[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 97



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 97 del 10 febbraio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. Sezione Anpi "Emilio Sugoni" di Nepi: nel Giorno del ricordo rinnovare l’impegno  antifascista contro ogni forma di razzismo e discriminazione
2. Associazione "Respirare": Difendere il Bulicame. Opporsi al mega-aeroporto
3. Si e' svolto l'undicesimo incontro del percorso di formazione e informazione nonviolenta al centro sociale "Valle Faul" a Viterbo
4. "Azione nonviolenta"
5. Segnalazioni librarie
6. Indice dei numeri 719-745 (novembre 2003) de "La nonviolenza e' in cammino"
7. La "Carta" del Movimento Nonviolento
8. Per saperne di piu'
 

1. RIFLESSIONE. SEZIONE ANPI "EMILIO SUGONI" DI NEPI: NEL GIORNO DEL RICORDO RINNOVARE L'IMPEGNO ANTIFASCISTA CONTRO OGNI FORMA DI RAZZISMO E DISCRIMINAZIONE

[Riceviamo e diffondiamo]

 

Nel 1920 il futuro dittatore Mussolini affermava: "Di fronte ad una razza inferiore e barbara come la slava, non si deve seguire la politica che da' lo zuccherino, ma quella del bastone. I confini dell'Italia devono essere il Brennero, il Nevoso e le Dinariche: io credo che si possano sacrificare 500.000 slavi barbari a 50.000 italiani".

In questa affermazione  cinica e inumana sta la radice velenosa e tragica delle foibe.

Per venti anni il regime fascista impose alle popolazioni dell'Istria e Dalmazia una violenta forma di colonizzazione ed una politica razziale di discriminazione (obbligo dell'uso della lingua italiana, italianizzazione dei cognomi, deportazioni di massa nei campi di concentramento, massacri della popolazione civile). Da  questa condizione di oppressione che semino' odio e rancore ebbe origine il fenomeno delle foibe che, all'indomani dell'armistizio dell' 8 settembre 1943 e nella primavera del 1945, genero' una serie di violenze che portarono all’esodo e alla morte migliaia di italiani.

La celebrazione del Giorno del ricordo puo' essere un importante momento di conoscenza storica e di approfondimento di una delle pagine piu' complesse della storia italiana ma non puo' prescindere da una unanime e convinta presa d'atto delle innegabili responsabilita' che in questa vicenda ebbe il regime fascista. Un regime tirannico e violento che trascino' in guerra l'Italia a fianco della Germania nazista, che fece della discriminazione, del razzismo e dell' oppressione delle persone e dei popoli i capisaldi del suo agire.

Una chiara e incondizionata condanna del fascismo, senza ipocrisie e con la forza della verita', e' la prima e non negoziabile condizione per poter accettare la celebrazione della giornata del ricordo delle foibe.

L’Anpi nel continuare il proprio impegno di vigilanza antifascista e di difesa della Carta Costituzionale, garanzia dell'ordinamento democratico dell'Italia, chiede a tutti i cittadini, le istituzioni, le associazioni, i partiti di impegnarsi perche' siano abolite le norme razziste, schiaviste e squadriste contenute nella legge 94/2009, meglio nota come ”pacchetto sicurezza”; una legge odiosa, che lede i diritti umani dei migranti, e che sta rinnovando il dolore e la vergogna delle leggi razziali di mussoliniana memoria.

Essere antifascisti oggi significa impegnarsi ancora contro ogni forma di  discriminazione e razzismo perche' e' proprio dal razzismo e dalle discriminazioni che nasce e si rinnova il fascismo.

