[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 155



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 155 del 9 aprile 2010
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. Contro tutte le uccisioni
2. Piero Calamandrei: Epigrafi per donne, uomini e citta' della Resistenza
3. Un intervento di saluto
4. L'11 aprile a Viterbo
5. "Azione nonviolenta"
6. Segnalazioni librarie
7. Indice de "La nonviolenza e' in cammino" maggio 2009 (parte prima)
8. La "Carta" del Movimento Nonviolento
9. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. CONTRO TUTTE LE UCCISIONI
 
E quindi contro la guerra.
E quindi contro il razzismo.
 
2. MEMORIA. PIERO CALAMANDREI: EPIGRAFI PER DONNE, UOMINI E CITTA' DELLA RESISTENZA
[I testi che qui ancora una volta riproponiamo sono estratti dal libro di discorsi, scritti ed epigrafi di Piero Calamandrei, Uomini e citta' della Resistenza, edito nel 1955 e successivamente ristampato da Laterza, Bari 1977 (l'edizione da cui citiamo), poi riproposto da Linea d'ombra, Milano 1994, e nuovamente da Laterza nel 2006.
Piero Calamandrei, nato a Firenze nel 1889 ed ivi deceduto nel 1956, avvocato, giurista, docente universitario, antifascista limpido ed intransigente, dopo la Liberazione fu costituente e parlamentare, fondatore ed animatore della rivista "Il Ponte", impegnato nelle grandi lotte civili. Dal sito dell'Anpi di Roma (www.romacivica.net/anpiroma) riprendiamo la seguente notizia biografica su Piero Calamandrei: "Nato a Firenze nel 1889. Si laureo' in legge a Pisa nel 1912; nel 1915 fu nominato per concorso professore di procedura civile all'Universita' di Messina; nel 1918 fu chiamato all'Universita' di Modena, nel 1920 a quella di Siena e nel 1924 alla nuova Facolta' giuridica di Firenze, dove ha tenuto fino alla morte la cattedra di diritto processuale civile. Partecipo' alla Grande Guerra come ufficiale volontario combattente nel 218mo reggimento di fanteria; ne usci' col grado di capitano e fu successivamente promosso tenente colonnello. Subito dopo l'avvento del fascismo fece parte del consiglio direttivo dell'"Unione Nazionale" fondata da Giovanni Amendola. Durante il ventennio fascista fu uno dei pochi professori che non ebbe ne' chiese la tessera continuando sempre a far parte di movimenti clandestini. Collaboro' al "Non mollare", nel 1941 aderi' a "Giustizia e Liberta'" e nel 1942 fu tra i fondatori del Partito d'Azione. Assieme a Francesco Carnelutti e a Enrico Redenti fu uno dei principali ispiratori dei Codice di procedura civile del 1940, dove trovarono formulazione legislativa gli insegnamenti fondamentali della scuola di Chiovenda. Si dimise da professore universitario per non sottoscrivere una lettera di sottomissione al duce che gli veniva richiesta dal Rettore del tempo. Nominato Rettore dell'Universita' di Firenze il 26 luglio 1943, dopo l'8 settembre fu colpito da mandato di cattura, cosicche' esercito' effettivamente il suo mandato dal settembre 1944, cioe' dalla liberazione di Firenze, all'ottobre 1947. Presidente del Consiglio nazionale forense dal 1946 alla morte, fece parte della Consulta Nazionale e della Costituente in rappresentanza del Partito d'Azione. Partecipo' attivamente ai lavori parlamentari come componente della Giunta delle elezioni della commissione d'inchiesta e della Commissione per la Costituzione. I suoi interventi nei dibattiti dell'assemblea ebbero larga risonanza: specialmente i suoi discorsi sul piano generale della Costituzione, sugli accordi lateranensi, sulla indissolubilita' del matrimonio, sul potere giudiziario. Nel 1948 fu deputato per "Unita' socialista". Nel 1953 prese parte alla fondazione del movimento di "Unita' popolare" assieme a Ferruccio Parri, Tristano Codignola e altri. Accademico nazionale dei Lincei, direttore dell'Istituto di diritto processuale comparato dell'Universita' di Firenze, direttore con Carnelutti della "Rivista di diritto processuale", con Finzi, Lessona e Paoli della rivista "Il Foro toscano" e con Alessandro Levi del "Commentario sistematico della Costituzione italiana", nell'aprile del 1945 fondo' la rivista politico-letteraria "Il Ponte". Mori' a Firenze nel 1956". Tra le opere di Piero Calamandrei segnaliamo particolarmente Uomini e citta' della Resistenza, edito nel 1955 e successivamente ristampato da Laterza, Roma-Bari 1977, poi riproposto da Linea d'ombra, Milano 1994, e nuovamente ripubblicato da Laterza nel 2006]
 
VIVI E PRESENTI CON NOI
FINCHE' IN LORO
CI RITROVEREMO UNITI
 
MORTI PER SEMPRE
PER NOSTRA VILTA'
QUANDO FOSSE VERO
CHE SONO MORTI INVANO
 
(In limine al libro Uomini e citta' della Resistenza)
 
*
 
DA QUESTA CASA
OVE NEL 1925
IL PRIMO FOGLIO CLANDESTINO ANTIFASCISTA
DETTE ALLA RESISTENZA LA PAROLA D'ORDINE
NON MOLLARE
FEDELI A QUESTA CONSEGNA
COL PENSIERO E COLL'AZIONE
CARLO E NELLO ROSSELLI
SOFFRENDO CONFINI CARCERI ESILII
IN ITALIA IN FRANCIA IN SPAGNA
MOSSERO CONSAPEVOLI PER DIVERSE VIE
INCONTRO ALL'AGGUATO FASCISTA
CHE LI RICONGIUNSE NEL SACRIFICIO
IL 9 GIUGNO 1937
A BAGNOLES DE L'ORNE
MA INVANO SI ILLUSERO GLI OPRESSORI
DI AVER FATTO LA NOTTE SU QUELLE DUE FRONTI
QUANDO SPUNTO' L'ALBA
SI VIDERO IN ARMI
SU OGNI VETTA D'ITALIA
MILLE E MILLE COL LORO STESSO VOLTO
VOLONTARI DELLE BRIGATE ROSSELLI
CHE SULLA FIAMMA RECAVANO IMPRESSO
GRIDO LANCIATO DA UN POPOLO ALL'AVVENIRE
GIUSTIZIA E LIBERTA'
 
