[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Nonviolenza] Telegrammi. 2154



 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 2154 del primo novembre 2015

Telegrammi quotidiani della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza (anno XVI)

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it , centropacevt at gmail.com

 

Sommario di questo numero:

1. Presentazione dell'iniziativa nonviolenta "Ogni vittima ha il volto di Abele". Un incontro di riflessione a Viterbo

2. Hic et nunc, quid agendum

3. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"

4. In memoria di Etienne de la Boetie, di Mario Cuminetti, di Elisabeth Dmitrieff, di Edward Said

5. Indice dei Telegrammi di ottobre 2015

6. Segnalazioni librarie

7. La "Carta" del Movimento Nonviolento

8. Per saperne di piu'

 

1. INCONTRI. PRESENTAZIONE DELL'INIZIATIVA NONVIOLENTA "OGNI VITTIMA HA IL VOLTO DI ABELE". UN INCONTRO DI RIFLESSIONE A VITERBO

 

Si e' svolto sabato 31 ottobre 2015 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

Nel corso dell'incontro e' stata presentata l'iniziativa nonviolenta "Ogni vittima ha il volto di Abele" promossa da vari movimenti nonviolenti che dal 2002 ad oggi ha coinvolto molte citta' d'Italia, iniziativa che propone "che il 4 novembre si realizzino in tutte le citta' d'Italia commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che siano anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze. Affinche' il 4 novembre, anniversario della fine dell''inutile strage' della prima guerra mondiale, cessi di essere il giorno in cui i poteri assassini irridono gli assassinati, e diventi invece il giorno in cui nel ricordo degli esseri umani defunti vittime delle guerre gli esseri umani viventi esprimono, rinnovano, inverano l'impegno affinche' non ci siano mai piu' guerre, mai piu' uccisioni, mai piu' persecuzioni".

La relazione introduttiva e' stata tenuta da Peppe Sini, responsabile della struttura nonviolenta viterbese ed ideatore dell'iniziativa.

Dopo aver ripercorso le esperienze degli scorsi anni il relatore ha esortato a proseguire nell'impegno per abolire le guerre, gli eserciti e le armi; a promuovere una politica nonviolenta "contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e tutte le persecuzioni, contro il maschilismo e tutte le oppressioni"; concludendo con la riflessione che "ogni essere umano ha diritto alla vita, alla dignita', alla solidarieta'; e quindi il primo dovere di tutti gli esseri umani e di tutti gli umani istituti e' rispettare e salvare le vite. Ogni vittima ha il volto di Abele".

*

una breve notizia sul relatore dell'incontro

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo, gia' consigliere comunale e provinciale, e' stato dagli anni '70 uno dei principali animatori del movimento che si oppone alle servitu' energetiche e militari nell'Alto Lazio (ha preso parte al movimento antinucleare fin dalla prima iniziativa a Montalto di Castro); dalla meta' degli anni Settanta e' stato uno dei principali animatori della sinistra antitotalitaria a Viterbo; negli anni '90 ha preso parte all'esperienza del "Movimento per la democrazia - la Rete", rappresentativa del movimento antimafia nelle istituzioni; obiettore di coscienza al servizio militare, dagli anni Settanta e' persona amica della nonviolenza (condividendo la formulazione di Aldo Capitini); nel 1979 ha fondato il "Comitato democratico contro l'emarginazione" che ha condotto rilevanti lotte contro le istituzioni totali e per i diritti umani e rilevanti campagne di solidarieta' concreta; ha promosso e presieduto il primo convegno nazionale di studi sulla figura e l'opera di Primo Levi; nel 1987 ha coordinato per l'Italia la campagna di solidarieta' con Nelson Mandela allora detenuto nelle prigioni del regime razzista sudafricano; nel 1991 e' stato processato ed assolto per la sua azione contro la guerra del Golfo; nel 1999 ha ideato, promosso e realizzato l'esperienza delle "mongolfiere della pace" con cui ostacolare i decolli dei bombardieri che dalla base di Aviano recavano strage in Jugoslavia (anche per questa iniziativa ha subito un processo conclusosi con l'archiviazione delle accuse nei suoi confronti); nel 2001 e' stato l'animatore dell'iniziativa che - dopo la tragedia di Genova - ha portato alla presentazione in parlamento di una proposta di legge per la formazione delle forze dell'ordine alla nonviolenza; e' stato dagli anni '80 il principale animatore dell'attivita' di denuncia e opposizione alla penetrazione dei poteri criminali nell'Alto Lazio - e negli anni '90 ha presieduto la Commissione d'inchiesta ad hoc istituita dal Consiglio Provinciale di Viterbo -; ha ideato e animato due delle piu' importanti e vittoriose campagne ambientaliste nell'Alto Lazio: quella contro la realizzazione della devastante Supercassia negli anni '80-'90, e quella contro la realizzazione del mega-aeroporto a Viterbo (che avrebbe devastato irreversibilmente la preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bullicame) dal 2007; negli anni '80 e '90 e' stato tra i principali redattori del settimanale "Sotto voce" che a Viterbo condusse fondamentali inchieste contro i poteri criminali e il regime della corruzione; dal 2000 e' direttore del notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino", che ogni giorno diffonde materiali di studio e di riflessione e sostiene e promuove iniziative nonviolente per la pace, l'ambiente, i diritti umani di tutti gli esseri umani. Ha ideato e realizzato dal 2002 a Viterbo le commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre il 4 novembre col motto "Ogni vittima ha il volto di Abele" e promosso la campagna a livello nazionale con questa denominazione. Nel gennaio del 2015 un suo scambio di lettere con il Presidente del Consiglio dei Ministri sulle iniziative necessarie per promuovere la pace ha dato luogo a un vivace dibattito.

