[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 106



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 106 del 19 febbraio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. La nonviolenza, l'umanita'
2. La persona, la demenza, la relazione
3. Il 21 febbraio a Viterbo
4. Una lettera aperta alle candidate alla presidenza della Regione Lazio
5. Associazione "Respirare": Sostegno all'iniziativa dell'Associazione italiana medici per l'ambiente per l'acqua del lago di Vico
6. "Azione nonviolenta"
7. Segnalazioni librarie
8. Indice dei numeri 978-1008 (luglio 2005) de "La nonviolenza e' in cammino"
9. La "Carta" del Movimento Nonviolento
10. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. LA NONVIOLENZA, L'UMANITA'
 
Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.
Dinanzi alla guerra assassina occorre un'insurrezione nonviolenta per la pace, per salvare le vite umane.
Dinanzi al colpo di stato razzista occorre un'insurrezione nonviolenta per la difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani, per salvare le vite umane.
Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.
 
2. ESERCIZI DI ATTENZIONE. LA PERSONA, LA DEMENZA, LA RELAZIONE
 
Se soltanto ti disponi ad ascoltarla, la relazione con una persona affetta da demenza senile ti insegna molte cose perdute, ti dona molte preziose verita' che avevi dimenticato, ti restituisce ragioni ed emozioni che sempre sono state tue e di ogni essere umano ma che sovente si eclissano nel vortice della fuga dei giorni e degli inestinguibili compiti e pesi che gravano sulle tue spalle.
Vivila questa relazione, di questa persona disponiti all'ascolto; in quest'ascesi dell'accudimento, in questo spiraglio sempre piu' sottile della comprensione e della cooperazione e del reciproco soccorso estremo, in questo esperimento della prossimita', in questo arduo confronto del volto e della responsabilita', qui sta un segreto, qui trovi un tesoro, qui sciogli l'enigma e qui annodi il canapo che trattiene, che lega insieme e salva, fino all'ora del buio e del freddo assoluti, fino all'ora che annienta.
Disponiti all'ascolto, in questa relazione: vi si verifica come la dignita' umana non dipenda dalle prestazioni fisiche o cognitive; vi si ritrova ed apprende uno sguardo diverso, piu' libero e franco, piu' acuto e concentrato, sulla trama del mondo e sul proprio consistere, esistere, dissolversi; la possibilita' di conquistare e difendere spazi di felicita' condivisa pur nell'assedio della sofferenza, nello svanire delle facolta'; la coscienza del limite, la percezione ravvicinata del corpo a corpo con la morte; e decisiva, cruciale, la sapienza che e' la vicinanza degli altri esseri umani che fa vivere, vivere ancora.
*
Diversa una percezione del travaglio del pensiero
Questa incessante macchina che folgora e stride e macina ed erutta; e tesse la sua tela. Quando essa e' ormai inceppata tutto si fa di vetro e d'acqua, non piu' fragore, non piu' disegno, ma solo tempo e fatica, pioggia, sabbia, catrame, nuvole. Tu non ci pensi quando pensi; e' quando vedi il pensiero che si perde, e' allora che cogli di quella perdita l'abisso, e' allora che mentre affonda, affonda lo scandaglio e nulla, nulla trova, senti quanto sottile e' la pellicola, la scacchiera della ragione, e come l'umanita' non si esaurisca nel suo strumento primo, nella sua massima magnificenza, ma residui e risplenda ancora, ancora nella perdita, ancora nel corpo che sente e soffre, ancora nella mente ridotta a labirinto che il male divora, ancora.
*
La virtu' della lentezza
Devi fermarti ad ascoltare. Devi rallentare il passo. Devi attendere e non forzare i movimenti. Lunga e' l'attesa e quell'attesa e' la vita che scorre. Se sai fermarti ascolti. Se sai ascoltare ti fermi. Li', in quel silenzio e in quel guatarsi, in quell'immobilita' che trema e palpita, li' si da' umano un incontro ancora, e li' il mondo, il mobile mondo delle cose fluttuanti, si manifesta in un'epifania struggente e luminosa.
*
La virtu' della semplicita'
E' giocoforza liberarsi di tutto l'inessenziale. Il bagaglio dev'essere il piu' leggero possibile. Non altrimenti si affronta questo viaggio estremo che e' una danza immobile, questa ultima condivisione che e' un lentissimo lasciarsi nel trattenersi ancora, questo inoltrarsi verso la perdita in quest'ultima resistenza, quest'ultima resistenza tra le tenebre luminosa, che va condotta insieme.
Parole e talvolta neppure parole, suoni. Suoni e neppure suoni, gesti. Gesti e neppure gesti, sguardi. Sguardi e neppure sguardi, il solo tenersi per mano, il calore di una mano che un'altra mano trattiene, inarcato ponte sul vuoto. La prossimita' che salva l'umanita', la prossimita' che scioglie il respiro. La prossimita' che irriducibile contrasta il buio e la morte.
*
La virtu' della meraviglia
Nella pena del dolore e dell'offuscarsi, nella pena del vanire, nella pena, si'. Ma dove affiora ancora un respiro e uno sguardo, in quell'attimo fuggente, in quel contatto lieve come un soffio, li' l'universo ancora si squaderna: tutto e' miracolo, tutto e' incanto. La piu' piccola e fragile cosa resuscita una cascata di scintillante stupore e felicita': tutto e' verita', tutto e' grazia.
 
3. INCONTRI. IL 21 FEBBRAIO A VITERBO
 
Domenica 21 febbraio 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgera' il tredicesimo incontro di studio del percorso di formazione/informazione nonviolenta iniziato da alcune settimane.
Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo.
L'iniziativa e' ovviamente aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate.
 
