[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Nonviolenza] Anche la senatrice Loredana De Petris scrive al sindaco di Vicenza per la riapertura della Casa per la Pace



 

ANCHE LA SENATRICE LOREDANA DE PETRIS SCRIVE AL SINDACO DI VICENZA PER LA RIAPERTURA DELLA CASA PER LA PACE

 

Anche la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo misto di Palazzo Madama, scrive al sindaco di Vicenza a sostegno dell'impegno amministrativo per la tempestiva riapertura della Casa per la Pace in una sede adeguata, dopo che la prestigiosa istituzione pacifista vicentina e' restata alcune settimane fa senza sede a seguito della vendita dell'immobile in cui era sito l'assessorato ai servizi sociali presso cui era ospitata.

Anche il senatore Roberto Cotti ha espresso analogo sostegno, come gia' numerosi altri parlamentari italiani ed europei, tra cui i senatori Paolo Corsini, Nerina Dirindin, Laura Fasiolo, Luigi Manconi, Maria Mussini, Laura Puppato, Manuela Serra, i deputati Massimiliano Bernini,  Luigi Gallo, Walter Rizzetto, Simonetta Rubinato, Daniela Sbrollini, Arturo Scotto, Piepaolo Vargiu, Sandra Zampa, gli europarlamentari David Borrelli e Gianni Pittella.

*

Come dalle istituzioni, anche dal mondo della cultura e dell'impegno civile, dell'associazionismo e del volontariato, da tutta Italia continuano a pervenire al sindaco vicentino messaggi di solidarieta' con l'importante istituzione pubblica nonviolenta tra i cui animatori vi e' il professor Matteo Soccio, una delle personalita' piu' autorevoli della "peace research" in Italia e nel mondo; tra le prime personalita' ad aver espresso la loro viva sollecitudine ed il loro persuaso sostegno il professor Alberto L'Abate, gia' collaboratore di Aldo Capitini e di Danilo Dolci e figura storica della nonviolenza in Italia; il professor Sergio Paronetto, vicepresidente di Pax Christi; l'on. Michele Boato, presidente dell'Ecoistituto del Veneto; il sen. Gigi Malabarba, figura storica del movimento operaio e della solidarieta' internazionale; la dottoressa Antonella Litta, dell'Associazione italiana medici per l'ambiente; il presidente del Movimento Nonviolento, Mao Valpiana; e con essi innumerevoli cittadine e cittadini, ed associazioni pacifiste e di volontariato, di solidarieta' e di cittadinanza attiva, da ogni parte d'Italia: la "Casa per la Pace" di Vicenza e' infatti una delle piu' rilevanti istituzioni culturali e di impegno nonviolento nel nostro Paese, nota a livello internazionale per la qualita' delle sue iniziative culturali e di promozione concreta e coerente della pace, dei diritti umani, della solidarieta', della democrazia.

*

L'iniziativa di solidarieta' prosegue e si estende, in fervida attesa che il Comune di Vicenza con la massima tempestivita' possibile restituisca alla prestigiosa istituzione pacifista una sede adeguata in cui continuare ad operare per il bene comune.

*

Per contattare direttamente gli animatori della "Casa per la Pace" di Vicenza: casaperlapace at gmail.com

 

Nota a cura del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

 

Viterbo, 15 febbraio 2015

 

Mittente: "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it, centropacevt at gmail.com, centropaceviterbo at outlook.it, crpviterbo at yahoo.it, web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/