[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Telegrammi. 1027



 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 1027 del 28 agosto 2012

Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it

 

Sommario di questo numero:

1. Un lutto

2. Dall'Afghanistan ogni giorno

3. Si e' svolta il 26 agosto 2012 a Viterbo una commemorazione di Raimon Panikkar

4. Un incontro di riflessione con il professor Osvaldo Ercoli a Viterbo

5. Un incontro di riflessione con la dottoressa Antonella Litta a Viterbo

6. La "Carta" del Movimento Nonviolento

7. Per saperne di piu'

 

1. AMICIZIE. UN LUTTO

 

E' deceduta ieri, dopo lungo lottare uccisa da una crudele inesorabile malattia, Silvana, moglie dolcissima ed amatissima del nostro compagno Giuseppe Tacconi, presidente dell'Anpi di Nepi e generoso protagonista di tante battaglie di civilta'.

*

Era Silvana persona di squisita nobilta' d'animo, di sorgiva luminosa eleganza, che al rigore morale ed intellettuale univa le virtu' dell'ironia e dell'empatia, la capacita' di ascoltare e comprendere, e di cogliere e scegliere il vero, il giusto, il bene. Col garbo sovrano e col tratto prezioso che fu delle protagoniste della secentesca civilta' della conversazione, e la finezza e l'impeto romantico e democratico che fu delle suffragiste, e di Flora Tristan e di Rosa Luxemburg, di Anna Kuliscioff e di Luce Fabbri, e del femminismo che ancora ci apre la via tra gli orrori presenti verso l'internazionale futura umanita'.

*

In quest'ora di vuoto e sgomento, di sofferto e immedicabile sentire tutta l'ingiustizia della morte, tutto lo strazio della perdita della persona amata e con essa della piu' profonda delle relazioni - quella d'amore, della condivisione dell'intera vita -, a Giuseppe, maestro e compagno, amico carissimo, combattente antifascista nitido e intransigente, vogliamo esprimere la nostra vicinanza, il nostro affetto, e pregarlo ancora di essere forte, ed in nome della gratitudine che sentiamo per lui e per Silvana - di cui la morte sigilla e non annienta l'umano infinito valore - pregarlo di voler continuare a vivere e a lottare, di continuare in cio' che e' degno e giusto. Nel ricordo serbando l'alta, la viva fiamma dell'amore ricevuto e donato, nell'operare donando ancora all'umanita' i suoi talenti, e il suo calore alle persone amiche.

 

2. EDITORIALE. DALL'AFGHANISTAN OGNI GIORNO

 

Dall'Afghanistan giunge ogni giorno notizia di stragi; ed anche quando un atto di guerra, un attentato, non provocano morti, sempre vi sono distruzioni e ferimenti.

Quella guerra infinita e' un crimine assurdo.

Un crimine contro l'umanita', come tutte le guerre che sempre e solo consistono dell'uccisione di esseri umani.

"L'Italia ripudia la guerra" e' scritto nella Costituzione della Repubblica Italiana. Ed e' scritto, quel ripudio della guerra assassina, nel cuore di ogni essere umano senziente e pensante.

Cessi dunque immediatamente la partecipazione italiana alla guerra afgana.

Torni l'Italia al rispetto del diritto internazionale e della legalita' costituzionale, torni al rispetto della vita umana.

E si adoperi l'Italia per la pace che salva le vite, per il disarmo e la smilitarizzazione dei conflitti, per il riconoscimento della dignita' e la difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani. Il primo diritto di ogni essere umano e' il diritto a non essere ucciso.

*

La guerra e' nemica dell'umanita'.

Solo la pace salva le vite.

 

3. MEMORIA. SI E' SVOLTA IL 26 AGOSTO 2012 A VITERBO UNA COMMEMORAZIONE DI RAIMON PANIKKAR

 

Si e' svolta domenica 26 agosto 2012 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" una commemorazione di Raimon Panikkar nel secondo anniversario della scomparsa.

