[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Coi piedi per terra. 274



===================
COI PIEDI PER TERRA
===================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Numero 274 del 26 giugno 2010
 
In questo numero:
1. Alcuni criteri per un movimento europeo per la riduzione del trasporto aereo
2. Alcuni testi dal luglio 2009 al settembre 2009
3. Dopo la promulgazione delle leggi razziali, ritrovandoci a Madonna del Colletto
4. Benito D'Ippolito: Come in quel film di Steven Spielberg
5. Ar presidente da repubbica
6. Luciano Bonfrate: L'attento osservatore, il fosco speglio
7. Benito D'Ippolito: Ballata del sentiero del male
8. Ogni volta
9. Dello studio della nonviolenza
10. Il silenzio degli affogati
11. Alla sagra dell'ipocrisia
12. Per Teresa Sarti
13. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo
 
1. ARCHIVIO. ALCUNI CRITERI PER UN MOVIMENTO EUROPEO PER LA RIDUZIONE DEL TRASPORTO AEREO
[Riproponiamo il seguente editoriale gia' apparso in "Coi piedi per terra" n. 225]

Deve saper tenere insieme le ragioni locali e quelle globali: la difesa di quel preciso luogo nella sua concreta unicita' e la difesa della biosfera tutta.
Deve saper tenere insieme difesa dell'ambiente e promozione dei diritti umani di tutti gli esseri umani: ambiente ed umanita' non sono due termini opposti, solo nell'ambiente l'umanita' - che ne e' parte - puo' vivere, e solo se l'umanita' si prendera' cura dell'ambiente non distruggera' le condizioni che di essa umanita' l'esistenza consentono.
Deve saper tenere insieme fermezza nel contrasto e indicazione di alternative: poiche' la mobilita' e' un diritto umano che deve realizzarsi in condizioni eco-equo-solidali, e' necessario promuovere modelli di mobilita' coerenti con modelli di sviluppo sostenibili ed equilibrati, democratici ed autocentrati, con tecnologie adeguate e processi reversibili.
Deve saper tenere insieme scienza e sapienza: le conoscenze tecniche e scientifiche senza la saggezza producono catastrofi, la saggezza se non governa le conoscenze tecniche e scientifiche e' contemplazione impotente o fuga nel nulla.
Deve saper tenere insieme versante legislativo e ragioni del cuore: valorizzando le norme vigenti a tutela di ambiente, salute, diritti dell'umanita' e le indicazioni dei documenti fondanti del diritto internazionale e del costituzionalismo moderno; e valorizzando ugualmente i sentimenti delle persone.
Deve saper tenere insieme pluralita' ed universalita': pluralita' dei punti di vista e delle esperienze, ed universalita' dei diritti.
Deve saper tenere insieme lotta e dialogo: lotta che umanizza, dialogo che si oppone alla violenza.
Deve saper tenere insieme articolazione e maturazione delle proposte e dei soggetti e scelta nitida e intransigente della nonviolenza: consentendo la partecipazione di tutte le persone, ed a tutte le persone proponendo un percorso di ascolto, studio, dialogo, impegno che ogni violenza ripudi, che ogni violenza contrasti: un impegno di dispiegata umanita', di civile convivenza, di solidarieta' che tutti raggiunge, di cura che di tutto si fa responsabile.
Chiamiamo questo percorso, questa scelta, questo impegno di lotta e di cura col semplice nome di nonviolenza.
 
2. ARCHIVIO. ALCUNI TESTI DAL LUGLIO 2009 AL SETTEMBRE 2009
 
Riproponiamo alcuni testi gia' apparsi su "La nonviolenza e' in cammino" tra luglio e settembre 2009.
 
3. UNA SOLA UMANITA'. DOPO LA PROMULGAZIONE DELLE LEGGI RAZZIALI, RITROVANDOCI A MADONNA DEL COLLETTO

"E se non piangi, di che pianger suoli?"
(Inf., XXXIII, 42)

Le vittime non sono piu' persone
ma ombra, fumo, nulla. Il paradosso
rovescia la decenza e la ragione:
e' colpa essere umile e percosso.

A questo tristo e turpe paragone
venimmo infine, ed ogni cuore e' scosso
da si' vigliacca e si' greve offensione
che un crimine non v'e' piu' infame e grosso.

Pretende farsi legge la violenza
divoratrice d'anime e di vite.
Dall'aule dei potenti una semenza

di peste viene sparsa, e sono ordite
trame di morte e ogni mala sentenza.
"S'appressa la citta' c'ha nome Dite".
 
4. UNA SOLA UMANITA'. BENITO D'IPPOLITO: COME IN QUEL FILM DI STEVEN SPIELBERG

Come in quel film di Steven Spielberg
ho chiamato questa notte in soccorso
i miei maestri da lungo tempo morti
perche' ci aiutino in questa distretta:
di nuovo ho sentito risuonare nell'animo
la voce di Primo Levi, la voce
di Vittorio Emanuele Giuntella,
che furono in Lager e resistettero sempre.
Non vinceranno i nazisti.
 
