[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 156



TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 156 del 10 aprile 2010
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it
 
Sommario di questo numero:
1. Il crimine della guerra, il crimine del razzismo
2. Chryso D’Angelo intervista Rana Husseini
3. Associazione "Respirare": Notizie sempre piu' inquietanti sulla situazione del lago di Vico
4. Un messaggio di saluto al Comitato contro l'ampliamento dell'aeroporto di Ampugnano
5. No alla follia nucleare
6. Oggi a Viterbo
7. Domani a Viterbo
8. "Azione nonviolenta"
9. Segnalazioni librarie
10. Indice de "La nonviolenza e' in cammino" maggio 2009 (parte seconda e conclusiva)
11. La "Carta" del Movimento Nonviolento
12. Per saperne di piu'
 
1. EDITORIALE. IL CRIMINE DELLA GUERRA, IL CRIMINE DEL RAZZISMO
 
La partecipazione italiana alla guerra afgana e' un crimine. La guerra e' in se stessa un crimine, il massimo dei crimini. Il diritto internazionale e la Costituzione della Repubblica Italiana proibiscono la partecipazione italiana a questo crimine.
Ci si impegni qui in Italia perche' l'Italia cessi di partecipare alla guerra in Afghanistan e si adoperi invece per la pace, il disarmo, la smilitarizzazione dei conflitti, l'aiuto umanitario alle popolazioni.
*
Il razzismo e' un crimine contro l'umanita'.
Il colpo di stato razzista del governo Berlusconi e' un crimine per il quale vi e' un solo aggettivo: nazista.
Siano abrogate le misure razziste, schiaviste e squadriste; siano aboliti i campi di concentramento; cessino i pogrom e le deportazioni. Si torni al rispetto della Costituzione della Repubblica Italiana. Si torni al rispetto dei diritti umani di tutti gli esseri umani.
Ci si impegni contro il colpo di stato razzista, in difesa della democrazia, in difesa della civilta' giuridica, in difesa dell'umanita'.
Con la forza della verita', con la scelta della nonviolenza.
 
2. DIRITTI. CHRYSO D'ANGELO INTERVISTA RANA HUSSEINI
[Ringraziamo Maria G. Di Rienzo (per contatti: sheela59 at libero.it) per averci messo a disposizione nella sua traduzione la seguente intervista di Chryso D’Angelo a Rana Husseini per l'International Press Service del 23 marzo 2010]
 
