[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

sospeso Don Vitaliano



MASSIMA SOLIDARIETA' A DON VITALIANO!!!!



DON VITALIANO SOSPESO A DIVINIS. NON CONDIVIDO MA OBBEDISCO = (ASCA) -
Roma, 26 feb - E' stata notificata ufficialmente a don Vitaliano Della
Sala, noto come ''il sacerdote dei no global'' la sospensione a divinis
(per sei mesi) da parte del suo vescovo mons. Tarcisio Giovanni Nazzaro,
abate di Montevergine. La reazione di don Vitaliano e' riassumibile con le
sue stesse parole: ''Non condivido ma ovviamente obbediro' al
provvedimento''. ''Con estrema meraviglia e stupore - ha detto don
Vitaliano in un comunicato - ho accolto la notizia della sospensione a
divinis. Essa e' giunta quando ormai da moltissimo tempo sto seguendo alla
lettera, pur non condividendole, le svariate restrizioni prescrittemi nei
numerosi provvedimenti canonici che mi sono stati indirizzati. La
sospensione e' un ulteriore, immotivato e ingiusto accanimento contro di
me; inoltre aggrava le limitazioni e le violazioni ai miei diritti umani e
sacerdotali e lascia intravvedere un vero e proprio intento persecutorio
nei miei riguardi da parte dell'abate. Se non fosse che a redigerla e'
stato il mio vescovo, sembrerebbe dettata da un sentimento di vendetta dopo
il mio ricorso al tribunale della Segnatura apostolica e dopo un acceso
chiarimento avuto con l'abate, durante l'ultima riunione del clero di
Montevergine. Ovviamente obbediro' al provvedimento, pur non
condividendolo. La mia, come sempre, e' un'obbedienza in piedi,
un'obbedienza a Gesu' Cristo e alla Chiesa che, anche se in questo momento
mi sta mostrando il suo volto umano peggiore, e' pur sempre mia madre che
amo''.

DON VITALIANO DELLA SALA, NOTIZIA SOSPENSIONE MI STUPISCE = CONTRO DI ME
VERO E PROPRIO ACCANIMENTO Napoli, 26 feb. (Adnkronos) - ''Meraviglia e
stupore'' questi i sentimenti con cui don Vitaliano della Sala, il prete
vicino ai ''no-global'' ha accolto la notizia della sospensione a divinis
comminatagli dall'Abate di Montevergine, Tarcisio Giovanni Nazzaro. ''Essa
- ha spiegato don Vitaliano - è giunta quando, ormai da moltissimo tempo,
sto seguendo alla lettera, pur non condividendole, le svariate restrizioni
prescrittemi nei numerosi provvedimenti canonici che mi sono stati
indirizzati''. Per il prete no-global, che già era stato rimosso dalla sua
attività di parroco della Chiesa di Sant'Angelo a Scala nell'Avellinese,
''la sospensione è un ulteriore, immotivato e ingiusto accanimento contro
di me; inoltre aggrava le limitazioni e le violazioni ai miei diritti umani
e sacerdotali e lascia intravedere un vero e proprio intento persecutorio
nei miei riguardi da parte dell'Abate. Se non fosse che a redigerla è stato
il mio vescovo, sembrerebbe dettata da un sentimento di vendetta.
Ovviamente obbedirò al provvedimento, pur non condividendolo''.
(Sia/Rs/Adnkronos) 26-FEB-05 17:23


DON VITALIANO; CARUSO, HA DENUNCIATO INGIUSTIZIE (V. 'RELIGIONE: DON
VITALIANO, PRETE...', DELLE 17,18) (ANSA) - NAPOLI, 26 FEB - ''Stamane ero
con don Vitaliano a manifestare a Scampia contro il degrado sociale delle
periferie dimenticate, ieri abbiamo partecipato insieme a un convegno sul
futuro delle popolazioni colpite dallo tsunami. Queste e tante altre
sarebbero le gravi colpe di cui Don Vitaliano si e' macchiato in questi
anni: stare dalla parte degli ultimi, denunciare le ingiustizie e le
prepotenze dei potenti''. Lo ha detto Francesco Caruso, portavoce del
movimento dei Disobbedienti. ''Se c'e' qualcuno da sospendere - ha aggiunto
- questo e' sicuramente l'abate di Montevergine per il suo atteggiamento
persecutorio, da Santa inquisizione. La Chiesa fortunatamente e' anche
altro: in questi anni il movimento ha incrociato tantissime esperienze di
comunita' cristiane, di parroci, di uomini della chiesa ma mai nessuno ha
dovuto subire i provvedimenti, le limitazioni e i diktat che ha subito don
Vitaliano''. ''Ora - ha detto Caruso - l'abate sara' anche un po' anziano,
abita un po' isolato sulle montagne di Montevergine, ma qualcuno dovrebbe
comunque avvertirlo che il mondo, e anche la Chiesa, e' cambiata in questi
ultimi decenni, per cui non basta frequentare un comunista o partecipare a
una manifestazione dei comunisti per essere ammonito, rimosso e sospeso a
divinis''.(ANSA).

DON VITALIANO: CARUSO, COLPEVOLE DI DENUNCIARE INGIUSTIZIE = (AGI) -
Napoli, 26 feb. - L'unica colpa di Don Vitaliano e quella di denunciare le
ingiustizie. Francesco Caruso, portavoce del movimento dei disobbedienti
commenta la sospensione a divinis di Don Vitaliano con il quale - dice -
"ero stamane a manifestare a Scampia contro il degrado sociale delle
periferie dimenticate, ieri abbiamo partecipato insieme a un convegno sul
futuro delle popolazioni colpite dallo tsunami. Queste e tante altre
sarebbero le gravi colpe di cui Don Vitaliano si e' macchiato in questi
anni: stare dalla parte degli ultimi, denunciare le ingiustizie e le
prepotenze dei potenti. Se c'e' qualcuno da sospendere - aggiunge Caruso -
questo e' sicuramente l'abate di Monetevergine per il suo atteggiamento
persecutorio, da Santa inquisizione". Secondo l'esponente no global, "l'
abate di Monetevergine rappresenta il volto piu' oscurantista e medioevale
di una chiesa che fortunatamente e' anche altro: in questi anni il
movimento ha incrociato tantissime esperienze di comunita' cristiane, di
parroci, di uomini della chiesa ma mai nessuno ha dovuto subire i
provvedimenti, le limitazioni e i diktat che ha subito Don Vitaliano. Ora -
dice infine Caruso - l'abate sara' anche un po' anziano, abita un po'
isolato sulle montagne di Montevergine, ma qualcuno dovrebbe comunque
avvertirlo che il mondo, e anche la chiesa, e' cambiata in questi ultimi
decenni, per cui non basta frequentare un comunista o partecipare a una
manifestazione dei comunisti per essere ammonito, rimosso e sospeso a
divinis".(AGI)


__________________________
L'autoritarismo ha bisogno
di obbedienza,
la democrazia di
DISOBBEDIENZA____________________________________________________________Navighi
a 2 MEGA e i primi 3 mesi sono GRATIS. Scegli Libero Adsl Flat senza
limiti su http://www.libero.it