(Epigrafe sulla casa dei fratelli Rosselli, in Firenze, via Giusti n. 38)
 
*
 
GIUSTIZIA E LIBERTA'
 
PER QUESTO MORIRONO
PER QUESTO VIVONO
 
(Epigrafe sulla tomba dei fratelli Rosselli, nel cimitero di Trespiano - Firenze)
 
*
 
NON PIU' VILLA TRISTE
SE IN QUESTE MURA
SPIRITI INNOCENTI E FRATERNI
ARMATI SOL DI COSCIENZA
IN FACCIA A SPIE TORTURATORI CARNEFICI
VOLLERO
PER RISCATTARE VERGOGNA
PER RESTITUIR DIGNITA'
PER NON RIVELARE IL COMPAGNO
LANGUIRE SOFFRIRE MORIRE
NON TRADIRE
 
(Epigrafe sulla villa di via Bolognese, a Firenze - dove fu la sede della banda Carita' - nella quale Enrico Bocci fu torturato: e che fu chiamata in quei mesi "Villa triste")
 
*
 
GIANFRANCO MATTEI
DOCENTE UNIVERSITARIO DI CHIMICA
NELL'ORA DELL'AZIONE CLANDESTINA
FECE DELLA SUA SCIENZA
ARMA PER LA LIBERTA'
COMUNIONE COL SUO POPOLO
SILENZIOSA SCELTA DEL MARTIRIO
 
SU QUESTA CASA OVE NACQUE
RIMANGANO INCISE
LE ULTIME PAROLE SCRITTE NEL CARCERE
QUANDO SOTTRASSE AL CARNEFICE
E INVITTA CONSEGNO' ALL'AVVENIRE
LA CERTEZZA DELLA SUA FEDE
"SIATE FORTI - COME IO LO FUI"
 
Milano 11 dicembre 1916 - Roma febbraio 1944
 
(Epigrafe sulla casa di Milano, ove nacque l'11 dicembre 1916 Gianfranco Mattei)
 
*
 
LA MADRE
 
QUANDO LA SERA TORNAVANO DAI CAMPI
SETTE FIGLI ED OTTO COL PADRE
IL SUO SORRISO ATTENDEVA SULL'USCIO
PER ANNUNCIARE CHE IL DESCO ERA PRONTO
MA QUANDO IN UN UNICO SPARO
CADDERO IN SETTE DINANZI A QUEL MURO
LA MADRE DISSE
NON VI RIMPROVERO O FIGLI
D'AVERMI DATO TANTO DOLORE
L’AVETE FATTO PER UN'IDEA
PERCHE' MAI PIU' NEL MONDO ALTRE MADRI
DEBBAN SOFFRIRE LA STESSA MIA PENA
MA CHE CI FACCIO QUI SULLA SOGLIA
SE PIU' LA SERA NON TORNERETE
IL PADRE E' FORTE E RINCUORA I NIPOTI
DOPO UN RACCOLTO NE VIENE UN ALTRO
MA IO SONO SOLTANTO UNA MAMMA
O FIGLI CARI
VENGO CON VOI
 
(Epigrafe dettata per il busto, collocato nella sala del consiglio del Comune di Campegine, di Genoveffa Cocconi, madre dei sette fratelli Cervi, morta di dolore poco dopo la loro fucilazione)
 
*
 
A POCHI METRI DALL'ULTIMA CIMA
AVVOLTA NEL NEMBO
QUALCUNO PIU' SAGGIO DISSE SCENDIAMO
MA LIVIO COMANDA
QUANDO UN'IMPRESA SI E' COMINCIATA
NON VALE SAGGEZZA
A TUTTI I COSTI BISOGNA SALIRE
 
DALLA MONTAGNA NERA
DOPO DIECI ANNI DAL PRIMO CONVEGNO
S'AFFACCIANO LE OMBRE IN VEDETTA
L'HANNO RICONOSCIUTO
SVENTOLANO I VERDI FAZZOLETTI
RICANTAN LE VECCHIE CANZONI
E' LIVIO CHE SALE
E' IL LORO CAPO
CHE PER NON RINUNCIARE ALLA VETTA
TRA I MORTI GIOVANI
GIOVANE ANCH'EGLI
E' VOLUTO RESTARE
 
ASCIUGHIAMO IL PIANTO
GUARDIAMO SU IN ALTO
IN CERCA DI TE
COME TI VIDERO I TEDESCHI FUGGENTI
FERMO SULLA RUPE
LE SPALLE QUADRATE MONTANARE
LA MASCHIA FRONTE OSTINATA
L'OCCHIO ACCESO DI DOLCE FIEREZZA
FACCI UN CENNO LIVIO
SE VACILLEREMO
A TUTTI I COSTI BISOGNA SALIRE
ANCHE SE QUESTO
E'
MORIRE
 
(Epigrafe per la morte di Livio Bianco avvenuta nel luglio del 1953, per una sciagura di montagna)
 
