pasini, il silenzio; 3. Un profilo di Ettore Masina; 4. Le amare esperienze scolastiche di Giobbe Santabarbara: Odradek; 5. Emanuel Anselmi, un incontro con Haidi Giuliani a Orvieto; 6. Gabriella Lazzerini, un incontro con Svetlana Aleksievic; 7. Donne in nero: Muyesser Gunes e il movimento delle "Madri per la pace"; 8. La scomparsa di Alberto Tenenti; 9. In libreria "Oltre il conflitto. Dalla mediazione alla relazione costruttiva" di Maria Martello; 10. Riletture: Simonetta Lux, Arte e industria; 11. Riletture: Lara-Vinca Masini, Art nouveau; 12. Riletture: Umberto Santino, La borghesia mafiosa; 13. Riletture: Renate Siebert (a cura di), Relazioni pericolose; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 419 del 18 novembre 2002: 1. Peppe Sini, opporsi alla guerra; 2. Lidia Menapace, sulla nonviolenza come apertura e inclusione; 3. Benito D'Ippolito, una preghiera a padre Angelo Cavagna, giunto al ventesimo giorno di digiuno... 4. Un invito alla lettura di alcuni libri di Renate Siebert; 5. Tusio De Iuliis, una missione di pace in Iraq; 6. Vito La Fata, la religione di Danilo Dolci; 7. Gianni Moriani, le ragioni infinite contro le armi; 8. Olympe de Gouges: uomo, sei capace di essere giusto? 9. Anna Kuliscioff, tutte le idee generose; 10. Flora Tristan, se volete salvarvi; 11. Mary Wollstonecraft, l'esercizio; 12. Virginia Woolf, che spieghi e riveli; 13. Riletture: AA. VV. (a cura di Franco Basaglia e Paolo Tranchina), Autobiografia di un movimento; 14. Riletture: Franco Basaglia, Scritti; 15. Riletture: Romano Canosa, Storia del manicomio in Italia dall'Unita' a oggi; 16. Riletture: Domenico De Salvia, Paolo Crepet (a cura di), Psichiatria senza manicomio; 17. Riletture: Giuliana Morandini, ... E allora mi hanno rinchiusa; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* Numero 420 del 19 novembre 2002: 1. Per Francesco De Martino; 2. Un articolo dalla cronaca di Viterbo del "Messaggero"; 3. Un articolo dalla cronaca di Viterbo del "Tempo"; 4. Gerard Lutte, un dovere morale; 5. Paolo Flores d'Arcais, non puo' essere tempo da sepolcri imbiancati; 6. Peppe Sini, tre glosse ai precedenti articoli di Gerardo e di Flores d'Arcais; 7. Luce Fabbri, una lezione; 8. Bianca Guidetti Serra, l'ultimo incontro con Emanuele Artom; 9. Marianne Moore, al progresso militare; 10. Pat Patfoort, per rendere la nonviolenza realizzabile ed efficace; 11. Antonino Caponnetto, una preghiera laica ma fervente; 12. Riletture: Sara Ongaro, Le donne e la globalizzazione; 13. Riletture: Jacques Semelin, Senz'armi di fronte a Hitler; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 421 del 20 novembre 2002: 1. Pax Christi, la strada maestra della nonviolenza; 2. Le domande senza risposta di Brontolo: sovversivi ed anime belle; 3. Benedetta Frare, solidali con gli esseri umani e con la natura; 4. Chiara Schiavinotto, il 22 e il 23 novembre e' in Italia Celina Cossa; 5. Enrico Peyretti, sul fronte della coscienza; 6. Lidia Menapace, una pratica di nonviolenza attiva; 7. Enrico Euli, nonviolenza e autorita'; 8. Peppe Sini, elogio del salvare questo mondo ancor prima di progettarne un altro; 9. Giulio Vittorangeli: Kurdistan, con la forza della nonviolenza; 10. Documentazione: l'esito di un processo; 11. Tre paragrafi per Benedetto Croce, nel cinquantesimo anniversario della