4. APPELLI. UNA LETTERA APERTA ALLE CANDIDATE ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Vi e' una questione a Viterbo che non puo' essere elusa.
Essa riguarda la salvezza o la distruzione dell'area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame.
Essa riguarda la tutela o l'aggressione alla salute della popolazione.
Essa riguarda la difesa dei beni culturali e ambientali e delle autentiche vocazioni produttive del territorio o il loro irreversibile scempio.
Essa riguarda la promozione di una mobilita' sostenibile fondata sul potenziamento delle ferrovie o il catastrofico collasso della rete infrastrutturale.
Essa riguarda il principio di legalita' o la resa alla speculazione fuorilegge e ai poteri corrotti e criminali.
La questione di cui parliamo e' quella del mega-aeroporto nocivo e distruttivo, insensato e illegale.
*
Alle candidate alla presidenza della Regione Lazio chiediamo un pronunciamento chiaro e netto: l'opposizione al crimine del mega-aeroporto a Viterbo.
Negli scorsi anni anche alla Regione Lazio politicanti insipienti ed irresponsabili, pubblici amministratori corrotti e corruttori, si sono resi complici della lobby speculativa del mega-aeroporto fuorilegge. Questa complicita' deve cessare.
Alle candidate alla presidenza della Regione Lazio chiediamo un pronunciamento chiaro e netto: per la legalita' e contro il crimine; per il diritto alla salute e ad un ambiente vivibile; per la difesa del territorio e la valorizzazione delle sue risorse; per i diritti dei cittadini. Un pronunciamento chiaro e netto in difesa del Bulicame, di Viterbo, del Lazio, dall'aggressione dei devastatori e degli avvelenatori. Un pronunciamento chiaro e netto contro il mega-aeroporto nocivo e distruttivo, insensato ed illegale.
*
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti
Viterbo, 18 febbraio 2010
Per informazioni e contatti: e-mail: info at coipiediperterra.org, sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it
 
5. AMBIENTE E SALUTE. ASSOCIAZIONE "RESPIRARE": SOSTEGNO ALL'INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA MEDICI PER L'AMBIENTE PER L'ACQUA DEL LAGO DI VICO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
L'associazione "Respirare" esprime apprezzamento e sostegno per l'iniziativa promossa da molti mesi dall'Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment - Italia) per la salubrita' dell'acqua del lago di Vico e la salute della popolazione dei comuni circumlacuali di Caprarola e Ronciglione.
Ci sembra opportuno richiamare l'attenzione su, e quindi ulteriormente diffondere, due recenti interventi pubblici della dottoressa Antonella Litta, rappresentante dell'Associazione italiana medici per l'ambiente (Isde-Italia) nel viterbese; interventi che sulla base dei dati forniti dalle competenti istituzioni chiedono ancora una volta il tempestivo adeguato intervento delle pubbliche autorita'.
Ci associamo alle richieste formulate dall'Associazione italiana medici per l'ambiente (Isde-Italia).
L'associazione "Respirare"
Viterbo, 18 febbraio 2010
L'associazione "Respirare" e' stata promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente.
*
Allegato 1. Antonella Litta: Una lettera aperta sul grave rischio per la salute determinato dalle acque captate dal lago di Vico ed erogate per consumo umano

Al Sindaco di Caprarola, al Sindaco di Ronciglione, al Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanita' pubblica della Asl di Viterbo

e per opportuna conoscenza: al Prefetto di Viterbo, al Direttore generale della Asl di Viterbo, al Direttore sanitario della Asl di Viterbo, al Presidente della Provincia di Viterbo, al Presidente della Giunta Regionale del Lazio, ai responsabili dell’Ato 1, alla Garante regionale del Servizio idrico integrato, all’Assessore all’ambiente della Provincia di Viterbo, all’Assessore all’ambiente della Regione Lazio, all’Assessore alla sanita' della Regione Lazio, all’Arpa Lazio sezione di Viterbo

Oggetto: Richiesta urgente d’intervento in relazione al grave rischio per la salute determinato dalle acque captate dal lago di Vico ed erogate per consumo umano

Egregi signori,

in data 11 febbraio 2010, l’Isde ha preso visione dei risultati delle analisi, effettuate dalla sezione di Viterbo dell’Arpa Lazio, relative ad un campione di acqua prelevato presso il serbatoio dell’acquedotto del comune di Caprarola, sito in localita' Montetosto, e a due campioni di acqua prelevati dalle stazioni di potabilizzazione, site in localita' Casalino e localita' Valle di Vico, dell’acquedotto di Ronciglione.

Le tre campionature sono state effettuate in data 10 dicembre 2009.

Gli esami dei campioni prelevati sono iniziati il giorno 19 gennaio 2010 e si sono conclusi il 21 gennaio 2010. I tre rapporti di prova indicati con protocollo n. 3405, n. 3406 e n. 3407 evidenziano l’abbondante presenza di alghe (Diatomeee, Cloroficee e Cryptophyceae) e in particolare la massiccia presenza delle alghe cianoficee a cui appartiene l’alga rossa Plankthotrix rubescens.

Il numero delle Cianoficee per litro di acqua esaminata nei tre campioni, e' risultato rispettivamente di 689760 cellule/litro, 107775 cellule/litro e 819090 cellule/litro.

Questi esami evidenziano in modo inequivocabile la mancanza di una adeguata filtrazione dell’acqua proveniente dal lago di Vico.

