[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 746



 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 746 del 21 novembre 2011

Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it

 

Sommario di questo numero:

1. Centro culturale S. Giacomo di Laives: Per il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

2. La "Carta" del Movimento Nonviolento

3. Per saperne di piu'

 

1. INCONTRI. CENTRO CULTURALE S. GIACOMO DI LAIVES: PER IL 25 NOVEMBRE, GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

[Attraverso Francesco Comina (per contatti: francesco.comina at gmail.com) riceviamo e diffondiamo il seguente invito dal Centro culturale S. Giacomo, via Maso Hilber 1, 39050 S. Giacomo di Laives (Bz)]

 

Il Centro culturale S. Giacomo di Laives, in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, promuove l'iniziativa "Stop violence", con Isoke Aikpitanyi.

Venerdi 25 novembre 2011, alle ore 20,30 presso il Nuovo Teatro di S. Giacomo, via Maso Hilber 5, S. Giacomo di Laives. Ingresso libero. Tutti gli interessati sono cordialmente invitati.

Con il sostegno di: Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Laives; Assessorato all'Innovazione, Informatica, Lavoro, Cooperative e Finanze della Provincia di Bolzano; Comitato Pari Opportunita' del Comune di Laives; Associazione Gea Bolzano, Centro di ascolto antiviolenza e Casa delle Donne; Centro per la Pace del Comune di Bolzano.

*

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre 2011, al Teatro di S. Giacomo sara' presente Isoke Aikpitanyi, autrice di un libro sulla tratta del sesso.

Isoke e' riuscita liberarsi dalle angherie e dalle violenze quotidiane dei suoi aguzzini. Isoke ha vissuto l'inferno della prostituzione coatta, la violenza piu' atroce della vita ridotta a oggetto delle brame di possesso. Arrivata in Europa nel 2000, inseguendo il sogno di un lavoro che si e' trasformato subito in un incubo, con la liberazione ha fondato un'associazione di vittime ed ex vittime della tratta, per dar loro voce e per essere la loro voce.

L'incontro prevede inoltre la partecipazione di Cristina Hueller, autrice del libro "La bambola di pezza", vicenda che affonda le radici in Romania e affronta il tema delle schiave provenienti dai paesi dell'est.

Non mancheranno le testimonianze locali, grazie alla partecipazione dell'associazione Gea (Centro d'ascolto antiviolenza - Casa delle Donne) di Bolzano.

La serata, moderata da Francesco Comina, coordinatore del Centro Pace di Bolzano, sara' ricca di momenti emozionanti grazie anche ad alcune letture a cura di Mara Da Roit, tratte dai libri citati, e all'intrattenimento musicale di Annika Borsetto (voce) e Francesco Zanardo (chitarra).

Vi aspettiamo numerosi, e con voi vogliamo dire stop alla violenza sulle donne, che troppo spesso viene nascosta dal silenzio e dall'indifferenza.

Il Centro culturale S. Giacomo, via Maso Hilber 1, 39050 S. Giacomo di Laives (Bz).

 

2. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO

 

Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.

Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:

1. l'opposizione integrale alla guerra;

2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;

3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;

4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.

Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.

Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.

 

3. PER SAPERNE DI PIU'

 

Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 746 del 21 novembre 2011

 

Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

 

Per non riceverlo piu':

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

 

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web

http://web.peacelink.it/mailing_admin.html

quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

 

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:

http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

 

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it