scomparsa; 12. Riletture: Biancamaria Frabotta (a cura di), Femminismo e lotta di classe in Italia (1970-1973); 13. Riletture: Giovanna Pezzuoli, Prigioniera in Utopia; 14. Riletture: Rosalba Spagnoletti (a cura di), I movimenti femministi in Italia; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 422 del 21 novembre 2002: 1. Peppe Sini: piantiamola di fare gli scemi; 2. Movimento Nonviolento: sovversivi e nonviolenti; 3. "Nigrizia" ed altre prestigiose riviste: lettera aperta ai nostri lettori; 4. Lidia Menapace: disobbedienza civile e prospettive future; 5. Giuliana Sgrena, fame in Palestina; 6. Marina Rossanda ricorda Marisa Musu; 7. Valentino Parlato ricorda Marcella Ferrara; 8. Adriano Voltolin ricorda Enzo Morpurgo; 9. Benito D'Ippolito: nell'anniversario della morte di Leone Tolstoj; 10. Don Albino Bizzotto subentra a padre Angelo Cavagna nel digiuno per una finanziaria di pace e la difesa popolare nonviolenta; 11. Enrico Peyretti, una nuova Rambouillet? 12. Giancarla Codrignani, un modo di dire; 13. Angela Dogliotti Marasso, un "partigiano nonviolento"; 14. Grazia Honegger Fresco, la tragedia; 15. Riletture: Dina Bertoni Jovine, Storia della didattica; 16. Riletture: Margherita Isnardi Parente, Introduzione allo stoicismo ellenistico; 17. Riletture: Anna Morisi, La guerra nel pensiero cristiano dalle origini alle crociate; 18. Riletture: Pierre Vidal-Naquet, Gli ebrei, la memoria e il presente; 19. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 20. Per saperne di piu'.
* Numero 423 del 22 novembre 2002: 1. Giobbe Santabarbara, il sangue per le strade; 2. Ali Rashid, se fossi israeliano voterei Mitzna; 3. Enrico Peyretti, ventuno novembre; 4. Giancarla Codrignani, patriarcato e fascismo; 5. Peppe Sini, sulla sentenza di Perugia; 6. Giuseppe Di Lello, sulla sentenza di Perugia; 7. Lidia Menapace, sulla sentenza di  Perugia; 8. Luciano Benini, sulla sentenza di Perugia; 9. Luciano Violante, dodici tesi sulle mafie italiane; 10. Giuliana Sgrena: torturati i testimoni delle stragi di Mazar-i-Sharif? 11. Tavola della pace, forte preoccupazione; 12. Edoarda Masi, senza; 13. Gloria Gazzeri, nell'ipocrisia; 14. La scomparsa di Alberto Caracciolo; 15. Riletture: Rachel Carson, Primavera silenziosa; 16. Riletture: Mary Kaldor, Le nuove guerre; 17. Riletture: Carla Ravaioli, Il pianeta degli economisti; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* Numero 424 del 23 novembre 2002: 1. Maria Grazia Campari, sul concetto di solidarieta'; 2. Flavio Lotti: incontriamoci ad Assisi il 7 dicembre; 3. Un appello di alcuni senatori e deputati: Andreotti non e' sopra la legge; 4. Sergio Paronetto, amarezza e preghiera; 5. Daniela Manini, il primo esempio di disobbedienza civile; 6. Laura Lanzillo presenta l'ultimo libro di Rosi Braidotti; 7. Lev Tolstoj, se questa presunta scienza; 8. Daria Menicanti, lieto fine; 9. Cosimo Scordato ricorda Danilo Dolci; 10. Una minima bibliografia sul carcere; 11. Riletture: Elisa Giunchi, Radicalismo islamico e condizione femminile in Pakistan; 12. Riletture: Osservazioni sull'agricoltura geneticamente modificata e sulla degradazione delle specie; 13. Riletture: Isabelle Stengers, Scienze e poteri; 14. Le massime da tre soldi di Draghignazzo Stomaconi: televisioni; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 425 del 