 

2. REPETITA IUVANT. HIC ET NUNC, QUID AGENDUM

 

Occorre soccorrere, accogliere, assistere tutti gli esseri umani in fuga dalla fame e dalle guerre.

Occorre riconoscere a tutti gli esseri umani il diritto di giungere in modo legale e sicuro nel nostro paese.

Occorre andare a soccorrere e prelevare con mezzi di trasporto pubblici e gratuiti tutti i migranti lungo gli itinerari della fuga, sottraendoli agli artigli dei trafficanti.

Occorre un immediato ponte aereo di soccorso internazionale che prelevi i profughi direttamente nei loro paesi d'origine e nei campi collocati nei paesi limitrofi e li porti in salvo qui in Europa.

Occorre cessare di fare, fomentare, favoreggiare, finanziare le guerre che sempre e solo consistono nell'uccisione di esseri umani.

Occorre proibire la produzione e il commercio delle armi.

Occorre promuovere la pace con mezzi di pace.

Occorre cessare di rapinare interi popoli, interi continenti.

In Italia occorre abolire i campi di concentramento, le deportazioni, e le altre misure e pratiche razziste e schiaviste, criminali e criminogene, che flagrantemente confliggono con la Costituzione, con lo stato di diritto, con la democrazia, con la civilta'.

In Italia occorre riconoscere immediatamente il diritto di voto nelle elezioni amministrative a tutte le persone residenti.

In Italia occorre contrastare i poteri criminali, razzisti, schiavisti e assassini.

L'Italia realizzi una politica della pace e dei diritti umani, del disarmo e della smilitarizzazione, della legalita' che salva le vite, della democrazia che salva le vite, della civilta' che salva le vite.

L'Italia avvii una politica nonviolenta: contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e tutte le persecuzioni, contro il maschilismo e tutte le oppressioni. Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita' e la biosfera.

Ogni essere umano ha diritto alla vita, alla dignita', alla solidarieta'.

Vi e' una sola umanita' in un unico mondo vivente casa comune dell'umanita' intera.

Salvare le vite e' il primo dovere.

Ogni vittima ha il volto di Abele.

 

3. REPETITA IUVANT. MOVIMENTO NONVIOLENTO, PEACELINK E CENTRO DI RICERCA PER LA PACE E I DIRITTI UMANI DI VITERBO, ASSOCIAZIONE ANTIMAFIE RITA ATRIA: UN APPELLO PER IL 4 NOVEMBRE: "OGNI VITTIMA HA IL VOLTO DI ABELE"

 

4 novembre 2015: non festa, ma lutto.

Cento anni dopo: basta guerre. Un'altra difesa e' possibile.

Ogni vittima ha il volto di Abele.

*

Il Movimento Nonviolento, PeaceLink, il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo e l'Associazione Antimafie Rita Atria lanciano per il 4 novembre l'iniziativa "Ogni vittima ha il volto di Abele", affinche' in ogni citta' si svolgano commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre.

Proponiamo che il 4 novembre si realizzino in tutte le citta' d'Italia commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che siano anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze. Affinche' il 4 novembre, anniversario della fine dell'"inutile strage" della prima guerra mondiale, cessi di essere il giorno in cui i poteri assassini irridono gli assassinati, e diventi invece il giorno in cui nel ricordo degli esseri umani defunti vittime delle guerre gli esseri umani viventi esprimono, rinnovano, inverano l'impegno affinche' non ci siano mai piu' guerre, mai piu' uccisioni, mai piu' persecuzioni.

Queste iniziative di commemorazione e di impegno morale e civile devono essere rigorosamente nonviolente. Non devono dar adito ad equivoci o confusioni di sorta; non devono essere in alcun modo ambigue o subalterne; non devono prestare il fianco a fraintendimenti o mistificazioni. Queste iniziative di addolorato omaggio alle vittime della guerra e di azione concreta per promuovere la pace e difendere le vite, devono essere rigorosamente nonviolente. Occorre quindi che si svolgano in orari distanti e assolutamente distinti dalle ipocrite celebrazioni dei poteri armati, quei poteri che quelle vittime fecero morire. Ed occorre che si svolgano nel modo piu' austero, severo, solenne: depositando omaggi floreali dinanzi alle lapidi ed ai sacelli delle vittime delle guerre, ed osservando in quel frangente un rigoroso silenzio. Ovviamente prima e dopo e' possibile ed opportuno effettuare letture e proporre meditazioni adeguate, argomentando ampiamente e rigorosamente perche' le persone amiche della nonviolenza rendono omaggio alle vittime della guerra e perche' convocano ogni persona di retto sentire e di volonta' buona all'impegno contro tutte le guerre, e come questo impegno morale e civile possa concretamente limpidamente darsi. Dimostrando che solo opponendosi a tutte le guerre si onora la memoria delle persone che dalle guerre sono state uccise. Affermando il diritto e il dovere di ogni essere umano e la cogente obbligazione di ogni ordinamento giuridico democratico di adoperarsi per salvare le vite, rispettare la dignita' e difendere i diritti di tutti gli esseri umani.

*

In particolare vogliamo sostenere la Campagna "Un'altra difesa e' possibile" che ha depositato in Parlamento la proposta di legge di iniziativa popolare per l'istituzione e il finanziamento del Dipartimento per la difesa civile, non armata e nonviolenta. Un Dipartimento che comprenda i Corpi civili di pace e l'Istituto di ricerche sulla pace e il disarmo e che abbia forme di interazione e collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ed il Dipartimento della Gioventu' e del Servizio Civile Nazionale. Si tratta di dare finalmente concretezza a cio' che prefiguravano i costituenti con il ripudio della guerra, e che gia' oggi e' previsto dalla legge e confermato dalla Corte costituzionale, cioe' la realizzazione di una difesa civile alternativa alla difesa militare, finanziata direttamente dai cittadini attraverso l'opzione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi.