Ogni giorno tredici donne vengono assassinate in “delitti d'onore” dai loro stessi parenti, racconta Rana Husseini, attivista per i diritti umani e giornalista che ha dedicato la sua vita a combattere la barbarica e diffusa pratica. “Sto documentando i casi delle donne, le loro storie, il fatto che vivevano su questa terra e che qualcuno le ha private del diritto di vivere”, ha detto Husseini all'International Press Service.
Un delitto d'onore accade quando la famiglia ritiene che una parente femmina abbia "macchiato" la sua reputazione, dice ancora Husseini, di cui è uscito di recente il libro Assassinio in nome dell'onore.
“La persona scelta dalla famiglia per eseguire l'omicidio (usualmente un maschio: fratello, padre, cugino, zio paterno o marito) mette fine brutalmente alla vita della parente per 'lavare' la famiglia dalla 'vergogna' che lei ha portato su di loro”, scrive Husseini nel suo libro. La giornalista del “Jordan Times” ha raccolto le storie di donne in tutto il mondo uccise per aver masticato una chewing gum, per aver riso ad uno scherzo per strada, per aver avuto addosso dei cosmetici.
Secondo Husseini, i rapporti presentati alla Commissione delle Nazioni Unite per i Diritti Umani indicano che i "delitti d'onore" avvengono in Giordania, Pakistan, Bangladesh, Brasile, Ecuador, Egitto, Gran Bretagna, Territori Palestinesi, India, Israele, Pakistan, Marocco, Svezia, Turchia, Yemen, Uganda e Stati Uniti, fra gli altri. Non solo gli articoli di Husseini hanno destato l'attenzione pubblica locale ma, nel 2008, ella ha contributo a formare il “Comitato nazionale giordano per l'eliminazione dei cosiddetti delitti d'onore”. Il suo scopo ultimo e' cambiare la legge giordana chiedendo maggiori sanzioni per i perpetratori di questi crimini.
Di seguito un estratto dell'intervista a Rana Husseini di Chryso D’Angelo, corrispondente per l'International Press Service (in sigla: Ips).
*
- Chryso D’Angelo: Ci sono stati progressi nel fermare i "delitti d'onore"?
- Rana Husseini: La Giordania e' un vero buon esempio di progresso. Se guardo indietro, da dove ho cominciato ad oggi, ci sono stati cambiamenti enormi. Per esempio, nel 2009 c'e' stato il primo tribunale speciale per processare uomini che avevano ucciso in nome dell'onore familiare. Per la prima volta la corte ha rifiutato la richiesta di una famiglia di lasciar cadere le accuse. L'uomo e' stato condannato a 15 anni di carcere. La societa' civile si e' attivata ed il governo sta parlando di cambiare alcune leggi.
*
- Chryso D’Angelo: In che modo si e' mosso il governo giordano?
- Rana Husseini: In Giordania il lavoro e' stato fatto a tutti i livelli, dalla famiglia reale all'opinione pubblica. La regina Rania e' stata molto chiara. Persino il Re Hussein e' stato attivo nell'occuparsi della violenza domestica contro donne e bambini. Quando hai il leader di un paese che parla di questa questione e' importante, ed e' qualcosa che non vedi in molti altri paesi.
*
- Chryso D’Angelo: Testimoni un cambiamento negli atteggiamenti degli uomini?
- Rana Husseini: In passato, quando parlavo gli uomini alzavano le mani e dicevano “Ucciderei mia sorella, e allora? Se lei avesse fatto qualcosa di male”. Ma ora gli uomini sono piu' aperti e piu' disposti a discutere. C'e' un gruppo di attivisti giordani che sta portando in giro una piece teatrale da cinque anni. Alcuni personaggi sono uomini. La piece parla dei delitti d'onore e ferma la gente per strada per chiedere la loro opinione. E' importante che gli uomini siano coinvolti.
*
- Chryso D’Angelo: I delitti d'onore non vengono perpetrati solo da uomini. Per esempio, tu hai descritto un delitto d'onore avvenuto a St. Louis nel 1989 che ha visto la collaborazione di un padre e di una madre. La madre teneva ferma la figlia mentre il padre la pugnalava a morte. Il suo crimine era di essere troppo “occidentalizzata”. Che ruolo giocano le donne nei delitti d'onore?
- Rana Husseini: Usualmente sono divise in due parti. La prima e' quella di coloro che non possono dir nulla sulla questione: se si oppongono e parlano potrebbero essere uccise esse stesse. E questo e' il modo in cui finiscono per diventare complici. Altre credono davvero che la donna in questione debba essere punita.
*
- Chryso D’Angelo: Ci sono pressioni sociali per un uomo o una donna che commette un delitto d'onore?
- Rana Husseini: C'e' l'ipocrisia della gente che spinge altre persone ad uccidere. Ho intervistato moltissimi assassini che mi hanno detto che era stato promesso loro del denaro se avessero ucciso, e invece poi le famiglie hanno voltato loro la schiena.
*
- Chryso D’Angelo: In una precedente intervista hai detto che i delitti d'onore non sono un'istanza religiosa, ma culturale.
- Rana Husseini: Purtroppo molte persone pensano che questi delitti siano in relazione con l'Islam. Questi crimini avvengono in tutte le religioni. Ho riportato le storie di donne uccise in Giordania i cui membri familiari erano cristiani. In Italia, vi sono uomini che uccidono le loro parenti in nome dell'onore. Accade anche nella fede induista.
*
- Chryso D’Angelo: Perche' hai scritto questo libro?
- Rana Husseini: Voglio che sia una riferimento credibile ed una risorsa per chiunque cerchi informazioni sulla questione. Voglio anche suggerire delle soluzioni a persone che vorrebbero sapere come dare una mano.
 
3. AMBIENTE E SALUTE. ASSOCIAZIONE "RESPIRARE": NOTIZIE SEMPRE PIU' INQUIETANTI SULLA SITUAZIONE DEL LAGO DI VICO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Le inquietanti notizie che stanno emergendo in questi ultimi giorni confermano la drammaticita' della situazione del lago di Vico e danno ragione alle preoccupazioni espresse ormai da molti mesi dall'"Associazione italiana medici per l'ambiente", che ha da tempo chiesto a tutte le competenti istituzioni di intervenire tempestivamente ed adeguatamente, fino a presentare sul finire del mese di marzo un articolato esposto direttamente ai Ministri della Salute e dell'Ambiente.
Occorre che gli enti locali, le istituzioni preposte alla tutela della salute e alla difesa dell'ambiente, la Regione e lo Stato intervengano al piu' presto nelle forme idonee per quanto rispettivamente di competenza al fine di garantire i diritti costituzionalmente protetti, il rispetto rigoroso delle leggi in vigore, il benessere della popolazione.
Le proposte di intervento formulate dall'"Associazione italiana medici per l'ambiente" possono costituire una utile guida per il "quid agendum".
Ogni ulteriore sottovalutazione ed ogni ulteriore ritardo e' vieppiu' inammissibile.
*
L'associazione "Respirare"
Viterbo, 9 aprile 2010
L'associazione "Respirare" e' stata promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente.
 