*

Nel corso dell'incontro il responsabile della struttura nonviolenta viterbese ha ricostruito alcuni lineamenti fondamentali dell'esperienza, della riflessione e delle principali opere del grande pensatore, integrando l'esposizione sia con la lettura di testi scelti del teologo e filosofo, sia con la lettura di alcune pagine della bella monografia a Panikkar dedicata da Achille Rossi, suo autorevolissimo amico e studioso.

*

Raimon (Raimundo) Panikkar e' nato a Barcellona il 3 novembre 1918 da madre spagnola e padre indiano, ed e' deceduto a Tavertet il 26 agosto 2010. Laureato in chimica, filosofia e teologia, ha insegnato in molte universita' europee, asiatiche ed americane; e' uno dei principali esperti di studi interculturali; ha pubblicato piu' di una quarantina di volumi in tutto il mondo, e piu' di millequattrocento articoli sulla storia delle religioni, la teologia, la filosofia della scienza, la metafisica, l'indologia, le relazioni e il dialogo tra culture e religioni; e' stato membro dell'Istituto Internazionale di Filosofia (Parigi), del Tribunale permanente dei popoli (Roma) e della Commissione dell'Unesco per il dialogo interculturale. Opere di Raimon Panikkar: tra i suoi numerosi libri cfr. Il dialogo intrareligioso, Cittadella, Assisi 1988; Trinita' ed esperienza religiosa dell'uomo, Cittadella, Assisi 1989; La torre di Babele, Edizioni cultura della pace, S. Domenico di Fiesole (Fi) 1990; La sfida di scoprirsi monaco, Cittadella, Assisi 1991; Ecosofia: la nuova saggezza, Cittadella, Assisi 1993; Saggezza stile di vita, Edizioni cultura della pace, S. Domenico di Fiesole (Fi) 1993; La pienezza dell'uomo. Una cristofania, Jaca Book, Milano 1999; L'esperienza filosofica dell'India, Cittadella, Assisi 2000; Il dialogo intrareligioso, Cittadella, Milano 2001; Ecosofia: la nuova saggezza. Per una spiritualita' della terra, Lampi di Stampa, 2001; Incontro delle religioni: l'indispensabile dialogo, Jaca Book, Milano 2001; I Veda. Mantramanjari. Testi fondamentali della rivelazione vedica, Rizzoli, Milano 2001; Pace e interculturalita', Jaca Book, Milano 2002; L'esperienza di Dio, Queriniana, Brescia 2002; Pace e disarmo culturale, Rizzoli, Milano 2003; (con Milena Carrara Pavan), Iniziazione ai veda. Compendio da I veda. Testi fondamentali della rivelazione vedica, Servitium, 2003; La nuova innocenza, tre volumi, Servitium, Palazzago (Bg); Gli inni cosmici dei Veda, Rizzoli, Milano 2004; (con Henri Le Saux, Odette Baumer-Despeigne), Alle sorgenti del Gange. Pellegrinaggio spirituale, Servitium, 2005; La dimora della saggezza, Mondadori, Milano 2005; L'esperienza della vita. La mistica, Jaca Book, Milano 2005; La nuova innocenza. Innocenza cosciente, Servitium, 2005; La porta stretta della conoscenza. Sensi, ragione e fede, Rizzoli, Milano 2005; Il Dharma dell'induismo. Una spiritualita' che parla al cuore dell'occidente, Rizzoli, Milano 2006; (con Milena Carrara Pavan), Pellegrinaggio a Kailasa, Servitium, 2006; Il silenzio del buddha. Un a-teismo religioso, Mondadori, Milano 2006; Tra Dio e il cosmo. Una visione non dualista della realta'. Dialogo con Gwendoline Jarczyk, Laterza, Roma-Bari 2006; Beata semplicita'. La sfida di scoprirsi monaco, Cittadella, Assisi 2007; Divinita', Emi, Bologna 2007; La gioia pasquale, la presenza di Dio e Maria, Jaca Book, Milano 2007; (con Gianfranco Ravasi), Le parole di Paolo, San Paolo Edizioni, 2007: Lo spirito della parola, Bollati Boringhieri, Torino 2007; Il Cristo sconosciuto dell'induismo. Verso una cristofania ecumenica, Jaca Book, Milano 2008; Mistica, pienezza di vita, Tomo 1 di Mistica e spiritualita', vol. I dell'Opera Omnia, Jaca Book, Milano 2008; Mito, simbolo, culto, Tomo 1 di Mistero ed ermeneutica, vol. IX dell'Opera Omnia, Jaca Book, Milano 2008; Pluralismo e interculturalita', Tomo 1 di Culture e religioni in dialogo, vol. VI dell'Opera Omnia, Jaca Book, Milano 2009; Visione trinitaria e cosmoteandrica: Dio-Uomo-Cosmo, vol. VIII dell'Opera Omnia, Jaca Book, Milano 2010; Vita e parola. La mia opera, Jaca Book, Milano 2010; Religione e religioni, vol. II dell'Opera Omnia, Jaca Book, Milano 2010. Si vedano anche gli atti del seminario animato da Panikkar su Pace e disarmo culturale, L'altrapagina, Citta' di Castello (Pg) 1987 (con interventi tra gli altri di Ernesto Balducci, Fabrizio Battistelli, Luigi Cortesi, Antonino Drago, Achille Rossi). Opere su Raimon Panikkar: Achille Rossi, Pluralismo e armonia: introduzione al pensiero di Raimon Panikkar, L'altrapagina, Citta' di Castello (Pg) s. d. ma 1990; Paulo Barone, Spensierarsi. Raimon Panikkar e la macchina per cinguettare, Diabasis, 2007.