*
 
DALL'XI AGOSTO MCMXLIV
NON DONATA MA RICONQUISTATA
A PREZZO DI ROVINE DI TORTURE DI SANGUE
LA LIBERTA'
SOLA MINISTRA DI GIUSTIZIA SOCIALE
PER INSURREZIONE DI POPOLO
PER VITTORIA DEGLI ESERCITI ALLEATI
IN QUESTO PALAZZO DEI PADRI
PIU' ALTO SULLE MACERIE DEI PONTI
HA RIPRESO STANZA
NEI SECOLI
 
(Epigrafe apposta dopo la liberazione sulla parete di Palazzo Vecchio che guarda Via dei Gondi, a Firenze)
 
*
 
SULLE FOSSE DEL VOSTRO MARTIRIO
NEGLI STESSI CAMPI DI BATTAGLIA
O SUPPLIZIATI DI BELFIORE
O VOLONTARI DI CURTATONE E MONTANARA
DOPO UN SECOLO
MANTOVA VI AFFIDA
QUESTI SUOI CADUTI DELLA GUERRA PARTIGIANA
 
COME VOI SONO ANDATI INCONTRO ALLA MORTE
A FRONTE ALTA CON PASSO SICURO
SENZA VOLTARSI INDIETRO
ACCOGLIETELI OMBRE FRATERNE
SONO DELLA VOSTRA FAMIGLIA
 
MUTANO I VOLTI DEI CARNEFICI
RADETZKY O KESSELRING
VARIANO I NOMI DELLE LIBERAZIONI
RISORGIMENTO O RESISTENZA
MA L'ANELITO DEI POPOLI E' UNO
NELLA STORIA DOVE I SECOLI SONO ATTIMI
LE GENERAZIONI SI TRASMETTONO
QUESTA FIAMMA RIBELLE
PATIBOLI E TORTURE NON LA SPENGONO
DOPO CENT'ANNI
QUANDO L'ORA SPUNTA
I CIMITERI CHIAMANO LIBERTA'
DA OGNI TOMBA BALZA UNA GIOVANE SCHIERA
L'AVANZATA RIPRENDE
FINO A CHE OGNI SCHIAVITU' SARA' BANDITA
DAL MONDO PACIFICATO
 
(Epigrafe murata nella sala del Palazzo Provinciale di Mantova nel primo decennale della Resistenza, giugno 1954)
 
*
 
RITORNO DI KESSELRING
 
NON E' PIU' VERO NON E' PIU' VERO
O FUCILATI DELLA RESISTENZA
O INNOCENTI ARSI VIVI
DI SANT'ANNA E DI MARZABOTTO
NON E' PIU' VERO
CHE NEL ROGO DEI CASALI
DIETRO LE PORTE INCHIODATE
MADRI E CREATURE
TORCENDOSI TRA LE FIAMME
URLAVANO DISPERATAMENTE PIETA'
 
AI CAMERATI GUASTATORI
CHE SI GLORIARONO DI QUELLE GRIDA
SIA RESA ALFINE GIUSTIZIA
RIPRENDANO TORCE ED ELMETTI
SI SCHIERINO IN PARATA
ALTRI ROGHI DOVRANNO ESSERE ACCESI
PER LA FELICITA' DEL MONDO
 
NON PIU' FIORI PER LE VOSTRE TOMBE
SONO STATI TUTTI REQUISITI
PER FARE LA FIORITA
SULLE VIE DEL LORO RITORNO
LI COMANDERA' ANCORA
COLL'ONORE MILITARE
CUCITO IN ORO SUL PETTO
IL CAMERATA KESSELRING
IL VOSTRO ASSASSINO
 
*
 
IL MONUMENTO A KESSELRING
 
LO AVRAI
CAMERATA KESSELRING
IL MONUMENTO CHE PRETENDI DA NOI ITALIANI
MA CON CHE PIETRA SI COSTRUIRA'
A DECIDERLO TOCCA A NOI
 
NON COI SASSI AFFUMICATI
DEI BORGHI INERMI STRAZIATI DAL TUO STERMINIO
NON COLLA TERRA DEI CIMITERI
DOVE I NOSTRI COMPAGNI GIOVINETTI
RIPOSANO IN SERENITA'
NON COLLA NEVE INVIOLATA DELLE MONTAGNE
CHE PER DUE INVERNI TI SFIDARONO
NON COLLA PRIMAVERA DI QUESTE VALLI
CHE TI VIDE FUGGIRE
 
MA SOLTANTO COL SILENZIO DEI TORTURATI
PIU' DURO D'OGNI MACIGNO
SOLTANTO CON LA ROCCIA DI QUESTO PATTO
GIURATO FRA UOMINI LIBERI
CHE VOLONTARI SI ADUNARONO
PER DIGNITA' NON PER ODIO
DECISI A RISCATTARE
LA VERGOGNA E IL TERRORE DEL MONDO
 
SU QUESTE STRADE SE VORRAI TORNARE
AI NOSTRI POSTI CI RITROVERAI
MORTI E VIVI COLLO STESSO IMPEGNO
CHE SI CHIAMA
ORA E SEMPRE
RESISTENZA
 
(Lapide murata nel Palazzo Comunale di Cuneo il 21 dicembre 1952)
 
*
 
ALL'OMBRA DI QUESTE MONTAGNE
IL 12 SETTEMBRE 1943
POCHI RIBELLI QUI CONVENUTI
ARMATI DI FEDE E NON DI GALLONI
FURONO LA PRIMA PATTUGLIA
DELLA RESISTENZA PIEMONTESE
CHE DOPO DUE INVERNI
CON DUCCIO E LIVIO AL COMANDO
PER OGNI CADUTO CENTO SOPRAGGIUNTI
DIVENTO'
L'ESERCITO DI GIUSTIZIA E LIBERTA'
DILAGANTE VITTORIOSO IN PIANURA
 
NEL PRIMO DECENNALE
I VIVI SALUTANO I MORTI
DORMITE IN PACE COMPAGNI
L’IMPEGNO DI MARCIARE INSIEME
VERSO L'AVVENIRE
NON E' CADUTO
 