La filtrazione e' una fase fondamentale del processo di potabilizzazione e solo una adeguata ed efficiente filtrazione puo' bloccare il passaggio dell’alga rossa e della sua microcistina (classificata come fattore cancerogeno di classe 2b dall’Iarc) nelle acque destinate a consumo umano, che per legge devono essere salubri e pulite.

L’Isde di Viterbo ritiene il persistere di questa situazione un grave rischio per la salute delle persone e in particolare per quella dei bambini, delle donne in gravidanza e dei malati.

L’Isde chiede pertanto che si intervenga in maniera urgente, appropriata e definitiva su questa grave emergenza sanitaria ed ambientale.
L’Isde invita tutti gli enti preposti, come previsto dalle vigenti disposizioni di legge, ad informare, anche attraverso manifesti, pubbliche riunioni e avvisi sugli organi di stampa, la popolazione circa la non potabilita' dell’acqua e le possibili conseguenze sanitarie derivanti dal suo uso.

L’Isde chiede inoltre che, in attesa degli interventi urgenti e non piu' procrastinabili per garantire condizioni certe di potabilita' dell’acqua, siano predisposte ed individuate immediatamente fonti alternative di approvvigionamento idrico per tutta la popolazione, per gli esercizi commerciali, per le scuole, per l’ospedale e per le industrie alimentari locali.

In attesa di un cortese riscontro, si inviano distinti saluti.

dottoressa Antonella Litta, referente per Viterbo dell’Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment - Italia)

Viterbo, 16 febbraio 2010

*

Allegato 2. Antonella Litta: Lettera al direttore generale dell'Istituto superiore di sanita'

Al Direttore generale dell’Istituto Superiore di Sanita'

e per opportuna conoscenza: al Prefetto di Viterbo, al Direttore generale della Asl di Viterbo, al Direttore sanitario della Asl di Viterbo, al Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanita' pubblica della Asl di Viterbo, all’Arpa Lazio sezione di Viterbo, al Presidente della Provincia di Viterbo, ai responsabili dell’Ato 1 - Lazio, al Presidente della Giunta Regionale del Lazio, alla Garante del Servizio Idrico Integrato della Regione Lazio, all’Assessore all’ambiente della Provincia di Viterbo, all’Assessore all’ambiente della Regione Lazio, all’Assessore alla sanita' della Regione Lazio, al Sindaco di Caprarola, al Sindaco di Ronciglione

Oggetto: Richiesta informazioni e documenti relativi  alla convenzione tra l’Ato 1 - Lazio e l’Iss (Istituto Superiore di Sanita') per il monitoraggio ed abbattimento delle alghe nelle acque destinate a consumo umano captate dai laghi di Vico e Bolsena

Egregi signori,

L’Ato 1 - Lazio, in una nota del 15 gennaio 2010, n. protocollo 15/2010, inviata all’Isde di Viterbo, riferisce dell’esistenza di una convenzione tra l’Iss (Istituto Superiore di Sanita') e questo stesso ente finalizzata “al controllo algale delle acque dei laghi di Bolsena e Vico interessati da captazione idro-potabile”; sempre in questa nota si afferma che la suddetta attivita' di controllo e tuttora in corso.

Come noto, le acque del lago di Vico, oltre a presentare elevati livelli di arsenico, un  elemento classificato come cancerogeno di classe 1 dalla Agenzia internazionale di ricerca sul cancro (Iarc), sono da diversi anni soggette a periodiche fioriture dell’alga rossa Plankthotrix rubescens, produttrice di una microcistina tossica, classificata come cancerogeno di classe 2 b sempre dall’Iarc.

In tre rapporti di prova dell’Arpa Lazio - sezione di Viterbo, indicati con protocollo n. 3405, n. 3406 e n. 3407, effettuati su campioni di acqua prelevati nelle stazioni di potabilizzazione di Ronciglione e Caprarola il 10 dicembre 2009, si e' rilevata l’abbondante presenza di diversi tipi di alghe (Diatomeee, Cloroficee e Cryptophyceae) e in particolare una massiccia presenza di alghe Cianoficee a cui appartiene l’alga rossa Plankthotrix rubescens.

Il numero delle Cianoficee per litro di acqua nei tre campioni e' risultato essere rispettivamente di 689760 cellule/litro, 107775 cellule/litro e 819090 cellule/litro.

Questi esami evidenziano in modo inequivocabile la mancanza di una adeguata filtrazione dell’acqua proveniente dal lago di Vico.

L’Isde di Viterbo, per documentazione scientifica e per valutare il possibile rischio sanitario a cui e' stata ed e' sottoposta la popolazione a causa della situazione descritta, chiede di conoscere i termini dell’integrazione della convenzione tra l’Ato 1 - Lazio e l’Iss relativamente a questa problematica, i metodi scientifici con i quali vengono svolte le attivita' di ricerca e controllo dell’eventuale presenza delle alghe, e in particolare della microcistina  prodotta dall’alga rossa Plankthotrix rubescens, nelle acque destinate a consumo umano, e i risultati finora conseguiti da questa attivita' di controllo, persistendo la grave situazione della qualita' delle acque del lago di Vico.