Obiettivo della Campagna e' quello di organizzare la difesa civile, non armata e nonviolenta - ossia la difesa della  Costituzione e dei diritti civili e sociali che in essa sono affermati; la preparazione di mezzi e strumenti non armati di intervento nelle controversie internazionali; la difesa dell'integrita' della vita, dei beni e dell'ambiente dai danni che derivano dalle calamita' naturali, dal consumo di territorio e dalla cattiva gestione dei beni comuni - anziche' finanziare cacciabombardieri, sommergibili, portaerei e missioni di guerra, che lasciano il Paese indifeso dalle vere minacce che lo colpiscono e lo rendono invece minaccioso agli occhi del mondo. La Campagna vuole aprire un confronto pubblico per ridefinire i concetti di difesa, sicurezza, minaccia, dando centralita' alla Costituzione che "ripudia la guerra" (art. 11), afferma la difesa dei diritti di cittadinanza ed affida ad ogni cittadino il "dovere della difesa della patria" (art. 52).

Per informazioni sulla Campagna "Un'altra difesa e' possibile" si veda al sito www.difesacivilenonviolenta.org La segreteria della Campagna e' presso il Movimento Nonviolento.

*

A tutte le persone amiche della nonviolenza chiediamo di diffondere questa proposta e contribuire a questa iniziativa. Contro tutte le guerre, contro tutte le uccisioni, contro tutte le persecuzioni. Per la vita, la dignita' e i diritti di tutti gli esseri umani.

Ogni vittima ha il volto  di Abele.

Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.

*

Movimento Nonviolento

per contatti: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. e fax 0458009803, e-mail: an at nonviolenti.org, sito: www.nonviolenti.org e www.azionenonviolenta.it

PeaceLink

per contatti: e-mail: info at peacelink.it, sito: www.peacelink.it

Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo

per contatti: e-mail: nbawac at tin.it, web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

Associazione Antimafie Rita Atria

per contatti: e-mail: abruzzo at ritaatria.it, sito: www.ritaatria.it

 

4. ANNIVERSARI. IN MEMORIA DI ETIENNE DE LA BOETIE, DI MARIO CUMINETTI, DI ELISABETH DMITRIEFF, DI EDWARD SAID

 

Ricorre oggi, primo novembre, l'anniversario della nascita di Etienne de la Boetie (Sarlat, primo novembre 1530 - Germignan, 18 agosto 1563), della scomparsa di Mario Cuminetti (Albino, 28 ottobre 1934 - Milano, primo novembre 1995), della nascita di Elisabeth Dmitrieff (Volok, primo novembre 1851 - Mosca, forse nel 1918), della nascita di Eward Said (Gerusalemme, primo novembre 1935 - New York, 24 settembre 2003).

*

Anche nel ricordo di Etienne de la Boetie, di Mario Cuminetti, di Elisabeth Dmitrieff, di Edward Said, proseguiamo nell'azione nonviolenta per la pace e i diritti umani; contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e tutte le persecuzioni, contro il maschilismo e tutte le oppressioni.

Ogni vittima ha il volto di Abele.

Ogni essere umano ha diritto alla vita, alla dignita', alla solidarieta'.

Vi e' una sola umanita' in un unico mondo vivente casa comune dell'umanita' intera.

Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita' e la biosfera.

 

5. MATERIALI. INDICE DEI "TELEGRAMMI" DI OTTOBRE 2015

 

* "Telegrammi", numero 2123 del primo ottobre 2015: 1. Alcune poesie di Ingeborg Bachmann; 2. Movimento Nonviolento: 2 ottobre 2015, Giornata internazionale della nonviolenza. Nonviolenza o barbarie; 3. "Erinna": Il 2 ottobre in piazza a Viterbo; 4. I compiti dell'ora; 5. "Industria culturale e lavoro intellettuale oggi". Un incontro di riflessione a Viterbo; 6. In memoria di Frances Baard, di Wilhelm Dilthey, di Alessandro Galante Garrone, di Eric J. Hobsbawm; 7. Indice dei Telegrammi di settembre 2015; 8. Segnalazioni librarie; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 123 del primo ottobre 2015: 1. "Erinna": Il 2 ottobre in piazza a Viterbo; 2. Aldo Capitini: Teoria della nonviolenza (parte prima); 3. Adesso.

* "Telegrammi", numero 2124 del 2 ottobre 2015: 1. "Gandhi oggi". Un incontro di riflessione a Viterbo in preparazione della Giornata internazionale della nonviolenza; 2. In memoria di Mohandas Gandhi e di Claude Eatherly; 3. "Erinna": Oggi in piazza a Viterbo; 4. Segnalazioni librarie; 5. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 6. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 124 del 2 ottobre 2015: 1. Un incontro con i volontari in servizio civile a Viterbo nella Giornata internazionale della nonviolenza; 2. "Erinna": Oggi in piazza a Viterbo; 3. Aldo Capitini: Teoria della nonviolenza (parte seconda e conclusiva).

* "Telegrammi", numero 2125 del 3 ottobre 2015: 1. Ancora una volta diciamo; 2. Paolo Moricoli: Un intervento per la Giornata internazionale della nonviolenza; 3. Un incontro con i volontari in servizio civile a Viterbo nella Giornata internazionale della nonviolenza; 4. Il 2 ottobre a Viterbo si e' svolta la manifestazione delle donne in nero; 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 8. In memoria di Louis Hjemslev; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 125 del 3 ottobre 2015: 1. Due ringraziamenti; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

* "Telegrammi", numero 2126 del 4 ottobre 2015: 1. Da Lampedusa a Kunduz. Parole dette in un incontro a Viterbo; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 5. In memoria di Francesco d'Assisi e di Anne Sexton; 6. Enrico Peyretti: Introduzione a "Il vangelo della pace" di Roberto Filippini; 7. Segnalazioni librarie; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.