4. INCONTRI. UN MESSAGGIO DI SALUTO AL COMITATO CONTRO L'AMPLIAMENTO DELL'AEROPORTO DI AMPUGNANO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Un messaggio di saluto inviato alle amiche ed agli amici del "Comitato contro l'ampliamento dell'aeroporto di Ampugnano - Siena" in occasione della loro assemblea del 13 aprile 2010
*
Carissime e carissimi,
in occasione della vostra importante assemblea del 13 aprile 2010 vi giunga da Viterbo il saluto affettuoso, la stima grande e la solidarieta' sincera delle persone impegnate nel "Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti".
Il vostro lavoro di documentazione, informazione, sensibilizzazione e denuncia, la vostra azione di difesa del territorio e dei diritti, il vostro impegno per la legalita', la responsabilita' e la solidarieta' tra le persone e tra le persone e la natura, sono preziosi non solo per la popolazione del vostro territorio ma per tutte le popolazioni minacciate dal dissennato incremento del trasporto aereo e per tutte le persone di volonta' buona, sollecite del pubblico bene, che hanno a cuore la difesa della biosfera ed il rispetto dei diritti umani di tutti gli esseri umani.
*
Auguri di buon lavoro nell'impegno comune, con la forza della verita', con la scelta della nonviolenza,
il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti
Viterbo, 9 aprile 2010
Per informazioni e contatti: e-mail: info at coipiediperterra.org, sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at libero.it
 
5. RIFLESSIONE. NO ALLA FOLLIA NUCLEARE
 
Il governo italiano insiste nel voler imporre il ritorno del nostro paese alla follia nucleare nel campo dell'approvvigionamento energetico, quando e' a tutto il mondo evidente che occorre decisamente passare alle fonti rinnovabili ed alle tecnologie pulite e sicure.
*
A questa posizione governativa irragionevole e pericolosissima occorre una opposizione limpida e intransigente della popolazione e delle rappresentanze istituzionali democratiche.
*
Occorre contrastare ad un tempo la follia nucleare e l'altrettanto insensata prosecuzione nell'uso delle fonti fossili; occorre muovere con decisione verso la valorizzazione in primo luogo del solare e delle altre fonti rinnovabili e pulite con tecnologie adeguate rispettose dell'ambiente, della salute e della sicurezza delle persone, gestibili in modo assolutamente democratico e trasparente nel pieno rispetto della legalita'. Ed occorre altresi' promuovere il risparmio energetico e stili di vita e di organizzazione sociale coerenti col rispetto della biosfera e dei diritti umani di tutti gli esseri umani.
 
6. INCONTRI. OGGI A VITERBO
[Riceviamo e diffondiamo]
 
Un pozzo per l’acqua e per la vita della popolazione di Nangololo in Mozambico
Sabato 10 aprile nei locali del centro sociale occupato autogestito Valle Faul, in strada Castel d'Asso a Viterbo, si terra' la prima di varie iniziative benefit per la realizzazione di un pozzo d'acqua in Mozambico, in collaborazione con l'associazione "La locomotiva di Rieti", l'associazione "Nepi per la pace", l'associazione "Oasi" di Bari, la Facolta' di Geologia dell'Universita' “La Sapienza” di Roma ed altre prestigiose associazioni gia' impegnate in Africa.
L'iniziativa e la collaborazione con il centro sociale di Viterbo e' nata nei tre giorni d’incontro e studio dove sono state presentate relazioni ed esperienze che hanno permesso di conoscere da vicino la situazione culturale, sanitaria, politica e sociale dell’area di Pemba, dove e' prevista la realizzazione del pozzo.
Per unanime consenso la presidenza del coordinamento di questo progetto e' stata affidata al professor Osvaldo Ercoli, che ha accettato l’incarico di rappresentare e farsi promotore di questa azione diretta di solidarieta' ed ha rivolto parole di elogio e incoraggiamento ai giovani in essa impegnati.
L'iniziativa avra' inizio alle ore 18,30 con la presentazione del libro “I Care Tanzania (Storie di vita donata)" della dottoressa Romina Remigio, fotogiornalista. Alle ore 20,30 cena sociale vegetariana. Alle ore 22,30 live music: tribute to Rino Gaetano, con la partecipazione di Marco Graziosi, Barricada 22 (cover rock). Dj Set a seguire.
*
L'assemblea del centro sociale occupato autogestito "Valle Faul"
 
7. INCONTRI. DOMANI A VITERBO
 
Domenica 11 aprile 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgera' il diciannovesimo incontro di studio del percorso di formazione e informazione nonviolenta iniziato da alcuni mesi.
Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo.
L'iniziativa e' ovviamente aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate.
 