In attesa di un cortese riscontro, si inviano distinti saluti.

dottoressa Antonella Litta, referente per Viterbo dell’Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment - Italia)

Viterbo, 17 febbraio 2010

*

Allegato 3. Breve notizia sulla dottoressa Antonella Litta

Antonella Litta (per contatti: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it) svolge l'attivita' di medico di medicina generale a Nepi (in provincia di Viterbo). E' specialista in Reumatologia ed ha condotto una intensa attivita' di ricerca scientifica presso l'Universita' di Roma "la Sapienza" e contribuito alla realizzazione di uno tra i primi e piu' importanti studi scientifici italiani sull'interazione tra campi elettromagnetici e sistemi viventi, pubblicato sulla prestigiosa rivista "Clinical and Esperimental Rheumatology", n. 11, pp. 41-47, 1993. E' referente locale dell'Associazione italiana medici per l'ambiente (International Society of Doctors for the Environment - Italia) e per questa associazione e' responsabile e coordinatrice nazionale del gruppo di studio su "Trasporto aereo come fattore d'inquinamento ambientale e danno alla salute". E' referente per l'Ordine dei medici di Viterbo per l'iniziativa congiunta Fnomceo-Isde "Tutela del diritto individuale e collettivo alla salute e ad un ambiente salubre". Gia' responsabile dell'associazione Aires-onlus (Associazione internazionale ricerca e salute) e' stata organizzatrice di numerosi convegni medico-scientifici. Presta attivita' di medico volontario nei paesi africani. E' stata consigliera comunale. E' partecipe e sostenitrice di programmi di solidarieta' locali ed internazionali. Presidente del Comitato "Nepi per la pace", e' impegnata in progetti di educazione alla pace, alla legalita', alla nonviolenza e al rispetto dell'ambiente. E' la portavoce del Comitato che si oppone alla realizzazione del mega-aeroporto a Viterbo.

 
6. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 30 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
7. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Letture
- AA. VV., Le parole altre. Il lungo viaggio di Tiziano Terzani, Gruppo editoriale L'Espresso, Roma 2010, pp. 96 + Cd + Dvd, euro 14,90 (in supplemento al quotidiano "La Repubblica" e al settimanale "L'Espresso").
*
Riedizioni
- Joanna Bourke, Paura. Una storia culturale, Laterza, Roma-Bari 2007, Il sole 24 ore, Milano 2010, pp. XII + 476, euro 9,90 (in supplemento al quotidiano "Il sole 24 ore").
 