Il direttivo della sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) “Emilio Sugoni” di Nepi

Nepi, 9 febbraio 2010

 
2. RIFLESSIONE. ASSOCIAZIONE "RESPIRARE": DIFENDERE IL BULICAME. OPPORSI AL MEGA-AEROPORTO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Il Bulicame non e' solo una sorgente di acqua sulfurea, non e' solo un'area di immenso pregio naturalistico, archeologico e termale, non e' solo il luogo che ispiro' una delle piu' ardite creazioni dantesche: e' un concreto simbolo della terra e della cultura, della tradizione civile di tutti i viterbesi; ed e' un bene dell'umanita'.
*
Il progetto di devastare irreversibilmente l'area del Bulicame per costruirvi un "non luogo" come un mega-aeroporto insensato e fuorilegge e' un crimine e un delirio che nessun essere ragionevole, nessuna persona onesta, nessun cittadino consapevole puo' accettare.
Molti sono i motivi per opporsi al mega-aeroporto a Viterbo: motivi sanitari (l'inquinamento prodotto avvelenerebbe la vita della popolazione locale, soprattutto e selvaggiamente quella dei quartieri a ridosso dell'area); motivi economici (danneggerebbe l'agricoltura e le altre fondamentali risorse e vocazioni produttive locali); motivi ecologici (il danno all'ambiente sarebbe gravissimo ed irreparabile); motivi infrastrutturali (la mobilita' locale, che dispone di una rete gia' fragile e inadeguata, ne sarebbe massacrata); motivi giuridici ed amministrativi (la realizzazione del mega-aeroporto infatti violerebbe sia leggi italiane ed europee, sia norme e vincoli di salvaguardia locali).
*
Opporsi al mega-aeroporto e' l'unico modo per salvare il Bullicame da un'irreversibile devastazione.
Salvare il Bulicame e' necessario per difendere il nostro territorio dalla catastrofe e per difendere i diritti della popolazione dell'Alto Lazio da un'aggressione criminale.
Opporsi al mega-aeroporto deve essere a Viterbo il primo impegno di quanti si apprestano a candidarsi alle prossime elezioni amministrative provinciali e regionali.
*
L'associazione "Respirare"
Viterbo, 9 febbraio 2010
L'associazione "Respirare" e' stata promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente
 
3. INCONTRI. SI E' SVOLTO L'UNDICESIMO INCONTRO DEL PERCORSO DI FORMAZIONE E INFORMAZIONE NONVIOLENTA AL CENTRO SOCIALE "VALLE FAUL" A VITERBO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Domenica 7 febbraio 2010, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si e' svolto l'undicesimo incontro del percorso di formazione e informazione nonviolenta.
E' stato festeggiato Alfio Pannega (che partecipa da attivo protagonista a tutti gli incontri formativi che si svolgono presso il centro sociale), in particolare per la sua nitida azione nonviolenta del 5 febbraio scorso in occasione della celebrazione a lui dedicata presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori.
In vista del 10 febbraio, Giorno del ricordo, sono state ricordate le vittime delle foibe, ricostruendo anche il contesto e le cause che hanno condotto a quegli atti di violenza.
E' poi proseguita la riflessione sull'immigrazione e sulle politiche possibili e doverose per promuovere la convivenza e la solidarieta' nel pieno rispetto dei diritti umani di tutti gli esseri umani, contrastando la violenza razzista, l'ignoranza e l'intolleranza, ed impegnandosi per l'abolizione delle infami leggi razziste, della schiavitu', dei campi di concentramento, delle deportazioni.
Approfondendo poi una specifica vicenda, si sono esaminate particolarmente le azioni costruttive e gli interventi del welfare state che consentirebbero alle popolazioni nomadi e viaggianti, che risiedono da secoli in Italia, di mantenere la loro cultura e di veder rispettati i loro diritti, garantendo agli individui, alle famiglie e alle comunita' rispetto, assistenza e spazi plurimi e adeguati nella societa' e nel tessuto del territorio, dell'abitare, dell'economia e dei servizi.
Attraverso alcuni materiali di documentazione sono state poi sinteticamente ricostruite alcune vicende di lotta per i diritti di tutti e contro la mafia e il regime della corruzione nel viterbese negli scorsi decenni. Tema che verra' approfondito nei prossimi incontri.
Si è infine visualizzata un'anteprima del sito internet di informazione nonviolenta in costruzione, illustrandone le sezioni e i possibili contenuti futuri.
Il prossimo incontro si svolgera' domenica 14 febbraio, alle ore 15,30, al centro sociale “Valle Faul”, in strada Castel d’Asso snc a Viterbo.
 
4. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 30 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
5. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Riletture
- Erich Fromm (a cura di), L'umanesimo socialista, Dedalo, Bari 1971, Rizzoli, Milano 1975, pp. 512.
 
6 MATERIALI. INDICE DEI NUMERI 719-745 (NOVEMBRE 2003) DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO"

* Numero 719 del primo novembre 2003: 1. Un maestro; 2. Un quattro novembre dalla parte delle vittime, contro tutte le guerre; 3. Shahrzad Mojab: la guerra infinita; 4. Daphna Baram: l'unico bambino al sicuro; 5. Naw Zipporah Sein: un giorno di pace e giustizia; 6. Enrico Peyretti: dall'ahimsa al satyagraha; 7. Francesco Tullio: sugli aspetti psicosociali dei conflitti; 8. Gianni Tamino: l'Unione Europea e i Corpi civili di pace; 9. L'8 novembre a Verona, con Lidia Menapace; 10. Il 7-8 novembre a Viterbo, con amore; 11. L'8 novembre a Roma, contro il muro della segregazione; 12. Riletture. Donne in nero, Con la forza della nonviolenza; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 720 del 2 novembre 2003: 1. Il 4 novembre a Viterbo; 2. L'8 novembre a Verona; 3. Marina Forti intervista Medha Patkar; 4. Amira Hass: il muro della segregazione e la cosiddetta "area di giunzione"; 5. Marta Marsili: femminismo e pace a Perugia; 6. Peppe Sini: ancora sulla proposta di Lidia Menapace; 7. Un profilo di don Zeno Saltini; 8. Angelo D'Orsi ricorda Alessandro Galante Garrone; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 721 del 3 novembre 2003: 1. Se; 2. 4 novembre: uscire dalla subalternita' al potere militare; 3. Il 4 novembre a Viterbo: "ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Osvaldo Caffianchi: sulla proposta di Lidia Menapace; 5. Marcella Farina: il filo rosso della "Pacem in terris"; 6. Giancarla Codrignani: quante sono le forme dell'obiezione?; 7. Ancora sulla vicenda di Ofena; 8. Marina Forti: la luce a Bilgaon; 9. Enzo Scandurra presenta "Un mondo diverso e' necessario" di Carla Ravaioli; 10. Riletture: Mohandas K. Gandhi, Villaggio e autonomia; 11. Riletture: Ivan Illich, La convivialita'; 12. Riletture: Arundhati Roy, Guerra e' pace; 13. Riletture: Ernst F. Schumacher, Piccolo e' bello; 14. Riletture: Vandana Shiva, Terra madre; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 722 del 4 novembre 2003: 1. Piercarlo Racca: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 2. Mai piu' guerre; 3. Lidia Menapace: riprendere l'impegno per la pace; 4. Luisa Morgantini: petizione per il Sydney Peace Prize a Hanan Ashrawi; 5. L'8 novembre a Verona con Lidia Menapace; 6. Franca Bimbi: Dopo Ofena, in dialogo; 7. Comitato torinese per la laicita' della scuola: Dopo Ofena, in dialogo; 8. Comunita' cristiana di base di Pinerolo: Dopo Ofena, in dialogo; 9. Riccardo Di Segni: Dopo Ofena, in dialogo; 10. Paolo Naso: Dopo Ofena, in dialogo; 11. Enrico Peyretti: Dopo Ofena, in dialogo; 12. Adriana Zarri: Dopo Ofena, in dialogo; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 723 del 5 novembre 2003: 1. Peppe Sini: un attentato; 2. Con Lidia Menapace a Verona l'8 novembre per un'Europa neutrale e attiva, disarmata e smilitarizzata, solidale e nonviolenta; 3. Luciano Capitini: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 4. Elettra Deiana, Silvana Pisa: un'interpellanza parlamentare sulle armi di sterminio di massa; 5. Adriana Bottini: quattro novembre; 6. Francesco Comina: quattro novembre; 7. Commissione diocesana "Giustizia e pace" di Alba: quattro novembre; 8. Alessandro Marescotti: quattro novembre; 9. Enrico Peyretti: quattro novembre; 10. Da Viterbo un quattro novembre per la pace e la nonviolenza; 11. Solidarieta' con gli obiettori di coscienza israeliani; 12. Lidia Menapace: Dopo Ofena, in dialogo; 13. Vittorio Rapetti: Dopo Ofena, in dialogo; 14. Federica Tourn: dopo Ofena, in dialogo; 15. Letture: Marianella Sclavi, Arte di ascoltare e mondi possibili; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* Numero 724 del 6 novembre 2003: 1. Rosalba Piazza: in memoria di Nino Recupero; 2. Per la vita di Afsaneh Nouroozi; 3. Peppe Sini: di attentati e di omerta'. Ed altre cose di cui non si ama parlare; 4. Venerdi' 7 e sabato 8 novembre a Viterbo; 5. Sabato 8 novembre a Verona. Con Lidia Menapace; 6. Giovanni Scotto: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 7. Ileana Montini: mutilazioni sessuali, violenza maschile sulle donne e crisi identitaria; 8. Elisabetta Caravati: storie d'acqua narrate a Varese; 9.
Enrico Peyretti: un libro da leggere; 10. Rossana Rossanda ricorda Franco Fortini; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* Numero 725 del 7 novembre 2003: 1. Domani, in Europa; 2. Dovuto a Luciano Violante; 3. Amos Luzzatto: l'unita' d'Europa; 4. Lidia Menapace: un impegno contro le mutilazioni sessuali; 5. "Azione nonviolenta" di novembre; 6. Mao Valpiana: avevo fame, avevo sete, ma ero un clandestino; 7. Normanna Albertini: dopo Ofena, in dialogo; 8. Brunetto Salvarani: dopo Ofena, in dialogo; 9. Contro il muro della segregazione e contro l'antisemitismo; 10. Maria Delfina Bonada intervista Jean Zegler; 11. Ali Rashid: un'Europa per la pace in Medio Oriente; 12. "Action for peace": contro il muro e contro il terrorismo; 13. A Verona l'8 novembre con Lidia Menapace; 14. A Viterbo il 7-8 novembre; 15. Letture: David Grossman, La guerra che non si puo' vincere; 16. Letture: Alex Zanotelli, Korogocho; 17. Letture: Howard Zinn, Disobbedienza e democrazia; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* Numero 726 dell'8 novembre 2003: 1. "In fair Verona, where we lay our scene"; 2. Assemblea europea delle donne per un'altra Europa in un altro mondo; 3. Maria Chiara e Alvise Alba: ci abboniamo ad "Azione nonviolenta" perche'...; 4. Andrea Cozzo: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 5. Michele Meomartino: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 6. Beppe Pavan: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 7. Giovanni Sarubbi: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 8. Chiediamo a tutti gli enti locali, le biblioteche, le scuole, di abbonarsi alle riviste per la pace e la nonviolenza; 9. Maria G. Di Rienzo: il questore e i "disobbedienti". La banalita' della barbarie; 10. Enrico Peyretti: un partito per la pace?; 11. Stephanie Hiller: guarire le ferite della guerra. Un incontro di donne per la pace; 12. Nando Dalla Chiesa: per fatto personale; 13. Piercarlo Racca: un 4 novembre di pace a Torino; 14. Oggi a Verona; 15. Oggi a Viterbo; 16. Contro il muro della segregazione, il terrorismo, il razzismo; 17. Riletture: Adriana Cavarero, Nonostante Platone; 18. Riletture: Diotima, Mettere al mondo il mondo; 19. Riletture: Raniero La Valle, Linda Bimbi, Marianella e i suoi fratelli; 20. Riletture: Eleonora Missana, L'etica nel pensiero contemporaneo; 21. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 22. Per saperne di piu'.