8. STRUMENTI. "AZIONE NONVIOLENTA"
 
"Azione nonviolenta" e' la rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.
Redazione, direzione, amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. 0458009803 (da lunedi' a venerdi': ore 9-13 e 15-19), fax: 0458009212, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org
Per abbonarsi ad "Azione nonviolenta" inviare 30 euro sul ccp n. 10250363 intestato ad Azione nonviolenta, via Spagna 8, 37123 Verona.
E' possibile chiedere una copia omaggio, inviando una e-mail all'indirizzo an at nonviolenti.org scrivendo nell'oggetto "copia di 'Azione nonviolenta'".
 
9. SEGNALAZIONI LIBRARIE
 
Riletture
- Walter Laqueur (a cura di), Dizionario dell'Olocausto, Einaudi, Torino 2004, 2007, pp. XXXIV + 934.
 
10. MATERIALI. INDICE DE "LA NONVIOLENZA E' IN CAMMINO" MAGGIO 2009 (PARTE SECONDA E CONCLUSIVA)
 
* "Minime", numero 822 del 16 maggio 2009: Una lettera aperta al Presidente della Repubblica.
* "Coi piedi per terra", numero 189 del 16 maggio 2009: 1. Aung San Suu Kyi; 2. Cinque semplici ragioni per opporsi al mega-aeroporto nell'area termale del Bulicame a Viterbo; 3. Associazione "Respirare": La popolazione viterbese e' contro il mega-aeroporto nocivo e fuorilegge; 4. Una diffida a tutti i componenti del Comitato interministeriale per la programmazione economica; 5. Patrizio Loprete: Il "decreto sicurezza" e' un altro tassello verso l'incivilta'; 6. Marco Revelli: Retoriche del disumano; 7. Danilo Zolo: Il diritto alla vita; 8. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 823 del 17 maggio 2009: 1. Peppe Sini: Contrastare e sconfiggere il tentativo di colpo di stato razzista; 2. Una lettera aperta al Presidente della Repubblica; 3. Per la messa fuorilegge dell'organizzazione razzista denominata Lega Nord; 4. Hannah Arendt: Una caratteristica; 5. Unione Forense e Consiglio Italiano per i Rifugiati: Respingimenti illegittimi, porteremo ricorsi davanti alla Corte europea; 6. Comunita' cristiana di base del Cassano: L'obbedienza non e' piu' una virtu'; 7. Moni Ovadia: Se; 8. Renato Sacco: "Non c'era posto per loro"; 9. Massimo Solani intervista Guido Calvi; 10. Simone Weil: Essere lucidi; 11. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 12. Il 19 maggio a Mestre solidali con Michele Boato e l'impegno nonviolento in difesa di ambiente e salute; 13. A Palmi dal 18 al 23 maggio 2009; 14. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 15. La newsletter settimanale del Centro studi "Sereno Regis" di Torino; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 216 del 17 maggio 2009: 1. Poiche' le armi uccidono, tu allora; 2. Osvaldo Caffianchi: Dalle parole ai fatti. Si' al referendum brasiliano per vietare il commercio delle armi; 3. Benito D'Ippolito: Sette lapidi per dire un si'; 4. Le ragioni del si'. Nei volti di persone assassinate; 5. Benito D'Ippolito: Incidente a Kabul; 6. Ricciardo Aloisi: Io sono quello; 7. Tu; 8. Osvaldo Caffianchi: Paesaggio dopo la battaglia; 9. "Forum comunitario di lotta alla violenza" di Bahia: Mi hanno ammazzato e non potro' votare.
* "Minime", numero 824 del 18 maggio 2009: 1. Eleonora Bellini: Proviamo a cambiare le parole; 2. Possiamo sconfiggere la barbarie razzista; 3. In breve, che fare; 4. Una lettera aperta al Presidente della Repubblica; 5. Contro il razzismo e contro la guerra; 6. Daniele Barbieri: 1933-2009; 7. Furio Colombo: Un delitto; 8. Cecilia D'Elia: Due donne; 9. Cinzia Gubbini: L'Onu denuncia l'illegalita' delle deportazioni; 10. Alessandro Portelli: Tragica farsa; 11. Enrico Pugliese: Deliri xenofobi; 12. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 13. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 190 del 18 maggio 2009: 1. Innanzitutto; 2. Breve un elogio del principio di non-contraddizione; 3. Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde: Ambiente e salute per l'Europa dei diritti umani; 4. Marinella Correggia: Il tetto; 5. Mario Pianta presenta alcuni recenti libri sulla democrazia globale; 6. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 825 del 19 maggio 2009: 1. Aung San Suu Kyi; 2. Peppe Sini: I compiti dell'ora; 3. Una lettera aperta al Presidente della Repubblica; 4. Un brutto sogno di Giuseppe Ca (2000); 5. Nessun essere umano e' un clandestino (2003); 6. Fleba il fenicio (2003); 7. Un giorno (2003); 8. Ancora (2003); 9. Due o tre cose che so sull'immigrazione (2003); 10. Clandestini ed assassini. Dialoghetto (2003); 11. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 12. La guerra, le stragi; 13. Oggi a Roma comincia una campagna contro gli F-35; 14. E' nato un Comitato spontaneo di agricoltori viterbesi contro il mega-aeroporto; 15. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 16. Raniero La Valle: Il nuovo volto crudele; 17. Marinella Correggia: L'inferno alle porte del paradiso; 18. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 19. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 334 del 19 maggio 2009: 1. Felicia ed altre storie; 2. Benito D'Ippolito: Felicia; 3. La consonante; 4. Benito D'Ippolito: Un omaggio a Giancarla Codrignani; 5. Benito D'Ippolito: Susan Sontag; 6. Benito D'Ippolito: Giuliana; 7. Benito D'Ippolito: Un omaggio a Maria G. Di Rienzo; 8. Salvatore; 9. Cose che non pensavi che avremmo visto ancora; 10. Benito D'Ippolito: En alabanza de un carpintero llamado Ricardo Orioles; 11. Osvaldo Caffianchi: a quante e quanti s'incontreranno a Cinisi dal 7 al 9 maggio; 12. Luciano Bonfrate: Il doppio stato. Un'epistola agli amici oggi a Cinisi; 13. Luciano Bonfrate: Clementina, o della verita'; 14. Per Clementina, ogni giorno; 15. Giobbe Santabarbara: In clausola a "Di cosa stiamo parlando?"; 16. Luciano Bonfrate: Istruzioni per non convincere nessuno; 17. Benito D'Ippolito: Le donne di Kabul; 18. Osvaldo Caffianchi: Degli eserciti; 19. Osvaldo Caffianchi: Nel tubo; 20. Quello che resta; 21. Benito D'Ippolito: Da una lettera al caro amico Gioffredo Rudello; 22. Dagli ossimori di Strambotto; 23. Luciano Bonfrate: Per l'abolizione dei cosiddetti "Centri di permanenza temporanea".
* "Minime", numero 826 del 20 maggio 2009: 1. Contro il razzismo, per l'umanita'; 2. L'avvocato e il suo cliente; 3. A chi servono gli scontri di piazza; 4. Una ragionevole proposta per far cessare le stragi di immigrati in mare: ingressi legali e trasporto pubblico e gratuito per tutti (2002); 5. Ancora sulla ragionevole proposta per far cessare le stragi di immigrati in mare: ingressi legali e trasporto pubblico e gratuito per tutti (2002); 6. Ancora sulla ragionevole proposta per far cessare le stragi di immigrati in mare (e per combattere le organizzazioni mafiose) (2002); 7. Una lettera aperta ai signori legislatori a sostegno della ragionevole proposta di applicare in Italia l'articolo 10 comma terzo della Costituzione della Repubblica Italiana (2002); 8. Sulla ragionevole proposta di salvare la vita alle persone invece di condannarle alla morte. Con un'opinione del professor Kant di Koenigsberg (2002); 9. Una lettera a sostegno della ragionevole proposta per salvare le vite dei migranti oggi condannati a morire nei nostri mari (2002); 10. A sostegno della ragionevole proposta (2002); 11. Una ragionevole proposta e una necessaria conseguenza: rinegoziare Schengen per far cessare il bagno di sangue (2002); 12. Riletture: Pieranna Garavaso, Nicla Vassallo, Filosofia delle donne; 13. Riletture: Franco Restaino, Adriana Cavarero, Le filosofie femministe; 14. Riletture: Wanda Tommasi, I filosofi e le donne; 15. Riletture: Chiara Zamboni, La filosofia donna; 16. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 17. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 191 del 20 maggio 2009: 1. Il vizietto del pinocchietto; 2. E' nato un Comitato spontaneo di agricoltori viterbesi contro il mega-aeroporto; 3. La prestigiosa associazione dei "Medici per l'ambiente" chiede al Parlamento europeo un impegno per la riduzione del trasporto aereo; 4. Una lettera al presidente di Federterme; 5. Alcuni estratti da "L'anno I dell'era ecologica" di Edgar Morin; 6. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 827 del 21 maggio 2009: 1. Nove premi Nobel per la liberazione di Aung San Suu Kyi; 2. Fermare la guerra; 3. Respingere il razzismo; 4. Quelli che; 5. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 6. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 7. Luca Lenzini: "Come feti nelle loro acque". Sull'inattualita' di Franco Fortini; 8. Antonia Pozzi: In campagne di vento; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 250 del 21 maggio 2009: 1. Rita Levi Montalcini: Liberate Aung San Suu Kyi; 2. Floriana Lipparini: Il drago e le navi; 3. Lega Internazionale di donne per la pace e la liberta': Ora basta! 4. Cinzia Gubbini: In Europa c'e' posto; 5. Giuliano Battiston intervista Nawal Al Saadawi; 6. Donatella Bassanesi: Intorno a Simone Weil; 7. Ida Dominijanni: Imparare di nuovo ad amare; 8. Tre postille al testo che precede; 9. Marinella Correggia: Disastri.