* "La domenica della nonviolenza", numero 339 del 4 ottobre 2015: 1. Le armi che uccidono...; 2. La Carta di Lampedusa.

* "Telegrammi", numero 2127 del 5 ottobre 2015: 1. Un movimento per la pace dovrebbe; 2. La nonviolenza e' la pace; 3. Severino Vardacampi: Di alcuni problemi del nostro movimento; 4. Hic et nunc, quid agendum; 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 8. In memoria di Cecile Brunschvigc, di Denis Diderot, di Pauline Leon; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 126 del 5 ottobre 2015: 1. Giobbe Santabarbara: Per qualche giorno le televisioni; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 5. Alcune testimonianze dalla marcia Perugia-Assisi del 19 ottobre 2014 (con due aggiunte); 6. La nostra marcia; 7. Benito D'Ippolito: Il lamento del vecchio; 8. Corinzio Piegapini: La marcia pure 'st'anno e' 'nnata bbene; 9. Giacomo Dervicanto: Me piace fa' la marcia de la pace; 10. Orangio Macacchi: Deretro a 'sto lenzolo arcobbaleno; 11. Bricchio Birocchi: La marcia da Peruggia fin'a Assisi; 12. Aggiunta prima. Mattinata di sole a Roma (2014); 13. Aggiunta seconda. Breve litania della nonviolenza (2010).

* "Telegrammi", numero 2128 del 6 ottobre 2015: 1. A tutte le guerre occorre opporsi; 2. Commemorato a Viterbo Denis Diderot; 3. Hic et nunc, quid agendum; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 6. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 7. In memoria di Jessie Bernard, di Elizabeth Bishop, di Fannie Lou Hamer, di Ernesto Laclau, di Gerda Weiler; 8. Maria Muti presenta "L'insostenibile leggerezza dell'essere" di Milan Kundera; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 127 del 6 ottobre 2015: 1. Per fermare la guerra; 2. Ancora una lettera al Presidente della Repubblica; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

* "Telegrammi", numero 2129 del 7 ottobre 2015: 1. La strage continua; 2. Il golpe; 3. Hic et nunc, quid agendum; 4. Umberto Santino: Ripensare l'antimafia; 5. Nuova campagna One Billion Rising Revolution 2016; 6. "La letteratura contro la violenza: una riflessione muovendo dall'opera di Milan Kundera". Un incontro di studio a Viterbo; 7. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 8. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 9. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 10. In memoria di Natalia Ginzburg e di Ronald D. Laing; 11. Segnalazioni librarie; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 128 del 7 ottobre 2015: 1. I due compiti piu' urgenti; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

* "Telegrammi", numero 2130 dell'8 ottobre 2015: 1. L'adempimento; 2. Auguri a Desmond Tutu. Un incontro a Viterbo contro guerra, razzismo e maschilismo; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 6. In memoria di Willy Brandt, di Marina Cvetaeva, di Jacques Derrida, di Harriet Hardy Taylor, di Gabriel Marcel; 7. Irene Bignardi presenta "La fattoria degli animali" di George Orwell; 8. Cesare G. De Michelis presenta "Il maestro e Margherita" di Michail Bulgakov; 9. Giuseppe Dierna presenta "L'insostenibile leggerezza dell'essere" di Milan Kundera; 10. Daniela Pasti presenta "Il signore delle mosche" di William Golding; 11. Segnalazioni librarie; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 129 dell'8 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Trentacinque meditazioni di Mao Valpiana per l'iniziativa nonviolenta del 4 novembre "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Mao Valpiana: Il piu' grande crimine contro l'umanita'; 4. Mao Valpiana: Non festa ma lutto; 5. Mao Valpiana: Tutte le guerre sono inutili stragi; 6. Mao Valpiana: Un anno sull'altipiano; 7. Mao Valpiana: Una lettera di don Milani; 8. Mao Valpiana: Antimilitariste e antifasciste; 9. Mao Valpiana: Obiettori di coscienza contro la guerra; 10. Mao Valpiana: La testimonianza di Ungaretti; 11. Mao Valpiana: Con Tolstoj la nonviolenza contro la guerra; 12. Mao Valpiana: Ne' un uomo ne' un soldo per la guerra; 13. Mao Valpiana: Il monumento antimilitarista di Gino Scarsi; 14. Mao Valpiana: La guerra e' sempre tragedia, lutto, violenza; 15. Mao Valpiana: La memoria delle vittime, l'impegno contro le guerre; 16. Mao Valpiana: Disarmare subito; 17. Mao Valpiana: Ogni vittima ha il volto di Abele, ma nessuno tocchi Caino; 18. Mao Valpiana: Con il metodo della nonviolenza; 19. Mao Valpiana: Tutta la forza della nonviolenza per opporci integralmente alla guerra; 20. Mao Valpiana: Il piu' grande crimine contro l'umanita'; 21. Mao Valpiana: La storia di ogni guerra; 22. Mao Valpiana: Solo quando; 23. Mao Valpiana: Il senso piu' profondo; 24. Mao Valpiana: Una nuova realta'; 25. Mao Valpiana: Una storia dimenticata; 26. Mao Valpiana: Un massacro; 27. Mao Valpiana: La guerra, oggi; 28. Mao Valpiana: I costi; 29. Mao Valpiana: Disarmo; 30. Mao Valpiana: Abele, Caino; 31. Mao Valpiana: C'e' un solo modo per estirpare la guerra; 32. Mao Valpiana: Dire no alla guerra e scegliere la nonviolenza; 33. Mao Valpiana: La scelta antimilitarista della nonviolenza; 34. Mao Valpiana: Solo vittime della guerra; 35. Mao Valpiana: Oggi; 36. Mao Valpiana: Se la vita di ogni essere e' sacra...; 37. Mao Valpiana: La memoria e l'impegno; 38. Hic et nunc, quid agendum.