 

4. INCONTRI. UN INCONTRO DI RIFLESSIONE CON IL PROFESSOR OSVALDO ERCOLI A VITERBO

 

Nella mattina del 27 agosto 2012 si e' svolto a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sulla situazione politica attuale dal punto di vista della moralita', della legalita', della nonviolenza.

All'incontro ha preso parte il professor Osvaldo Ercoli.

Nel corso dell'incontro e' stata anche effettuata una verifica di alcune iniziative in corso di solidarieta' concreta, per il diritto allo studio e in difesa dei beni comuni.

*

Osvaldo Ercoli, gia' professore amatissimo da generazioni di allievi, gia' consigliere comunale e provinciale, impegnato nel volontariato, nella difesa dell'ambiente, per la pace e i diritti di tutti, e' per unanime consenso nel viterbese una delle piu' prestigiose autorita' morali. Il suo rigore etico e la sua limpida generosita' a Viterbo sono proverbiali. E' tra gli animatori del comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo. Nel 2007 ha promosso un appello per salvare l'area archeologica, naturalistica e termale del Bulicame dalla devastazione. In occasione del suo recente ottantaduesimo compleanno e' stato scritto di lui: "Il 30 gennaio 2012 compie ottantadue anni il professor Osvaldo Ercoli, nato a Vallerano (Vt) nel 1930, per decenni docente di matematica e fisica a Viterbo, citta' in cui e' da sempre un simbolo di rigore morale e civile, di impegno educativo, di sollecitudine per il pubblico bene, di sconfinata generosita'. Gia' pubblico amministratore comunale e provinciale di adamantina virtu', sono innumerevoli le iniziative in difesa dei diritti umani e dell'ambiente di cui e' stato protagonista; tuttora impegnato nel volontariato a sostegno di chi ha piu' bisogno di aiuto, e' altresi' impegnato in prima persona ovunque vi sia necessita' di smascherare e contrastare menzogne, ingiustizie, violenze. Ancora in questi ultimi giorni e' stata di grande significato la sua presenza in piazza del Comune a Viterbo al sit-in in difesa del diritto alla salute e all'assistenza per tutti gli esseri umani. Avendo avuto il privilegio immenso di averlo come amico, come maestro di impegno civile, come compagno di tante lotte nonviolente, vorremmo cogliere questa occasione per esprimergli ancora una volta il nostro affetto, la nostra ammirazione, la nostra gratitudine; affetto, ammirazione e gratitudine che sappiamo essere condivise da tutte le persone di Viterbo e dell'Alto Lazio, da tutte le persone che hanno avuto l'onore di conoscerlo e che hanno a cuore la dignita' umana di tutti e di ognuno, la civilta' come legame comune e comune impegno dell'intero genere umano, la biosfera casa comune dell'umanita' intera".