* Numero 727 del 9 novembre 2003: 1. Federica La Perna: una lettera sulla proposta di Lidia Menapace; 2. Aldo Capitini: "Azione nonviolenta" e'...; 3. Enrico Peyretti: contro ogni terrorismo; 4. Hannah Arendt: l'azione; 5. Etty Hillesum: una persona come te; 6. Simone Weil: un pezzo di pane; 7. Giovanni Paolo II: Pacem in terris, un impegno permanente; 8. Aldo Garzia ricorda Dino Frisullo; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 728 del 10 novembre 2003: 1. Maria Luigia Casieri: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 2. Da Verona per un'Europa nonviolenta; 3. Claudio Bazzocchi: peace-building e interpretazione dei conflitti (parte prima); 4. Enrico Peyretti: il seme della pace gettato oggi dentro i conflitti; 5. Letture: Franco Fortini, Saggi ed epigrammi; 6. Letture: Amos Luzzatto, Il posto degli ebrei; 7. Riletture: Carmela Baffioni, Storia della filosofia islamica; 8. Riletture: Francoise Heritier, Maschile e femminile. Il pensiero della differenza; 9. Riletture: Ida Magli, Sulla dignita' della donna; 10. Riletture: Rosa Rossi, Ascoltare Cervantes; 11. Riletture: Elena Soetje, La responsabilita' della vita. introduzione alla bioetica; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* Numero 729 dell'11 novembre 2003: 1. Lidia Menapace: l'8 novembre a Verona; 2. Daniele Lugli: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 3. Robin Morgan: perche' allora; 4. Raniero La Valle: l'Europa, l'America e il nomos dell'Occidente (un contributo alla proposta di Lidia Menapace); 5. Una stanza di Magda Isanos; 6. Nanni Salio: Israele-Palestina, dentro il conflitto; 7. Livio Maitan ricorda Pietro Tresso; 8. Il 22 novembre a Roma le donne riflettono sull'informazione; 9. Il "Cos in rete" di novembre; 10. Riletture: Marinella Correggia, Manuale pratico di ecologia quotidiana; 11. Riletture: Giuliana Di Febo, Rosa Rossi (a cura di), Interpretazioni di Cervantes; 12. Riletture: Virginia Vacca (a cura di), Vite e detti di santi musulmani; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 730 del 12 novembre 2003: 1. Sosteniamo l'iniziativa di Ginevra per la pace in Medio Oriente; 2. Ali Rashid: un appello per la pace; 3. Lidia Menapace: dalla Svizzera, all'Europa, all'Onu; 4. L'appello di Verona per un'Europa neutrale e nonviolenta; 5. Il foglio informativo del "Centro studi difesa civile" di novembre 2003; 6. Claudio Bazzocchi: peace-building e interpretazione dei conflitti (parte seconda); 7. Peppe Sini: le bombe di Viterbo; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 731 del 15 novembre 2003: 1. Una strage annunciata e un dovere immediato; 2. Anna Achmatova: e quel cuore; 3. Marina Cvetaeva: una meta'; 4. Emily Dickinson: non sapendo; 5. Appello ecumenico al dialogo cristianoislamico; 6. Sebastiano Dho: quali valori nella Costituzione europea; 7. Giulio Vittorangeli: strane coincidenze; 8. Andrea Colombo intervista Marco Revelli; 9. Alcuni scritti di Enrico Peyretti pubblicati dal 1986 ad oggi; 10. Letture: Ignazio Silone, Romanzi e saggi; 11. Riletture: AA. VV., Olympe de Gouges, la tribuna, il patibolo; 12. Riletture: Agnes Heller, La teoria dei bisogni in Marx; 13. Riletture: Lidia Menapace, Chiara Ingrao (a cura di), Ne' indifesa, ne' in divisa; 14. Riletture: Sheila Rowbotham, Donne, resistenza e rivoluzione; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 732 del 16 novembre 2003: 1. Prime ed ultime risultanze di un'inchiesta privata sulla strage di Nassiriya; 2. Un sabato a Bisanzio; 3. Quattro note sul terrorismo; 4. Sull'impotenza dello pseudopacifismo; 5. Giuliana Sgrena: dopo Nassiriya; 6. Alessandro Pizzi: dopo Nassiryia; 7. Rossana Rossanda: dopo Nassiriya; 8. Andrea Cozzo: dopo Nassiriya; 9. Gino Strada: dopo Nassiriya; 10. Enrico Peyretti: dopo Nassiriya; 11. Iaia Vantaggiato intervista Mario Rigoni Stern; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* Numero 733 del 18 novembre 2003: 1. Movimento Internazionale della Riconciliazione, Movimento Nonviolento: nel giorno doloroso dei funerali; 2. Enrico Peyretti: quando la patria diventa idolo; 3. Maria G. Di Rienzo: una replica a Prodi sull'Europa, le donne, la pace (un contributo alla proposta di Lidia Menapace); 4. Angelo Cavagna: concludendo il digiuno per una legge finanziaria di pace; 5. Marina Forti: l'uccisione di Angel Shingre; 6. Domenico Barberio: un incontro a Gubbio con Raniero La Valle; 7. Mao Valpiana: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 8. Giorni nonviolenti 2004; 9. Letture: Angela Dogliotti Marasso, Maria Chiara Tropea, La mia storia, la tua storia, il nostro futuro; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 734 del 19 novembre 2003: 1. Giobbe Santabarbara: un lunedi'; 2. Lidia Menapace: per non perdere la speranza; 3. Maria G. Di Rienzo: analizzare le radici dei problemi. La tecnica "come mai"; 4. Giuseppe Barone: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 5. Antonio Savino: dopo le stragi; 6. Bruno Forte: dopo le stragi; 7. Luisa Morgantini: dopo le stragi; 8. Angelo Gandolfi: dopo le stragi; 9. Bruno Giaccone: dopo le stragi; 10. Associazione Giovani musulmani d'Italia: dopo le stragi; 11. Sergio Paronetto: lettera a un giovane europeo (un contributo alla proposta di Lidia Menapace); 12. Giovanna Ricoveri: e' in rete il nuovo fascicolo di "Ecologia politica"; 13. Riletture: Hannah Arendt, Le origini del totalitarismo; 14. Riletture: Edith Bruck, Signora Auschwitz; 15. Riletture: Lia Levi, Che cos'e' l'antisemitismo? Per favore rispondete; 16. Riletture: Gadi Luzzatto Voghera, L'antisemitismo; 17. Riletture: Jean-Paul Sartre, L'antisemitismo; 18. Riletture. Annette Wieviorka, Auschwitz spiegato a mia figlia; 19. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 20. Per saperne di piu'.
* Numero 735 del 20 novembre 2003: 1. Un vescovo; 2. Altre stragi. Uno scambio di lettere tra Benito D'Ippolito e Dino Frisullo nell'ottobre 2000; 3. Hannah Arendt: sulle bugie della propaganda totalitaria; 4. Simone Weil: l'onore; 5. Scorie; 6. Peppe Sini: qaddish; 7. Nando dalla Chiesa: carabinieri; 8. Maria G. Di Rienzo: azione diretta nonviolenta sul posto di lavoro; 9. Alberto Trevisan: donare un abbonamento ad "Azione nonviolenta"; 10. Giuliana Sgrena intervista Marco Calamai; 11. Marco Palombo: sull'incontro dell'8 novembre a Verona con Lidia Menapace; 12. Il 21 novembre giornata del dialogo cristiano-islamico; 13. Riletture: Giancarla Codrignani, Ecuba e le altre; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* Numero 736 del 21 novembre 2003: 1. Lidia Menapace: contro il terrorismo, contro la guerra; 2. L'appello di Verona per un'Europa neutrale e attiva, disarmata e smilitarizzata, solidale e nonviolenta (testo in italiano e in inglese); 3. Maria G. Di Rienzo: sull'incontro dell'8 novembre a Verona con Lidia Menapace; 4. Giancarla Codrignani: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 5. Oggi la giornata del dialogo interreligioso; 6. "Nigrizia": solidali col vescovo Raffaele Nogaro; 7. Benedetto Vecchi intervista Angelo D'Orsi; 8. Elio Rindone presenta "La verita' non ha colore" a cura di Danilo Franchi e Laura Miani; 9. David Bidussa presenta "Il libro nella Shoah" a cura di Jonathan Rose; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 737 del 22 novembre 2003: 