* "Telegrammi", numero 2131 del 9 ottobre 2015: 1. Annamaria Rivera: Il cupo scenario dell'Europa-fortezza; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Vito Ferrante: Una lettera ai sindaci della provincia di Viterbo; 4. "Diritto all'ambiente, diritto alla salute, diritto alla pace, diritto alla dignita' umana". Un incontro di riflessione con la dottoressa Antonella Litta a Viterbo; 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 8. In memoria di Anna Freud, di Raniero Panzieri, di Mary Ann Shadd Cary; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 130 del 9 ottobre 2015: 1. Chi non si oppone alla guerra; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Walter Benjamin: Tesi di filosofia della storia.

* "Telegrammi", numero 2132 del 10 ottobre 2015: 1. Peppe Sini: Per la Giornata internazionale contro la pena di morte; 2. Amnesty International: Dieci motivi per dire no alla pena di morte; 3. Hic et nunc, quid agendum; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 6. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 7. In memoria di Maximilien Rubel e di Andrea Zanzotto; 8. Ogni vittima ha il volto di Abele: oggi a Viterbo ed ovunque (2002); 9. Una commemorazione a Viterbo il 4 novembre contro tutte le guerre (2002); 10. Le amare esperienze scolastiche di Giobbe Santabarbara: Odradek (2002); 11. Segnalazioni librarie; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 131 del 10 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Un appello al parlamento italiano: faccia cessare le stragi nel Mediterraneo (2013); 3. Quello che occorre immediatamente fare per far cessare immediatamente le stragi nel Mediterraneo (2013); 4. Su questo pianeta nessun essere umano e' clandestino (2013); 5. Finisca la cecita', si salvino le vite (2013); 6. Piante le lacrime (2013); 7. Far cessare la strage si puo' e si deve: basta un semplice provvedimento legislativo (2013); 8. Necessaria un'insistenza (2013); 9. Per far cessare immediatamente le stragi nel Mediterraneo (2013); 10. Ripetiamolo una volta ancora (2013); 11. Non stancarsi mai di ripeterlo (2013); 12. Quello che veramente occorre (2013); 13. Basta con le menzogne, basta con le stragi (2013); 14. Dalle memorie di un internazionalista (2013); 15. La soluzione per far cessare immediatamente le morti nel Mediterraneo (2013); 16. Il primo dovere e' salvare le vite. L'unica cosa da fare per far cessare le stragi nel Mediterraneo e' che il parlamento italiano legiferi il diritto di tutti gli esseri umani ad entrare in Italia in modo legale e sicuro (2013); 17. L'ipocrisia che mangia il cuore. E cio' che invece e' necessario e urgente fare (2013); 18. In meno di cinquanta parole (2013); 19. Tartufo (2013); 20. L'argomento del prefisso (2013); 21. Il primo dovere di ogni persona decente (2013); 22. Abolire finalmente la mostruosita' giuridica del "reato di immigrazione clandestina" e riconoscere a tutti gli esseri umani il diritto di libera circolazione sul pianeta casa comune dell'umanita' intera. Legiferare cio' che e' indispensabile per salvare le vite e far cessare le stragi nel Mediterraneo. Vi e' una sola umanita' (2013); 23. La domanda (2013); 24. In poche semplici parole (2013); 25. Ancora una strage nel Mediterraneo (2013); 26. Affinche' cessino le stragi nel Mediterraneo un provvedimento legislativo necessario e urgente (2013); 27. Una proposta... (2013); 28. Mai piu' stragi nel Mediterraneo (2013); 29. Hic et nunc, quid agendum; 30. Nella Giornata internazionale contro la pena di morte.

* "Telegrammi", numero 2133 dell'11 ottobre 2015: 1. Fermare tutte le stragi; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 6. In memoria di Vito Volterra; 7. Bertolt Brecht: Per chi sta in alto; 8. Bertolt Brecht: Il pane degli affamati e' stato mangiato; 9. Bertolt Brecht: Quelli che portano via la carne dalle tavole; 10. Bertolt Brecht: Chi sta in alto dice: pace e guerra; 11. Bertolt Brecht: Quando chi sta in alto parla di pace; 12. Bertolt Brecht: Quelli che stanno in alto; 13. Bertolt Brecht: Sul muro c'era scritto col gesso; 14. Bertolt Brecht: Chi sta in alto dice; 15. Bertolt Brecht: La guerra che verra'; 16. Bertolt Brecht: al momento di marciare molti non sanno; 17. Bertolt Brecht: Generale, il tuo carro armato e' una macchina potente; 18. Bertolt Brecht: Quando la guerra comincia; 19. Bertolt Brecht: Mio fratello aviatore; 20. Bertolt Brecht: Domande di un lettore operaio; 21. Segnalazioni librarie; 22. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 23. Per saperne di piu'.

* "La domenica della nonviolenza", numero 340 dell'11 ottobre 2015: 1. Nemica dell'umanita'; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Una proposta del Centro di ricerca per la pace di Viterbo: "Ogni vittima ha il volto di Abele" (2002); 5. Il 4 novembre in piazza per la pace (2002); 6. Un appello per un 4 novembre di memoria e di pace (2002); 7. Ogni vittima ha il volto di Abele: oggi a Viterbo ed ovunque (2002); 8. Una commemorazione a Viterbo il 4 novembre contro tutte le guerre (2002).