 

5. INCONTRI. UN INCONTRO DI RIFLESSIONE CON LA DOTTORESSA ANTONELLA LITTA A VITERBO

 

Si e' svolto nel pomeriggio di lunedi' 27 agosto 2012 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione con la partecipazione della dottoressa Antonella Litta, dell'Associazione italiana medici per l'ambiente, sul tema "Salute, ambiente, legalita': difendere i diritti umani di tutti gli esseri umani, difendere la biosfera".

Nel corso dell'incontro sono state esaminate alcune delle principali emergenze sanitarie ed ambientali nel viterbese.

*

Antonella Litta svolge l'attivita' di medico di medicina generale a Nepi. E' specialista in Reumatologia ed ha condotto una intensa attivita' di ricerca scientifica presso l'Universita' di Roma "la Sapienza" e contribuito alla realizzazione di uno tra i primi e piu' importanti studi scientifici italiani sull'interazione tra campi elettromagnetici e sistemi viventi, pubblicato sulla prestigiosa rivista "Clinical and Esperimental Rheumatology", n. 11, pp. 41-47, 1993. E' referente locale dell'Associazione italiana medici per l'ambiente (International Society of Doctors for the Environment - Italia) e per questa associazione e' responsabile e coordinatrice nazionale del gruppo di studio su "Trasporto aereo come fattore d'inquinamento ambientale e danno alla salute". E' referente per l'Ordine dei medici di Viterbo per l'iniziativa congiunta Fnomceo-Isde "Tutela del diritto individuale e collettivo alla salute e ad un ambiente salubre". Gia' responsabile dell'associazione Aires-onlus (Associazione internazionale ricerca e salute) e' stata organizzatrice di numerosi convegni medico-scientifici. Presta attivita' di medico volontario nei paesi africani. E' stata consigliera comunale. E' partecipe e sostenitrice di programmi di solidarieta' locali ed internazionali. Presidente del Comitato "Nepi per la pace", e' impegnata in progetti di educazione alla pace, alla legalita', alla nonviolenza e al rispetto dell'ambiente. E' la portavoce del Comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s'impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell'ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti. Come rappresentante dell'Associazione italiana medici per l'ambiente (Isde-Italia) ha promosso una rilevante iniziativa per il risanamento delle acque del lago di Vico e in difesa della salute della popolazione dei comuni circumlacuali. E' oggi in Italia figura di riferimento nella denuncia della presenza dell'arsenico nelle acque destinate a consumo umano, e nella proposta di iniziative specifiche e adeguate da parte delle istituzioni per la dearsenificazione delle acque e la difesa della salute della popolazione.

 

6. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO

 

Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.

Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:

1. l'opposizione integrale alla guerra;

2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;

3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;

4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.

Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.

Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.

 

7. PER SAPERNE DI PIU'

 

Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 1027 del 28 agosto 2012

Telegrammi della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it, sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

 

Per non riceverlo piu':

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

 

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web

http://web.peacelink.it/mailing_admin.html

quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

 

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:

http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

 

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

L'unico indirizzo di posta elettronica utilizzabile per contattare la redazione e': nbawac at tin.it