1. Nonviolenza giuriscostituente; 2. La sintesi apparsa su "Le Monde" della proposta di accordo di pace israelo-palestinese che verra' presentata il 20 novembre a Ginevra; 3. Sosteniamo l'iniziativa di Ginevra per la pace in Medio Oriente; 4. Maria G. Di Rienzo: capire i bisogni delle persone; 5. Brunetto Salvarani: per il dialogo interreligioso; 6. Francesco Comina intervista Alessandro Zanotelli; 7. Ileana Montini: la societa' degli orchi; 8. Claudio Fava: una politica per l'Europa, la pace preventiva; 9. A Venezia dal 6 all'8 dicembre il terzo salone dell'editoria di pace; 10. E' uscito il nuovo Annuario della pace; 11. Sosteniamo le Edizioni Qualevita; 12. Riletture: AA. VV., La vita come noi l'abbiamo conosciuta; 13. Riletture: L'autobiografia di Mamma Jones; 14. Riletture: Moema Viezzer (a cura di), Chiedo la parola. Testimonianza di Domitila; 15. Riletture: Elisabeth Burgos (a cura di), Mi chiamo Rigoberta' Menchu'; 16. Riletture: Marianella Sclavi, Arte di ascoltare e mondi possibili; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 738 del 23 novembre 2003: 1. Movimenti, istituzioni, nonviolenza; 2. Farid Adly: un appello agli intellettuali arabi e musulmani; 3. Maria G. Di Rienzo: sviluppare un piano per la comunicazione; 4. Luciano Benini: contro il terrorismo, contro la guerra; 5. Marco D'Eramo intervista Michael Walzer; 6. Rossana Rossanda: la distinzione e il legame; 7. Tamar Pitch: la tensione; 8. L'indice dell'Annuario della pace 2003; 9. Riletture: Carla Corso, Ada Trifiro', ... E siamo partite!; 10. Riletture: Marcella Delle Donne, Convivenza civile e xenofobia; 11. Riletture: Sara Morace, Le donne e la globalizzazione; 12. Riletture: Annamaria Rivera, Estranei e nemici; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 739 del 24 novembre 2003: 1. Ali Rashid: a sostegno dell'appello di Farid Adly; 2. Da Verona a Venezia per un'Europa neutrale e attiva, disarmata e smilitarizzata, solidale e nonviolenta; 3. Nanni Salio: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 4. Aung San Suu Kyi: governi dispotici e patriottismo; 5. Fabio Alberti: cessi l'occupazione dell'Iraq; 6. Marina Marrazzi e Donatella Pavone intervistano Tamar Pitch; 7. Maria Luisa Boccia presenta "La guerra sospesa" di Pietro Ingrao; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 740 del 25 novembre 2003: 1. Lidia Menapace: un invito l'8 dicembre a Venezia; 2. Pasquale Pugliese: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 3. Giovanni Benzoni: sull'incontro dell'8 novembre a Verona con Lidia Menapace; 4. Enrico Peyretti: uscire dalla follia; 5. Patricia Lombroso: salvate il soldato Carlos; 6. Michele Meomartino: verso l'incontro nazionale delle comunita' cristiane di base; 7. Manuela Fraire: crisi, critica, pratica; 8. Ida Dominijanni: il globale visto da sotto; 9. Luca Kocci: introduzione all'Annuario della pace; 10. Letture: Ignazio Silone, Il fascismo; 11. Riedizioni: Franco Cassano, Approssimazione; 12. Riedizioni: Franco Cassano, Il pensiero meridiano; 13. Riletture: AA. VV.: Dialettica della liberazione; 14. Riletture: Juliet Mitchell, La condizione della donna; 15. Riletture: Juliet Mtchell, Psicoanalisi e femminismo; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* Numero 741 del 26 novembre 2003: 1. La pace e il dialogo non sono un'utopia; 2. Mao Valpiana: un invito l'8 dicembre a Venezia; 3. Simone Weil: l'illusione; 4. Mario Di Marco: mi abbono ad "Azione nonviolenta" perche'...; 5. Marie Claude Pace: un incontro con Andrea Cozzo a Gubbio; 6. Un'intervista a Manuela