* "Telegrammi", numero 2134 del 12 ottobre 2015: 1. Tutti i lutti; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 6. In memoria di Eugenio Montale e di Edith Stein; 7. Il 4 novembre per la pace (2003); 8. Un altro 4 novembre, non ipocrita e non subalterno (2003); 9. Ogni vittima ha il volto di Abele (2003); 10. Un quattro novembre dalla parte delle vittime, contro tutte le guerre (2003); 11. Il 4 novembre a Viterbo (2003); 12. 4 novembre: uscire dalla subalternita' al potere militare (2003); 13. Il 4 novembre a Viterbo: "ogni vittima ha il volto di Abele" (2003); 14. Mai piu' guerre (2003); 15. Da Viterbo un quattro novembre per la pace e la nonviolenza (2003); 16. Segnalazioni librarie; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 132 del 12 ottobre 2015: 1. Tutta la civilta', tutta l'umanita'; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. La Carta di Lampedusa; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

* "Telegrammi", numero 2135 del 13 ottobre 2015: 1. Il punto fermo; 2. In memoria di Erich Auerbach; 3. Hic et nunc, quid agendum; 4. Pasquale Pugliese: Da Kunduz ad Ankara, il varco attuale della storia e' nonviolenza o barbarie; 5. Daniele Taurino: L'aggiunta nonviolenta e' antimilitarista; 6. Mao Valpiana: Ecco dove sono i pacifisti. Chi li cerca li trova; 7. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 8. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 133 del 13 ottobre 2015: 1. Il testo della Convenzione di Istanbul (parte prima); 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna".

* "Telegrammi", numero 2136 del 14 ottobre 2015: 1. Sic et simpliciter; 2. "Critica letteraria ed impegno civile". Un incontro di riflessione a Viterbo; 3. In memoria di Hannah Arendt e di Remo Cantoni; 4. Alcune poesie di Wislawa Szymborska; 5. Alcune poesie di Giuseppe Ungaretti; 6. Hic et nunc, quid agendum; 7. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 8. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 134 del 14 ottobre 2015: 1. Il testo della Convenzione di Istanbul (parte seconda e conclusiva); 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna".

* "Telegrammi", numero 2137 del 15 ottobre 2015: 1. Il primo colpo di stato; 2. Il secondo colpo di stato; 3. Il terzo colpo di stato; 4. Dinanzi al colpo di stato; 5. In memoria di Riccardo Bauer, di Italo Calvino, di Gaetano De Sanctis, di Michel Foucault, di Letitia Elizabeth Landon, di Thomas Sankara; 6. Hic et nunc, quid agendum; 7. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 8. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 9. Franco Fortini: Canto degli ultimi partigiani; 10. Franco Fortini: Complicita'; 11. Franco Fortini: Per Serantini; 12. Franco Fortini: Lontano lontano...; 13. Franco Fortini: La lampadina fulminata; 14. Franco Fortini: Marxismo; 15. Franco Fortini: Comunismo; 16. Segnalazioni librarie; 17. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 18. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 135 del 15 ottobre 2015: 1. La strage continua; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna".

* "Telegrammi", numero 2138 del 16 ottobre 2015: 1. No; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Gaetano Azzariti, Lorenza Carlassare, Gianni Ferrara, Alessandro Pace, Stefano Rodota', Massimo Villone: La peggiore riforma; 4. Marwan Barghouti: L'ultimo giorno dell'occupazione sara' il primo giorno della pace; 5. Peppe Sini: Un discorso a Terni per la liberta' e i diritti del popolo palestinese (2002); 6. In memoria di Gaston Bachelard, di Dino Buzzati, di Mary Daly, di Ivan Della Mea; 7. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 8. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 136 del 16 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 5. Peppe Sini: Riflettendo su Guevara dal punto di vista della nonviolenza (2006); 6. Peppe Sini: Tre tesi per una riflessione necessaria (2000); 7. Guevara. Una minima bibliografia introduttiva (2006).

* "Telegrammi", numero 2139 del 17 ottobre 2015: 1. Se; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. In memoria di Jean Amery, di Raymond Aron, di Ingeborg Bachmann; 4. Jean Giono: L'uomo che piantava gli alberi; 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. Segnalazioni librarie; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 137 del 17 ottobre 2015: 1. Ogni giorno; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 6. Alcune poesie di Adrienne Rich.

* "Telegrammi", numero 2140 del 18 ottobre 2015: 1. La politica necessaria; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. In memoria di Henri Bergson, di Norberto Bobbio, di Andrea Zanzotto; 4. Alcune poesie di Emily Dickinson tradotte da Cristina Campo; 5. Alcune poesie di Emily Dickinson tradotte da Margherita Guidacci; 6. Alcune poesie di Emily Dickinson tradotte da Barbara Lanati; 7. Una poesia di Emily Dickinson tradotta da Giovanni Giudici; 8. Una poesia di Emily Dickinson tradotta da Mario Luzi; 9. Una poesia di Emily Dickinson tradotta da Eugenio Montale; 10. Una poesia di Emily Dickinson tradotta da Amelia Rosselli; 11. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 12. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 13. Segnalazioni librarie; 14. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 15. Per saperne di piu'.

* "La domenica della nonviolenza", numero 341 del 18 ottobre 2015: 1. Hannah Arendt: La Resistenza nonviolenta in Danimarca; 2. Anna Bravo: Resistenza civile.

* "Telegrammi", numero 2141 del 19 ottobre 2015: 1. Di questo dovremmo anzitutto occuparci; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. In memoria di Aldo Capitini; 4. Aldo Stella (a cura di): Bibliografia degli scritti di Aldo Capitini (pubblicati dal 1926 al 1973); 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. Segnalazioni librarie; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 138 del 19 ottobre 2015: Enrico Peyretti: Difesa senza guerra. Bibliografia storica delle lotte nonarmate e nonviolente (parte prima).