5. UNA SOLA UMANITA'. AR PRESIDENTE DA REPUBBICA

Egreggio presidente e cellentissimo
me preggio disturballa 'n momentino
pe' chiedeje de da' rretta a 'n burino
qual mi professo servo devotissimo.

Je vorre' di' ch'ha fatto assai benissimo
quann'ha 'pprovato li' quer decretino
pe' roppe ll'ossa d'ogni marrocchino
sur sacro solo italico santissimo.

Cosi' sse fa', monnaccio buggiarone,
la schiavitu' cce vole, e gnente lagna!
Famoje veda noi chi ade' 'r padrone.

A preside', se poi vene 'n campagna
qui a l'osteria de Ciccio 'r magnaccione
je fo senti' quanto bene se magna.
 
6. UNA SOLA UMANITA'. LUCIANO BONFRATE: L'ATTENTO OSSERVATORE, IL FOSCO SPEGLIO

Quando rifiutarono il diritto di voto
solo perche' era nato lontano
a chi vive qui e paga le tasse e lavora duramente
dissero i prominenti: bazzecole.

Quando riaprirono i campi di concentramento
con la legge Turco-Napolitano
dissero i prominenti: quisquilie.
In quei campi gia' troppi sono morti.

Poi con la legge Bossi-Fini
fu stabilito che gli esseri umani
potessero muoversi solo se un padrone
fischiava loro come fossero cani.

Poi si passo' alle deportazioni.
Alle deportazioni si passo'.
Chi era sfuggito alle stragi e agli aguzzini
nelle mani degli aguzzini di nuovo era gettato.

Infine l'apartheid, la caccia all'uomo.
E le squadre fasciste per mantenere l'ordine
costituito delle camicie brune.
E tu guardavi e stavi sempre zitto?
 
7. LE ULTIME COSE. BENITO D'IPPOLITO: BALLATA DEL SENTIERO DEL MALE

Lungo il sentiero del male
solo persone allegre incontri
e in lontananza i vagoni piombati.

Lungo il sentiero del male
negozi ricolmi di merci
ogni volto smarrito scomparso.

Lungo il sentiero del male
e' sempre vacanza e' sempre pizza e sole
e nessun venditore ambulante.

Lungo il sentiero del male
le schiave nere e slave sui bordi delle strade
perche' ogni uomo ariano vuole carne fresca.

Lungo il sentiero del male
tanti concorsi a premi, carriere promettenti
e lo spazio vitale marcato dal passo dell'oca.

Lungo il sentiero del male
l'omino di burro guida la carrozza
e alla stazione i vagoni piombati.
 
8. LE ULTIME COSE. OGNI VOLTA

Ogni volta che cedi al male
hai ceduto al male per sempre.
 
9. RASOIATE. DELLO STUDIO DELLA NONVIOLENZA

Lo studio della nonviolenza
non e' la nonviolenza.

La chiacchiera sulla nonviolenza
non e' la nonviolenza.

La nonviolenza e' solo
la lotta nonviolenta.

La lotta nonviolenta
che ad ogni oppressione e ad ogni menzogna si oppone.

La lotta nonviolenta
per un'umanita' di persone libere ed eguali in diritti
per un'umanita' solidale e responsabile.

La lotta nonviolenta
per la difesa della biosfera
che e' l'unica casa di tutti.

Per la verita' che libera e che salva.
 
10. UNA SOLA UMANITA'. IL SILENZIO DEGLI AFFOGATI

Questa cenere nera nel vento
questa puzza di carni bruciate.

Queste ossa spolpate dai pesci
nelle reti restate impigliate.

Queste leggi assassine che negano
ogni scampo ai figli dell'uomo.

Nessuna voce rispondeva al telefono
sullo schermo ronzava solo nebbia.

Il dottor Goebbels guidava il pulmino
il dottor Goebbels organizzava i festini
il dottor Goebbels da Palazzo Chigi.
 
11. LE ULTIME COSE. ALLA SAGRA DELL'IPOCRISIA

Alla sagra dell'ipocrisia
ieri comprai zoppo un cammello.

Alla sagra dell'ipocrisia
zuppa di pallottole, rognoni di cervello.

Alla sagra dell'ipocrisia
la lagrimuccia a nessuno negata.

Alla sagra dell'ipocrisia
ogni assassino fa la serenata.
 
12. LUTTI. PER TERESA SARTI

Continuo' ad opporsi alla guerra.
Continuo' a salvare le vite.
Non saprei dire lode piu' grande.
 
13. RIFERIMENTI. PER CONTATTARE IL COMITATO CHE SI OPPONE AL MEGA-AEROPORTO DI VITERBO E S'IMPEGNA PER LA RIDUZIONE DEL TRASPORTO AEREO
 
Per informazioni e contatti: Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti: e-mail: info at coipiediperterra.org , sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at gmail.com
Per ricevere questo notiziario: nbawac at tin.it
 
===================
COI PIEDI PER TERRA
===================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it
Numero 274 del 26 giugno 2010
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
 
Per non riceverlo piu':
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it