24 novembre 2002: 1. Benito D'Ippolito: rileggendo Pippo Fava; 2. Tavola della pace: il 10 dicembre mille luci contro la guerra; 3. I documenti di presentazione di alcuni seminari femministi e pacifisti svoltisi a Firenze; 4. Isidoro D. Mortellaro, l'agenda militare di Praga; 5. Maria De Falco Marotta intervista Vandana Shiva; 6. Brunetto Salvarani, a pochi giorni dal 29 novembre; 7. Agnes Heller, il nostro presente; 8. I malumori atri di Mascarillo Scorticoni: una sconfitta; 9. Riletture: Murray Bookchin, L'ecologia della liberta'; 10. Riletture: Maria Grazia Giannichedda, Franca Ongaro Basaglia (a cura di), Psichiatria, tossicodipendenze, perizia; 11. Riletture: Gruppo di Lisbona, I limiti della competitivita'; 12. Riletture: Giuliana Martirani, La geografia come educazione allo sviluppo e alla pace; 13. Riletture: Edda Scozza, Il coraggio di essere indiano; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 426 del 25 novembre 2002: 1. Peppe Sini, una testimonianza per Sebastian Matta; 2. Mariuccia Ciotta, la furia sulla donna svelata; 3. Da una lettera di Misone all'amico suo Macario; 4. Norma Bertullacelli, la Nato a Genova? 5. Biancamaria Scarcia Amoretti, spezzare il cerchio dell'apatia; 6. Francuccio Gesualdi, per un'economia di giustizia; 7. Daniela Binello, la tenacia degli onesti; 8. Fausto Cerulli, piove a Bassora; 9. Salma al-Khadra al-Giayyusi, cio' che resta; 10. Else Lasker-Schueler, un pianoforte azzurro; 11. Teresa d'Avila, si fa sempre conoscere; 12. Gli amarognoli amarcord di Tafano Scardanelli: "slavista"; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 427 del 26 novembre 2002: 1. Peppe Sini, cos'e' questa cosa che chiamiamo nonviolenza; 2. "Non un minuto di piu'"; 3. Alberto L'Abate e Francesco Lo Cascio, un laboratorio sul metodo nonviolento di Danilo Dolci; 4. Alessandro Zanotelli, il commercio equo e solidale e' una perla preziosa; 5. Giuliana Sgrena: Algeria, la verita' dei generali; 6. Augusto Cavadi, il piacere secondo la Bibbia; 7. Clotilde Barbarulli recensisce "Un dopoguerra ancora" di Lidia Campagnano; 8. Flora Flores recensisce "Alla scuola dei taleban" di Giuliana Sgrena; 9. Benito D'Ippolito, lungo il cammino; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 428 del 27 novembre 2002: 1. La scomparsa di John Rawls; 2. Enrico Peyretti, ancora su questa cosa che chiamiamo nonviolenza; 3. Vita Cosentino, presentazione di "Liberta' senza emancipazione"; 4. Sedici giorni contro la violenza sulle donne; 5. Daniele Barbieri, la giornata del non acquisto; 6. Bilanci di giustizia: per un'economia piu' leggera; 7. Un convegno a Torino su globalizzazioni e nonviolenza; 8. Lea Melandri, due barbarie; 9. Ida Dominijanni, sotto il velo del nudo; 10. Il 29 novembre giornata del dialogo cristiano-islamico; 11. "Il web delle donne": una guida ai siti femminili in internet; 12. Riletture: American Friends Service Committee, Non fare la guerra; 13. Riletture: Gioconda Belli, Dalla costola di Eva; 14. Riletture: Johan Galtung, Buddhismo. Una via per la pace; 15. Riletture: Tamar Pitch, Sociologia alternativa e nuova sinistra negli Stati Uniti d'America; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* Numero 429 del 28 novembre 2002: 1. Antonio Vigilante, alcune riflessioni su questa cosa che chiamiamo nonviolenza; 2. Mariagrazia