* "Minime", numero 828 del 22 maggio 2009: 1. Cinque considerazioni sulle elezioni europee; 2. Maria G. Di Rienzo: Un occhio solo; 3. Una lettera aperta al Presidente della Repubblica; 4. Guglielmo Ragozzino: F-35; 5. "Sbilanciamoci" e "Controllarmi": Una lettera al governo; 6. Per la solidarieta' con la popolazione colpita dal terremoto; 7. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 8. Michele Ranchetti: Sul riserbo di Franco Fortini; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 192 del 22 maggio 2009: 1. Per Aung San Suu Kyi; 2. L'associazione "Respirare" esprime gratitudine, solidarieta' ed apprezzamento agli agricoltori viterbesi impegnati contro il mega-aeroporto; 3. Una lettera aperta alle associazioni ed alle istituzioni rappresentative dei lavoratori delle campagne; 4. Una ingenua domandina a quattro assessori regionali; 5. Il sindaco vandalico; 6. Assemblea permanente No F-35: Il 2 giugno a Novara; 7. Sbilanciamoci e Rete italiana per il disarmo: Stop F-35. Parte la campagna contro i cacciabombardieri; 8. Vittorioso in tribunale Michele Boato per la lotta nonviolenta contro l'antenna nel parco Bissuola a Mestre; 9. Marinella Correggia: Pascua Lama; 10. Michele Spano' presenta "Settimo non rubare" di Paolo Prodi; 11. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 829 del 23 maggio 2009: 1. Sulle elezioni amministrative; 2. Immigrati respinti verso la fame e la morte; 3. Franco Astengo: Razzismo e modello politico; 4. Maria Serena Palieri intervista Toni Morrison; 5. Alcuni estratti da "Un giorno o l'altro" di Franco Fortini (parte prima); 6. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 7. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 335 del 23 maggio 2009: 1. Parole senza musica; 2. Benito D'Ippolito, Osvaldo Caffianchi, Luciano Bonfrate: Un dialogo su Lanza del Vasto, in tre sonetti per le rime; 3. Benito D'Ippolito: In memoria di don Beppe Socci; 4. Osvaldo Caffianchi: Un ricordo di Joe Strummer, in forma di lapide; 5. Osvaldo Caffianchi: Domenico Sereno Regis, una litania con una chiusa in forma di epigrafe; 6. Benito D'Ippolito: Le false memorie; 7. Benito D'Ippolito: In cammino; 8. Benito D'Ippolito: Nelle nostre mani; 9. Benito D'Ippolito: Un encomio e un incitamento; 10. Benito D'Ippolito, Osvaldo Caffianchi, Luciano Bonfrate: In memoria di don Sirio Politi, a quindici anni dalla scomparsa; 11. Benito D'Ippolito: Ai partecipanti all'incontro di Assisi; 12. Fedele Labruiero: La scacchiera; 13. Luciano Bonfrate: In memoria di Martin Luther King; 14. Benito D'Ippolito: In memoria di Alice Paul; 15. Benito D'Ippolito: Franz Jaegerstaetter, nel sessantesimo anniversario della morte; 16. Luciano Bonfrate: Da Assisi a Gubbio ricordando Darina Silone; 17. Gli idilli di Margutte: gita a Guantanamo. Parla la guida turistica; 18. Benito D'Ippolito: Dalle miniere della storia ansiosi; 19. Benito D'Ippolito: Un improvvisato saluto agli amici del Centro di educazione alla mondialita' riuniti a Viterbo in questi giorni; 20. Benito D'Ippolito: Cancun; 21. Benito D'Ippolito: Biko; 22. Benito D'Ippolito: Ballata dei governi che sanno quel che fanno; 23. Benito D'Ippolito: Alcuni frammenti da due cantate in memoria di due persone amiche scomparse in questi giorni; 24. Facile; 25. Appendice. Benito D'Ippolito: Tre prischi idilli e uno scherzo con fuoco.
* "Minime", numero 830 del 24 maggio 2009: 1. Una lettera aperta al Presidente della Repubblica; 2. Mimmo Battaglia: Accoglienza; 3. Marinella Correggia: Clima e giustizia globale; 4. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 5. Alcuni estratti da "Un giorno o l'altro" di Franco Fortini (parte seconda e conclusiva); 6. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 7. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 217 del 24 maggio 2009: Un estratto da "Guida all'impero per la gente comune" di Arundhati Roy.