Fraire; 7. Enrico Peyretti: un'analisi critica del documento di Romano Prodi su "Europa: il sogno, le scelte" (con estratti); 8. Riletture: Victor Serge, E' mezzanotte nel secolo; 9. Riletture: Victor Serge, Memorie di un rivoluzionario; 10. Riletture: Andrej Sinjavskij, Ivan lo Scemo; 11. Riletture: Abram Terz (Andrej Sinjavskij), Una voce dal coro; 12. Riletture: Aleksandr Solzenicyn, Arcipelago Gulag; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 742 del 27 novembre 2003: 1. Monica Lanfranco: abitare la nonviolenza  (una testimonianza sull'incontro dell'8 novembre a Verona con Lidia Menapace); 2. Matteo Soccio: l'Europa nonviolenta e' donna (una testimonianza sull'incontro dell'8 novembre a Verona con Lidia Menapace); 3. Angela Dogliotti e Beppe Marasso: ci abboniamo ad "Azione nonviolenta" perche'...; 4. Campagna osm per la difesa popolare nonviolenta: un appello; 5. Giulio Vittorangeli: nel mondo di Bush e di Bin Laden; 6. Ileana Montini: sulla necessita' di un'analisi e un intervento nonviolento in Iraq; 7. Severino Vardacampi: Iraq. Quid agendum? Alcune prime riflessioni; 8. Ida Dominijanni presenta "Terrorismo e terroristi" a cura di Marco Fossati; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 743 del 28 novembre 2003: 1. Maria G. Di Rienzo: la resistenza nonviolenta delle donne tibetane; 2. Barbara Bellini e Luciano Benini: ci abboniamo ad "Azione nonviolenta" perche'...; 3. Lidia Menapace: alcune considerazioni su terrorismo e resistenza; 4. Giobbe Santabarbara: ancora quattro note sul terrorismo; 5. Giovanni Scotto: la trasformazione costruttiva dei conflitti; 6. Il terzo salone dell'editoria di pace a Venezia; 7. Letture: Claudio Bazzocchi, La balcanizzazione dello sviluppo; 8. Letture: Pascal D'Angelo, Son of Italy; 9. Riletture: AA. VV., Critica della tolleranza; 10. Riletture: AA. VV., Saggi sulla tolleranza; 11. Riletture: Laura Boella, Cuori pensanti; 12. Riletture: Laura Boella, Le imperdonabili; 13. Riletture: Franca Ongaro Basaglia, Salute/malattia; 14. Riletture: Franca Ongaro Basaglia, Una voce; 15. Riletture: Silvia Vegetti Finzi, Storia della psicoanalisi; 16. Riletture: Silvia Vegetti Finzi (a cura di), Psicoanalisi al femminile; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* Numero 744 del 29 novembre 2003: 1. Roberto Tecchio: processo decisionale, metodo del consenso e facilitazione; 2. Marie Claude Pace: un incontro a Gubbio con Raniero La Valle; 3. "Azione nonviolenta" di dicembre; 4. Riletture: Laura Boella, Annarosa Buttarelli, Per amore di altro. L'empatia a partire da Edith Stein; 5. Riletture: Laura Forti (a cura di), Hannah Arendt; 6. Riletture: Nadia Neri, Un'estrema compassione. Etty Hillesum testimone e vittima del Lager; 7. Riletture: Angela Putino, Simone Weil e la passione di Dio; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 745 del 30 novembre 2003: 1. Emergency: cessate il fuoco; 2. Rete Lilliput: una lettera aperta sulla questione irachena; 3. Tavola della pace: l'Italia per l'Iraq. Ripartiamo dall'Onu; 4. Daria Dibitonto: la domanda ulteriore. Filosofia e nonviolenza; 5. Mao Valpiana: i bambini ci guardano ma noi non li vediamo; 6. Giobbe Santabarbara: un approccio colonialista; 7. Elizabeth Mehren: costruttrici di pace si incontrano; 8. Elio Rindone: delle parole lo scempio, e delle vite; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
 
7. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
8. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 97 del 10 febbraio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it