* "Telegrammi", numero 2142 del 20 ottobre 2015: 1. Il programma fondamentale; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Si e' svolto a Viterbo un incontro di riflessione con Vito Ferrante su assistenza e diritti umani; 4. Franco Restaino: Il femminismo, avanguardia filosofica di fine secolo. Carla Lonzi (parte prima); 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. In memoria di Lydia Child, di Vittorio Foa, di Mario Luzi, di Luciana Nissim Momigliano; 8. Segnalazioni librarie; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 139 del 20 ottobre 2015: Enrico Peyretti: Difesa senza guerra. Bibliografia storica delle lotte nonarmate e nonviolente (parte seconda e conclusiva).

* "Telegrammi", numero 2143 del 21 ottobre 2015: 1. Opporsi al terrorismo e alle stragi: abolire la Nato; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. "L'opera letteraria come appello alla dignita' umana". Un incontro di riflessione a Viterbo; 4. Franco Restaino: Il femminismo, avanguardia filosofica di fine secolo. Carla Lonzi (parte seconda e conclusiva); 5. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 7. In memoria di Karl Korsch e di Albertina Sisulu; 8. Segnalazioni librarie; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 140 del 21 ottobre 2015: 1. Opporsi a tutte le uccisioni; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna".

* "Telegrammi", numero 2144 del 22 ottobre 2015: 1. Purtuvudir; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Una conferenza della dottoressa Antonella Litta a Roma; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 6. In memoria di Paul Tillich; 7. Segnalazioni librarie; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 141 del 22 ottobre 2015: 1. Antimilitarista e disarmista; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna".

* "Telegrammi", numero 2145 del 23 ottobre 2015: 1. Lorenzo Milani: Lettera ai cappellani militari toscani che hanno sottoscritto il comunicato dell'11 febbraio 1965; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Aldo Capitini: Principi dell'addestramento alla nonviolenza; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 6. In memoria di Gianni Bosio, di Gianni Rodari e di Otto Ruehle; 7. Segnalazioni librarie; 8. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 9. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 142 del 23 ottobre 2015: 1. Le due massime urgenze; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 5. Per sostenere il centro antiviolenza "Erinna"; 6. Lodovica Cima: Gianni Rodari.

* "Telegrammi", numero 2146 del 24 ottobre 2015: 1. Opporsi alla guerra, agli eserciti, alle armi; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. "La dignita' della persona sofferente". Un incontro di riflessione con Vito Ferrante a Viterbo; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 6. In memoria di Luciano Berio, di Gina Borellini, di Denise Levertov, di Pierre Frank, di Bruno Munari, di Rosa Parks; 7. Aldo Capitini: La mia opposizione al fascismo; 8. Vandana Shiva: Principi costitutivi di una democrazia della comunita' terrena; 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 143 del 24 ottobre 2015: 1. Contro tutte le armi, contro tutte le uccisioni; 2. Prefettura del Municipio di San Paolo (Brasile): Cento motivi per rinunciare alle armi (2005); 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele".

* "Telegrammi", numero 2147 del 25 ottobre 2015: 1. Pace, smilitarizzazione, disarmo; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. "Difendere il diritto umano alla salute e ad un ambiente salubre". Un incontro di riflessione con la dottoressa Antonella Litta a Viterbo; 4. Alle sorelle e ai fratelli brasiliani (2005); 5. Paesaggio dopo la battaglia (2005); 6. Due cattive notizie e due buone (2005); 7. La vittoria del partito degli assassini e le responsabilita' nostre (2005); 8. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 9. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 10. In memoria di Henri Pirenne e di Karl Polanyi; 11. Segnalazioni librarie; 12. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 13. Per saperne di piu'.

* "La domenica della nonviolenza", numero 342 del 25 ottobre 2015: 1. Ancora una strage di migranti nel Mediterraneo; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. Il 23 ottobre 2005...; 5. Le ragioni del si'. Nei volti di persone assassinate (2005); 6. "Io dico, seguitando" (2005).

* "Telegrammi", numero 2148 del 26 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. In memoria di Elizabeth Cady Stanton, di Giorgio Errera, di Angelina Emily Grimke' Weld; 5. Dimensioni della nonviolenza (1999); 6. Contro la violenza (1999); 7. Alcune proposte di definizione della nonviolenza (1999); 8. Per la scelta della nonviolenza (1999); 9. Segnalazioni librarie; 10. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 11. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 144 del 26 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink e Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Un approccio alla nonviolenza (1999); 4. Impegno politico e scelta nonviolenta (1999); 5. Scegliere di soffrire anziche' far soffrire (1999); 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre.

* "Telegrammi", numero 2149 del 27 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. In memoria di Ruby Dee, di Erasmo da Rotterdam, di Frantisek Halas, di Sylvia Plath, di Oliver Tambo; 5. Alcune caratteristiche della lotta nonviolenta gandhiana (1999); 6. Cosa e' l'azione diretta nonviolenta (1999); 7. Definizioni ed interpretazioni della nonviolenza (1999); 8. Segnalazioni librarie; 9. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 10. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 145 del 27 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 3. Tre subalternita', da Seattle a Praga (2000); 4. Da un progetto per costituire un centro pacifista (1999); 5. Dieci tesi di Giobbe Santabarbara sulla nonviolenza in marcia (2000); 6. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre.

* "Telegrammi", numero 2150 del 28 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. "I diritti umani e dei popoli presi sul serio". Un incontro di riflessione a Viterbo; 3. In memoria di Rafael Alberti, di Mario Cuminetti, di Charlotte Turner Smith, di Kateb Yacine; 4. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 5. Paolo Arena presenta "Arancia meccanica" di Anthony Burgess; 6. Segnalazioni librarie; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 146 del 28 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Dialoghetto tra un perplesso e un persuaso (2000); 5. Dialoghetto tra il dottor Marx e l'avvocato Gandhi (2000); 6. Per una riflessione sull'azione diretta nonviolenta (1999).