8. MATERIALI. INDICE DEI NUMERI 978-1008 (LUGLIO 2005) DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO"

* Numero 978 del primo luglio 2005: 1. Patricia Lombroso intervista Cindy Sheenan; 2. Dal 26 al 28 agosto incontro nazionale della campagna "Bilanci di giustizia"; 3. Martin Luther King: Sono stato sulla cima della montagna; 4. Antonio Moscato: Accade a Lecce; 5. Benito D'Ippolito: Alex; 6. Con "Qualevita", all'ascolto di Ettore Masina; 7. Letture: Fernando Savater, Borges; 8. Riletture: Susan Bassnett, La traduzione. Teoria e pratica; 9. Riletture: Maria Chiara Levorato, Le emozioni della lettura; 10. Riletture: Carla Schick, Il linguaggio; 11. Riletture: Bruna Zani, Patrizia Selleri, Dolores David, La comunicazione; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* Numero 979 del 2 luglio 2005: 1. Martin Luther King: Io ho un sogno; 2. Benedetta Mincarini e Alberto Ostini intervistano Khalida Messaoudi; 3. Farid Adly: Un anno dopo; 4. Alessandro De Giorgi presenta "Da rifugiati a cittadini" di Aihwa Ong; 5. Con "Qualevita", la lezione di Alexander Langer; 6. Riletture: Juergen Habermas, Storia e critica dell'opinione pubblica; 7. Riletture: Hermann Hesse, Se la guerra continua; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 980 del 3 luglio 2005: 1. Beatriz Molina Rueda, Francisco A. Munoz (eds.), Manual de Paz y Conflictos; 2. Francesco Comina: Alex Langer, fragile come la speranza; 3. Luisa Muraro: L'essenziale; 4. Enrico Peyretti presenta "Dell'Iliade" di Rachel Bespaloff; 5. Enzo Collotti: 1935, il fronte degli scrittori; 6. Rossana Rossanda: Il congresso del futuro; 7. Adriana Cavarero: L'esistente; 8. Con "Qualevita", all'ascolto di Frei Betto; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 28 del 3 luglio 2005: Charles C. Walker, manuale per l'azione diretta nonviolenta.
* Numero 981 del 4 luglio 2005: 1. Maria G. Di Rienzo: Il segreto delle casalinghe; 2. Marina Forti: La lotta della comunita' di Sarayaco; 3. Luisa Muraro: Per una politica a forma di serpente; 4. Anna Corsi: Il voto di Carolina; 5. Rosino Gibellini: Juergen Moltmann, una teologia per il regno di Dio. A quarant'anni dalla "Teologia della speranza"; 6. Con "Qualevita", la lezione di Leonardo Boff; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* Numero 982 del 5 luglio 2005: 1. Mai piu' Hiroshima. Mai piu' Nagasaki; 2. Giancarla Codrignani ricorda Alexander Langer; 3. Gerard Lutte: Una lettera alle persone amiche; 4. Flora Tristan: La differenza; 5. Giulio Vittorangeli: Quotidianamente; 6. Rosino Gibellini: La teologia di Karl Rahner, per un'alleanza tra missione e ragione. Nel centenario della nascita del teologo tedesco; 7. Con "Qualevita", all'ascolto di Vandana Shiva; 8. Riletture. Elio Toaff con Alain Elkann, Il Messia e gli ebrei; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 983 del 6 luglio 2005: 1. Enrico Peyretti: La caduta. Riflessioni su un film; 2. Manuela Cartosio ricorda Alexander Langer; 3. Umberto Curi presenta "Dell'Iliade" di Rachel Bespaloff; 4. Rosino Gibellini: Yves Congar (1904-1995) in memoriam. A dieci anni dalla morte (22 giugno 1995); 5. Con "Qualevita", la lezione di Aung San Suu Kyi; 6. Riletture: Rosalba Campra, America Latina: l'identita' e la maschera; 7. Riletture: Rosa Rossi, Ascoltare Cervantes; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 984 del 7 luglio 2005: 1. Severino Vardacampi presenta "L'ape che tesse" di Valeria Ando'; 2. Barbara Spinelli intervista Khalida Messaoudi; 3. Augusto Illuminati presenta "La bilancia dell'azione" di al-Gazali; 4. Augusto Illuminati presenta "La trasparenza delle immagini. Averroe' e l'averroismo" di Emanuele Coccia; 5. Rosino Gibellini: La vita come avventura. Nel cinquantenario della morte di Teilhard de Chardin; 6. Con "Qualevita", all'ascolto di Eduardo Galeano; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 19 del 7 luglio 2005: 1. La guerra a Londra; 2. Giovanna Providenti: Alice Hamilton; 3. Intervista a Yolande Mukagasana: le ferite del silenzio (parte seconda e conclusiva); 4. Gianni Sofri: Una madre cinese; 5. Riletture: Shulamith Firestone, La dialettica dei sessi; 6. Riletture: Germaine Greer, L'eunuco femmina; 7. Riletture: Kate Millett, La politica del sesso; 8. Riletture: Juliet Mitchell, Psicoanalisi e femminismo; 9. Riletture: Sheila Rowbotham, Donne, resistenza e rivoluzione.
* Numero 985 dell'8 luglio 2005: 1. Mao Valpiana: Londra; 2. Lidia Menapace: Sempre; 3. Antonino Drago: Rileggendo Capitini sulla difesa popolare nonviolenta; 4. "Azione nonviolenta" di luglio; 5. Lea Melandri: Nessi; 6. Sergio Paronetto: La ragione capovolta, la fede umiliata, la Chiesa impaurita; 7. Rosino Gibellini: In memoria del padre Jacques Dupuis, teologo fedele e coraggioso; 8. Con "Qualevita", il regalo di Darina Silone; 9. Letture: AA. VV., Kyoto. L'unione dei popoli per difendere l'ambiente; 10. Letture: AA. VV., L'"uomo inedito" e la cultura planetaria; 11. Letture: Comunita' cristiana di base di Pinerolo, Una comunita' che guarda avanti; 12. Letture: Nicola Graziani, Erich Priebke. Lo strano caso dell'uomo delle Fosse Ardeatine; 13. Letture: John Holloway, Cambiare il mondo senza prendere il potere; 14. Letture: Robert Kandel, Il riscaldamento climatico; 15. Letture: Ryszard Kapuscinski, La prima guerra del football; 16. Letture: Alexander Langer, Fare la pace; 17. Letture: Alexander Langer, Lettere dall'Italia; 18. Letture: Paolo Legrenzi, La felicita'; 19. Letture: Mimmo Luca' (a cura di), Dizionario della solidarieta'; 20. Riletture: The Boston Women's Health Book Collective, Noi e il nostro corpo; 21. Riletture: Angela Cattaneo, Silvana Pisa, L'altra mamma; 22. Riletture: Anna Del Bo Boffino, Figli di mamma; 23. Riletture: Elena Gianini Belotti, Non di sola madre; 24. Riletture: "Nuova dwf", Maternita' e imperialismo; 25. Riletture: Adrienne Rich, Nato di donna; 26. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 27. Per saperne di piu'.