Bonollo, settimo giorno di digiuno di don Albino Bizzotto per una "finanziaria di pace"; 3. Mao Valpiana, che siano un Natale e un anno di pace per tutti, senza la guerra; 4. Giulio Vittorangeli, voler spegnere un incendio con la benzina; 5. Marina Forti, una marcia contro il Nemagon; 6. Luciano Dottarelli, Karl Popper e il paradigma filosofico "classico"; 7. Luisella Battaglia, una convergenza; 8. Diana Sartori, alcune analisi critiche femministe sulla teoria della giustizia di Rawls; 9. Da un'epistola di Misone all'amico suo Timandro; 10. Tribunale 8 marzo, la parola; 11. Maria Luisa Spaziani, il sogno giusto; 12. Benito D'Ippolito, della nonviolenza in cammino; 13. Riletture: Roberto Dall'Olio, Entro il limite; 14. Riletture: Donatella Della Porta, Movimenti collettivi e sistema politico in Italia. 1960-1995; 15. Riletture: Marcella Ferrara, Le donne di Seveso; 16. Riletture: Gershom Scholem, Le grandi correnti della mistica ebraica; 17. Riletture: Lucia Venturi (a cura di), Mai piu' Cernobyl; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* Numero 430 del 29 novembre 2002: 1. Ida Dominijanni, genealogia e non macerie; 2. Eleonora Missana, la liberta' di Hannah Arendt; 3. Peppe Sini, dell'avvenuto ritorno della barbarie hitleriana; 4. Umberto Santino, una intimidazione mafiosa alla famiglia Impastato; 5. Francuccio Gesualdi, un intervento al forum sociale europeo di Firenze; 6. Adele Faccio, quando la Spagna; 7. Enrico Euli, dizionario portatile di neolingua per il terzo millennio; 8. Daniele Lugli, Pinocchio in fuga; 9. Oggi la giornata del dialogo cristianoislamico; 10. Asti per il dialogo cristianoislamico; 11. Severino Vardacampi, cinque proposizioni per la giornata del dialogo cristianoislamico; 12. Sophia de Mello Breyner Andresen, Esilio; 13. Sommario di "Azione nonviolenta" di dicembre; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 431 del 30 novembre 2002: 1. Deborah Lucchetti, quattro aggiunte; 2. Valentina Duca, una poesia; 3. Convenzione permanente di donne contro le guerre, per una campagna europea contro la guerra; 4. Lidia Menapace, breve nota esplicativa sulla proposta di "neutralita' attiva europea contro la guerra" avanzata nell'appello che precede; 5. Nella Ginatempo, per le campagne in Europa e le iniziative contro la guerra; 6. Paola Melchiori, turbamento e apertura; 7. Una lettera aperta a tutti i parlamentari di riflessione sul digiuno di Albino Bizzotto; 8. Per l'abolizione dei campi di concentramento; 9. Un appello di giuristi democratici; 10. Enrico Peyretti, nella giornata del dialogo cristianoislamico; 11. Pax Christi di Verona, nella giornata del dialogo cristianoislamico; 12. Resoconto dell'incontro fiorentino sui corpi civili di pace; 13. Peppe Sini, dopo gli ultimi attentati; 14. Ebrei d'Europa per la pace: contro l'occupazione, per uno stato palestinese; 15. Riletture: Miguel Asin Palacios, Dante e l'Islam; 16. Riletture: Martin Bernal, Atena nera; 17. Riletture: Mariella Loriga, L'identita' e la differenza; 18. Riletture: Rossana Rossanda, Le altre; 19. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 20. Per saperne di piu'.
 
8.DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
9. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 82 del 26 gennaio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it