(Epigrafe murata sulla Chiesa di Madonna del Colletto, inaugurata il 27 settembre 1953 con un discorso di Ferruccio Parri)
 
*
 
CONTRO OGNI RITORNO
 
INERMI BORGATE DELL'ALPE
ASILO DI RIFUGIATI
PRESE D'ASSALTO COI LANCIAFIAMME
ARSI VIVI NEL ROGO DEI CASALI
I BAMBINI AVVINGHIATI ALLE MADRI
FOSSE NOTTURNE SCAVATE
DAGLI ASSASSINI IN FUGA
PER NASCONDERVI STRAGI DI TRUCIDATI INNOCENTI
QUESTO VI RIUSCI'
 
S. TERENZIO BERGIOLA ZERI VINCA
FORNO MOMMIO TRAVERDE S. ANNA S. LEONARDO
SCRIVETE QUESTI NOMI
SON LE VOSTRE VITTORIE
MA ESPUGNARE QUESTE TRINCEE DI MARMO
DI DOVE IL POPOLO APUANO
CAVATORI E PASTORI
E LE LORO DONNE STAFFETTE
TUTTI ARMATI DI FAME E DI LIBERTA'
VI SFIDAVA BEFFARDO DA OGNI CIMA
QUESTO NON VI RIUSCI'
ORA SUL MARE SON TORNATI AL CARICO I VELIERI
 
E NELLE CAVE I BOATI DELLE MINE
CHIAMAN LAVORO E NON GUERRA
MA QUESTA PACE NON E' OBLIO
STANNO IN VEDETTA
QUESTE MONTAGNE DECORATE DI MEDAGLIE D'ORO
AL VALORE PARTIGIANO
TAGLIENTI COME LAME
IMMACOLATO BALUARDO SEMPRE ALL'ERTA
CONTRO OGNI RITORNO
 
(Epigrafe scolpita sul marmo della stele commemorativa delle Fosse del Frigido, inaugurata il 21 ottobre 1954)
 
*
 
FANTASMI
 
NON RAMMARICATEVI
DAI VOSTRI CIMITERI DI MONTAGNA
SE GIU' AL PIANO
NELL'AULA OVE FU GIURATA LA COSTITUZIONE
MURATA COL VOSTRO SANGUE
SONO TORNATI
DA REMOTE CALIGINI
I FANTASMI DELLA VERGOGNA
TROPPO PRESTO LI AVEVAMO DIMENTICATI
E' BENE CHE SIANO ESPOSTI
IN VISTA SU QUESTO PALCO
PERCHE' TUTTO IL POPOLO
RICONOSCA I LORO VOLTI
E SI RICORDI
CHE TUTTO QUESTO FU VERO
CHIEDERANNO LA PAROLA
AVREMO TANTO DA IMPARARE
MANGANELLI PUGNALI PATIBOLI
VENT'ANNI DI RAPINE DUE ANNI DI CARNEFICINE
I BRIGANTI SUGLI SCANNI I GIUSTI ALLA TORTURA
TRIESTE VENDUTA AL TEDESCO
L'ITALIA RIDOTTA UN ROGO
QUESTO SI CHIAMA GOVERNARE
PER FAR GRANDE LA PATRIA
APPRENDEREMO DA FONTE DIRETTA
LA STORIA VISTA DALLA PARTE DEI CARNEFICI
PARLERANNO I DIPLOMATICI DELL'ASSE
I FIERI MINISTRI DI SALO'
APRIRANNO
I LORO ARCHIVI SEGRETI
DI OGNI IMPICCATO SAPREMO LA SEPOLTURA
DI OGNI INCENDIO SI RITROVERA' IL PROTOCOLLO
CIVITELLA SANT'ANNA BOVES MARZABOTTO
TUTTE IN REGOLA
SAPREMO FINALMENTE
QUANTO COSTO' L'ASSASSINIO
DI CARLO E NELLO ROSSELLI
MA FORSE A QUESTO PUNTO
PREFERIRANNO RINUNCIARE ALLA PAROLA
PECCATO
QUESTI GRANDI UOMINI DI STATO
AVREBBERO TANTO DA RACCONTARE
 
(Epigrafe pubblicata sul "Ponte" dopo le elezioni politiche del 7 giugno 1953)
 
3. INCONTRI. UN INTERVENTO DI SALUTO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Un intervento di saluto ai partecipanti all'incontro di presentazione del libro "In prima persona" che si tiene a Roma il 9 aprile 2010
*
Care amiche e cari amici,
e' di grande utilita' che le persone impegnate in difesa dell'ambiente e dei diritti umani di tutti gli esseri umani si incontrino e socializzino le loro esperienze e riflessioni.
Ed e' di grande importanza che da queste esperienze scaturisca una memoria condivisa che funga anche da repertorio di riferimenti per condurre nel migliore dei modi le lotte nonviolente oggi necessarie per contrastare l'eversione dall'alto di governi globali e locali barbari e devastatori, che attuano politiche sopraffattrici, razziste, belliciste ed ecocide, politiche palesemente in contrasto con i diritti affermati nella Dichiarazione universale dei diritti umani e nella Costituzione della Repubblica Italiana.
Dall'esperienza del comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, una delle esperienze documentate nel libro per la cui presentazione siete convenuti nell'odierno incontro, vi giunga quindi il nostro saluto e la nostra gratitudine per il vostro impegno.
*
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti
Viterbo, 8 aprile 2010
Per informazioni e contatti: e-mail: info at coipiediperterra.org, sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it
 
4. INCONTRI. L'11 APRILE A VITERBO
 
Domenica 11 aprile 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgera' il diciannovesimo incontro di studio del percorso di formazione e informazione nonviolenta iniziato da alcuni mesi.
Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo.
L'iniziativa e' ovviamente aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate.
 
5. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 30 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
6. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Riedizioni
- Martin Heidegger, Segnavia, Adelphi, Milano 1987, 2008, Mondadori, Milano 2010, pp. XVI + 524, euro 12,90 (in supplemento a vari periodici Mondadori).
 
7. MATERIALI. INDICE DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO" MAGGIO 2009 (PARTE PRIMA)
 
* "Minime", numero 807 del primo maggio 2009: 1. Il nostro primo maggio; 2. Il 30 maggio a Novara manifestazione nazionale contro gli F-35; 3. Cinzia Gubbini: La scuola dell'apartheid; 4. Enrico Pugliese: Il recidivo; 5. Pietro Soldini: No al "ddl sicurezza"; 6. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 7. Ammazzare una persona; 8. Natalia Aspesi: La prevalenza del maschio; 9. Guglielmo Ragozzino ricorda Renato Lattes; 10. A Bolzano il 22 maggio; 11. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 12. La newsletter settimanale del Centro studi "Sereno Regis" di Torino; 13. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 14. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 329 del primo maggio 2009: 1. La scelta della nonviolenza, in poche parole; 2. Aut aut; 3. Brevissima parabola del bicchiere; 4. Benito D'Ippolito: Un distico superstite; 5. Osvaldo Caffianchi: Una lieve cabaletta; 6. Luciano Bonfrate: Qualche misero ottonario; 7. Luciano Bonfrate: La beffa dell'assassino, ovvero: il segreto di Kabul; 8. Nicola Calipari, due anni dopo; 9. Benito D'Ippolito: Sulla strada dell'aeroporto; 10. Benito D'Ippolito: Alcuni altri omissis da un rapporto; 11. Un'epigrafe a "Tre scorciatoie lungo il cammino"; 12. Questo sappiamo, questo diciamo; 13. Luciano Bonfrate: Chi vota per la guerra e' un assassino; 14. Fosco Funesti: Una lettera del 1914; 15. O la guerra o la pace; 16. Una vita, tutte le vite; 17. Ostaggi; 18. Prime ed ultime risultanze di un'inchiesta privata sulla strage di Nassiriya; 19. Nel nome di Achille; 20. L'autista; 21. Benito D'Ippolito: Ancora un foglio, una foglia nel vento; 22. Fosco Funesti: La rosa; 23. Il valletto; 24. Il paese dei passi perduti; 25. Annibale Scarpante: Chi vvota pe la guerra, pe la morte; 26. Misero ai voti il prezzo della carne; 27. Un'epigrafe a "Contro la pena di morte (e per la correzione fraterna)"; 28. Afghanistan; 29. Solo; 30. Occorre; 31. Orazio Demacari: Pochi stupidi ottonari in ricordo di K. V.; 32. Luciano Bonfrate: Le regole d'ingaggio; 33. Ceux qui.
* "Minime, numero 808 del 2 maggio 2009: 1. Edda Billi ricorda Ilda Bartoloni; 2. Indice de "La nonviolenza e' in cammino" aprile 2009; 3. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 4. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 183 del 2 maggio 2009: 1. Il 29 aprile a Viterbo si e' svolta un'iniziativa per il Bulicame e i diritti dei cittadini; 2. Da Viterbo una lettera di solidarieta' al movimento che si oppone al mega-aeroporto a Frosinone; 3. Il Coordinamento contro gli F-35 e il suo documento programmatico; 4. Alcuni estratti da "Siamo tutti sulla stessa arca" di Alessandro Paronuzzi; 5. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 809 del 3 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: Afghanistan, quello che so; 2. Annamaria Rivera: Della follia razzista un florilegio; 3. Cinzia Gubbini: Alla stazione; 4. La campagna di indignazione contro gli F-35; 5. La mascherata; 6. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 7. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 8. Letture: Ekkehart Krippendorff, Lo stato e la guerra; 9. Letture: Roberto Massari, Il centrismo sui generis; 10. Letture: John Ruskin, I miti del progresso; 11. Riletture: Jurek Becker, Jakob il bugiardo; 12. Riletture: Nzuzi Bibaki, La stregoneria; 13. Riletture: Anna Maria Cappelletti: Didattica interculturale della geometria; 14. Riletture: Fedor Dostoevskij, Povera gente; 15. Riletture: Paolo Poli, Chiesa e poligamia in Africa; 16. Riedizioni: Apollonio Rodio, Le argonautiche; 17. Riedizioni: Aristofane, Commedie; 18. Riedizioni: Romano Bracalini, Otto milioni di biciclette; 19. Riedizioni: Rudolf Carnap, La costruzione logica del mondo. Pseudoproblemi nella filosofia; 20. Riedizioni: Gaio Giulio Cesare, Le guerre; 21. Riedizioni: Federico Garcia Lorca, Poesie d'amore; 22. Riedizioni: Kahlil Gibran, Il profeta; 23. Riedizioni: Martin Heidegger, Essere e tempo; 24. Riedizioni: Adam Smith, La ricchezza delle nazioni; 25. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 26. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 214 del 3 maggio 2009: 1. Premessa prima: Dieci sonetti a Vicenza; 2. Si puo', si deve vincere a Vicenza; 3. Si', a Vicenza il cinque ottobre il voto; 4. Vicenza oggi e' per tutti una speranza; 5. Se a Vicenza vinceranno i si'; 6. Il cinque ottobre il voto vicentino; 7. Che da Vicenza giunga una parola; 8. Come a Vicenza il senno dei votanti; 9. Chi teme che la gente di Vicenza; 10. Vicenza dunque il 5 ottobre vota; 11. In un giorno di festa i vicentini; 12. Premessa seconda: Un blues ed altri testi; 13. Blues del nostro fratello dottor King; 14. Blues del treno della morte; 15. Aderendo a un appello per la pace; 16. Una leggenda apocrifa ovvero eulogia di Massimiliano di Cartagine; 17. Rachele; 18. In memoria di Primo Mazzolari; 19. Premessa terza: Una sera ed altri testi; 20. Una sera di Chico Mendes; 21. Ad alcuni amici suoi di Catania; 22. Della memoria del dolore e del dolore della memoria; 23. Una canzone per Marianella Garcia. Nel ventesimo anniversario della morte; 24. Epigrafe per il resistente Josef Mayr-Nusser; 25. Nel chiasso; 26. Per Oscar Romero; 27. Ancora una cantata dei morti invano; 28. In memoria di Dietrich Bonhoeffer; 29. Uomini e tigri; 30. Ruminazioni di un viandante eugubino; 31. Agli amici della Rete Radie' Resch in occasione della decima marcia per la giustizia da Agliana a Quarrata; 32. L'interprete; 33. Cantata per Danilo.
