[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Associazione "Respirare": Quando proprio non se ne puo' piu'



 

ASSOCIAZIONE "RESPIRARE": QUANDO PROPRIO NON SE NE PUO' PIU'

 

Quando proprio non se ne puo' piu': all'ordine del giorno di una delle prossime sedute del consiglio comunale di Viterbo torna il grottesco tentativo di riproporre la realizzazione a Viterbo del mega-aeroporto nocivo e distruttivo; mega-aeroporto illegale ed insensato che lo stesso Ministero dei Trasporti con l'"Atto di indirizzo per la definizione del piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale" emanato il 29 gennaio 2013 ha definitivamente bocciato.

Ma la lobby affaristica e devastatrice di estrema destra ed i complici insipienti ed irresponsabili - per usare un eufemismo, s'intende - che ha reclutato nel ceto politico insistono protervamente in un'azione semplicemente ignobile.

*

E sara' pertanto necessario ricordare una volta di piu' che "la realizzazione del mega-aeroporto nel cuore della preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame, di cui fece memoria Dante nella Divina Commedia, avrebbe avuto come inevitabili immediate e disastrose conseguenze: lo scempio dell'area del Bulicame e dei beni ambientali e culturali che vi si trovano; la devastazione dell'agricoltura della zona circostante; l'impedimento alla valorizzazione terapeutica e sociale delle risorse termali; un pesantissimo inquinamento chimico, acustico ed elettromagnetico di grave nocumento per la salute e la qualita' della vita della popolazione locale (l'area e' peraltro nei pressi di popolosi quartieri della citta'); il collasso della rete infrastrutturale dell'Alto Lazio, territorio gia' gravato da pesanti servitu'; uno sperpero colossale di soldi pubblici; una flagrante violazione di leggi italiane ed europee e dei vincoli di salvaguardia presenti nel territorio.  L'area del Bullicame va invece tutelata nel modo piu' adeguato: istituendovi un parco naturalistico, archeologico e termale; e fin d'ora respingendo ogni operazione speculativa, inquinante, devastatrice, illecita. E nell'ambito della mobilita' la provincia di Viterbo ha bisogno piuttosto di migliorare la rete ferroviaria ed i collegamenti con Roma, Orte e Civitavecchia; una mobilita' adeguata e coerente con la difesa e la valorizzazione dei beni ambientali e culturali e delle vocazioni produttive dell'Alto Lazio".

*

E per dirsela tutta, forse varra' la pena di ripetere - con le medesime esatte parole - anche un piu' complessivo ragionamento che svolgemmo diversi anni fa e che ci sembra ancora adeguato.

Meno aerei e piu' biciclette.

Meno automobili e piu' ferrovie.

Meno oggetti e piu' informazioni.

Meno pacchi  e piu' internet.

Meno cemento e piu' alberi.

Meno imballi e piu' spazio.

Meno merci e piu' comunicazione.

Meno fretta e piu' pazienza.

Meno stress e piu' benessere.

Meno soperchierie e piu' sicurezza.

Meno ingordigia e piu' salute.

Meno stoltezze e piu' responsabilita'.

Meno profitto e piu' umanita'.

Meno sfruttamento e piu' misericordia.

Meno prepotenza e piu' saggezza.

Meno privilegi e piu' solidarieta'.

Meno sprechi e piu' sobrieta'.

Meno pubblicita' e piu' respiro.

Meno frastuono e piu' silenzio.

Meno consumismo e piu' integrita'.

Meno feticci e piu' relazioni umane.

Meno narcisismo e piu' condivisione.

Breve e' la vita, e preziosa: la coscienza la espande e fa bene alla salute, la propria e l'altrui.

Breve e' la vita, e preziosa: non la si sprechi, non la si devasti, non la si uccida.

Breve e' la vita, e preziosa: la tua, quella di ciascuno e di tutti.

 

L'associazione "Respirare" di Viterbo

 

Viterbo, 29 marzo 2013

 

L'associazione "Respirare" e' stata promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente.

 

Mittente: Associazione "Respirare", c/o Centro di ricerca per la pace e i diritti umani, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, e-mail: nbawac at tin.it , centropacevt at gmail.com , web: www.coipiediperterra.org e http://lists.peacelink.it/nonviolenza/