* Numero 986 del 9 luglio 2005: 1. Maria G. Di Rienzo: Londra, le stragi, la nonviolenza; 2. Lorella Pica: Dal Costa Rica e dal Guatemala; 3. Agnese Ginocchio: Alexander Langer, viaggiatore leggero; 4. Mao Valpiana: Il carico di Alex, fra profezia e politica; 5. Barbara Spinelli: Il capro espiatorio; 6. Ota de Leonardis: L'eredita' di Franco Basaglia; 7. Con "Qualevita", all'ascolto di Dorothy Day; 8. Letture: Carlos Amorin, La guerra sporca contro i bambini; 9. Letture: "Diario", Un mese nella vita di Enzo Baldoni; 10. Riletture: Marcella Ferrara, Le donne di Seveso; 11. Riletture: Giovanna Pezzuoli, Prigioniera in Utopia; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* Numero 987 del 10 luglio 2005: 1. Niente; 2. Ida Dominijanni: Tre voragini; 3. Gabriele Colleoni: Fare la pace ai tempi della guerra. L'attualita' della riflessione e dei percorsi nonviolenti di Alexander Langer; 4. Antonino Drago: Universita' e pace in un periodo di concorrenza militare; 5. Nicole Itano: Gli orfani dell'aids; 6. Riletture: Elena Gianini Belotti, Dalla parte delle bambine; 7. Riletture: Elena Gianini Belotti, Prima le donne e i bambini; 8. Riletture: Armanda Guiducci, La mela e il serpente; 9. Riletture: Armanda Guiducci, Donna e serva; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 29 del 10 luglio 2005: Giorgio Grimaldi: Alexander Langer, speranze e proposte per un'Europa federale (parte prima).
* Numero 988 dell'11 luglio 2005: 1. Giulio Vittorangeli: Questo mostro del nostro tempo; 2. Annamaria Rivera: Campi di concentramento e neolingua; 3. Augusto Cavadi: Antimafia quotidiana; 4. Etty Hillesum: A ogni nuovo crimine; 5. Michel Foucault: Il grande asilo del mondo e la filosofia come giornalismo radicale; 6. Hannah Arendt: Cio' che resta; 7. Riletture: Tiziano Terzani, Buonanotte signor Lenin; 8. Riletture: Tiziano Terzani, In Asia; 9. Riletture: Tiziano Terzani, La porta proibita; 10. Riletture: Tiziano Terzani, Lettere contro la guerra; 11. Riletture: Tiziano Terzani, Pelle di leopardo; 12. Riletture: Tiziano Terzani, Un indovino mi disse; 13. Il "Cos in rete" di luglio; 14. Con ""Qualevita", all'ascolto di Rosa Luxemburg; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* Numero 989 del 12 luglio 2005: 1. Contro la guerra, la nonviolenza; 2. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 3. Per saperne di piu'.
* Numero 990 del 13 luglio 2005: 1. Maria G. Di Rienzo: Acido; 2. Vittorio Possenti: La prima urgenza e' la vita. Biopolitica, embrione, persona; 3. Riletture: Juliet Mitchell, La condizione della donna; 4. Riletture: Rosalba Spagnoletti (a cura di), I movimenti femministi in Italia; 5. Riletture: Biancamaria Frabotta (a cura di), Femminismo e lotta di classe in Italia (1970-1973); 6. Riletture: "Donna Parlamento Societa'", Persona, liberta', sessualita': culture a confronto; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* Numero 991 del 14 luglio 2005: 1. Enrico Peyretti: Davanti al terrorismo. Che cosa fare? Che cosa non fare? 2. Irshad Manji: L'islam contro il terrorismo; 3. Farid Adly: Sui giornali arabi la condanna degli attentati; 4. Ferdinando Tartaglia: Quattro epigrammi per Aldo Capitini, Primo Mazzolari, Lorenzo Milani; 5. Franca D'Agostini: Un dialogo tra Habermas e Ratzinger; 6. Libreria delle donne di Milano: Proposte di lettura; 7. Riletture: Nadia Fusini, Mariella Gramaglia (a cura di), La poesia femminista; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 20 del 14 luglio 2005: 1. Lidia Menapace: Della politica e dei movimenti; 2. Valeria Ando': I fili del mio discorso; 3. Riletture: Angela Ales Bello, Edith Stein. La passione per la verita'; 4. Riletture: Angela Ales Bello, Invito alla lettura di Edith Stein; 5. Riletture: Angela Ales Bello, Edith Stein. Patrona d'Europa; 6. Riletture: Laura Boella, Annarosa Buttarelli, Per amore di altro. L'empatia a partire da Edith Stein.
* Numero 992 del 15 luglio 2005: 1. La morte e le chiacchiere; 2. Una lettera ai musulmani e alle musulmane che vivono in Italia, contro il terrorismo, contro la guerra, contro il razzismo; 3. Verso un forum italiano dei movimenti per l'acqua; 4. Vandana Shiva: La sacralita' del lavoro; 5. Claudio Cardelli: Capitini allegro; 6. L'indice de "L'ape che tesse" di Valeria Ando'; 7. Enrico Peyretti presenta "Non c'e' futuro senza perdono" di Desmond Tutu; 8. Campi estivi per la nonviolenza; 9. Riletture: Giuliana Di Febo, Rosa Rossi (a cura di), Interpretazioni di Cervantes; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 993 del 16 luglio 2005: 1. Eduardo Galeano: Motti, morti; 2. Brunetto Salvarani: La fondante dimensione dialogica; 3. Hamza Roberto Piccardo: Noi musulmani impegnati contro ogni terrorismo, per la pace, la giustizia, la sicurezza in Europa e nel mondo; 4. Abolire i Cpt, ripristinare lo stato di diritto; 5. Eve Ensler: Una lettera all'America; 6. Il tempo