* "Minime", numero 831 del 25 maggio 2009: 1. La lagna; 2. Missionari comboniani di Castelvolturno: Una proposta per il 20 giugno, Giornata mondiale del rifugiato; 3. Sinistra per la Costituzione: No al disegno di legge sulla sicurezza; 4. Marco Zamarchi: No ai respingimenti in mare; 5. Cinzia Gubbini: Il naufragio; 6. "Sbilanciamoci" e Rete italiana per il disarmo: Stop F-35; 7. Un incontro al centro sociale "Valle Faul" a Viterbo contro l'apartheid, per i diritti umani di tutti gli esseri umani e per la difesa della biosfera; 8. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 9. La newsletter settimanale del Centro studi "Sereno Regis" di Torino; 10. Carla Ravaioli e Giorgio Ruffolo: Un dialogo; 11. Una postilla al testo che precede; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 193 del 25 maggio 2009: 1. Per la solidarieta' con Aung San Suu Kyi; 2. Leoluca Orlando: Interrogazione parlamentare sul mega-aeroporto di Viterbo; 3. In Commissione Parlamentare Trasporti anche l'ingegner Bruno Salvi conferma l'inammissibilita' del mega-aeroporto a Viterbo; 4. Anche il senatore Stefano Pedica contro il mega-aeroporto a Viterbo; 5. L'europarlamentare Roberto Musacchio contro il mega-aeroporto a Viterbo; 6. Anche l'on. Giuseppe Giulietti aderisce alla lotta contro il mega-aeroporto a Viterbo. Aderisce anche l'associazione "Articolo 21"; 7. Anche "Accademia Kronos" solidale con gli agricoltori che si oppongono al mega-aeroporto a Viterbo; 8. Tiziana Plebani: L'agio delle donne in citta'; 9. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 832 del 26 maggio 2009: 1. Tutti i diritti umani per tutti gli esseri umani; 2. Giobbe Santabarbara: Umoristi; 3. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 4. Jolanda Insana: Sono molte; 5. Alcuni estratti da "La pensabilita' del mondo" di Sebastiano Maffettone (parte prima); 6. Vanna Vannuccini presenta alcune opere di scrittrici iraniane; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 336 del 26 maggio 2009: 1. In memoria e d'occasione; 2. Agli amici suoi di Bolzano; 3. Del nuovo mondo l'imperatore (un falso sonetto); 4. In memoria di Aldo Capitini, nel XXXIV anniversario della scomparsa; 5. A Erasmo da Rotterdam, nell'anniversario della nascita; 6. Viaggiando in treno; 7. La Firenze di Giorgio La Pira; 8. Ballata in memoria di Dorothy Day, approssimandosi il CV anniversario della nascita e il XXII anniversario della scomparsa; 9. Ancora per Dorothy Day nel CV anniversario della nascita, un falso sonetto caudato; 10. Nell'anniversario della notte dei cristalli; 11. Tra il settembre e il novembre del '38; 12. Sette commenti a Vinoba nel XX anniversario della scomparsa; 13. In epigrafe a "Le rampogne di Brontolo: contro la tintura dei capelli"; 14. Un sonetto improvvisato durante la commemorazione di Vinoba a Viterbo il 15 novembre 2002; 15. Una preghiera a padre Angelo Cavagna, giunto al ventesimo giorno di digiuno per una finanziaria di pace e la difesa popolare nonviolenta; 16. Nell'anniversario della morte di Leone Tolstoj; 17. Rileggendo Pippo Fava; 18. Lungo il cammino; 19. Della nonviolenza in cammino; 20. Agli imprigionati per la pace; 21. Epistola a Giovanni Benzoni in occasione del secondo salone dell'editoria di pace che si tiene in Venezia dal 6 all'8 dicembre 2002; 22. Per Ivan Illich; 23. Ai cari amici della Rete Lilliput riuniti in questi giorni a Vico Equense; 24. Ai partecipanti al seminario della Tavola della pace del 7 dicembre 2002; 25. Tre quartine sul concetto di coscienza; 26. Un'improvvisazione prosodica.
* "Minime", numero 833 del 27 maggio 2009: 1. Nucleare; 2. Giulio Vittorangeli: Per un'Europa che rifiuta il razzismo; 3. Stefano Rodota': Il diritto alla verita'; 4. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 5. Giulio Giorello ricorda Eugenio Colorni: 6. Alcuni estratti da "La pensabilita' del mondo" di Sebastiano Maffettone (parte seconda e conclusiva); 7. Letture: Jolanda Insana, Tutte le poesie (1977-2006); 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 194 del 27 maggio 2009: 1. Marinella Correggia: Fossili; 2. Finanche il presidente dell'Ibar contrario al mega-aeroporto a Viterbo; 3. Anche l'on. Alessandro Bratti solidale con l'impegno in difesa del Bulicame, dell'ambiente, della salute, contro il mega-aeroporto devastante ed illegale; 4. Una lettera all'Associazione nazionale dei Comuni italiani; 5. Una lettera all'assessore alla tutela dei consumatori della Regione Lazio; 6. Manuela Cartosio: I pericoli delle nanotecnologie; 7. Riedizioni: Karl Jaspers, Filosofia; 8. Riedizioni: John Maynard Keynes, Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta; 9. Riedizioni: John Stuart Mill, Principi di economia politica; 10. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 834 del 28 maggio 2009: 1. Maria G. Di Rienzo: Le mani; 2. Lorenzo Prencipe: Xenofobia; 3. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 4. Alcuni estratti da "Shock Economy" di Naomi Klein (parte prima); 5. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 6. Per saperne di piu'.