* "Minime", numero 810 del 4 maggio 2009: 1. La bambina; 2. Maria G. Di Rienzo: Herat; 3. Peppe Sini: Cessino le uccisioni; 4. "Azione nonviolenta" di maggio 2009; 5. Francesca Caferri intervista Marina Nemat; 6. Umberto De Giovannangeli intervista Hassiba Hadj Sahroui; 7. A Palmi dal 18 al 23 maggio; 8. Giulio Vittorangeli: Primo maggio; 9. Ida Dominijanni: La favola e l'impero; 10. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 11. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 12. Riletture: Domenica Scalera, Polis interculturale mediterranea; 13. Riedizioni: Friedrich Nietzsche, La volonta' di potenza; 14. Riedizioni: Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal; 15. Riedizioni: Karl Raimund Popper, La societa' aperta e i suoi nemici; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 184 del 4 maggio 2009: 1. Una lettera all'assessore alla partecipazione della Regione Lazio; 2. Adesione alla campagna di indignazione nazionale contro lo sperpero di oltre 13 miliardi di euro per l'acquisto di 131 cacciabombardieri; 3. Antonio Mazzeo: Sigonella; 4. Marinella Correggia: I popoli indigeni per il clima; 5. Giorgio Nebbia: Contro il nucleare; 6. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 811 del 5 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: La dichiarazione di Vienna; 2. Contro il razzismo; 3. Contro la guerra; 4. Contro il riarmo; 5. Coccodrilli di lacrima; 6. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 7. Roberta Del Principe: Delara; 8. Roberta Del Principe intervista Riccardo Noury; 9. Dino Messina intervista Carlo Ginzburg sul padre Leone; 10. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 11. Antonio Caronia ricorda James Graham Ballard; 12. Enrico Ghezzi ricorda James Graham Ballard; 13. Loredana Lipperini ricorda James Graham Ballard; 14. Benedetto Vecchi ricorda James Graham Ballard; 15. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 16. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 330 del 5 maggio 2009: 1. Mentre finiva il 2006; 2. Luciano Bonfrate: Litania dei pacifisti ministeriali; 3. Geremia Cattristi: Per un centenario a Pisa; 4. Armando Stracciaroli: Dell'arte dell'ascolto e del conflitto; 5. Le vittime afgane; 6. Osvaldo Caffianchi: Cantata di un uomo senz'arte ne' parte; 7. Luciano Bonfrate: Aquile; 8. Luciano Bonfrate: Seguendo la flotta; 9. Per farla finita con le uccisioni; 10. Benito D'Ippolito: Il kamikaze arriva in bicicletta; 11. Luciano Bonfrate: Mottetto degli arresi; 12. Luciano Bonfrate: La nonviolenza a meta'; 13. Ai signori ministri e ai signori parlamentari, in sei parole; 14. Luciano Bonfrate: A coloro che hanno approvato la partecipazione italiana alla guerra afgana; 15. Ripudia la guerra, costruisci la pace; 16. La nonviolenza; 17. Anna Politkovskaja; 18. Osvaldo Caffianchi: Anacreontiche della nonviolenzina; 19. Luciano Bonfrate: Da molto lontano; 20. Luciano Bonfrate: Con occhi senza tempo; 21. In epigrafe a "Nel deserto"; 22. Luciano Bonfrate: Le cerimonie per l'anniversario; 23. Osvaldo Caffianchi: Tu pensi; 24. Diciamo cose che tutti gia' sanno; 25. Osvaldo Caffianchi: Il sangue afgano, il sangue dei migranti; 26. La scelta; 27. Luciano Bonfrate: Ancora del trionfo della volonta'; 28. La guerra e il terrorismo.
* "Minime", numero 812 del 6 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: Statistiche e sondaggi ; 2. Poiche' il razzismo, la guerra, il riarmo; 3. Marina Forti: Donne in cammino col cappio al collo; 4. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 5. Farid Adly: Una iniziativa di solidarieta' ad Acquedolci; 6. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 7. Andrea Colombo ricorda James Graham Ballard; 8. Federico Ercole ricorda James Graham Ballard; 9. Nicola Lagioia ricorda James Graham Ballard; 10. Tommaso Pincio ricorda James Graham Ballard; 11. Francesco Vietti presenta "Le prigioni invisibili" di Carlo Capello e "Romeni d'Italia" di Pietro Cingolani; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 185 del 6 maggio 2009: 1. Dacia Maraini: L'aeroporto tra le terme; 2. L'istigatore malaccorto; 3. Una lettera all'assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio; 4. Comitato no aeroporto di Frosinone-Ferentino: Frosinone e Viterbo uniti nell'opposizione a nuovi folli mega-aeroporti; 5. Una lettera da Viterbo all'"Assemblea permanente no F-35" di Novara; 6. Una lettera da Viterbo alla Campagna per la smilitarizzazione di Sigonella; 7. Un estratto da "Un piano per salvare il pianeta" di Nicholas Stern; 8. Hannah Arendt: Consumismo; 9. Vandana Shiva: Nove principi alla base della democrazia dell'acqua; 10. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 813 del 7 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: Dalal; 2. Severino Vardacampi: Le stragi afgane; 3. L'Italia verso il regime dell'apartheid; 4. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 5. Luciana Castellina ricorda Antonio Gambino; 6. "Noi donne" ricorda Ilda Bartoloni; 7. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 8. Valerio Evangelisti intervista James Graham Ballard (2006); 9. Antonella Ottolina intervista James Graham Ballard (2006); 10. Enrico Maria Massucci presenta "Le conseguenze economiche della pace" di John Maynard Keynes; 11. Elisabetta Rasy presenta tre romanzi sulla figura materna; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 248 del 7 maggio 2009: 1. Anna Corsi: Violenza; 2. Giusi Brega intervista Luisa Muraro; 3. Bruno Gravagnuolo intervista Luisa Muraro; 4. Silvia Neonato intervista Luisa Muraro; 5. Manuela Cartosio: Porto Tolle; 6. Marinella Correggia: Accesso al fuoco.
* "Minime", numero 814 dell'8 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: "Ho chiamato mia figlia Fortuna"; 2. La guerra e il razzismo; 3. Giuseppe Di Lello: Il rispetto della dignita' umana; 4. Sergio Briguglio: Una lettera aperta ai parlamentari sul cosiddetto maxi-emendamento al "Ddl sicurezza"; 5. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 6. A Mestre il 9 maggio; 7. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 8. Un'intervista ad Antonio Caronia su James Graham Ballard; 9. Martin Amis ricorda James Graham Ballard; 10. La newsletter settimanale del Centro studi "Sereno Regis" di Torino; 11. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 12. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 331 dell'8 maggio 2009: 1. Nel tempo in cui si resero assassini; 2. Luciano Bonfrate: La banda armata; 3. Tutte le vittime; 4. Luciano Bonfrate: Ballata delle bare, dei salici e di altre cose ancora che e' doloroso e necessario dire; 5. Giobbe Santabarbara: Quelli che...; 6. Un'epistola a Lidia in forma di sonetto; 7. Omero Dellistorti: Per Franca Ongaro Basaglia; 8. Capriole; 9. L'argomento dell'arreso; 10. Benito D'Ippolito: La gaia guerra contro il terrorismo; 11. Benito D'Ippolito: Messe alla prova; 12. La guerra e' il terrorismo; 13. La guerra di sinistra; 14. Quando, quando, quando, quando; 15. Benito D'Ippolito: Di buon cuore gli assassini; 16. Osvaldo Caffianchi: Orsu' gioiscano gli assassinati afgani; 17. Tutti i fuochi, il fuoco; 18. In epigrafe a "Gli assassini al lavoro"; 19. Benito D'Ippolito: Nozze di sangue a Cana; 20. Luciano Bonfrate: A chi si e' arreso; 21. Luciano Bonfrate: Ai vecchi compagni; 22. Osvaldo Caffianchi: Dal barbiere; 23. Luciano Bonfrate: Domande; 24. Il no e il si'; 25. Padri, figlie; 26. Omero Cajami: Una quartina a Marienbad; 27. Benito D'Ippolito: Alle persone che s'incontreranno ad Assisi il 26 agosto.
* "Minime", numero 815 del 9 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Contrastare il tentativo golpista di imporre in Italia il regime dell'apartheid; 2. La deportazione; 3. Milano, Montgomery; 4. Per la messa fuorilegge dell'organizzazione razzista denominata Lega Nord; 5. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 6. Incontri con Krishnammal Jagannathan in Italia; 7. Daniele Barbieri ricorda Augusto Boal; 8. Eduardo Galeano: Scusate il disturbo; 9. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 10. Remo Ceserani presenta "Postmodernismo" di Fredric Jameson; 11. Benedetto Vecchi presenta "Postmodernismo" di Fredric Jameson; 12. Riletture: Hannah Arendt, Le origini del totalitarismo; 13. Riletture: Hannah Arendt, La banalita' del male; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 186 del 9 maggio 2009: 1. Opporsi al razzismo; 2. Caterina Pasolini: L'Italia viola la Convenzione di Ginevra; 3. Francesco Viviano: In quei lager stupri e torture; 4. Gad Lerner: Verso l'apartheid; 5. Federico Resta: Leggi razziste; 6. Pietro Soldini: Arroganza incostituzionale; 7. Peppe Sini: Come il ministro dei trasporti s'ingegni per finir presto sul banco degli imputati; 8. Infine; 9. Una lettera all'assessore al lavoro della Regione Lazio; 10. Associazione "Respirare": Lettera aperta al Ministro dei Trasporti; 11. Antonio Cianciullo intervista Nicholas Stern; 12. Novita' nel sito www.coipiediperterra.org; 13. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 816 del 10 maggio 2009: 1. Opporsi al colpo di stato razzista; 2. Per la messa fuorilegge dell'organizzazione razzista denominata Lega Nord; 3. Dagmawi Yimer: Una testimonianza; 4. Gian Antonio Stella: L'asilo negato; 5. Umberto De Giovannangeli intervista Bill Frelick; 6. Cinzia Gubbini: L'impiccagione; 7. Alessandro Dal Lago: L'avanguardia; 8. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 9. Non piu' candida ma purpurea la veste di quei candidati; 10. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 11. Filippo La Porta: Nicola Chiaromonte e il '68; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 215 del 10 maggio 2009: 1. Una strenna, di nuovo; 2. Ricciardo Aloisi: Elogio degli aquiloni.