e' scaduto; 7. Rosetta Stella presenta "Donne e Chiesa tra mistica e istituzioni" di Romana Guarnieri; 8. Marguerite Sand ricorda Claude Simon; 9. Maria Antonietta Saracino ricorda Arthur Maimane; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 994 del 17 luglio 2005: 1. Maria G. Di Rienzo: Linguaggio; 2. Giulio Girardi: Riflessioni sulla tragedia del sud-est asiatico; 3. Luisa Morgantini: Un appello per Tali Fahima; 4. La pace e' l'unica sicurezza; 5. Pino Ferraris: La lezione di Raniero Panzieri; 6. Riletture: Manuela Dviri, La guerra negli occhi; 7. Riletture: Manuela Dviri, Vita nella terra di latte e miele; 8. Riletture: Elena Loewenthal, L'Ebraismo spiegato ai miei figli; 9. Riletture: Elena Loewenthal, Lettera agli amici non ebrei; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 30 del 17 luglio 2005: 1. Lidia Menapace: Un albicocco per risvegliarsi (1995); 2. Giorgio Grimaldi: Alexander Langer, speranze e proposte per un'Europa federale (parte seconda e conclusiva).
* Numero 995 del 18 luglio 2005: 1. Johan Galtung: Il boicottaggio economico come azione nonviolenta; 2. A Roma una campagna per il diritto di voto attivo e passivo dei cittadini immigrati alle elezioni comunali; 3. Franca Ongaro Basaglia: Il sonno del re; 4. Pino Corrias: Alexander Langer, l'uomo sui ponti; 5. Piergiorgio Bellocchio ricorda Sebastiano Timpanaro; 6. Una notizia biobibliografica su Sebastiano Timpanaro; 7. Riletture: Anna Kuliscioff, Immagini scritti testimonianze; 8. Riletture: AA. VV., Rosa Luxemburg, una vita per il socialismo; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 996 del 19 luglio 2005: 1. Non piu'; 2. Enrico Peyretti: Fidarsi e' meglio; 3. Giulio Vittorangeli: Culture della nonviolenza e della liberazione; 4. Maria Grazia Giannichedda: Una notizia biobibliografica su Franca Ongaro Basaglia; 5. Claudio Giusti: Dieci anni dopo; 6. Gino Bianco: La lezione di Andrea Caffi; 7. Per la riconversione dell'industria bellica in Lombardia; 8. Una campagna di "Equality Now" in Etiopia contro i rapimenti, gli stupri e le connivenze; 9. Teologia femminista, una bibliografia minima; 10. Riletture: Laura Boella, Cuori pensanti; 11. Riletture: Laura Boella, Le imperdonabili; 12. Riletture: Wanda Tommasi, I filosofi e le donne; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* Numero 997 del 20 luglio 2005: 1. Movimento Nonviolento: Con la nonviolenza, contro l'aggressione fascista a Verona; 2. Giuliano Pontara: La globalizzazione della violenza e la violenza della globalizzazione (1997); 3. Un appello per il ritiro dei soldati italiani dall'Iraq; 4. Sara Ongaro: Ora; 5. Adrienne Rich: Essenziale; 6. Una notizia biobibliografica su Osvaldo Gnocchi-Viani; 7. Riletture: bell hooks, Elogio del margine; 8. Riletture: bell hooks, Tutto sull'amore. Nuove visioni; 9. Riletture: Anna Maria Mori, Il silenzio delle donne e il caso Moro; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.
* Numero 998 del 21 luglio 2005: 1. Pax Christi: Violenze e nonviolenza a Verona; 2. Documento dell'assemblea delle donne del primo forum sociale mediterraneo; 3. Patricia Lombroso intervista Ben Scotch; 4. Eman Ahmed Khammas: Religioni e aiuti umanitari, un incrocio pericoloso; 5. Ida Dominijanni: Per la critica del multiculturalismo repressivo; 6. Il 23 luglio a Firenze assemblea nazionale della "Campagna Control Arms"; 7. Claudio Cardelli: Vita e pensiero di Albert Schweitzer; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 21 del 21 luglio 2005: 1. Chiara Zamboni presenta "Le matriarche" di Catherine Chalier; 2. Presentazione di "Prospettiva Donna"; 3. Marina Terragni: Riflettendo su procreazione assistita, tecniche, biopolitica, a partire da Mary Daly; 4. Luciana Percovich: Mary Daly; 5. Pina La Villa: Una spinster, Mary Daly; 6. Giuseppe Licandro presenta "Theano: una pitagorica attuale" di Daniela Nistico'; 7. Riletture: Gilbert Badia, Clara Zetkin; 8. Riletture: Gabriele Raether, Aleksandra Kollontaj.
* Numero 999 del 22 luglio 2005: 1. Movimento Nonviolento: Appello alla citta' di Verona; 2. Giampiero Landi: Il pensiero di Andrea Caffi; 3. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 4. Per saperne di piu'.
* Numero 1000 del 23 luglio 2005: 1. Una lettera da Viterbo a Verona; 2. Monica Lanfranco: La guerra contro le donne; 3. Giuliana Sgrena: In Iraq si prepara una Costituzione contro le donne; 4. Mindy Kay Bricker: Le donne di Srebrenica; 5. Diana Sartori: La "Dichiarazione dei sentimenti" di Seneca Falls, 1848; 6. Il 9 agosto un pellegrinaggio in ricordo di Franz Jaegerstaetter; 7. Presentazione di "Prospettiva persona"; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* Numero 1001 del 24 luglio 2005: 1. Hiroshima ist ueberall; 2. Nando dalla Chiesa: Paolo Borsellino; 3. Iaia Vantaggiato: Due Cpt italiani in Libia; 4. Ausilia Riggi: Una maestra, Etty Hillesum; 5. Jean Baptiste Libouban: Lanza del Vasto, pellegrino dell'essenziale, risvegliatore e combattente; 6. Letture: Valeria Ando', L'ape che tesse; 7. Letture: Franco Basaglia, L'utopia della realta'; 8. Letture: Lucio C. Giummo, Carlo Marchese (a cura di), Danilo Dolci e la via della nonviolenza; 9. Letture: Stefano Rodota', Intervista su privacy e liberta'; 10. Letture: Vincenzo Sanfilippo (a cura di), Nonviolenza e mafia; 11. Letture: Eugenio Scalfari (a cura di), Dibattito sul laicismo; 12. Letture: Antonio Vigilante, Il pensiero nonviolento. Una introduzione; 13. Riletture: Renate Siebert, Le donne, la mafia; 14. Riletture: Renate Siebert, La mafia, la morte e il ricordo; 15. Riletture: Renate Siebert, Mafia e quotidianita'; 16. Riletture: Renate Siebert (a cura di), Relazioni pericolose; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 31 del 24 luglio 2005: 1. Azioni nonviolente contro la guerra: la proposta del boicottaggio economico; 2. Movimento Internazionale della Riconciliazione e Movimento Nonviolento del Piemonte e della Valle d'Aosta: Prendere le distanze; 3. Jan Oberg: Altri quattro anni di governo Bush. Quali possibilita' esaltanti; 4. Johan Galtung: Il boicottaggio economico come azione nonviolenta; 5. Una minima bibliografia essenziale.