* "Nonviolenza. Femminile plurale", numero 251 del 28 maggio 2009: 1. Per Aung San Suu Kyi; 2. Giovanna Providenti: Liberta'; 3. Jayati Ghosh: La crisi, i consumi; 4. Alice Miller: Il bambino e il dittatore; 5. Michelangelo Cocco intervista Leila Shahid; 6. Marinella Correggia: Biodiversita'; 7. Marina Forti: Terre; 8. Donatella Bassanesi: Tra filosofia e politica.
* "Minime", numero 835 del 29 maggio 2009: 1. Le stragi in Afghanistan e in Pakistan; 2. Giampaolo Cadalanu: Amnesty accusa; 3. Umberto de Giovannangeli: Amnesty accusa; 4. Dacia Maraini: Aung San Suu Kyi; 5. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 6. Alcuni estratti da "Shock Economy" di Naomi Klein (parte seconda); 7. Benedetto Vecchi presenta "La modernita' in transito" di Francesco Antonelli; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.
* "Voci e volti della nonviolenza", numero 337 del 29 maggio 2009: 1. Cupa una miscellanea; 2. Benito D'Ippolito: Tre litanie a R.; 3. Benito D'Ippolito: Strambotto dei cannibali; 4. Otello Barbacane: Quelli che; 5. Le canzonacce da osteria di Numidio Picciafoco: Voglio farmi la tivvu'; 6. Benito D'Ippolito: Cantata a contrasto del terrorista e dell'uomo di pace; 7. Cartoline del 1990 e del 1991; 8. Dinanzi al dolore.
* "Minime", numero 836 del 30 maggio 2009: 1. Contro la guerra; 2. Contro il razzismo; 3. Contro il ministero della malavita; 4. Contro la trappola del referendum golpista; 5. Andrea Pira: Amnesty International denuncia le politiche razziste del governo italiano; 6. Franca Zambonini: Tre donne; 7. Dacia Maraini: Il personale e' politico; 8. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 9. "Leggendaria" n. 75; 10. Alcuni estratti da "Shock Economy" di Naomi Klein (parte terza e conclusiva); 11. Francesco Garibaldo presenta "Senza democrazia" di Alberto Burgio; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.
* "Coi piedi per terra", numero 195 del 30 maggio 2009: 1. Osvaldo Ercoli: Difendiamo l'ambiente, la salute, la legalita', i diritti di tutti; 2. Alessandro Pizzi: Alcune fondamentali ragioni dell'opposizione al mega-aeroporto a Viterbo; 3. L'on. Claudio Fava contro il mega-aeroporto a Viterbo; 4. Antonio Di Pietro e l'Italia dei valori contro il mega-aeroporto a Viterbo; 5. Una lettera al presidente dell'Unione delle Province d'Italia; 6. Una lettera all'assessore al demanio e al patrimonio della Regione Lazio; 7. Associazione "Respirare": Esposto al ministro delle politiche agricole; 8. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
* "Minime", numero 837 del 31 maggio 2009: 1. La parola; 2. Annamaria Rivera: Il bivacco; 3. Umberto De Giovannangeli intervista Dacia Maraini su Aung San Suu Kyi; 4. Marco Aime: Una lettera a Dragan; 5. Maria Grazia Campari: Nello spazio pubblico; 6. Il 5 per mille al Movimento Nonviolento; 7. Marina Forti: Avvoltoi; 8. Michele Nani presenta "Storie di anarchici e spie" di Pietro Brunello; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.
* "La domenica della nonviolenza", numero 218 del 31 maggio 2009: Coordinamento europeo per il diritto degli stranieri a vivere in famiglia: Una lettera ai candidati al Parlamento europeo.
 
11. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO
 
Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.
Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:
1. l'opposizione integrale alla guerra;
2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;
3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;
4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.
Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.
Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.
 
12. PER SAPERNE DI PIU'
 
Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO
Numero 156 del 10 aprile 2010
 
Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail:
nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe
 
 
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
 
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it