* "Telegrammi", numero 2151 del 29 ottobre 2015: 1. Hic et nunc, quid agendum; 2. "Il diritto alla dignita', il dovere della solidarieta'". Un incontro di riflessione con Vito Ferrante a Viterbo; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. L'azione diretta nonviolenta delle mongolfiere per la pace (parte prima); 5. In memoria di Alfred Jules Ayer, di Georges Brassens, di Nikolaj Cernysevskij, di Jean-Baptiste Le Rond d'Alembert, di Rina Durante, di Elie Faure, di Jean Giraudoux, di Teresa Recchia; 6. Segnalazioni librarie; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 147 del 29 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Cio' che e' mancato (1999).

* "Telegrammi", numero 2152 del 30 ottobre 2015: 1. La contraddizione principale; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. L'azione diretta nonviolenta delle mongolfiere per la pace (parte seconda); 5. In memoria di Pio Baroja, di Aurelio Chessa, di Henry Dunant, Alessandro Galante Garrone, di Clifford Geertz, di Nicholas Georgescu-Roegen, di Claude Levi-Strauss, di Giaime Pintor, di Adelaide Anne Procter, di Ruggero Zangrandi; 6. Segnalazioni librarie; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 148 del 30 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. "Azione nonviolenta" di settembre-ottobre 2015.

* "Telegrammi", numero 2153 del 31 ottobre 2015: 1. Abolire la guerra, gli eserciti, le armi; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 4. L'azione diretta nonviolenta delle mongolfiere per la pace (parte terza e conclusiva); 5. In memoria di Jean Amery, di Enrico Baj, di Natalie Clifford Barney, di Maria Teresa Leon, di Cino Moscatelli; 6. Segnalazioni librarie; 7. La "Carta" del Movimento Nonviolento; 8. Per saperne di piu'.

* "Ogni vittima ha il volto di Abele", numero 149 del 31 ottobre 2015: 1. Movimento Nonviolento, Peacelink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo, Associazione Antimafie Rita Atria: Un appello per il 4 novembre: "Ogni vittima ha il volto di Abele"; 2. Hic et nunc, quid agendum; 3. Verso la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" del 25 novembre; 4. Piero Calamandrei: Epigrafi per donne, uomini e citta' della Resistenza.

 

6. SEGNALAZIONI LIBRARIE

 

Riletture

- AA. VV., Dialettica e positivismo in sociologia, Einaudi, Torino 1972, 1977, pp. 336.

 

7. DOCUMENTI. LA "CARTA" DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO

 

Il Movimento Nonviolento lavora per l'esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, e per il superamento dell'apparato di potere che trae alimento dallo spirito di violenza. Per questa via il movimento persegue lo scopo della creazione di una comunita' mondiale senza classi che promuova il libero sviluppo di ciascuno in armonia con il bene di tutti.

Le fondamentali direttrici d'azione del movimento nonviolento sono:

1. l'opposizione integrale alla guerra;

2. la lotta contro lo sfruttamento economico e le ingiustizie sociali, l'oppressione politica ed ogni forma di autoritarismo, di privilegio e di nazionalismo, le discriminazioni legate alla razza, alla provenienza geografica, al sesso e alla religione;

3. lo sviluppo della vita associata nel rispetto di ogni singola cultura, e la creazione di organismi di democrazia dal basso per la diretta e responsabile gestione da parte di tutti del potere, inteso come servizio comunitario;

4. la salvaguardia dei valori di cultura e dell'ambiente naturale, che sono patrimonio prezioso per il presente e per il futuro, e la cui distruzione e contaminazione sono un'altra delle forme di violenza dell'uomo.

Il movimento opera con il solo metodo nonviolento, che implica il rifiuto dell'uccisione e della lesione fisica, dell'odio e della menzogna, dell'impedimento del dialogo e della liberta' di informazione e di critica.

Gli essenziali strumenti di lotta nonviolenta sono: l'esempio, l'educazione, la persuasione, la propaganda, la protesta, lo sciopero, la noncollaborazione, il boicottaggio, la disobbedienza civile, la formazione di organi di governo paralleli.

 

8. PER SAPERNE DI PIU'

 

Indichiamo il sito del Movimento Nonviolento: www.nonviolenti.org; per contatti: azionenonviolenta at sis.it

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

TELEGRAMMI DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO

Numero 2154 del primo novembre 2015

Telegrammi quotidiani della nonviolenza in cammino proposti dal Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza (anno XVI)

Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac at tin.it , centropacevt at gmail.com , sito: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

Per ricevere questo foglio e' sufficiente cliccare su:

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=subscribe

 

Per non riceverlo piu':

nonviolenza-request at peacelink.it?subject=unsubscribe

 

In alternativa e' possibile andare sulla pagina web

http://web.peacelink.it/mailing_admin.html

quindi scegliere la lista "nonviolenza" nel menu' a tendina e cliccare su "subscribe" (ed ovviamente "unsubscribe" per la disiscrizione).

 

L'informativa ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") relativa alla mailing list che diffonde questo notiziario e' disponibile nella rete telematica alla pagina web:

http://italy.peacelink.org/peacelink/indices/index_2074.html

 

Tutti i fascicoli de "La nonviolenza e' in cammino" dal dicembre 2004 possono essere consultati nella rete telematica alla pagina web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/

 

Gli unici indirizzi di posta elettronica utilizzabili per contattare la redazione sono: nbawac at tin.it , centropacevt at gmail.com