* Numero 1002 del 25 luglio 2005: 1. Sergio Paronetto: Che tristezza stasera a Verona; 2. Ermanno Allegri: Un referendum in Brasile contro il commercio delle armi; 3. Yanar Mohammed: Una Costituzione che deumanizza le donne. Un appello dall'Iraq; 4. Iaia Vantaggiato: Cento milioni di euro per violare i diritti umani; 5. Senza girarci intorno; 6. Giovanni Scotto: Un seminario sulla gestione costruttiva dei conflitti internazionali; 7. Brunella Casalini presenta "La democrazia vissuta. Individualismo e pluralismo nel pensiero di Mary Parker Follett" di Raffaella Baritono; 8. Il settimo volume dei "Quaderni satyagraha"; 9. Letture: Ferdinando Tartaglia, Tesi per la fine del problema di Dio; 10. Letture: Ferdinando Tartaglia, Esercizi di verbo; 11. Letture: Giulio Cattaneo, L'uomo della novita'; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* Numero 1003 del 26 luglio 2005: 1. Mao Valpiana: Tutto prevedibile. E previsto. Purtroppo; 2. Emily Wax: Un luogo in cui le donne decidono; 3. Patricia Lombroso intervista Gregg Bloche sui medici-aguzzini a Guantanamo; 4. Piero Viotto: Un profilo di Jacques Maritain (parte prima); 5. Riletture: Mary Hunt, Rosino Gibellini (a cura di), La sfida del femminismo alla teologia; 6. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 7. Per saperne di piu'.
* Numero 1004 del 27 luglio 2005: 1. Nadje Al-Ali: Scegliere la nonviolenza; 2. Giulio Vittorangeli ricorda Gina Lagorio; 3. Lisa Masier ricorda Gina Lagorio; 4. Maria Rosa Cutrufelli ricorda Gina Lagorio; 5. Piero Viotto: Un profilo di Jacques Maritain (parte seconda); 6. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 7. Per saperne di piu'.
* Numero 1005 del 28 luglio 2005: 1. Riccardo Orioles: Una cosa. Bella; 2. Giuliana Sgrena ricorda Adnan al Bayati; 3. Gian Carlo Caselli ricorda Paolo Borsellino; 4. Osvaldo Caffianchi: Nel tubo; 5. Piero Viotto: Un profilo di Jacques Maritain (parte terza e conclusiva); 6. Letture: Bianca Beccalli, Chiara Martucci (a cura di), Con voci diverse. Un confronto sul pensiero di Carol Gilligan; 7. Letture: Maurizio Chierici (a cura di), Lula, mille giorni difficili; 8. Letture: Gigliola De Donato, Sergio D'Amaro, Un torinese del Sud: Carlo Levi; 9. Riletture: Britta Benke, Georgia O'Keeffe; 10. Riletture: Andrea Kettenmann, Frida Kahlo; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 22 del 28 luglio 2005: Brunella Casalini: Universalismo e diritti delle donne. Il contributo di Martha Nussbaum.
* Numero 1006 del 29 luglio 2005: 1. Farid Adly: Noi, l'umanita'; 2. Alex Zanotelli: Un continente in fuga; 3. Brunella Casalini presenta "Il sentimento della liberta'" a cura di Raffaella Baritono; 4. Maria Chiara Pievatolo: La riflessione di Susan Moller Okin; 5. Riccardo Orioles: Auguri; 6. Riletture: Maria Grazia Giannichedda, Franca Ongaro Basaglia (a cura di), Psichiatria tossicodipendenza perizia; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* Numero 1007 del 30 luglio 2005: 1. Enrico Peyretti: A sessant'anni da Hiroshima; 2. Iniziative in italia a 60 anni dai bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki; 3. Umberto Santino: La controriforma della giustizia; 4. Giampaolo Calchi Novati: "Nuovo ordine mondiale" e "guerra infinita"; 5. "Azione nonviolenta" di agosto; 6. Luisa Muraro presenta "Il canto del mondo reale" di Liliana Rampello; 7. Riletture: Mariolina Bongiovanni Bertini, Guida a Proust; 8. Riletture: Gabriella Contini, Il romanzo inevitabile; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* Numero 1008 del 31 luglio 2005: 0. Comunicazione di servizio; 1. Peppe Sini: Pio Baldelli, Gina Lagorio, Cesare Cases; 2. Enrico Peyretti: Il canto del disperato; 3. Annamaria Rivera e Giovanni Russo Spena ricordano Dino Frisullo; 4. Claudio Cardelli: Don Zeno Saltini e l'esperienza di Nomadelfia; 5. Chiara Zamboni colloquia con Esther Cohen; 6. Venti letture per una cultura della pace; 7. Riletture: Angela Borghesi, La lotta con l'angelo; 8. Riletture: Maria Corti, Principi della comunicazione letteraria; 9. Riletture: Judith Revel, Foucault, le parole e i poteri; 10. Riletture: Jacqueline Risset, La letteratura e il suo doppio; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 32 del 31 luglio 2005: 1. Ernesto Ferrero ricorda Cesare Cases; 2. Giulio Schiavoni ricorda Cesare Cases; 3. Loris Campetti ricorda Cesare Cases; 4. Massimo Raffaeli ricorda Cesare Cases; 5. Cesare Cases: Lessing in Italia. Con vespe; 6. Antonio Gnoli intervista Cesare Cases in occasione degli ottant'anni (2000).
 
9. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
10. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 106 del 19 febbraio 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it