[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Nonviolenza] ... Alcune parole dette in piazza a Viterbo



 

ALCUNE PAROLE DETTE IN PIAZZA A VITERBO

 

Si e' conclusa venerdi' 23 maggio a Viterbo con un discorso pubblico del responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", Peppe Sini, la campagna di informazione elettorale condotta dalla struttura nonviolenta viterbese per il voto a Francuccio Gesualdi candidato nella lista "L'Altra Europa con Tsipras".

*

L'Unione Europea e' stata gestita finora da oligarchie complici dei rapinatori; e' ora che questa infamia cessi, e' ora che prevalga l'onesta', la giustizia, la solidarieta', la condivisione.

L'Unione Europea delle oligarchie ha imposto politiche a vantaggio dei ricchi, degli sfruttatori e degli usurai; e' ora che questa infamia cessi, e' ora che prevalga il diritto di tutte le persone a una vita degna, sobria, responsabile, nella condivisione dei beni, nell'aiuto reciproco, in cui da ciascuno si dia secondo le sue capacita' ed a ciascuno sia dato secondo i suoi bisogni. Vi e' una sola umanita'.

L'Unione Europea delle oligarchie ha attuato politiche guerriere e razziste che hanno provocato stragi, devastazioni e persecuzioni inaudite; e' ora che questa infamia cessi, e' ora che prevalga la pace, la smilitarizzazione, il disarmo, l'accoglienza, il riconoscimento e la riconoscenza, la difesa dei diritti umani, il rispetto per la vita delle persone e dell'intero mondo vivente. Vi e' una sola biosfera, casa comune dell'umanita' intera.

*

Con il voto a Francuccio Gesualdi portiamo nel parlamento europeo la lotta nonviolenta per la solidarieta' e la liberazione delle oppresse e degli oppressi; la lotta nonviolenta contro i poteri criminali; la lotta nonviolenta per la legalita' che salva le vite; la lotta nonviolenta per la democrazia che riconosce e difende la vita, la dignita' e i diritti di tutti gli esseri umani.

Con il voto a Francuccio Gesualdi portiamo nel parlamento europeo le esperienze e le riflessioni di don Lorenzo Milani, di Aldo Capitini, di padre Ernesto Balducci, di Danilo Dolci, di Alexander Langer, di Laura Conti, di Adriana Zarri, di Mario Lodi; portiamo nel parlamento europeo le lotte del movimento operaio, della pace, della solidarieta' internazionale, dell'educazione liberatrice, del femminismo, dell'ecologia, del movimento antimafia, dell'opzione preferenziale per i poveri, del consumo critico, del commercio equo e solidale, dei bilanci di giustizia, della decrescita felice, dei beni comuni.

E noi viterbesi con il voto a Francuccio Gesualdi vogliamo portare nel parlamento europeo anche le esperienze e le riflessioni di Clara Bolognani, di Alfio Pannega, di tante e tanti compagni di lotta di cui serbiamo integra e luminosa la memoria, persone con cui tante volte nel corso delle iniziative di solidarieta', nel corso delle lotte necessarie, ragionammo su come inverare quello che avevamo appreso e maturato anche rileggendo insieme le lettere di don Milani e della sua scuola, di cui Francuccio Gesualdi e' uno dei continuatori.

Anche con il voto a Francuccio Gesualdi costruiamo l'Europa della nonviolenza.

*

Il cielo stellato.

La legge morale.

Oppresse e oppressi di tutti i paesi: uniamoci nella lotta per la comune liberazione.

 

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

 

Viterbo, 23 maggio 2014

 

Mittente: "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, e-mail: nbawac at tin.it, centropacevt at gmail.com, centropaceviterbo at outlook.it, web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/