* "Minime", numero 817 dell'11 maggio 2009: 1. Il governo hitleriano. E tu contrastalo; 2. Caterina Pasolini intervista Laura Boldrini; 3. Sara Prestianni: Testimonianze di donne migranti detenute nei campi di concentramento libici; 4. Francesco Viviano: Salvateci; 5. Per la messa fuorilegge dell'organizzazione razzista denominata Lega Nord; 6. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 7. Claudio Toscani intervista Antonia Arslan; 8. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 9. Emuli; 10. Stella Morra presenta alcuni libri recenti; 11. Riedizioni: Joanna Bourke, La seconda guerra mondiale; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 187 dell'11 maggio 2009: 1. Leoluca Orlando: Interrogazione parlamentare sul mega-aeroporto di Viterbo; 2. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 818 del 12 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Ora; 2. L'ignaro; 3. La guerra e il razzismo; 4. Stefano Rodota': La barbarie; 5. Gabriel Bertinetto intervista Benjamin Barber; 6. Sergio Sinigaglia: Da Patrasso ad Ancona; 7. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 8. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 9. Riletture: Laura Boella, Hannah Arendt; 10. Riletture: Adriana Cavarero, Orrorismo; 11. Riletture: Simona Forti, Il totalitarismo; 12. Riletture: Maria Laura Lanzillo, Il multiculturalismo; 13. Riletture: Martha C. Nussbaum, Giustizia e aiuto materiale; 14. Riletture: Daniela Padoan, Le pazze; 15. Riletture: Renate Siebert, Il razzismo; 16. Riletture: Susan Sontag, Davanti al dolore degli altri; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 332 del 12 maggio 2009: 1. Ventuno articoli di Benito D'Ippolito; 2. Ci verra' chiesto conto; 3. Per Simone; 4. Sulla strada dell'aeroporto; 5. Il naufragio; 6. Alcuni altri omissis da un rapporto; 7. Le cose da fare; 8. Dopo Capaci; 9. Alex; 10. En arche'; 11. Per Sergio Endrigo; 12. In memoria di Simon Wiesenthal; 13. Sette lapidi per dire un si'; 14. Incidente a Kabul; 15. I fatti di Falluja; 16. In difesa delle piante ornamentali. Prosopopea; 17. Tom; 18. Puntuale come la morte; 19. Sul torpedone; 20. Dal mattino; 21. Oi autoi; 22. Una scelta; 23. Appendice prima: Blues del treno della morte; 24. Appendice seconda: Quattro vecchi volantini dei tempi della prima guerra del Golfo.
* "Minime", numero 819 del 13 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Qui e adesso; 2. E la guerra continua; 3. Il 14 maggio in piazza a Viterbo contro le deportazioni e le misure razziste del "pacchetto sicurezza"; 4. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 5. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 6. Francesco Napoli: Alfonso Gatto; 7. Letture: Antonia Pozzi, Tutte le opere; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 188 del 13 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Quando; 2. Un appello da Assisi; 3. Claudia Fusani: Le immagini della strage; 4. Marco Mongiello: Dopo l'Onu e il Vaticano anche il Consiglio d'Europa condanna le deportazioni; 5. Umberto De Giovannangeli intervista Amos Luzzatto; 6. Un ringraziamento a Dacia Maraini e a Leoluca Orlando; 7. L'autogoal del presidente della Provincia; 8. Il sindaco bombastico; 9. Dacia Maraini: L'aeroporto tra le terme; 10. Leoluca Orlando: Interrogazione parlamentare sul mega-aeroporto di Viterbo; 11. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 820 del 14 maggio 2009: 1. Peppe Sini: In poche semplici parole; 2. Alberto D'Argenzio intervista Thomas Hammarberg; 3. Cinzia Gubbini: Le violazioni del ministro Maroni; 4. Pax Christi: "Ero straniero e mi avete accolto" (Mt 25,35); 5. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 6. Umberto Santino: La Resistenza continua; 7. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 249 del 14 maggio 2009: 1. Contro l'apartheid e contro le deportazioni oggi in piazza anche a Viterbo; 2. Maria G. Di Rienzo: Migranti; 3. Silvia Agostini: Le persone migranti sono esseri umani? 4. Ida Dominijanni: Le parole che accecano; 5. Cinzia Gubbini intervista Domenico Gallo; 6. Hannah Arendt: La Resistenza nonviolenta in Danimarca.
* "Minime", numero 821 del 15 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Per fatto personale; 2. Roberto Saviano: Il coraggio dimenticato; 3. Piero Calamandrei: Epigrafi per donne, uomini e citta' della Resistenza; 4. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 5. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 6. Roberto Carnero presenta "Kaputt" di Curzio Malaparte; 7. Riletture: Hannah Arendt, La banalita' del male; 8. Riletture: Virginia Woolf, Le tre ghinee; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 333 del 15 maggio 2009: 1. Dal settembre 2005 al maggio 2006; 2. Le litoti di Strambotto; 3. Osvaldo Caffianchi: Tra Perugia e Assisi; 4. Omero Dellistorti: La nonviolenza difficile; 5. Luciano Bonfrate: Week-end a Lampedusa; 6. Un crimine; 7. Per Marco Mariani, educatore; 8. Mauro Otello Fenedisci: Del diffidar sincero l'elogio breve e acre; 9. Luciano Bonfrate: I morti di Bengasi; 10. Osvaldo Caffianchi: La scuola dello stupro; 11. Luciano Bonfrate: Anna Moffo; 12. Dove; 13. Laconio Magnaserpi: Non esiste piu'; 14. Osvaldo Caffianchi: Primo maggio; 15. L'unico modo di rendere omaggio alle persone uccise; 16. Osvaldo Caffianchi: Sul torpedone; 17. Osvaldo Caffianchi: Portando tutto a casa; 18. Luciano Bonfrate: Di noi vegliardi il privilegio e' questo; 19. L'alternativa; 20. Piccola prosa sul che fare tutti.
(Parte prima - segue)
 
8. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
9. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 155 del 9 aprile 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it