[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Coi piedi per terra. 518



 

===================

COI PIEDI PER TERRA

===================

Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"

Numero 518 del 29 marzo 2012

 

In questo numero:

Severino Vardacampi: Alcune sciocchezzuole che sarebbe bene non dimenticare

 

EDITORIALE. SEVERINO VARDACAMPI: ALCUNE SCIOCCHEZZUOLE CHE SAREBBE BENE NON DIMENTICARE

 

1. Che la "crescita economica" osannata dagli apparati propagandistici dei poteri dominanti implica piu' schiavitu' e piu' devastazione ambientale.

2. Che l'attuale governo italiano e' espressione del dominio del capitale finanziario, di cui propugna gli interessi e l'ideologia: interessi ed ideologia la cui concreta estrinsecazione produce qui l'umiliazione, lo sfruttamento e l'oppressione delle classi subalterne e massime delle persone piu' indifese, e a livello internazionale la violenza, la rapina e la repressione piu' feroce nei confronti dei popoli del sud del mondo.

3. Che l'attuale stragrande maggioranza dei parlamentari italiani e' composta di personaggi dichiaratamente neofascisti e razzisti, complici dei poteri criminali, espressione del regime della corruzione, longevi manutengoli del berlusconismo e sostenitori dell'eversione dall'alto e della violenza sistemica dei poteri dominanti.

4. Che da molti anni per responsabilita' criminale di governi e maggioranze parlamentari ed in flagrante violazione della legalita' costituzionale l'Italia sta partecipando a guerre scellerate e sta attuando una scellerata persecuzione razzista dei migranti. E con questa politica di guerra assassina e di hitleriano razzismo quei governi e quelle maggioranze parlamentari hanno fatto e tuttora fanno strame della democrazia, della legalita', della civilta', della convivenza, della dignita' umana.

5. Che solo una politica nonviolenta  puo' salvare l'umanita' dalla catastrofe. Una politica nonviolenta: quindi una politica della responsabilita' e della solidarieta', dell'eguaglianza di diritti e della condivisione delle risorse, della difesa della biosfera e dei beni comuni materiali e culturali. Una politica nonviolenta: quindi una politica femminista ed ecologista, una politica del riconoscimento di tutti i diritti umani per tutti gli esseri umani, una politica della giustizia sociale e del rispetto della dignita' e dell'autonomia personale. Una politica nonviolenta: quindi una politica del disarmo e della smilitarizzazione dei conflitti, una politica del dialogo e della cooperazione, una politica della coscienza del limite e del prendersi cura, una politica socializzante e liberatrice, socialista e libertaria. Una politica nonviolenta: della pace che salva le vite, dell'attenzione e dell'accudimento per il mondo vivente casa comune dell'umanita' intera, del riconoscimento e del rispetto della pluralita' delle persone e dell'unita' del genere umano.

 

===================

COI PIEDI PER TERRA

===================

Supplemento de "La nonviolenza e' in cammino"

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it

Numero 518 del 29 marzo 2012

 

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

 

Per non riceverlo piu':

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web

http://web.peacelink.it/mailing_admin.html

quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

 

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:

http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

 

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it