[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Coi piedi per terra. 337



===================
COI PIEDI PER TERRA
===================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Numero 337 del 28 agosto 2010
 
In questo numero:
1. Compiuti dieci anni di "Nonviolenza in cammino"
2. Per contattare il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo
 
1. ANNIVERSARI. COMPIUTI DIECI ANNI DI "NONVIOLENZA IN CAMMINO"
 
Il 28 agosto 2010 ha compiuto dieci anni il notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino", diretto da Peppe Sini, responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo.
Le pubblicazioni iniziarono il 28 agosto 2000 con la testata "In cammino verso Assisi" (con riferimento alla marcia Perugia-Assisi), testata che dal 30 settembre 2000 divenne "La nonviolenza e' in cammino".
In questi dieci anni il notiziario telematico e' stato per decine di migliaia di persone un appuntamento quotidiano di informazione, documentazione, dibattito.
Uno strumento di conoscenza e un appello all'impegno civile, che ha messo a disposizione qualificati materiali di informazione e di studio, ha promosso riflessioni e iniziative, intervenendo altresi' giorno per giorno su tutte le cruciali questioni di pubblico interesse.
Caratteristica precipua e costante linea editoriale de "La nonviolenza e' in cammino" lungo un intero decennio e' stata l'aver proposto la scelta della nonviolenza non come mera testimonianza di singole personalita' o di gruppi minoritari - sovente marginali e subalterni -, ma come decisiva proposta culturale, morale e politica capace di governare tanto le relazioni sociali ad ogni livello, quanto le relazioni internazionali, e di approntare criteri, strumenti e prospettive per affrontare adeguatamente tutte le grandi emergenze planetarie attuali (la necessita' della pace, del disarmo, della cooperazione internazionale, della promozione dei diritti umani, della difesa della biosfera...).
In anni di profonda confusione e crescente imbarbarimento "La nonviolenza e' in cammino" ha saputo essere ferma e nitida nell'opposizione alla guerra, nell'opposizione al colpo di stato razzista, nella difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani, nella difesa della biosfera, nella difesa della legalita' e della democrazia.
Nell'occasione del decimo anniversario la redazione ringrazia tutti coloro che al notiziario hanno collaborato e tutti i lettori che ne hanno fatto uso.
*
Postilla prima: Breve notizia su "La nonviolenza e' in cammino"
Nell'agosto 2000 iniziammo le pubblicazioni di questo notiziario quotidiano, dapprima con l'intento di sostenere la preparazione della marcia Perugia-Assisi specifica per la nonviolenza che si tenne il 24 settembre di quell'anno. Dopo la marcia continuammo a redigerlo, e in dieci anni questo foglio ha messo a disposizione di tante persone (nei suoi periodi migliori la relativa mailing list ha avuto oltre ventimila iscritti - cui si aggiungono le persone che lo leggono navigando in internet) una mole notevole di informazione e documentazione; ha promosso dibattiti; ha condotto e sostenuto campagne; ha cercato di rendere la nonviolenza cosa quotidiana; ha cercato di persuadere le persone amiche della nonviolenza ad uscire dalla subalternita', dalla timidezza, dalla marginalita'; e su questioni decisive - come l'opposizione alla guerra e al razzismo - ha tenuto duro quando tanti altri hanno ceduto.
Della nonviolenza ha proposta una visione complessa e concreta, dialettica e dialogica, contestuale e aperta, pluridimensionale; dando conto di esperienze assai variegate, dando spazio a voci assai diverse; ed insieme insistendo su alcune tesi cruciali: che la nonviolenza e' innanzitutto lotta, la lotta la piu' nitida e la piu' intransigente contro tutte le violenze, le menzogne e le oppressioni; che della nonviolenza il femminismo e' il massimo inveramento storico; che la nonviolenza deve farsi giuriscostituente; che non esistono i "nonviolenti", ma ogni persona puo' impegnarsi ad agire da "amica della nonviolenza"; che la nonviolenza e' (oltre a molte altre cose) la politica del XXI secolo, la sola politica che possa salvare l'umanita' dalla catastrofe.
Rispetto a tanti altri strumenti d'informazione e rispetto a cio' che circola nella rete telematica, questo foglio ha cercato di offrire testi di buona qualita', di riproporre materiali di valore, di mettere a disposizione materiali indispensabili per costruire una sorta di "enciclopedia delle scienze nonviolente in compendio": con una cura redazionale nella selezione dei materiali, nella verifica delle notizie e delle fonti, e nella correzione dei testi, che ha richiesto una fatica che intender non la puo' chi non la prova.
E lungo questo decennio con le sue migliaia di fascicoli (Il quotidiano standard, che prima si chiamava "La nonviolenza e' in cammino", poi "Notizie minime della nonviolenza in cammino", ora "Telegrammi della nonviolenza in cammino"; ed i vari supplementi specifici: "La domenica della nonviolenza", "Nonviolenza femminile plurale", "Voci e volti della nonviolenza", "Coi piedi per terra" - ed altri ancora legati a particolari momenti e campagne) resta nella rete telematica una persistente fonte di documentazione e strumento di studio.
*
Postilla seconda: Breve notizia sul direttore de "La nonviolenza e' in cammino"
Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace" di Viterbo, gia' consigliere comunale e provinciale, e' stato dagli anni '70 uno dei principali animatori del movimento che si oppone alle servitu' energetiche e militari nell'Alto Lazio, e il principale animatore del movimento che si oppose al devastante progetto autostradale della cosiddetta "Supercassia"; nel 1979 ha fondato il "Comitato democratico contro l'emarginazione" che ha condotto rilevanti campagne di solidarieta'; ha promosso e presieduto il primo convegno nazionale di studi sulla figura e l'opera di Primo Levi; nel 1987 ha coordinato per l'Italia la campagna di solidarieta' con Nelson Mandela allora detenuto nelle prigioni del regime razzista sudafricano; nel 1999 ha ideato, promosso e realizzato l'esperienza delle "mongolfiere della pace" con cui ostacolare i decolli dei bombardieri che dalla base di Aviano recavano strage in Jugoslavia; nel 2001 e' stato l'animatore dell'iniziativa che - dopo la tragedia di Genova - ha portato alla presentazione in parlamento di una proposta di legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; e' stato dagli anni '80 il principale animatore dell'attivita' di denuncia e opposizione alla penetrazione dei poteri criminali nell'Alto Lazio - e negli anni '90 ha presieduto la Commissione d'inchiesta ad hoc istituita dal Consiglio Provinciale di Viterbo -; dal 2000 e' direttore del notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino". Una sua lettera aperta del 3 luglio 2007 ha dato avvio al movimento che si oppone al devastante progetto del mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo.
 
2. RIFERIMENTI. PER CONTATTARE IL COMITATO CHE SI OPPONE AL MEGA-AEROPORTO DI VITERBO E S'IMPEGNA PER LA RIDUZIONE DEL TRASPORTO AEREO
 
Per informazioni e contatti: Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti: e-mail: info at coipiediperterra.org , sito: www.coipiediperterra.org
Per contattare direttamente la portavoce del comitato, la dottoressa Antonella Litta: tel. 3383810091, e-mail: antonella.litta at gmail.com
Per ricevere questo notiziario: nbawac at tin.it
 
===================
COI PIEDI PER TERRA
===================
Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"
Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it
Numero 337 del 28 agosto 2010
 
Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:
 
Per non riceverlo piu':
nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe
In alternativa e' possibile andare sulla pagina web
http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).
 
L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:
 
Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/
L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it